Logo

La prima volta dell'Ecosistem Lamezia Soccer. Futura furiosa

 

 

ECOSISTEM LAMEZIASOCCER - MASCALUCIA C5 2-1
RETI: 1t 7'51" Longo 2t 4'24" Gerbasi 9'21" Scalese
ECOSISTEM LAMEZIA SOCCER: Sperlì, Giovinazzo, Costanzo, Montesanti, Morelli, De Masi, Iozzino, Monterosso, Crapella, Gerbasi, Scalese. Allenatore: Bebo Carrozza
MASCALUCIA C5: Leonardi. Giardinaro, Nicolosi, Guglielmino, D'Arrigo, Abate, Longo, Panebianco, Sciacca. Mancati, Scuderi, Russo, Salpietro. Allenatore: Umberto Previti
ARBITRI: Vincenzo Buzzacchino di Taranto e Diego Ramires di Lecce
CRONOMETRISTA: Francesco Saverio Mancuso di Vibo

Esordio in serie B vincente ed in campo neutro per l'Ecosistem Lameziasoccer, costretta ancora una volta ad utilizzare il PalaPace di Vibo Valentia per le gare che il calendario gli assegna tra le "Mura Amiche".
Le squadra di Bebo Carrozza suda le proverbiali sette camicie ma ci aggiunge grinta e cuore per arrivare al risultato ribaltando una situazione che si era compromessa nel primo tempo chiuso in svantaggio per 0-1.
Il quintetto iniziale lametino vede in porta Sperlì con giocatori di movimento Iozzino, Gerbasi, Monterosso e capitan Morelli. Dall'altra parte il Mascalucia si schiera con Leonardi in porta, Guglielmino, Abate Longo e Panebianco di movimento.
Probabilmente la formazione orange ha sentito l'emozione dell'esordio e non è riuscita ad essere subito brillante e sciolta per mettere sotto l'avversario ed ha subito una doccia fredda nel momento in cui aveva avuto diverse occasioni per andare in vantaggio. Il Mascalucia non è stato a guardare ed ha sfruttato l'occasione con Longo abile a girarsi da centro area e battere l'incolpevole Sperlì. Le Pantere Orange non si sono perse d'animo ed hanno continuato nel proprio gioco, rischiando anche di subire il raddoppio, ma non sono stati fortunati perchè hanno trovato dall'altra parte il portiere Leonardi in gran giornata tanto da risultate il migliore in campo nella prima frazione. Quando prima Gerbasi a 2'30" dal termine e poi Morelli, qualche secondo più tardi, sono riusciti a superare l'estremo ospite ci ha pensato la traversa a dire di no all'Ecosistem.
Nella seconda frazione la svolta, con i lametini che, dopo vari tentativi, agguantavano gli ospiti con Gerbasi dopo 4'24" e trovavao il gol vincente su una conclusione di Iozzino respinta corta da Leonardi su cui si avventava in scivolata Scalese, pressato da un difensore, che spingeva in rete anticipando il secondo tentativo dell'estremo ospite. In precedenza c'era stato un gol non-gol su un tiro dello stesso Iozzino non convalidato dagli aribitri su cui si sono levate le proteste dell'Ecositem.
L'ultima parte di gara era molto nervosa; qualche fallo di troppo regalava opportunità anche sui calci da fermo e Sperlì diceva no ai tentativi ospiti graziato anche in una occasione dalla traversa.
Vittoria sofferta ma meritata per l'Ecosistem che bagna così l'esordio in cadetteria con i tre punti e guarda con più tranquillità ad un torneo che sarà sicuramente difficile come dimostrato da questa prima gara.
Bebo Carrozza a fine gara: "E' un periodo che colpiamo sempre pali e traverse ma alla fine siamo riusciti a portare a casa la vittoria. Complimenti al Mascalucia ma anche ai miei ragazzi che che ci hanno creduto fino in fondo ed hanno saputo reagire allo svantaggio iniziale." (Facebook Ecosistem Lamezia Soccer)

BOVALINO - PRO NISSA 4-4

Bovalino prima in BBovalino prima in BFinisce in pareggio (4-4) l’esordio stagionale del BC5 nel suo primo campionato di serie B nazionale. L’incontro si è svolto al Pala La Cava di Bovalino (RC) con inizio alle ore 15.30; di fronte agli amaranto di mister Venanzi, un’altra neopromossa, la Pro Nissa Futsal di mister Tarantino. Sugli spalti il pubblico delle grandi occasioni con un piccolo angolo della tribuna occupato da una ventina di tifosi ospiti. L’incontro, tanto atteso dalla tifoseria locale, è stato bello, vibrante ed avvincente fino alla fine con il risultato in bilico fino all’ultimo secondo. Le squadre sono scese in campo concentrate e determinate a conseguire per intero la posta in palio e partire, così, con il piede giusto in questa nuova avventura. Il primo tempo ha visto leggermente prevalere i padroni di casa (3 a 2) in virtù soprattutto di un maggiore e più concreto possesso palla, anche se gli avversari non sono stati a guardare ed hanno ribattuto colpo su colpo, concedendo il vantaggio soltanto a due secondi dal termine con un bel gol di Crivi. Per gli amaranto, nel primo tempo, sono andati in gol: Crivi (2 volte) e Villoria; per la Pro Nissa: Torres e Mendez. Nella ripresa la partita è stata ancora più avvincente perché gli ospiti, ben diretti da mister Tarantino, hanno aumentato il loro ritmo e si sono portati più spesso in avanti con buone trame di gioco. Ottima la prestazione dei due portieri (Rocha e Biasco) che con i loro prodigiosi interventi hanno limitato i danni per le rispettive squadre. Al 4’ è Mendez a riportare la partita sul pareggio (3-3) con un bel tiro dalla distanza frutto di una bella trama di gioco partita da centrocampo. A circa 10’ dal termine è la Nissa che capovolge il risultato portandosi in vantaggio (3-4) ancora con un tiro dalla distanza di Colore che sorprende Rocha. Quando l’incontro sembrava incanalato verso questo capitombolo interno del BC5 (che sarebbe stato ingiusto!) esce dal cilindro il gol di Villoria, a 2” dal termine, che riporta l’incontro sul giusto binario della parità (4-4). Tutto sommato è stato uno spettacolo encomiabile ed un risultato giusto che non scontenta nessuno, qualche rimpianto in più per i padroni di casa che hanno condotto il vantaggio per buona parte dell’incontro, ma la replica della Pro Nissa è stata altrettanto efficace e quindi siamo certi che nel prosieguo del campionato entrambe le formazioni diranno la loro e saranno protagoniste facendo emergere le loro migliori qualità, organizzazione e compattezza.

(da Ufficio stampa BC5)

GEAR PIAZZA ARMERINA - POL FUTURA 4-2 
Marcatori Futura : Rotella e Aquilino

Iniziamo con i complimenti alla Gear per la vittoria. Ma un arbitraggio scandaloso e in malafede quello del sig Perez della sezione di Milano ma originario e con cadenza siciliana ha condizionato nettamente l esito finale.
Non è nostra abitudine lamentarci degli arbitri ma una espulsione per doppia ammonizione di Everton in 8 minuti e un gol non concesso parato da un giocatore oltre la linea bianca proprio davanti all arbitro... milanese... ha chiaramente condizionato la partita.
Il resto l hanno fatto i ragazzi della futura sbagliando tantissime palle gol dopo che Rotella nettamente il migliore in campo lì metteva davanti alla porta.
Una partita comunque lottata per 40 minuti da entrambe le parti che ha offerto uno spettacolo al cardiopalma al numeroso pubblico presente.
Il 3 a 2 su una ripartenza perfetta a 1,30 dalla fine ha deciso il match.
La Futura in vantaggio con Rotella subisce il pareggio quando giocava in inferiorità numerica per l espulsione di Everton.
Nel secondo tempo il 2 a 2 di Aquilino che ha spinto in rete una palla deliziosa servita ovviamente da Rotella.
Il finale lo abbiamo già raccontato.
Tanta amarezza e la rabbia giusta per preparare al meglio la prossima in casa. (Facebook Polisportiva Futura)

Riposa: PIROSSIGENO CITTA' DI COSENZA

CalabriaFutsal.it ©. Tutti i diritti riservati
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy