Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

Sangiovannese, discreta prova con la Royal, ma bisogna lavorare ancora

  • Scritto da Comunicato Stampa
  • Categoria: Area Rosa

Al termine delle due settimane di preparazione, la compagine di Mister Audia scende in campo in un amichevole di prestigio contro la Royal Team Lamezia,neopromossa in A élite. In campo due squadre totalmente diverse: la Royal, totalmente nuova e tatticamente più superiore, mentre la Sangiovannese ancora con tanta voglia di lavorare e crescere. Nonostante il risultato è terminato a favore della squadra ospite (2-13), le ragazze silane hanno avuto modo di apprendere e imparare tanto in questa partita. Di certo non è mancata la voglia di lottare su ogni pallone e non mollare mai, cosa che contraddistingue la Sangiovannese. A segno per la Royal: Rovito(4), Fragola(3), Nasso(2), Saraniti, Kale, Furno e De Sarro; A segno per la Sangiovannese: doppietta dell’irrefrenabile Capitan De Marco; 1 su punizione e altro goal su assist di Leto.
A fine partita Mister Audia ha rilasciato alcune parole riguardo la partita e l’andamento della preparazione:” Dopo due settimane di preparazione con poco lavoro sul campo devo dire che a livello fisico ci siamo, ma dobbiamo migliorare e lavorare sulla tattica e visto che mancano due settimane all’inizio della nuova stagione lo faremo in maniera più intensa. Volevo comunque complimentarmi con le mie ragazze perché il primo tempo si è concluso col parziale di 2-4 e hanno tenuto un buon gioco creando anche qualche azione da goal, solo nel finale hanno mollato. Ci serviranno senza dubbio due o tre cambi per completare una vera e propria rosa compatta e su questo ci stiamo lavorando su.”
A tal proposito anche a Capitan De Marco è stato chiesto lo stesso e lei ha ribadito ciò:”Sapevamo sin da subito fosse una partita difficile dal momento che la squadra avversaria affronterà un campionato di maggiore livello rispetto al nostro, quindi ci aspettavamo ritmi elevati e grandi prestazioni. Inoltre eravamo reduci da 2 settimane intense di preparazione, dunque si è sentita pesantezza nelle gambe, così come anche quella psicologica. Tuttavia una prestazione che, visti gli elementi summenzionati, non è stata bellissima, ma, essendo numericamente poche, vedere che ognuna di noi getta l'anima per 40 minuti effettivi è stata una grande soddisfazione per me e per tutte noi. Ovviamente questa partita sarà un punto da cui partire e soprattutto migliorare.”

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy