Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

Kroton formato Coppa, il PC5 vince e ringrazia

  • Scritto da Santo Gallo
  • Categoria: Serie C1

Bel gesto di fair-play del Bovalino, che all'ingresso in campo ha onorato il Kroton per la vittoria della Coppa ItaliaBel gesto di fair-play del Bovalino, che all'ingresso in campo ha onorato il Kroton per la vittoria della Coppa ItaliaNella seconda giornata del girone di ritorno crolla letteralmente il fattore campo, con ben cinque vittore esterne, un pareggio e una sola vittoria interna, che però risulta pesantissima: quella del Kroton sul Bovalino (ancora privo di Ze Renato). I freschi vincitori della Coppa Italia regionale riscattano il ko di mercoledì e infiammano la lotta play-off, ma soprattutto consentono al Polistena C5 di lasciare la compagnia dello stesso Bovalino e di tornare a comandare il torneo in solitaria.
Il Branco di mister Spanò fatica e non poco contro un agguerrito Città di Fiore, ma passa, anche grazie POKER. Zurlo esulta dopo il primo dei suoi quattro gol al MirtoPOKER. Zurlo esulta dopo il primo dei suoi quattro gol al Mirtoalle parate del portiere Mazzei. L’altra “sorpresona” di questo sabato arriva da Casali del Manco, dove la Sensation (al terzo hurrà di fila) espugna il campo della Casolese infliggendole il primo dispiacere casalingo stagionale: gialloverdi che avranno forse risentito delle tre gare in otto giorni? Sta di fatto che del ko del team di mister Maio ne approfittano praticamente tutte le rivali: la Pirossigeno Città di Cosenza, ok con la Roglianese e ora a +4, la Lamezia Soccer, corsara a Cirò, e il  già citato Kroton. L’Enotria Five Soccer espugna grazie al poker di Zurlo il difficile campo del Mirto. I biancazzurri, in crisi, non vincono dallo scorso 1 dicembre: dopo quattro sconfitte e un pari ed ora devono guardarsi alle spalle. 
Pari e patta infine tra Maestrelli e Vibo C5: ai padroni di casa resta più di un rimpianto per i due tiri liberi sbagliati. Entrambe le squadre restano così nel bel mezzo della bagarre per evitare i play-out. 

KROTON – BOVALINO 2-0

Marcatori: 9’ Federico, 23’ L. Martino

Luigi Martino (Kroton)Luigi Martino (Kroton)Grande prova del Kroton che batte la "corazzata" Bovalino e si rilancia nella lotta play-off dopo il capitombolo di Vibo. Match molto tattico, con i padroni di casa bravi ad imbrigliare la manovra offensiva degli amaranto. A sbloccarla è al 9' Ugo Federico, che recupera caparbiamente una palla da lui persa e aziona la ripartenza dei suoi, scambiando con Gerace e concludendo a rete sul passaggio di ritorno del compagno. Al 23' il raddoppio su una punizione di Luigi Martino.
Nella ripresa il Bovalino non riesce ad incidere e a riaprire il match, così nel segmento finale dello stesso mister Venanzi  si schera col portiere di movimento, ma Russo e compagni fanno buona guardia e respingono tutti gli attacchi avversari. 

 

CITTA’ DI FIORE – POLISTENA C5 1-2

Marcatori: pt 7’ Simari (CdF), 8’ Cosoleto (PC5), 18’ Monterosso (PC5)

Foto vittoria PC5 tra la neveFoto vittoria PC5 tra la neve

ROGLIANESE – PIROSSIGENO CITTA’ DI COSENZA 1-7

Marcatori: pt 10’ Adelmo, 20’ Vallone, 28’ Galiano; st 38’ Galiano, 46’ Vallone, 51’ Galiano, 52’ Filippelli, 55’ Marsico (R)

TRIS. Galiano (Pirossigeno Città di Cosenza)TRIS. Galiano (Pirossigeno Città di Cosenza)Inizia bene la Roglianese che tiene il campo, contro i più quotati avversari, senza alcun timore reverenziale. Mister Sicilia tiene alto il pressing dei suoi in modo da togliere fiato ed idee ai cosentini. La mossa riesce bene fino a quando Galiano, dall' altra parte, non decide di imprimere il suo marchio di fabbrica sulla gara. Anche il numero 1 Gervasi è costretto ad alcuni difficili interventi per mantenere inviolata la propria rete, disimpegnandosi con la sua consueta bravura. Dopo la terza segnatura ospite la Roglianese ricorre al portiere di movimento nel tentativo estremo di arrivare a qualcosa di concreto.
Nel secondo tempo continua la girandola di reti rossoblu fino al minuto 55, quando l' inossidabile Marsico segna la rete della bandiera con un tiro potentissimo dalla distanza che, stavolta, non lascia scampo a Gervasi. (ASD Roglianese)

CASOLESE – SENSATION PROFUMERIE 1-2

Marcatori: pt 22’ Clemente; st 51’ Rovito (C), 54’ Totino

Totino (Sensation)Totino (Sensation)Colpo grosso della Sensation che riesce ad infliggere alla Casolese la prima sconfitta interna della stagione. La Casolese arriva alla partita dopo le final four e dopo le fatiche infrasettimanali contro il Vibo Calcio a 5 ma evidentemente ha un piccolo calo che le costa i 3 punti, La Sensation arriva a Casali del Manco con i suoi uomini migliori e prova a giocare dal primo minuto, Partita molto tattica e portieri molto accorti, Cuconato ormai una certezza della Casolese. Il risultato rimane bloccato fino al 22' quando la Sensation Profumerie passa in vantaggio con Clemente, grande gioia per i giocatori e i dirigenti al seguito, la Casolese prova a giocare e con Potestio sfiora il pareggio più volte ma la palla non entra, si va negli spogliatoi a sopresa con il vantaggio ospite. Nel secondo tempo la Casolese le prova tutte ma la Sensation riesce a chiudere gli spazi, quando puo riparte ma Cuconato è sempre attento, la Cuconato (Casolese)Cuconato (Casolese)Casolese finalmente al 51' riesce a trovare il pareggio con Simone Rovito su calcio di rigore dapprima respinto dal portiere ma ribadito in rete da Rovito. La Casolese a questo punto ci crede e vuole subito il vantaggio, ci prova con Cristian Fortino e Pierluigi De Rose ma la palla non va ed in contropiede la Sensation riesce a trovare subito il radoppio con Totino. La Casolese le prova tutte e l'arbitro concede un altro rigore, Cristian Fortino prende il palo, le 2 squadre a tratti schierano il portiere di movimento senza sortire nulla. Partita molto nervosa e decisioni arbitrali discutibili, De Rose per un chiarimento con l'arbitro Rosy Sansostri addirittura viene espulso, prima volta nella sua carriera, anche Luca Potestio viene espulso per doppia ammonizione, discutibile la direzione arbitrale contestata anche dagli ospiti. Il risultato alla fine premia una Sensation che ci ha creduto ed ottiene questa importante vittoria esterna. (ASD Casolese)

HELLAS CIRO’ MARINA – LAMEZIA SOCCER 2-7

Marcatori: pt 4’ Mummolo (HC), 8’ Morelli, 21’, 23’ Deodato; st 34’ Brandonisio, 40’ Gerbasi, 52’ Crapella, 53’ Mummolo (HC), 54’ Crapella

Brandonisio (Lamezia Soccer)Brandonisio (Lamezia Soccer)Ancora una sconfitta per l'hellas Cirò Marina che esce sconfitto dal palasport con un sonoro 2:7. L'hellas Cirò Marina inizia bene l'incontro infatti già al 3° minuto e pericoloso con Mummolo che ruba palla calcia forte sul secondo palo ma mazza sbaglia a porta spalancata, non passa nemmeno un minuto è mummolo ancora a rubare palla, si invola sulla sinistra ma trova un'ottimo intervento del portiere ospite che chiude. Al 4° arriva la rete dei padroni di casa, quando Macrì riceve palla, calcia sul secondo palo dove si fa trovare pronto mummolo che insacca. La partita continua con l'hellas che prova a trovare la rete del raddoppio, ma è il Lamezia che all'8° trova la rete del pari, con Morelli che si fa trovare pronto sul secondo palo. Al 9° ancora Hellas ed ancora Mummolo che si libera ma prima di calciare viene atterrato. Calcio di punizione da buona posizione ma il tiro di mummolo viene ribattuto. La partita procede con le due squadre che cercano spazi ma entrambe difendono bene. Al 21 arriva ancora un'occasione per Mummolo ma il suo tiro si infrange sul palo. Dopo l'occasione per l'hellas Cirò Marina arriva la rete del vantaggio ospite, con Deodato che riceve palla centralmente si gira e calcia in rete. Al 23° sinopoli tiene palla nella propria area l'avanti lametino ruba palla ed appoggia su Deodato che deposita in rete. L'ultima occasione del primo tempo è ancora di marca cirotana con Sinopoli che se ne va palla al piede appoggia su mummolo che calcia forte, ancora il portiere ospite a dire di no. Il primo tempo si chiude sul risultato di 1 a 3. Il secondo tempo inizia subito male per l'hellas Cirò Marina infatti già al 4° minuto da un fallo laterale battuto con un lancio lungo il difensore cirotano prova ad anticipare ma non prende palla, brandonisio si ritrova solo con Zumpano e non può che segnare la rete del 4.1 per Mummolo (Hellas Ciro)Mummolo (Hellas Ciro)i lametini. Al 10° ancora un errore della squadra di casa gerbasi approfitta di una incomprensione tra Mummolo e Mazza e va a segnare. A questo punto si prova il tutto per tutto con la squadra di casa che inserisce il 5 uomo ma il Lamezia soccer chiude bene gli spazi e le occasioni arrivano solo da tiri dalla distanza come al 21 con un bolide di Mummolo ed il portiere che devia in angolo. Al 23 arriva la sesta rete del Lamezia con crapella che ruba palla e non deve altro che depositare la palla in rete. Appena un minuto e mummolo accorcia con un tiro dalla distanza. Al minuto 24 la rete del definitivo 2:7 ad opera ancora di Cretella che, come 2 minuti prima, ruba palla e segna a porta sguarnita. Partita finita dopo due minuti di recupero, ben arbitrata dalla coppia arbitrale formata dal sign. Freccia di Catanzaro e dal sign. Fiumara di Crotone. (A.S. Hellas Cirò Marina)

MIRTO – ENOTRIA FIVE SOCCER 2-5

Marcatori: pt Zurlo (EF), F. Berardi (M); st Zurlo (2) (EF), Bacci (M), Zurlo (EF), A. Capicotto (EF)

Enotria e Mirto schierateEnotria e Mirto schierateFalcidiato dagli infortuni a gara in corso, il Mirto cede il passo all’Enotria Five Soccer e prosegue il suo periodo nero, mentre per i catanzaresi matura una vittoria d’oro su uno dei campi più difficili di questa C1. Il team giallorossonero subito in palla e in gol con Zurlo, poi il pari di Fabiano Berardi e il ko di Campana, il primo di una giornata da incubo per mister Loria. Un’Enotria Five che, soprattutto nell’ultima parte della prima frazione, subisce le iniziative del Mirto, ma il giovanissimo portiere classe 2001 Critelli sfodera interventi importanti che salvano i suoi.
Nella ripresa Zurlo è scatenato, mentre il Mirto perde in successione Marco Pace, Antonio Savoia e per espulsione Fabiano Berardi. Con diversi under in campo (autori di una buona prova, su tutti il portiere Stancato) i padroni di casa accorciano le distanze con Bacci, ma poi sono costretti a cedere il passo di fronte al poker di Zurlo e alla rete nel finale di Andrea Capicotto.

MAESTRELLI-VIBO C5 4-4

Marcatori: 10’ Surace (M), 11’ aut. Arcudi (V), 15’ Gattuso (M), 18’, 24’ D. Briga (V), 26’ Arcudi (M); st 39’ Iannello (V), 48’ Arcudi (M)

Bruno Calabrò (portiere Maestrelli)Bruno Calabrò (portiere Maestrelli)Inizio equilibrato senza grosse occasioni da rete. Sblocca questo equilibrio la Maestrelli che passa in vantaggio con Surace con un tiro da fuori, deviato da un avversario, che spiazza il portiere ospite. Neanche il tempo di esultare che il Vibo pareggia su autogol di Arcudi su uno svarione difensivo clamoroso della Maestrelli. La partita perde gli equilibri iniziali, passa la Maestrelli con Gattuso al 18’, replica tre minuti dopo Briga per I vibonesi che addirittura passano in vantaggio al 24’ ancora con Briga. Due minuti ed arriva il pareggio Maestrelli con Arcudi che fissa il finale del primo tempo sul 3 a 3.
Inizio ripresa con il Vibo che al 9’ passa in vantaggio con Iannello. I padroni di casa non ci stanno e dopo diverse azioni pareggiano ancora con Arcudi. Da qui in avanti e' un monologo Maestrelli che assedia la porta degli ospiti (sbagliando anche due tiri liberi) che pero' reggono bene e portano a casa un pareggio preziosissimo. (Maestrelli C5)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy