Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

Primo verdetto stagionale: P.S.M. Argentano promosso in C1

  • Scritto da Cristoforo Malara
  • Categoria: Serie C2/A

PSM Argentano promosso in C1PSM Argentano promosso in C1Con ben cinque giornate d’anticipo sul termine del campionato da Crotone arriva il primo è più importante responso ovvero l’approdo nella massima serie regionale del Prato San Marco Argentano. Rispettando appieno le previsioni d’inizio stagione, l’unica imbattuta calabrese dei campionati di serie C ed anche Nazionali, strappa il pass per la categoria superiore espugnando il campo della principale antagonista Crescendo in una gara di straordinaria intensità decisa, nel finale dalla zampata di Ferrari. Nonostante la sconfitta il Crescendo continua mantenere un rassicurante margine dalle immediate inseguitrici frenate in trasferta ad iniziare dallo Sporting Club Corigliano che, respinge gli assalti dei padroni di casa della Silver city difendendo il terzo posto mantenendo i due punti di vantaggio. Simile nel computo dell’andamento anche il match tra Giove e Boscolandia con gli ospiti che, hanno visto sfumare l’opportunità di isolarsi sul terzo gradino nell’ultimo giro di lancetta in virtù del decisivo pareggio di Principe. Tanto per restare in tema delle occasioni perse anche il Rossano centro storico deve recitare il mea-culpa per non essere riuscito a gestire due reti di vantaggio a pochi minuti dal termine facendosi raggiungere dall’indomito Serralonga Pertina. Chi non ha fallito sono le due squadre tirreniche Domenico sport ed Amantea. La prima prevale sui volenterosi giovani del Futsal Kroton in una gara all’insegna del giuoco offensivo mentre, l’Amantea sbanca il campo di un Soccer/Montalto in caduta libera ma, anche in credito con la fortuna per le occasioni sprecate.

CRESCENDO - PRATO SAN MARCO ARGENTANO 4 - 5

Marcatori: Scerbo (2), Maiorano, Milano per Crescendo. Giorno (3), Ferrari, Bisignano per PSM Argentano

Crescendo PSM ArgentanoCrescendo PSM ArgentanoCon un colpo di coda all'ultimo secondo dell'ultimo minuto di recupero del secondo tempo regolamentare la capolista San Marco Argentano vince la partita combattuta contro il Crescendo che ha cercato in tutti i modi di far proprio l'incontro con una maestosa prestazione. Il Crescendo infatti o per imprecisione sottoporta o per le grandi parate del portiere avversario (una anche di viso) ha perso immeritatamente una partita che ha decretato il successo della squadra cosentina che ha festeggiato con alcune giornate di anticipo la meritata promozione in serie C1. (a.s. Crescendo)

SILVER CITY – SPORTING CLUB CORIGLIANO 3 - 3

Marcatori: 2’ Brunetto (SCC), 16’ Donato (SC), 47’ De Gori (SC), 51’ Madeo (SCC), 56’ Brunetto (SCC), 58’ Esposito (SC)

Donato azione Silver cityDonato azione Silver cityAncora una stecca per la Silver city che non riesce non riesce a decollare continuando a stazionare nel limbo della graduatoria alternandosi tra gli auspici della zona playoff ed i timori di restare invischiata in quella playout. A tal proposito giova premettere che, considerando la regola dei 10 punti di distacco al termine della stagione regolare solo due saranno le squadre fuori da qualsiasi gioco mentre, le altre, daranno vita agli spareggi. Per quel che riguarda l’odierna gara lo Sporting inizia nel migliore dei modi sbloccando il risultato. La Silver impiega qualche minuto per prendere le misure e poi con Donato pareggia il conto. Nella ripresa i locali, intensificano le offensive e con De Gori mettono la freccia del sorpasso. La Silver, però, quasi a volere confermare il trend delle recenti gare alla distanza cede ed i coriglianesi ne approfittano per concretizzare le reti del contro sorpasso. Con l’acqua alla gola i padroni di casa, raccolgono le residue energie e con Esposito siglano il definitivo pareggio evitando una pericolosa sconfitta.

 

GIOVE - BOSCOLANDIA 3 - 3

Marcatori: 9’ Garofalo (BO), 10’ Chiappetta (GI), 14’ Garofalo (BO), 52’ Alfano (GI), 55’ Garofalo (BO), 60’ Principe (GI)

Giove Boscolandia schierateGiove Boscolandia schierateDopo 2 vittorie consecutive la Giove cerca altri 3 punti tra le mura amiche. Nell attesissimo derby di Rovito contro la Boscolandia la compagine di mister Sacco seppur rimaneggiata si presenta con tanta voglia di fare risultato. Di fronte un avversario temibilissimo proiettato nelle zone alte della classifica. Primi minuti di studio tra le due scquadre che cercano di scoprirsi il meno possibile. Al 9° minuto peró é la Boscolandia a passare in vantaggio grazie al capitano Garofalo abile a deviare sotto porta una conclusione di un compagno. Un minuto dopo peró la Giove riesce a trovare il pareggio con il suo capitano Chiappetta con un preciso tiro all angolino. Trovato il pareggio la Giove pecca un po di distrazione, e su una di queste é ancora Garofalo a riportare avanti la Boscolandia. Termina 2 a 1 un primo tempo equilibrato. Secondo tempo che riprende con la Giove che prova a pervenire al pareggio ma trova una Boscolandia ben messa in campo che concede pochissimo. Non si é assistito sicuramente al miglior calcio a 5 che le due squadre potessero offrire, ma la gara é di un intensitá pazzesca e il gioco risulta molto spezzettato. Giove Boscolandia azioneGiove Boscolandia azioneDopo varie occasioni da una parte e dall'altra, al 22° la Giove trova il pareggio con Alfano bravo ad incrociare di sinistro all'angolino. Con il 2 a 2 la partita si apre a qualsiasi risultato e le due squadre di certo non si accontentano. Al 25° una transazione della Boscolandia risulta letale per la squadra di casa, infatti è ancora Garofalo a trovare la rete firmando cosi la sua personale tripletta. A 5 minuti dalla fine la partita sembra mettersi male per i ragazzi di mister Sacco ma nelle ultime partite la Giove ha dimostrato di essere una squadra dura ad arrendersi. All ultimo minuto su una punizione ribattuta è Principe ha trovare il tiro vincente che porta il risultato sul 3 a 3 finale. Termina cosi un derby pieno di emozioni, e di certo il numeroso pubblico presente si sará divertito nel vedere due squadre lottare senza esclusioni di colpi. Da segnalare le grandi prove di entrambi i portieri, protagonisti di alcuni autentici miracoli. Inoltre la redazione giornalistica dell ADS Giove tiene a dedicare questa prestazione e questo punto ottenuto al calcettista Francesco Occhiuto colpito in settimana da un grave lutto. (a.s. Giove)

DOMENICO SPORT – FUTSAL KROTON 9 - 7

Marcatori: Lascala (4), Louro, Mantuano (2), Città, Ceraldi per Domenico sport. Donato (3), Perri, Mole, Suppa, Iallo per Futsal Kroton

Domenico sport Futsal KrotonDomenico sport Futsal KrotonIl Futsal Kroton a meno dello squalificato Pugliese si presenta in quel di San Lucido con la voglia di confermare il risultato conquistato  nel girone di andata. I ragazzi di Mister Abramo incalzano sin da subito il ritmo partita siglando tre reti consecutive con Città, Mantuano e Lascala. Forti del risultato, i tirrenici,  si cullano sugli allori lasciando strada alla rimonta degli ospiti che si portano sul 3-2. Lascala è incontenibile e aumenta il divario, ma il Kroton non ci sta e chiude il primo tempo ad una sola lunghezza. Il rientro in campo vede una Domenico Sport determinata a chiudere la gara e trova subito la rete che arriva dai piedi di Louro. I locali continuano a macinare gioco portando il divario con Ceraldi e Mantuano a più 5. La replica non tarda ad arrivare e con due reti i crotonesi acquistano il provvisorio 7-4. Mister Abramo gioca nuovamente la carta Lascala che aumenta il proprio bottino facendo il poker di reti. Con caparbia e coraggio gli ospiti non demordono e trovano negli ultimi minuti il tempo di chiudere la partita sul 9-7 diminuendo lo svantaggio di solo due reti.

ROSSANO CENTRO STORICO – SERRALONGA PERTINA 6 - 6

Marcatori: 3’ e 10’ Buffone (RCS), 14’ Pellegrini (SP), 19’ Lorelli (SP), 27’ Giudice (SP), 30’ e 34’ Graziano (RCS), 38’ Manes (SP), 43’ e 47’ Graziano (RCS), 55’ Manes (SP), 59’ Manes (SP)

Sewrralonga Sewrralonga Ancora una volta il Rossano centro storico non riesce a dare continuità alla alle vittorie facendosi imporre il pareggio dall’indomabile Serralonga Pertina. Per i padroni gli alterni rendimenti sono diventati un marchio di fabbrica al punto di non avere mai centrato due successi consecutivi. Eppure contro il Serralonga questo difetto sembrava potere essere superato sin dalle battute iniziali quando Buffone con un micidiale uno-due incanala la gara. L’illusione di una facile vittoria dura poco infatti, Pellegrini prima e Lorelli dopo pareggiano il conto disorientando i locali che, incapaci di trovare adeguate contromisure subiscono anche la rete del sorpasso ad opera del capocannoniere Giudice. Prima del riposo, però, i rossanesi hanno un sussulto d’orgoglio e con Graziano siglano il 3-3. In avvio di ripresa l’ispirato Graziano rimporta avanti la propria squadra che, si disunisce dopo soli 4’ subendo il nuovo pareggio. Al 40’ l’espulsione del giocatore ospite Pellegrini sembra spostare l’ago della bilancia a favore dei rossanesi anche in virtù della doppietta di Graziano per il 6-4. I tre punti sembrano essere in cassaforte ma, gli acresi non demordono ed approfittando dell’eccesivo rilassamento altrui grazie a due azzeccate palle inattive concretizzano l’insperato pareggio.

SOCCER/MONTALTO – AMANTEA 2 - 4

Marcatori: Ganci, Filice, Praticò (SM), Delizia, Massaro (SM), Pagliaro

Amantea Amantea Sembra fine la crisi del Soccer/Montalto costretto a subire la quarta sconfitta consecutiva precipitando in piena zona playout. Contro una diretta avversaria per la salvezza la squadra di mister Basile, pur offrendo una valida prestazione non riesce ad ottenere il risultato auspicato pagando a duro prezzo i pochi spazi concessi agli avversari. L’Amantea con fare sornione, infatti, capitalizza al meglio le occasioni create portandosi sul doppio vantaggio. La Soccer/Montalto prende le misure e con Praticò realizza la rete che riapre la contesa. Gli errori di mira ed i legni si rivelano deleterie per i locali mentre l’Amantea non sbaglia realizzando il terzo goal. La Soccer/Montalto prova a sfidare la cattiva sorte tornando in partita con la rete di Massaro. L’Amantea, non si scompone ed approfittando degli spazi concessi con Pagliaro, assesta il colpo del k.o. blindando i tre punti che valgono il sorpasso in classifica sugli avversari portandosi a soli 3 punti dagli spareggi promozione.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy