Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

Bovalino e PC5 ok, che Lamezia Soccer a Casali del Manco!

  • Scritto da Santo Gallo
  • Categoria: Serie C1

Foto vittoria Lamezia SoccerFoto vittoria Lamezia SoccerLo striscione del traguardo comincia ad intravedersi, ma nel massimo torneo regionale i giochi sono ancora apertissimi per la vittoria finale, nonché per la corsa play-off e per quella volta ad evitare i play-out. Nel duello con in palio la B l’ago della bilancia, come abbiamo più volte ribadito dopo lo scontro diretto di qualche settimana fa, continua ad pendere tutto dalla parte del Bovalino, che pare essersi messo alle spalle lo scivolone di Cirò e oggi ha archiviato con un secco 7-0 la pratica Città di Fiore, la cui impresa di portare via un risultato positivo dal PalaLaCava alla vigilia si presentava quasi impossibile, tenuto conto anche delle assenze dei veterani Cristian Simari e Cordua. Di contro il Polistena C5 ha risposto con una convincente prova di forza in quel di Cittanova contro una Sensation Profumerie che ormai non ha più nulla da chiedere al suo campionato, orfana tra l'altro di Cremona e con Marcello Simari ko dopo pochi minuti.
Il big match della giornata, tutto dal sapore play-off, si è giocato nel Palazzetto di Casole Bruzio tra i padroni di casa della Casolese e la Lamezia Soccer, grandi sorprese di questa C1. Ad avere la meglio sono state le Pantere Orange, che hanno così sorpassato proprio Fortino e compagni in classifica, issandosi sul gradino più basso del podio. Per i ragazzi di Bebo Carrozza un’altra "perla", la settima consecutiva, della loro finora fantastica stagione, tenendo anche conto i ben noti problemi che da ottobre li costringono ad allenarsi e a disputare le partite interne lontano dal PalaSparti.
enotria csenotria csDietro Kroton e Pirossigeno Città di Cosenza avanti tutta! 3 punti senza patemi per i pitagorici contro la già retrocessa Roglianese, successo da grande squadra per i Lupi contro un’Enotria Five crollata nel momento in cui sembrava poter dare l’impressione di poter rimontare il doppio vantaggio degli ospiti, propiziato anche dalle parate di un maiuscolo Gervasi.
Catanzaresi che rischiano sempre di più di venire risucchiati nella lotta play-out: in tal senso è stato positivo per Capicotto e soci il 2-2 tra Maestrelli e Mirto. Anche la compagine del presidente Salvino può sorridere per un pareggio esterno che gli ha permesso di tenere a debita distanza i Dragons, i quali al momento sarebbero comunque salvi, visto il +16 sul Città di Fiore penultimo e ormai ad un passo dal baratro. Il Vibo C5 ha fatto suo, grazie al tris di Paternò e alla doppietta di Marchio, lo scontro diretto con l’Hellas Cirò Marina, in quello che potrebbe essere stato inoltre un antipasto di una possibile sfida play-out e in tal senso gli ipponici hanno così riaperto la corsa al “prezioso” quartultimo posto, portandosi a -3 dai rivali.

BOVALINO – CITTA’ DI FIORE 7-0

Marcatori: pt 10’ Sarica, 15’ Campolo, 24’ S. Martino, 26’ Federico; st 36’ Federico, 40’ Avarello, 44’ Sarica

Prima Finale = Prima Vittoria! Il tornado amaranto si abbatte sul Città di Fiore, al Pala La Cava finisce 7 a 0.
Una gara a senso unico, condotta dagli uomini di Mister Venanzi dall'inizio alla fine. Apre le danze Sarica, e gli amaranto continuano senza sosta a macinare gioco e gol. Campolo, Martino e capitan Federico firmano il tabellino e chiudono la prima frazione sul 4 a 0. Ripresa che segue esattamente lo stesso copione: ancora Federico, poi Campolo e infine di nuovo Sarica. Esordio in C1 per i giovani Reale e Benavoli: che questo sia solo l'inizio di una grande carriera, in bocca al lupo! Da sottolineare gli ultimi minuti di gara: in campo 5 ragazzi del nostro vivaio: Perrone, Gelonese, Reale, Scordino e Benavoli. Una gioia per il pubblico e per tutti noi addetti ai lavori, stiamo lavorando con giovani calcettisti potenzialmente pronti per giocarsela in categorie importanti. Cresciamo insieme! Adesso andiamo avanti per la nostra strada. Ci sono 3 battaglie da affrontare! (Facebook Bovalino C5)

SENSATION PROFUMERIE – POLISTENA C5 1-4

Marcatori: pt Foti, Politanò (2); st Giovenale (SP), Giovinazzo

Partita vivace al palazzetto di Cittanova che vede entrambe le compagini attaccare tenacemente sin dal primo minuto: dopo due pali centrati dalla Sensation Profumerie C5 prima con Totino e poi con Roccisano ed un paio di occasioni per gli ospiti intercettate da Errante - durante una delle quali Simari è costretto a lasciare il campo per infortunio - sblocca il match Foti per i rossoverdi. Poco dopo, Politanó allunga il vantaggio segnando una doppietta che porta il Polistena in vantaggio 0-3 sullo scadere de primo tempo. La seconda frazione di gioco si apre con i gioiosani che si mostrano subito intenzionati a recuperare lo svantaggio e vanno in rete con Giovenale, qualche minuto dopo Roccisano colpisce ancora il palo e Clemente tira un siluro da fuori area che il portiere rosso verde riesce a parare. Poco resta da fare ai ragazzi di mister Milano che su ripartenza subiscono il quarto goal firmato Giovinazzo, risultato finale di un match che vede il Polistena C5 solidificare il secondo posto in classifica e registra sul finale l’esordio di Manuel Ameduri, classe 2002 e capitano degli allievi Sensation Profumerie C5. (Marta Mazzone - Addetto Stampa ASD Sensation Profumerie C5)

CASOLESE – LAMEZIA SOCCER 1-3

Marcatori: pt 25’ Deodato; st 35’ Gerbasi, 58’ Deodato, 60’ Romeo (C)

Il big match di giornata oggi va di scena al Palabrutium di Casole Bruzio, Casali del Manco. Si aspetta una grandissima partita e così è. Si sfidano la Casolese di mister De Marchi e il Lamezia Soccer di Bebo Carrozza, la prima è terza in classifica, il Lamezia quarto. Come nelle previsioni una grande e combattuta partita, molto tattica, grandi capovolgimenti di fronte ma non succede nulla. La Casolese ci prova e il Lamezia reagisce prontamente. Ci vuole la fine del tempo per sbloccare il risultato, ci pensa Deodato al 25’ a portare in vantaggio le pantere orange. Si chiude il primo tempo con gli ospiti in vantaggio. La Casolese riparte subito per trovare il pareggio, dopo un primo tempo che l’ha vista provare diverse soluzioni. Il Lamezia chiude ogni varco e gia al 35’ con Gerbasi riesce ad andare sullo 0-2 per la squadra lametina. La Casolese è stordita e comincia ad attaccare con tutti gli uomini a disposizione, ci prova Milano, Fortino C., ci prova Potestio ma il portiere ospite è sempre attento, ad una delle ripartenze ospiti arriva il 3-0 al 58’ con un delizioso pallonetto di Deodato, gioco e partita per il Lamezia Soccer. La Casolese ormai doma ha solo il tempo per reagire e trovare il gol dell’1-3 con il solito Carmelo Romeo. Finisce 3-1 per la squadra ospite del Lamezia Soccer che si porta al terzo posto, una grande partita per gli uomini di Bebo Carroza che conquistano la settima vittoria consecutiva, la Casolese si ferma a quota 6, ottimo terzo tempo come sempre per le compagini che scendono in campo a Casole Bruzio, ha vinto la squadra che ci ha creduto di più, una partita molto equilibrata giocata fra 2 grandi squadre che stanno disputando una grande stagione. (ASD Casolese)

 

Mario Pino, portiere KrotonMario Pino, portiere KrotonKROTON – ROGLIANESE 9-2

Marcatori: pt Cimino, P. Martino, Arcuri, Tricoli; st Cimino, Terrone, Arcuri, P. Martino, Garofalo (R), Terrone, Zumpano (R)

Ottavo successo su otto gare al PalaMilone in questo 2019 per il Kroton. 9 gol alla Roglianese di mister Sicilia e pitagorici che proseguono senza intoppi la loro corsa ad un posto nei play-off. Match senza storia con il Kroton che ha sbloccato il punteggio con Cimino e poi ha chiuso sul 9-2 finale: mister Orto ha tra l’altro dato ampio spazio agli under 19 del roster, che domenica scorsa hanno concluso il loro campionato. Tra questi il portiere Pino, autore di buoni interventi, e Terrone, che ha messo a segno una doppietta. Di Garofalo e Zumpano i gol dei rossoneri.

ENOTRIA FIVE SOCCER – PIROSSIGENO CITTA’ DI COSENZA 1-4

Marcatori: pt 30’ Riconosciuto; st 37’ Galiano, 38’ Zurlo (EF), 57’ Bruno, 61’ Riconosciuto

Partenza a razzo per l’Enotria Five Soccer, che colpisce un palo con Patamia in tap-in dopo una prima respinta di Gervasi e non centra il bersaglio per poco dalla distanza con Pastori e Andrea Capicotto. Poi esce fuori la Pirossigeno Città di Cosenza e la partita, nonostante il punteggio non si sblocchi, diventa piacevole. In campo ci sono due dei migliori portieri di questa C1, Levato e Gervasi, e si vede: i due si esibiscono infatti in interventi spettacolari quanto decisivi. Da segnalare in particolare il volo dell’Mvp della Coppa Italia 2018 su una potente botta di Riconosciuto e addirittura una tripla parata incredibile dell’ex Odissea 2000 sulle conclusioni di Patamia e Armignacca. E tra l’altro, poco dopo, proprio una provvidenziale uscita di Gervasi dà il là al contropiede che sblocca il risultato, con Riconosciuto che con un “cucchiaio” beffa in uscita Levato: Giampà si rende protagonista di un salvataggio super ma, secondo la signora Molinaro, solo dopo che il pallone aveva varcato la linea di porta. Cosenza in vantaggio, quindi, e il numero 2 giallorossonero espulso per proteste.
Nella ripresa l’Enotria Five spinge alla ricerca del pari, ma Gervasi dice di no per due volte a Zurlo con altri due miracoli. Gli ospiti invece, con un cinismo da grande squadra, puniscono: è Galiano con un preciso diagonale a infilare Levato in ripartenza, mentre la reazione dell’Enotria Five è istantanea quanto effimera: Zurlo si gira e fulmina Gervasi riaprendo il match, ma poi i catanzaresi, a corto di fiato, non riescono a completare l’opera. La Pirossigeno prima fallisce il colpo del ko con Galiano, poi lo assesta con una potente punizione di Lido Bruno, che conferma il suo feeling con il PalaGallo, nel quale in serie B col Catanzaro C5 si rese protagonista di una grande stagione sia a livello personale che di squadra. Avanza Levato per cercare l’impresa disperata, ma i recuperano palla e con Riconosciuto mettono il punto esclamativo sulla loro vittoria.

MAESTRELLI – MIRTO 2-2

Marcatori: pt 6’ Arcudi (MA), 20’ De Vincenti rig. (MI), 26’ Logiudice (MA); st 58’ De Vincenti (MI)

Bruno Calabrò (portiere Maestrelli)Bruno Calabrò (portiere Maestrelli)Gara ad alta tensione con la Maestrelli che ha visto sfumare una vittoria e forse la possibilita' di salvezza senza disputa dei play out a soli due minuti dal termine. L' episodio chiave di questa partita si e ' avuto al 20' del primo tempo quando viene assegnato un giusto fallo a favore del Mirto per secondo retropassaggio al portiere. Il giocatore del Mirto, dopo il fischio dell'arbitro, finta ripetutamente il tiro e solo dopo sei secondi dal fischio la palla viene calciata, stranamente nessuno dei due arbitri ha contato i secondi. Il tiro del calciatore del Mirto viene respinto sulla linea con il volto da Arcudi, che nell'occasione ha avuto anche una copiosa perdita di sangue, che aveva, inoltre, le braccia a protezione del volto. L'arbitro fischia calcio di rigore ed espelle il calciatore della Maestrelli. I due arbitri si consultano perche' probabilmente l'altro arbitro aveva visto qualcosa di diverso (altrimenti non capiamo il perche' di questa consultazione). Comunque anche se il calciatore avesse colpito con le braccia, le stesse erano a protezione del volto. Per quanto riguarda la partita Maestrelli in vantaggio al 6' con Arcudi. La squadra di casa stava gestendo bene il vantaggio poi l'episodio che abbiamo segnalato con rigore realizzato da De Vincenti, nell'occasione viene espulso anche mr. Lorenti, ma nonostante tutto i reggini ripassano in vantaggio con Logiudice. Primo tempo che termina sul 2 a 1. Nella ripresa il Mirto entra in campo piu' aggressivo, pero' cio' porta la squadra ospite a gravarsi di falli, con il tiro libero conseguente che viene sciupato dalla Maestrelli. Sul finire, con il Mirto che gioca col portiere di movimento, Surace della Maestrelli conquista palla e mentre calcia verso la porta del Mirto viene strattonato da dietro, fallo netto non visto solo dall'arbitro. A due dal termine arriva il pareggio beffa del Mirto ancora con De Vincenti. Nei minuti di recupero Oliva della Maestrelli viene nettamente spinto in area, rigore?? Neanche a pensarci (nell'occasione espulso anche il dirigente accompagnatore della Maestrelli). Finale 2 a 2. (Maestrelli C5)

VIBO C5 – HELLAS CIRO’ MARINA 5-2

Marcatori: pt Paternò, Potenza (HC), Marchio, Macrì (HC), Marchio; st Paternò (2)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy