Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

Bovalino, prova di forza a Catanzaro!

  • Scritto da Santo Gallo
  • Categoria: Serie C1

Selfie vittoria del Bovalino al PalaGalloSelfie vittoria del Bovalino al PalaGalloNella sesta giornata del nostro massimo torneo regionale continua la cavalcata, sinora irresistibile, del Bovalino che, con una prova di autorità e di forza non indifferente, sbanca il PalaGallo (ancora desolatamente a porte chiuse), rifilando un rotondo 5-1 ad una compagine quotata come l’Enotria Five Soccer.
Le due principali contendenti degli amaranto però non mollano e ritrovano il successo, superando a loro volta due ostacoli tutt’altro che semplici: il Polistena C5 replica in casa il risultato del Bovalino a Catanzaro contro la Maestrelli, la Pirossigeno Città di Cosenza, sempre tra le mura amiche, ha la meglio su un Kroton arresosi solo nell’ultimissimo segmento del match. Scontata la squalifica, il bomber Riconosciuto trascina i Lupi con una tripletta. Lupi che tra sette giorni se la vedranno proprio col Bovalino nel big-match del prossimo turno. 
Bene la Casolese (al primo hurrà esterno in C1 e ora nuovamente in zona play-off) contro l’Hellas Cirò Marina, mentre la Roglianese si gioca sino all’ultimo la possibilità di conquistare quel punto inseguito da più di un anno a questa parte, ma alla fine sul neutro del PalaPace è la Lamezia Soccer ad intascarsi l’intera posta in palio e a consolidare il suo quarto posto. Primo punto stagionale che arriva invece per il Vibo C5 in quel Il dg del Città di Cosenza David, Lido Bruno e il presidente FuocoIl dg del Città di Cosenza David, Lido Bruno e il presidente Fuocodi Gioiosa: ipponici, in vantaggio con Falduto, riacciuffati nel finale dalla Sensation grazie ad un gol di Simari. Il LM Mirto interrompe l’emorragia di risultati negativi vìolando l’ostico campo del Città di Fiore al termine di un match tiratissimo.
Da registrare infine quest’oggi il ritorno in campo di due giocatori stimati e apprezzati nel mondo del futsal calabrese quali Eugenio Loria, già mister del sopracitato Mirto, e Lido Bruno, da pochi giorni nelle file della Pirossigeno Città di Cosenza.

ENOTRIA FIVE SOCCER – BOVALINO 1-5

Marcatori: pt 9’, 12’ Maza; st 32’ Joao Miguel, 33’ Pastori (EF), 41’ B. Federico, 45’ Maza

Luan Maza (Bovalino)Luan Maza (Bovalino)Seconda sconfitta consecutiva per l'Enotria Five Soccer, che cade sotto i colpi della capolista Bovalino. Maza con un uno-due indirizza il match dalla parte della sua squadra, Joao Miguel fallisce il tris, poi il Bovalino riesce a gestire una delicata situazione falli nel finale e va al riposo sul doppio vantaggio. Inizia la ripresa ma la storia non cambia, il solito Joao Miguel trafigge un'Enotria Five intraprendente, che tenta comunque di reggere e di riaprire il match. Ma per i giallorossoneri a poco serve il gol di Pastori un minuto dopo: Bruno Federico e ancora Luan Maza mettono in cassaforte il risultato per gli amaranto.

 

PIROSSIGENO CITTA’ DI COSENZA – KROTON 4-3

Marcatori: pt 21’ Riconosciuto (CS), 31’ Cimino (K); st 54’ Riconosciuto (CS), 57’ F. Arcuri (K), 58’ Riconosciuto (CS), 62’ Gerbasi (CS), 63’ Cimino (K)

Ingresso in campoIngresso in campoCon l'infermeria decisamente affollata, il presidente Fuoco in settimana è corso ai ripari consegnando nelle mani di mister Mendicino un "vecchio" lupo rossoblù: Lido Bruno. "Visti gli innumerevoli e duraturi infortuni - sottolinea Fuoco - era necessario consegnare al mister un elemento in grado di garantire un giusto supporto di esperienza alla compagine rossoblù". Pirossigeno incerottata ma che nella prima frazione di gioco riesce a tenere a bada gli attacchi crotonesi che avanzano spesso il baricentro grazie  al loro portiere Russo. Partita molto tattica, la fase difensiva ha la meglio. Al 21° arriva il goal della Pirossigeno grazie a Riconosciuto, direttamente da calcio di punizione. I pitagorici non demordono, riprendono a macinare gioco e trovano il pari al 31° con Cimino, abile a finalizzare Saluti iniziali tra i capitaniSaluti iniziali tra i capitanilo schema da calcio d'angolo. Nella ripresa è subito pericoloso il Kroton ma le conclusioni di Martino P. e Cimino vengono respinte da Gervasi. Si supera l'estremo difensore rossoblù al 16° quando respinge il tiro libero di Arcuri. Da qui in poi la partita diventa più divertente per il numeroso pubblico presente al PalaFerraro: al 24° è nuovamente Riconosciuto a portare in vantaggio i lupi al termine di uno scambio con Gerbasi. Altro tiro libero per il Kroton: si presenta ancora Arcuri che questa volta non sbaglia. Non passano neanche 60 secondi ed è sempre Riconosciuto a trafiggere l'estremo difensore crotonese. Tre i minuti di recupero: al 32° gran goal di Gerbasi. Un minuto dopo è Cimino a realizzare il definitivo 4-3. (Ufficio Stampa Pirossigeno Città di Cosenza)

POLISTENA C5 – MAESTRELLI 5-1

Marcatori: pt 12’ Foti, 20’ Suraci (M); st 33’ Borgese, 38’ Giovinazzo, 43’ Cosoleto, 50’ Politanò

Lele Giovinazzo (PC5)Lele Giovinazzo (PC5)Vittoria schiacciante del Polistena C5 ai danni di una Maestrelli bella e ordinata nella prima parte di gara ma che appena abbassa la guardia cade sotto i colpi di Cosoleto e compagni, che infliggono un pesante 5-1 . Primo tempo molto equilibrato con la compagine reggina brava a spegnare sul nascere le azioni dei locali, i quali si portano in vantaggio con Foti soltanto grazie a una incertezza del portiere avversario, sorpreso con un tiro dalla distanza; la Maestrelli pareggia i conti con un’ottima ripartenza e Suraci a porta vuota appoggia una ribattuta di Vomera. Nella seconda parte di gara la differenza qualitativa delle due squadre esce fuori e i ragazzi di Spanó premono sull’acceleratore trovando 4 reti ad intervalli di pochi minuti l’una dall’ altra a sigla di Giovinazzo, Borgese, Cosoleto e Politanó. Vani i tentativi di ripresa dei ragazzi di mister Lorenti che, nonostante la carta del portiere di movimento, si sono ritrovati di fronte un Mazzei insuperabile. (A.S. Polistena C5)

LAMEZIA SOCCER – ROGLIANESE 3-2

Marcatori: pt 5’ Deodato (LS), 9’ Montesanti (LS), 15’ Stumpo (R); st 37’ Caffarelli (LS), 52’ Stumpo (R)

Luca Montesanti (Lamezia Soccer)Luca Montesanti (Lamezia Soccer)Lamezia Soccer che si presenta in “casa” a Vibo contro una Roglianese affamata di punti con la defezione dell’ultimo minuto di Brandonisio fermato dalla febbre.
Pronti via e subito gli Orange cercano di imporre il proprio gioco e su una bella combinazione sul secondo palo al 5’ Deodato sigla l’1-0 ottimamente servito da Lo Riggio. Gli uomini di Mr. Carrozza non si fermano e al 9’ su schema da fallo laterale Baglione serve Montesanti sul secondo palo per il 2-0. Dopo il doppio vantaggio la Roglianese sale di tono, prima Bentornato salva a tu per tu con Stumpo ma poi al 15’ nulla può sul tiro della distanza sempre del capitano della Roglianese che segna il 2-1. Il primo tempo finisce senza ulteriori sussulti tranne qualche protesta su qualche decisione arbitrale alquanto dubbia.
La seconda frazione inizia sulla falsariga della prima e subito al 7’ il Lamezia allunga con Caffarelli dopo uno splendido schema su punizione. Dopo il 3-1 sale in cattedra il portiere della Roglianese che prende di tutto e la partita si innervosisce inutilmente complice una direzione di gara inadeguata per una partita di C1 da parte del duo arbitrale che assegnano punizioni e cartellini senza alcuna logica a scapito di entrambe le squadre.Mr. Sicilia inserisce il portiere di movimento e a 8’ dalla fine accorcia le distanze Stumpo su calcio di rigore. Subito il goal gli Orange non rischiano più niente e portano a casa una preziosa vittoria. (A.S. Lamezia Soccer)

HELLAS CIRO’ MARINA – CASOLESE 2-4

Marcatori: 18’ M. Fortino (C), 20’ Potestio (C); st 36’ Lopetrone (C), 38’ Belfiore (HC), 47’ Potestio (C), 60’ Sinopoli (HC)

Selfie vittoria della CasoleseSelfie vittoria della CasoleseLa Casolese torna con i tre punti dalla trasferta cirotana, vittoria nata da episodi ma meritata, i ragazzi di mister Tavernese hanno sentito la mancanza del bomber Mummolo. La partita parte molto lentamente, infatti per registrare la prima occasione da gol bisogna attendere l'11° quando Mazza si libera in mezzo a tre avversari e calcia in porta, Cuconato si supera e dice di no. Al 14° è la Casolese a rendersi pericoloso, fortino calcia dalla distanza ma trova Zumpano pronta e devia in angolo. Al 18° arriva la rete del vantaggio ospite con una azione di ripartenza il tiro dell'avanti della casalese viene deviato da mazza alle spalle dell'incolpevole Zumpano. Passano 2 minuti e la Casolese trova il raddoppio, il portiere rilancia con le mani, Ismaili prova ad intercettare ma va a vuoto, Potestio si ritrova da solo a tu per tu con Zumpano e segna la rete del 2.0. Il primo tempo continua senza particolari sussulti fino al duplice fischio. Il secondo tempo inizia con l'Hellas Cirò Marina che prova a riaprire la partita ma è Lopetrone che trova la rete del 3.0 dopo uno scambio veloce . Al 9° arriva la prima rete cirotana con belfiore che intercetta una ribattuta del portiere ospite e scaglia la palla in rete. Ancora un'occasionissima per l'Hellas Cirò Marina con una ripartenza velocissima in 3 contro 2 ma la difesa ospite chiude. Al 17° arriva la quarta rete ospite, quando Belfiore da rimessa laterale sbaglia il tocco e serve la palla a Rovito, il quale a tu per tu con Zumpano non sbaglia. L'hellas Cirò Marina prova a recuperare ma la rete del 2 a 4 arriva solo al 30° con Sinopoli che trova lo spiraglio dalla distanza e segna la rete del definitivo 2 a 4. (A.S. Hellas Cirò Marina)

CITTA’ DI FIORE – LM MIRTO 3-4

Marcatori: pt 1’ De Vincenti (M), 8’ Simari (CdF), 30’ A. Savoia (M); st 32’ Madia (CdF), 43’ Simari (CdF), 54’ Pace (M), 57’ A. Savoia (M)

Marco Pace (LM Mirto)Marco Pace (LM Mirto)Gara spigolosa ma, certamente all' insegna dello sport. Per l'ennesima volta, la squadra locale non raccoglie per quanto semina. Certo, di fronte non vi è l'ultima della classe ma, una squadra che sa utilizzare spazio e tempo al momento giusto. Il Città di Fiore dal canto suo, riesce a mettere in difficoltà qualsiasi avversario, manca a mio modesto avviso, dell'uomo trascinatore/pilota che faccia riflettere i compagni quando offendere e con la calma necessaria. È ovvio l'assenza di Capitan Oliverio si nota e come, da sola l'esperienza di Cordua non basta, anche perché, dovrebbe reggere per 60 minuti e non si può essere sempre lucidi. Perdere nei minuti finali della gara vuol dire per il Città mancanza di lucidità. La gara si presenta molto impegnativa per le due formazioni ma soprattutto per i Signori in giacchetta che hanno commesso gravi errori. Sul primo goal del Mirto e per non aver concesso due rigori evidenti alla squadra locale e due espulsioni su fallo da ultimo uomo. Al 2' infatti Cordua viene atterrato, gli arbitri lasciano continuare ed il n°12 De Vincenti va in goal nello stupore generale.(0-1)Da qui in poi cambia la gara, viene messa sul piano del pressing a tutto campo. Il Città riesce a domare la squadra ospite ed al 7' ottiene il pari con onnipresente Simari dopo un ottimo fraseggio con Madia.(1-1) Al 9' riparte De Vincenti (M) e sfiora la marcatura dopo aver superato tre avversari. Al 12' ci prova Cordua ma viene bloccato in fallo laterale. Tra una fase di studio e l'altra ci prova dalla distanza ancora Simari ma, Cuceli manda in angolo. Al 21' Marano (C) manca un goal a porta vuota. Al 25' Madia per il Città colpisce il palo a portiere battuto. Al 30' bella la marcatura del bravo n° 21 ospite Savoia che azzecca l'incrocio dalla distanza.(1-2) Il secondo tempo incomincia con la squadra locale più aggressiva e convinta delle proprie capacità ed immediatamente al 32' acciuffa il pari con Madia ben servito da Cordua oggi nelle vesti di rifinitore. Il Città di Fiore ci crede e macina gioco è più veloce nelle manovre e mette spesso alle corde il Mirto. Al 36' è 37' Simari, manda di pochissimo a lato ed al 42' non si lascia pregare segnando con tiro a volo, a seguito di una punizione battuta da Cordua e respinta sui piedi di Simari.(3-2) Al 47' è ancora Marano per la squadra locale a mandare di poco fuori su servizio perfetto di Simari. Dal 48' il Mirto si porta con l'uomo in più in attacco rischiando immediatamente perché Madia (C) viene inesorabilmente atterrato a tre metri dalla porta avversaria sguarnita. Al 49' il portiere locale Mosca conquistata palla in procinto di calciare nella porta avversaria sguarnita ma,viene scalciato. In effetti due gialli ma che in realtà puzzano di rosso cupo una dopo l'altra. Quello che non ti aspetti: Anziché continuare e giocare (magari anche contro qualcun'altro) il Città di Fiore smarrisce e lascia fare ai pur bravi Romano e compagni che con Pace al 54' e 58' (3-4) ottengono un Buon regalo. (Saverio Mazzei – Addetto Stampa ASD Città di Fiore C5)

SENSATION PROFUMERIE – VIBO C5 1-1

Marcatori: 55’ Falduto (V), 60’ Simari (SP)

Sensation profumerieSensation profumerieSecondo pareggio stagionale per la Sensation Profumerie C5 che oggi si mostra al suo pubblico opaca e poco incisiva e consente alla formazione vibonese di guadagnare il primo punto dopo 5 sconfitte in Campionato. Il primo tempo vede le squadre contendenti spingersi in avanti con parecchie azioni da goal che, complice la bravura dei portieri di entrambe le squadre, non si concretizzano. La seconda frazione di gioco si apre a reti inviolate sulla scia del primo tempo ma alla formazione di casa sta stretto il pari infatti dopo qualche minuto Mister Gallo schiera il portiere di movimento per tentare di sbloccare il risultato a suo favore: su un tiro a distanza Falduto per il Vibo trova la porta vuota e regala alla sua squadra il temporaneo vantaggio. I ragazzi gioiosani reagiscono e trovano finalmente il goal del pareggio con Simari al 61 minuto. (Marta Mazzone - Addetto Stampa ASD Sensation Profumerie)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy