Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

La Coppa della Regione 2018 è del Club Quadrifoglio

  • Scritto da Cristoforo Malara
  • Categoria: Serie D

Quadrifoglio festaQuadrifoglio festaIl Club Quadrifoglio fa la voce grossa nel quadrangolare del PalaPace tra le vincitrici dei quattro gironi di serie D e conquista la Coppa della Regione, che vale ai soveratesi il "double". Sulla nostra pagina Facebook la gallery fotografica della manifestazione.

LE FORMAZIONI

CLUB QUADRIFOGLIO: Basile, Caridi, Politi, D'Aquino, Bressi, Stivala, Girillo, Sinopoli, Gualtieri, Mazza. All.: Vitale

REAL SANGIOVANNELLO: Chiaia, Umbro, Vadalà, Chirico, Calafiore, Calarco, Sasso, Carcano. All.: Logiudice

ROSARNESE: Garruzzo, Raso, Porretta, Fazzari D., Nardelli, Zangari, Taverna, Scarano, Macrì, Larosa, Fenice, Fazzari G. All.: Malvaso

ROSSANO CENTRO STORICO: Campana, Caruso, Oliverio G., Rizzo, Amodeo G., Oliverio C., Attadia C., Graziano, Arci, Scalise. All.: Attadia G. 

ARBITRI: Mandaradoni Antonio e Tino Ferdinando di Vibo Valentia

1^ SEMIFINALE

CLUB QUADRIFOGLIO – ROSARNESE 3 – 1

Marcatori: 14’, 15’ Politi (CQ), 17’ Taverna (RO), 31’ Politi (CQ)

Rosarnese Rosarnese Alessandro Politi mattatore assoluto, coadiuvato dall’esperto Sinopoli hanno imposto la legge del più forte alla Rosarnese. La gara strutturata in due tempi di 15’ ha da subito visto prevalere il quintetto soveratese che, annichilisce gli avversarsi costringendoli alla difensiva. Incapace di trovare adeguate contromisure la Rosarnese dopo una tenace resistenza ad 1’ dal riposo dagli sviluppi di un corner subisce gol da Politi. I reggini subiscono il colpo e dopo pochi secondi vengono nuovamente puniti dal calcettista avversario andando al riposo sotto di due reti. La breve sosta giova alla Rosarnese che, destata dal torpore da mister Malvaso, torna in campo con un piglio diverso. Passano appena 2’ e Taverna con un abile manovra offensiva riapre il match dimezzando il divario. Da questo momento in poi la gara assume connotati entusiasmanti con le due squadre protese a prevalere l’una sull’altra. In questo frangente i due portieri si ergono a protagonisti assoluti. Tutto ciò fino al primo dei due di recupero quando ancora Politi di rimessa, sigla la rete del definitivo 3-1.

2^ SEMIFINALE

REAL SANGIOVANNELLO – ROSSANO CENTRO STORICO 4 – 1

Marcatori: 7’ D. Vadalà (SG), 22’ Calafiore (SG), 24’ Sasso (SG), 28’ C. Attadia (RCS), 30’ Umbro (SG)

Real SangiovannelloReal SangiovannelloContro i detentori del trofeo del Real Sangiovannello per il Rossano centro storico, c’è stato poco da fare. Il valido gruppo reggino capitano dal sempre verde Calafiore, facendo circolare la palla, ha messo da subito in difficoltà gli avversari costringendoli a capitolare dopo 7’ ad opera di Vadalà su assist di Calafiore. Nonostante le avversità i rossanesi non mollano serrando le fila limitando l’incedere del folletto reggino. Il Real Sangiovannello però, sembra avere una marcia in più costringendo agli straordinari l’estremo difensore Campana. Nella seconda parte di giuoco il Sangiovannello alza ulteriormente il ritmo e dopo avere colpito una trasversa al 22’ raddoppia il risultato con Calafiore. Il Rossano si disunisce e Sasso ne approfitta per triplicare il vantaggio. A questo punto i cosentini si schierano con il portiere di movimento concretizzando la meritata rete della bandiera con C. Attdadia. Nel vano tentativo di tornare in corsa la squadra di mister Logiudice approfitta degli spazi concessi e chiude il conto siglando la qaurta rete.

FINALE 3^ posto

ROSARNESE – ROSSANO CENTRO STORICO 4 – 3

Marcatori: 1’ Oliverio (RCS), 9’ Graziano (RCS), 11’ C. Attadia (RCS), 16’ Macrì (RO), 19’ D. Fazzari (RO), 20’ Taverna (RO), 22’ G. Fazzari (RO)

Rossano Centro storicoRossano Centro storicoSpettacolo condito da ben sette reti hanno caratterizzato la folle finale di consolazione. Confermando il trend della prima semifinale la Rosarnese si approccia in maniera molle al match lasciando campo libero al Rossano. La squadra di mister Attadia, infatti, dopo appena 1’ sorprende il portiere avversario sbloccando il risultato. Poco incisiva la replica dei reggini che, gettandosi senza adeguate coperture in avanti su rapida giocata di rimessa di Oliverio, subiscono il raddoppio. Incredula la Rosarnese non riesce ad organizzare le proprie fila ed il Rossano, replicando l’azione di 2’ prima con C. Attadia sigla il 3-0. Nel poco tempo restante prima del riposo la Rosarnese diventa più audace ed a mettere una pezza è l’esperto portiere Campana. Tutt’altra musica nel secondo tempo con i ragazzi di mister Malvaso che tornano in campo molto più agguerriti raccogliendo i primi frutti dopo pochi secondi con il giovane Macrì. La rete da ulteriore smalto agli amaranto bianco al punto di tornare in partita grazie a Taverna su imbeccata di D. Fazzari. Il Rossano perde i punti di riferimento e dopo solo un minuto Taversa su passaggio dell’onnipresente Macrì, pareggia il conto. Intuite le palesi difficoltà dei rossanesi gli avversari continuano a pigiare sull’acceleratore ed al 22’ compio lo straordinario sorpasso grazie a G. Fazzari, tanto per cambiare, servito da Macrì. Avendo poco da perdere il Rossano si schiera con il quinto uomo trovando, però, un muro insuperabile rischiando anche di subire un passivo più pesante se il tiro di D. Fazzari non fosse respinto dalla traversa.

FINALE 1^ posto

CLUB QUADRIFOGLIO – REAL SANGIOVANNELLO 5 – 1

Marcatori: 7’ Vadalà (CB), 13’ Politi rig. (CQ), 17’ D’Aquino (CQ), 19’ Girillo (CQ), 24’ D’Aquino (CQ), 27’ Girillo (CQ)

Club Quadrifoglio Club Quadrifoglio In finale le due storiche società del futsal calabrese non hanno deluso le aspettative dando vita ad una sfida intensa a tratti aspra vinta con merito dal quintetto più cinico e concreto detronizzando dal vertice i detentori del trofeo alla loro seconda sconfitta in due stagioni. La gara sembra mettersi bene per il Sangiovannello che, come, al solito, trainata da Calafiore inizialmente, irretisce il Quadrifoglio. L’iniziale predominio genera il goal dalla distanza ad opera di Vadalà. Il Quadrifoglio ha il merito di non disunirsi con Sinopoli che, in cabina di regia detta i tempi alla propria squadra. I primi 15’ sembra scorre via senza particolari sussulti ma, al 13’ l’atterramento in area di D’Aquino, tra le vibranti proteste degli avversari, induce l’arbitro a decretare la massima punizione che, Politi trasforma pareggiando il conto. Negli ultimi 15’ il verso dell’incontro cambia drasticamente. Al 17’ D’Aquino con un potente tiro dalla distanza supera l’incolpevole Chiaia portando in vantaggio il Quadrifoglio. Il Sangiovannello accusa il colpo e con estrema praticità i soveratesi colpiscono di rimessa con Girillo. Il doppio svantaggio, però, non deprime il team reggino che, generosamente costruisce occasioni da goal negate dall’insuperabile Basile il particolare al 20’ su doppio tiro ravvicinato di Calarco. Il Real Sangiovannello annuisce che la buona sorte le ha voltato le spalle quando D’Aquino concretizza la rete della sicurezza aprendo la strada alla quinta segnatura di Girillo penalizzando in maniera troppo pesante la squadra squadra vincitrice del girone D.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy