Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

La Calabria profuma di A

  • Scritto da Cristoforo Malara

 

rogit-cefalurogit-cefaluVincono tutte le calabresi impegnate nelle semifinali dei play off. Il Real Rogit regola il Real Cefalù ed accede alla finale per la massima serie, dove affronterà il Sandro Abate. Il Traforo Spadafora concede il bis contro l'ormai dismesso Ruvo e si prepara per la finale contro il Bernalda. Finale tutta calabrese nell'altro girone di B. Futsal Polistena e Cataforio daranno vita ad un affascinante derby che vale la serie A2.

REAL ROGIT-REAL CEFALÙ 4-3 (2-2 p.t.) 

REAL ROGIT: Soso, Panarotto, Arcidiacone, Silon, Menini, Minnella, Bavaresco, Dalle Molle J., Milito, Dalle Molle M., Bassani, Campana D.. All. Tuoto 

REAL CEFALÙ: La Rocca, Guerra, Cortese, Fortuna, Di Maria, Montelli, Mantia, Fabinho, Tosolini, Lopez, Molaro, Siragusa. All. Rinaldi 

MARCATORI: 10'00" p.t. Menini (R), 15'00" pt Di Maria (C), 16'00" pt aut. Silon (C), 16'10" pt Bavaresco (R), 5'002 s.t. Silon (R), 10'00" st Guerra (C), 15'00" st Bavaresco (R) 

ARBITRI: Alex Iannuzzi (Roma 1), Antonio Marino (Agropoli) CRONO: Luca Petrillo (Catanzaro)

 

SERIE B/G

TRAFORO SPADAFORA GAMES - BE BOARD RUVO 15-2

Marcatori: De luca, Bracci, Graziano, Graziano, Drienito (Ru), Bracci, Ruffo, Speranza (Ru), Bracci, Chiappetta, Graziano, Schiavelli, Bracci, Ruffo, Graziano

SERIE B/H

FUTSAL POLISTENA - FUTSAL REGALBUTO 5-2

Marcatori Futsal Polistena: Diogo (4), Creaco

(Foto Benedetta Pirrotta)(Foto Benedetta Pirrotta)Il Futsal Polistena vola in finale playoff!
Decisiva per i rossoverdi è stata la vittoria per 5-2 conquistata ieri tra le mura amiche contro il Futsal Regalbuto, valida per il ritorno delle semifinali. Un successo ampiamente meritato per i ragazzi guidati egregiamente da mister Pino Molluso che, dopo aver creato diverse palle gol colpendo anche un palo e una traversa, hanno dovuto attendere addirittura il 16’ per sbloccare il risultato con Diogo, che si è ripetuto poco dopo realizzando la rete del 2-0. Anche sul 3-0, arrivato al 6’ del secondo tempo, c’è stato lo zampino del numero 5 rossoverde. Tutto finito? Macché! Gli ospiti infatti rimangono a galla trovando il gol del momentaneo 3-1 al 9’ e, intorno all’11’, ci pensa capitan Creaco a firmare la rete del poker per il Futsal Polistena. A sette minuti dalla fine altra marcatura ospite e, nel finale, il gol del definitivo 5-2 siglato sempre da Diogo.
Da segnalare, oltre alla buona affluenza di pubblico, anche le due espulsioni rimediate da due giocatori ospiti per somma di ammonizioni e il tiro libero parato da Tonino Martino a pochi secondi dal termine.
La finale vedrà adesso di fronte Cataforio e Futsal Polistena. L’andata è in programma sabato prossimo, 18 maggio, a Reggio Calabria, mentre la partita di ritorno, in quel di Polistena, sarà il sabato successivo, 25 maggio, al termine della quale una delle due avrà la possibilità di festeggiare la promozione in Serie A2. Alessandro De Padova (Responsabile Comunicazione e Addetto stampa Futsal Polistena Calcio a 5)

MABBONATH-ASD CATAFORIO C5 RC 0-1 (andata 2-5)
Marcatore: 15’39”st Giriolo

Mabbonath: Arnone, D’Orio, Cipolla, Runfolo, Torcivia, Restivo, Montevago, Hamici, Rizzo, Lo Nigro, Napoli, Oneri. All. Cappello. 
Catarorio: Mancuso, An. Labate, Scopelliti, Cilione, Giriolo, Laganá, Atkinson, Durante, Al. Labate, Parisi, Martino. All. Praticó.
Arbitri: Ricci e Adriani di Viterbo. Crono: Giglio di Palermo.

L’obiettivo visualizzato dopo la sfida di andata è stato raggiunto. Il Cataforio concede il bis espugnando uno dei campi più difficili della categoria. Al “PalaOreto” la decide Giriolo su assist di Atkinson. È festa per i reggini, ai palermitani l’onore delle armi. Gara, anche stavolta, che fila via sui binari del fair-play, dentro e fuori dal campo, e che vede due formazioni molto disciplinate dal punto di vista tattico. Si riparte dal 5-2 in favore del Catarorio, dopo l’andata. Primo tempo che termina a reti bianche con poco o niente da segnalare in termini di chiare occasioni da gol, con le difese, ed i portieri Arnone e Parisi, sempre attentissimi. Ci provano Montevago, Atkinson e Restivo ma senza successo; Martino poi da dentro l’area manda alto. Lo Nigro trova attento Parisi mentre Scopelliti non inquadra di pochissimo. In precedenza, a 5’ dalla pausa, Mabbonath col portiere di movimento e che chiude in attacco. Torcivia chiama in causa Parisi con il mancino, mentre Rizzo da’ solo l’illusione del gol, spedendo sull’esterno della rete.
Nella ripresa i locali schierano ancora il quinto di movimento e Cataforio tutto a protezione della propria area di rigore. I maggiori pericoli per i reggini arrivano dalla lunga distanza ma prima, Atkinson va vicinissimo in due frangenti al gol. Poi sale in cattedra Parisi che chiude la sua porta a doppia mandata sui pericolosi tentativi di Hamici, Torcivia e specialmente Rizzo in contropiede. Gol sbagliato, gol subito. Atkinson riparte, vede e serve sul secondo Giriolo, puntuale all’appuntamento per gol-partita. Siamo a 4’21” dalla fine e i bianconeri vedono vicinissima la finale. Lo stesso Giriolo coglie un clamoroso palo sfiorando un grande gol dopo l’anticipo su Hamici. Gli sforzi dei biancoverdi risultano vani. È il Cataforio a gioire, con una grandissima prestazione difensiva fatta di tattica, concentrazione e tanta voglia di raggiungere ciò per cui si è lavorato duramente.
Testa adesso proiettata alla finale, tutta reggina, che sarà disputata contro Polistena, vittorioso per 5-2 sul Regalbuto (andata 2-1 per i siciliani). Sabato prossimo la gara di andata al “PalaMazzetto” e si replicherà a campi invertiti il 25 maggio. Tutto, adesso, può succedere. 
A fine gara, mister Praticò ha così commentato: "Stiamo crescendo giornata dopo giornata. Sapevamo di affrontare due gare secche nelle quali sarebbe servita la giusta maturità, la giusta interpretazione, la giusta concentrazione così come la giusta preparazione e personalità. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi che hanno affrontato queste due gare in modo spregiudicato, visto che hanno sempre cercato di dominare il campo, ma al contempo sono stati altrettanto bravi a non rischiare mai, restando soprattutto uniti nei momenti di difficoltà che, credetemi, in queste due gare nonostante la vittoria, ci sono stati. Complimenti a loro per come stanno lavorando e per come hanno interpretato questa semifinale. I complimenti inoltre voglio riservarli anche alla Mabbonath. Grande squadra, grande società, che si è resa protagonista di un'altrettanto grande stagione. Mi auguro per loro che nel prosieguo possano trovare altre belle soddisfazioni sportive. Gli aggettivi non bastano per descrivere la grande sportività della squadra e dell'ambiente. A livello personale il raggiungimento di questa finale mi da' tantissimo. Forse ancora non ci credo (sorride ndr). Ho preso questo gruppo da due anni e mezzo e nei primi 6 mesi era arrivata anche la retrocessione in C1. Con un roster praticamente invariato, cambiando in uno o due interpreti, oggi si gioca l'accesso alla A2. Ripeto però, il merito è tutto dei ragazzi. Adesso pensiamo a questa finale ed è motivo di orgoglio per il movimento calabrese che in un girone con tante siciliane, sarà proprio una calabrese a raggiungere in A2 il Melilli". (Fabrizio Cantarella -Add. Stampa Asd Cataforio)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy