Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

AMARCORD parte sesta

  • Scritto da Cristoforo Malara
  • Categoria: Amarcord

 

MAESTRELLI 2002 2003MAESTRELLI 2002 2003Continua a crescere il numero delle squadre iscritte ai campionati regionali allargando la massima categoria regionale a 14 squadre inducendo il CRC a creare anche un quarto girone di serie D. Nella serie C, l’ampliamento di due unità comporta il ripescaggio delle retrocesse Corvo e Rendese e dalla serie D girone C, della Fata Morgana. Il girone unico regionale viene dominato dalla Maestrelli che, dopo la beffa della precedente stagione, sbaraglia la concorrenza conquistando la promozione in serie B con ben cinque giornate di anticipo distanziando di 9 punti il S.G. Rosarno. Il crescente livello tecnico della categoria si rivela fatale per le promosse Fata Morgana, Mimmo Polistena e Rendese che, tornano in serie D insieme al Sorbo nella scorsa stagione salvatosi in extremis. Durante Aldo MaestrelliDurante Aldo MaestrelliLa superiorità della Maestrelli è testimoniata da un organico di eccelso valore tra i quali, spicca il nome del giovane Aldo Durante scovato dal D.T. della Maestrelli Angelo Princi, ai campi di tennis del circolo Polimeni di Reggio Calabria. Le qualità tecniche del giovane Durante non passano inosservate al punto di essere convocato nella Nazionale under 21. Nella foto a sinistra i nomi dei giocatori della Maestrelli vincitrice del campionato. In piedi: Carella, Spanò, Albino, Princi, Callea, Musolino. Accosciati: Costantino, Foti, Alongi, Quero, Lorenti.

 

 

 

 

arbitro Vescio con Falcao Brasile e Lineares Spagnaarbitro Vescio con Falcao Brasile e Lineares SpagnaIn questi anni un arbitro calabrese raggiunge massimi livelli internazionali, stiamo parlando dell’attuale designatore Ercole Vescio nella foto mentre dirige una sfida con in campo il brasiliano Falcao e lo spagnolo Lineares.

 

 

 

Classifica serie C

MAESTRELLI 59 (promossa in serie B)

S.G. ROSARNO 48

CORVO 43

SAN GIOVANELLO 37

POPILY STREET 37

ATL. CATANZARO 36

AZZURRA PALMI 32

CITTA’ DI COSENZA 30

AGS ROSSANO 29

FATA MORGANA 27 (retrocede in serie D)

MIMMO POLISTENA 23 (retrocede in serie D)

SORBO 23 (retrocede in serie D)

RENDESE 17 (retrocede in serie D)

Vincente Coppa ITALIA: ATLETICO ESISUD CATANZARO

Coppa disciplina : MAESTRELLI

MEDIOCRATI  21 12 02MEDIOCRATI 21 12 02Nella serie D Non ancora previsti i playoff a salire di categoria sono le quattro squadre vincenti i rispettivi gironi. Nel gruppo A nelle vesti di favorite alla vigilia del campionato ci sono, la retrocessa Cirò Marina e l’ambizioso Mirto. Tuttavia tra i due litiganti si inserisce la terza incomoda rappresentata dalla matricola Mediocrati. Allenata da Francesco Sconosciuto nella duplice veste anche di giocatore la Mediocrati, presenta in squadra calcettisti di assoluto valore tra i quali spiccano i nomi del portiere Scrivano, del bomber Marano e dei promettenti Ciottolo ed Arturi. Il quintetto cosentino prende il comando solitario della classifica nella quarta giornata difendendolo con sagacia dagli assalti di Cirò e Mirto con quest’ultima unica in grado di batterla per giunta sul proprio campo.

TRAFORO dicembre 2002TRAFORO dicembre 2002Classifica serie D - Girone A

MEDIOCRATI 53 (promossa in serie C)

CIRO’ MARINA 50

MIRTO 46

I NOVELLI 39

L.S. TRAFORO 35

BISIGNANO 27

CARIATI C5 25

CARIATI C5-dicembre 2002CARIATI C5-dicembre 2002CALABRO PAKING 18

KROTON 17

TORRE MELISSA 9

PROLOCO CASTROVILLARI 1

Nel girone B entusiasmante ed appassionate questo raggruppamento conclusosi (finora unico caso) con tre squadre in testa alla classifica a pari punti. Di conseguenza per dirimere la matassa e stabilire le due squadre candidate a giocarsi la promozione in serie C è la differenza reti considerando che, il computo degli scontri diretti era in perfetta parità. Dalla conta dei goal fatti e subiti nelle sfide tra le tre menzionate squadre ad avere la peggio è la Xerox Chianello (- 4) per cui R. Montagna (+ 4) ed Amantea (0) danno vita al decisivo spareggio vinto dai primi. Eppure al termine del girone d’andata, nulla lascia presagire ad un simile epilogo considerando che, la Xerox chiudeva a 21 punti, l’Amantea a 20 ed il R. Montagna “solo” 13 in un girone composto da 10 squadre. Nel ritorno il R. Montagna rimonta le due squadre tirreniche agganciandole in classifica a tre turni dal termine.

ALMAS CS   aprile  2003ALMAS CS aprile 2003Classifica serie D - Girone B

ROMUALDO MONTAGNA 38 (promossa in serie C)

AMANTEA 38

XEROX CHIANELLO 38

DHS SAN LUCIDO 33

TIME OUT RENDE 28

ALMAS COSENZA 24

TELESIO 20

MORELLI 19

COSENTIA 14

BRUTIA 4

Nel girone C il Comprensorio Presilano dopo il terzo posto della passata stagione non concede scampo alle avversarie conquistando il salto di categoria.

Serie D - Girone C

COMPRENSORIO PRESILANO (promosso in serie C)

Nel gruppo D per certi versi simile al rendimento del Compr. Presilano è il successo finale della Gallinese. Il quintetto reggino fa tesoro delle positive prestazioni della passata stagione nella quale, fu preceduta solo dall’Azzurra Palmi, Fata Morgana e Kalabria, centrando la storica promozione nella massima categoria regionale.

Serie D – Girone D

GALLINESE 2000 (promossa in serie C)

Vincente Coppa Calabria: CIRO’ MARINA vs. Siderno 94

 

STAGIONE 2003/2004

Squadre iscritte ai campionati regionali 66

Mediocrati 2004 05Mediocrati 2004 05Il calcio a 5 diventa sempre più popolare incrementando a 66, le iscrizioni ai campionati regionali. La crescita di questa disciplina induce il CRC a creare per la prossima stagione, una nuova categoria che, faccia da cuscinetto tra il campionato regionale e quelli provinciali chiamandola serie C2. La riforma dei campionati prevede per l’attuale stagione, prevede la retrocessione dalla serie C, delle ultime quattro classificate inserendole nella prossima C2 suddivisa in due gironi da 10 squadre la promozione nella nuova C1 delle vincenti i quattro gruppi di serie D mentre le squadre posizionate dal 2^ al 5^ posto parteciperanno alla nuova C2 gironi A e B. Nella massima categoria regionale la Mediocrati domina la scena vincendo il campionato a man basse con un distacco dalla seconda Atletico CZ (finora mai eguagliato) di 15 punti. La corazzata Mediocrati conferma la propria superiorità stagione aggiudicandosi anche la Coppa Italia regionale superando in finale, la Gallinese 2000. Nelle retrovie della classifica dopo solo una stagione di C1 retrocedono Compr. Presilano, Pol. Hipponion e Club Quadrifoglio.

Classifica serie C

MEDIOCRATI C5 65 (promossa in serie B)

ATLETICO CZ ESISUD 50

CORVO CIBUS 47

CATANZARO C5 45

S.G. ROSARNO 44

GALLINESE 2000 44

POPILY STREET 41

ROMUALDO MONTAGNA 41

A.G.S. ROSSANO 38

CITTA’ DI COSENZA 33

COMPR. PRESILANO 27 (retrocede in C2)

POL. HIPPONION 12 (retrocede in C2)

CLUB QUADRIFOGLIO 12 (retrocede in C2)

AZZURRA PALMI esclusa

Vincente Coppa Italia: MEDIOCRATI

Coppa disciplina: CLUB QUADRIFOGLIO

Time Out RendeTime Out RendeSpettacolare e combattuto il girone A della serie D avente come duellanti incallite la Time Out Rende di mister Ragadali ed il Mirto di mister Madeo. Il girone d’andata si rivela incerto ed equilibrato proponendo al giro di boa il Traforo in testa alla classifica con 28 punti seguito ad un punto dal Mirto, terzo a quota 25 la Time Out Rende quarte a pari merito con 24 punti, Atletico Rossanese e Cirò Marina. Nella parabola discendete del campionato il Traforo sembra la più concreta candidata al salto di categoria restando in cima alla classifica fino alla 17^ giornata con un punto di vantaggio sulla Time Out e due sul Mirto mentre, scivolano dietro Atl. Rossanese e Cirò. Nella 18^ giornata la netta vittoria del Mirtosul campo del Traforo ed il contemporaneo successo della Time Out a Castrolibero modificano il vertice della classifica. Lo stop interno deprime il Traforo che inanella ulteriori due sconfitte di fila la più determinante delle quali quella interna contro la Time Out Rende. A questo punto per la promozione in C1 tutto è demandato alla sfida del penultimo turno di campionato in quel di Rende tra le prime due della classifica. Di seguito la cronaca e commenti di quell’appassionante sfida datata 01/05/04:

Time Out e Mirto 01 05 04Time Out e Mirto 01 05 04Ad una giornata dal termine di questo avvincente campionato, rimane immutata la vetta della classifica. L’atteso confronto diretto, infatti, tra polemiche ed una vergognosa aggressione finale all’arbitro da parte di un giocatore ospite, termina in parità demandando all’ultima giornata il verdetto promozione. Un vero peccato che, l’attesa sfida abbia avuto un simile epilogo che, ha contribuito a macchiare la gagliarda prestazione dei protagonisti in campo tant’è che, rimanendo al calcio giocato, la partita non ha deluso le aspettative regalando al numeroso pubblico spettacolo ed emozioni. La svolta si è avuta al 57’ quando il sig. Messina, con una decisione quanto meno discutibile, espelle Pignataro per proteste scatenando la rabbia della panchina ospite. Con gli animi sempre più surriscaldati, il direttore di gara concede appena un minuto di recupero ma, passati circa 40 secondi fischia la fine e quel che accade poi sono solo inqualificabili azioni da condannare e punire. MirtoMirtoI due tecnici alla fine hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni: Fortunato Ragadali (Time Out Rende) ”Faccio i complimenti al Mirto, la migliore formazione da noi affrontata ma, se c’era una squadra che doveva vincere era la nostra. Potevamo e dovevamo chiudere prima la partita senza farci prendere dalla frenesia. Oltre alla giusta espulsione di Manfredi, abbiamo pagato alcune nostre disattenzioni subendo due reti evitabili ma, tenuto conto del valore degli avversari, posso ritenermi pienamente soddisfatti”. Giuseppe Madeo (Mirto) “Pur condannando l’aggressione finale, sono molto rammaricato, per il comportamento dell’arbitro che, a mio avviso, ha agito con premeditazione. Nonostante le continue interruzioni di giuoco, ha concesso appena un minuto di recupero senza neanche farlo disputare, contribuendo a vanificare un anno di sacrifici”. Come da previsioni accedono nella nuova C2 oltre al Mirto il Traforo, Cirò Marina ed Atletico Rossanese

L.S. TRAFORO 04 04 04L.S. TRAFORO 04 04 04Classifica serie D – Girone A

TIME OUT RENDE 56 (promossa in C1)

MIRTO 55 (ammessa in C2)

L.S. TRAFORO 48 (ammessa in C2)

CIRO’ MARINA 48 (ammessa in C2)

ATLETICO ROSSANESE 44 (ammessa in C2)

BISIGNANO 28

CARIATI C5 23

RENDESE 21

ATLETICO ROSSANESE  06 03 04ATLETICO ROSSANESE 06 03 04BULLS CASTROLIBERO 19

I NOVELLI 18

CALABRO PAKING 10

TELESIO 10

Coppa disciplina: LA SPORTIVA TRAFORO

 

 

 

BULLS CASTROLIBEROBULLS CASTROLIBERONel gruppo B primeggia da assoluto dominatrice il San Lucido capace di vincere ben 21 gare su 22 “steccando” (soprattutto in virtù del faticato successo in Coppa Calabria) la penultima gara del campionato facendosi imporre il pari interno dalla Footbal 2001. Al fine di rendere merito alla prima squadra regionale in grado di chiudere la stagione da imbattuta di seguito un estratto dell’articolo conclusivo:

Venticinque vittorie su ventisei gare finora disputate, con l’incredibile media di 7,8 goal a partita contro appena 3,2 subiti! Questi sono alcuni dei numeri che, testimoniano la straordinaria stagione della DHS San Lucido capace di vincere il campionato di serie D girone B con ben sei giornate di anticipo e con la possibilità di completare, la trionfale annata, aggiudicandosi la finale di Coppa Calabria in programma il prossimo 29 maggio a Catanzaro contro il Mimmo Polistena. DHS SAN LUCIDODHS SAN LUCIDOPer capire meglio quale sia stato il percorso della DHS San Lucido basta solo dire che, nessuna squadra è riuscita a fermarne la corsa con la sola eccezione del Football 2001 capace di strapparle un pari sul proprio terreno lo scorso primo maggio restando l’unica “macchia” di una stagione irripetibile. Eccezionale macchina da goal, la formazione tirrenica solo nelle 22 partite di campionato, ha segnato ben 167 reti subendone appena 57 annichilendo tutte le squadre affrontate con il proprio gioco rapido e brioso guadagnandosi la stima e l’ammirazione degli avversari. Che la DHS San Lucido avesse tutti i requisiti per dettare legge nel campionato, lo si era già capito dai primi due vincenti confronti di Coppa Calabria contro due storiche e quotate formazioni della serie D quali: Xerox Chianello e Amantea. Il superbo percorso della DHS San Lucido è iniziato lo scorso 15 novembre vincendo nettamente sul campo della Vallecrati. FOOTBALL 2001 ROGLIANOFOOTBALL 2001 ROGLIANOPer le prime tre giornate, il primato in classifica, viene condiviso con l’Amantea poi, complice la sconfitta esterna dei rivali, il San Lucido prende il volo dando a tutte le avversarie un minimo di tre goal di scarto fino alla nona giornata. Alla decima giornata il Football 2001 limita i danni perdendo sul proprio campo per 6 a 4. Nel confronto verità dell’ultima del girone d’andata, nell’atteso derby del tirreno, la DHS vincendo di misura (6 a 5) contro l’Amantea, ne affossa definitivamente le speranze di primato distaccandola di 11 punti. Nel girone di ritorno, il San Lucido fa passerella, travolgendo gli avversari di turno fino all’ultimo confronto casalingo nel quale, il Football 2001 gli fa lo scherzetto di imporle il pari “guastandole” un record già difficile da eguagliare. In questa stagione fanno festa anche la Xerox Chianello, l’Amantea e le matricole Rossoblù Giochi e Vallecrati tutte ammesse in C2.

XEROX CHIANELLO 03 04XEROX CHIANELLO 03 04Classifica serie D – Girone B

DHS SAN LUCIDO 64 (promossa in C1)

XEROX CHIANELLO 43 (ammessa in C2)

ROSSOBLU’ GIOCHI 40 (ammessa in C2)

AMANTEA 39 (ammessa in C2)

VALLECRATI 37 (ammessa in C2)

ORATORIO SAN FRANCESCO 32

FOOTBALL 2001 31

COSENTIA 28

AMANTEA 03 04AMANTEA 03 04MORELLI 22

ALMAS CS 22

FUSCALDO NET 18

ISTITUTI MANCINI 4

Coppa disciplina: DHS SAN LUCIDO

Come accaduto nel girone B anche nel gruppo C c’è una dominatrice assoluta ovvero la Mimmo Polistena di mister Lobianco. La squadra di Vibo appena retrocessa dalla C1 rinforza l’organico lasciando solo le briciole alle avversarie incapaci di batterle chiudendo il torneo senza sconfitte. L’unica “macchia” di una stagione superlativa, la sconfitta di misura nella finale di Coppa Calabria contro il San Lucido. Per quanto riguarda le ammesse alla prossima C2 la rinuncia di Sorbo ed Aci Calcio danno disco verde alla sesta classificata Enotria.

VALLECRATIVALLECRATI

Classifica D – Girone C

MIMMO POLISTENA 72 (promossa in C1)

GIROPACO 57 (ammessa in C2)

SORBO 55

ZONA 2002 54 (ammessa in C2)

ACI CALCIO A 5 53

ENOTRIA 46 (ammessa in C2)

ASI MONTEROSSO 37

LAMEZIA TERME 35

S. ELIA 35

EAGLES FIVE SOCCER 33

FILADELFIA CUP 26

VIGOR BORGIA 13

TIGERS 91 12

GUNNERS 5

Coppa disciplina: TIGERS 91

Non volendo essere da meno dalle vincitrici dei girone B e C anche il gruppo D viene dominato da una squadra ovvero la Real Reggio. La società reggina chiude la stagione con 10 punti di vantaggio sulla seconda in classifica Medisport Polistena. A completare il gruppo dei quintetti ammessi alla C2 B ci sono la Fata Morgana, il G.S. Kalabria ed il Real Tremulini.

Classifica serie D – Girone D

REAL REGGIO 67 (promossa in C1)

MEDISPORT POLISTENA 57 (ammessa in C2)

FATA MORGANA 52 (ammessa in C2)

G.S. KALABRIA 47 (ammessa in C2)

REAL TREMULINI 47 (ammessa in C2)

F.F. SIDERNO 94 43

S.S. PELLARESE 36

LUNA ROSSA 33

COMPR. C.S. LAZZARO 32

COMPR. PRESILANO 29

POL. SORIANELLO 29

PRO REGGINA 24

S.S OCCHIO EDIL 22

FOREVER REGGIO 99 17

PRO OCCHIO 15

Coppa disciplina: REAL REGGIO

Vincente Coppa Calabria: DHS SAN LUCIDO

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy