Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

Boom boom M.Bisignano e F.Polistena!

  • Scritto da Cristoforo Malara
  • Categoria: Serie B

 

cataforio-mabbonathcataforio-mabbonathASD CATAFORIO C5 REGGIO CALABRIA-MABBONATH PALERMO 7-7
Marcatori: 4’44”pt e 6’58”pt Scopelliti (C), 8’03”pt e 18’26”pt Atkinson (C), 10’41”pt e 2’10”st Di Trapani (M), 16’51”pt Restivo (M), 2’22”st e 11’26”st Cilione (C), 2’59”st Scopelliti aut. (M), 17’15”st Giriolo (C), 17’29”st e 18’15”st rig. Torcivia (M), 19’10”st Durante aut. (M).
Cataforio: Mancuso, Durante, Laganà, Giriolo, Martino, Sarica, Campolo, Scopelliti, Cilione, N. Modafferi, Parisi, Atkinson. All. Praticò.
Mabbonath: Immesi, D’Orio, Torcivia, Restivo, Rizzo, Di Trapani, Cipolla, Moontevago, Hamici, Napoli, Capitano, Virzì. All. Cappello.
Note: Ammoniti: Scopelliti (C), Laganà (C), Parisi (C), Martino (C), D’Orio (M), Restivo (M), Rizzo (M).

Il Futsal rende possibile ciò che all’apparenza può sembrare irrealizzabile. In 2:45 il Cataforio si vede rimontare dal 7-4 al 7-7, finendo per pareggiare un incontro ben approcciato nel primo tempo, con qualche sbavatura, subito punita, nel secondo. Mister Praticò convoca gli stessi dodici vittoriosi nel mercoledì di Coppa e davanti a Parisi imposta Durante, Giriolo, Laganà e Martino. La partenza è roboante per i reggini che sfiorano il vantaggio per due volte con Durante, mentre Parisi deve respingere su Torcivia. Praticò inserisce Atkinson e Scopelliti ed arrivano subito i frutti dai neo entrati. Il brasiliano (che aveva colpito un palo in precedenza) smarca il compagno che insacca e concederà il bis poco dopo ribadendo in rete la respinta di Immesi ancora su tiro di Atkinson. Bianconeri padroni del campo, il pivot verde-oro colpisce un altro legno e poi trova direttamente da calcio di punizione il tris. La Mabbonath è frastornata, ma nonostante ciò, riesce con Di Trapani ad accorciare, bravo ad intercettare sull’errore di Giriolo subito rincuorato dai compagni. Siciliani ora più reattivi che riescono anche ad andare sul -1, trovando la deviazione sottomisura di Restivo, lasciato troppo solo sul secondo palo in occasione della punizione battuta da D’Orio. Cataforio che dall’altra parte costringe gli avversari, molto fisici nei contrasti, al bonus falli, ma sia Atkinson, sia Laganà, non riescono nei due tentativi di trasformazione sui tiri liberi. In chiusura il colpo di testa di capitan Cilione termina fuori di un niente. Al rientro dagli spogliatoi i locali sembrano in grado di gestire la gara e si arriva, nel corso del secondo minuto di gioco, al botta e risposta tra Di Trapani (ancora una volta troppo libero e imbeccato da Restivo) e Cilione (con l’assist magistrale di Durante). Neanche il tempo di osservare il 5-3 sul tabellone luminoso, che la sfortunata deviazione di Scopelliti, sulla punizione di Hamici, inganna Parisi. Il 5-4 lascia apertissima la sfida, la Mabbonath coglie una traversa e linea interna, che fa correre i brividi al pubblico del “PalaMazzetto”, prima di bissare con il palo di D’Orio. Nel momento di sofferenza per i suoi, capitan Cilione, si inserisce perfettamente sull’angolo battuto da Scopelliti, tanto da regalarsi la doppietta. Ritornato sul doppio vantaggio, il Cataforio riesce a gestire seppure i neroverdi di mister Cappello sono tutt’altro che arrendevoli. Si arriva a 2:45 con Giriolo preciso e puntuale sull’assist, ancora, di Atkinson per il 7-4 che lascia presagire ad una vittoria ormai vicina. Non è così. Dopo 15 secondi Torcivia realizza anch’egli su un inserimento da calcio d’angolo; a 1’45” dalla fine Restivo, schierato come portiere di movimento, costringe Parisi al fallo (dubbi che permangono) che porta così ancora Torcivia ad andare in gol, trasformando il penalty. A 50” dalla fine arriva la doccia gelata. Nuovamente Restivo mette in mezzo su un altro calcio d’angolo e trova un’altra deviazione, una carambola, di un difensore di casa, stavolta è Durante, che spiazza Parisi. L’impensabile si materializza. Scopelliti deve salvare sulla linea (con Modafferi schierato come quinto di movimento) il tentativo del portiere Immesi, a 8” dal termine. All’ultimo secondo è invece Laganà che trova la grande risposta ancora di Immesi sul suo mancino destinato in fondo al sacco. A fine gara, mister Praticò ha così commentato: “Resta tanto amaro in bocca perché la squadra aveva approcciato alla perfezione il match, nonostante qualche errore individuale e qualche attimo di blackout. Eravamo quasi certi della vittoria ma quando si è disattenti in alcune situazioni, al cospetto di una squadra esperta come la Mabbonath, siamo stati recuperati. Cosa dovremo migliorare? Dal punto di vista tecnico e tattico sono molto soddisfatto perché mi seguono alla grande. Dovremo migliorare in termini della gestione della pressione nel corso del match”.  (Fabrizio Cantarella – Add. Stampa Asd Cataforio)

formazione futuraformazione futuraPOL. FUTURA-AKRAGAS 3-5
Marcatori: 2′ Modafferi, 21′ e 38′ Quattrone (PF) Sacco, Toledo, Martines, 2 Cottone (A)

La Futura dei giovani oggi non è riuscita a portare a casa un risultato positivo nonostante la solita buona partita. Difronte un Akragas, che alla fine ha meritato la vittoria, che ha sfruttato le disattenzioni dei ragazzi di Alfarano senza pietà. Non ancora disponibile Vergine che esordirà alla prossima in quel di Melilli. Nel primo tempo Akragas avanti dopo 10 minuti circa per un rigore che nemmeno nei commenti di fine partita si é riuscito a comprendere ma sul quale sorvoliamo. Un minuto dopo altro rigore, questa volta a favore della Futura, molto generoso che sa di compensazione, che però Modafferi (buona la sua partita) calcia a lato. La Futura non ci sta e spinta da un grande pubblico pareggia dopo una “rabona” di Modafferi che supera due avversari e scaglia dalla linea laterale un bolide che si insacca all’incrocio. La partita va avanti con diversi capovolgimenti di fronte e con il giovanissimo portiere Morabito che alza un muro a difesa della sua porta. A 30 secondi dalla fine una imbucata a dir poco inopportuna libera due giocatori avversari che dopo uno scambio veloce riportano in vantaggio gli ospiti. Primo tempo che si chiude sul risultato di 1 a 2. Ad inizio ripresa dopo 20 secondi e dopo una bellissima azione Aquilino/Pannuti/Modafferi viene servito Quattrone che mette alle spalle del portiere il gol del 2 a 2. Bastano 30 secondi e su un nuovo errore in fase di costruzione dei ragazzi della Futura ecco il 2 a 3 su ripartenza. Stesso copione per il 2 a 4 dopo 8 minuti con la Futura che cerca il pareggio in tutti i modi. Mister Alfarano tenta la carta del portiere di movimento ma nn porta alcun frutto, tanto che si torna alla normalità e su azione manovrata Quattrone su servizio di Modafferi insacca il 3 a 4 sul secondo palo. Non vale a nulla il forcing finale che porta a 10 secondi dalla fine al quinto gol degli ospiti su ripartenza. Bella partita comunque che ha divertito il pubblico sugli spalti che a fine gara ha applaudito entrambe le squadre. Nel complesso buono l’arbitraggio. (A.S. Pol. Futura)

Ls Traforo Spadafora - F.C. Paola 2-2
Marcatori: 5’ pt De Luca (Tr), 14’ 40” pt Dos Santos (Pa), 9’35” st Dos Santos (Pa), 19’15” st Dentini (Tr).
Ls Trafora Spadafora: Gallon, De Luca, Schiavelli, Sapinho, Dentini, Salerno, Chiappetta, Cofone, Lento, Bisignano, Caruso, Cosentino. All. Madeo
F.C. Paola: Filò, Pizzino, Asraoul, Scarnà, Chianello, Cleber, Spinelli, Dos Santos, Sganga, Bartella, Bonocore, Molinaro. All De Giovanni
Ammoniti: De Luca, Chiappetta, Dos Santos, Bartella, Scarnà. Espulsi Scarnà e Sapinho.

traforo panchinatraforo panchinaUn pari che sta stretto alla Traforo Spadafora, per le tante occasioni create, ma che potrebbe star stretto anche al Paola, raggiunto a poco più di un minuto dalla fine da Dentini. Una partita iniziata molto bene dai padroni di casa, che passano al 5’ con De Luca, che conclude una bellissima azione corale. Il Paola, che fino a quel momento non aveva mai tolto la testa dal proprio guscio, la gara cambia e gli uomini di De Giovanni provano ad attaccare lasciando però molti spazi ai padroni di casa, che sprecano clamorosamente in almeno tre circostanze le ripartente per il raddoppio. Al 15’ Arriva abbastanza inaspettato il pari degli ospiti. Dalla linea del calcio d’angolo Dos Santos calcia verso la porta sorprendendo sul proprio palo il portiere Gallon. Il Traforo Spadafora accusa il colpo e cede campo ai tirrenici, che però non approfittano per colpire in maniera decisa gli avversari. Nella ripresa partenza veemente dei rossanesi che creano 6/7 palle gol limpide sprecate in malo modo da Cofone e compagni, un paio a partiere battuto. La squadra di casa non approfitta neanche dell’uomo in più, espulso Scarnà per doppia ammonizione, per passare in vantaggio. E come spesso accade dai tanti gol sbagliato, arriva la doccia fredda. Un tiro non irresistibile di Filho non viene trattenuto da Gallon, e Dos Santos non deve fare altro che depositare in rete per il 1-2. Testa bassa dei locali che cercano il gol del pari in tutti i modi, ma devono attendere il 29’ del st per trovarlo e per di più con il quinto uomo. A 24” dalla fine opportunità per il Paola, che gioca con l’uomo in più, per via dell’espulsione di Sapinho. Ma la difesa dei rossanesi resiste e porta a casa un punto tutto sommato prezioso. (Ufficio stampa L.S Traforo Spadafora)

FUTSAL ALTAMURA - MAGIC CRATI BISIGNANO 4-5
Marcatori: pt Dudù (B), Ferraro (B), Zafra (A), Egea (B), Zocco (A); st Di Pietro 2 (A), Gil (B), Dudù (B)

Egea autore di una reteEgea autore di una reteEsordio stellare del Magic Crati Bisignano. La compagine allenata da mister Barbuto conquista i primi tre punti stagionali al cospetto del Futsal Altumura che in diversi frangenti si è reso pericoloso. Parte forte il Bisignano che si porta sul doppio vantaggio con le reti di Dudù e Ferraro, Zafra accorcia le distanze, ma Egea ristabilisce immediatamente il doppio vantaggio. Sul finire della prima frazione, Altamura a segno con Zocco. Marcia ingranata per il Futsal Altamura in avvio di ripresa: La formazione pugliese mette a segno un uno/due micidiale con Di Pietro. Le due reti non demoralizzano la compagine calabrese che prima agguanta il pareggio con Gil e poi conquista la vittoria a pochi secondi dal termine con Dudù che firma una doppietta (Calabriafutsal.it)

REGALBUTO - FUTSAL POLISTENA 1-2
Marcatori: Gallinica (P), Ecelestini (P)

Non poteva aspettarsi esordio migliore il Futsal Polistena nel campionato nazionale di Serie B. I rossoverdi di mister Pino Molluso, nonostante le diverse assenze, sono riusciti comunque a conquistare l’intera posta in palio e a tornare a casa con l’intero bottino dalla difficile trasferta di Regalbuto. Decisivi per la vittoria del Futsal Polistena sono stati Gallinica ed Ecelestini. Nel complesso, però, buona prestazione da parte di tutti i giocatori impiegati da mister Molluso nell’arco dei quaranta minuti di gioco, per una sfida combattuta e disputata in un clima infuocato. Inoltre, il Futsal Polistena è sceso in campo con il lutto al braccio e, prima del fischio d’inizio, è stato osservato anche un minuto di raccoglimento per commemorare la figura del magistrato Romano De Grazia, papà della segretaria del club Deborah De Grazia, venuto a mancare nei giorni scorsi. Ed è proprio a lui che il Futsal Polistena ha voluto dedicare la vittoria. (Ufficio Stampa Futsal Polistena)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy