Catanzaro a tutto campo: Mardente allenatore, torna Ferraro

Parte l'attività del Catanzaro

Mardente alfieridi Pier Santo Gallo Uff. Stampa Catanzaro – Il Catanzaro C5 ha già iniziato la sua ricostruzione, dopo la funesta annata appena conclusa. La società del presidente Alfieri, che nelle scorse settimane aveva stretto un accordo con la Smalling Comunicazione per la gestione del marketing e della comunicazione, comincia a gettare le basi per il 2016/2017 con tre importanti ufficialità..
Il nuovo tecnico sarà infatti Gianluigi Mardente, colonna portate della Tassofisso dei record e della Catanzarese da giocatore, che nella scorsa stagione ha guidato l’Under 21 e nella fase finale la Juniores, facendo un ottimo lavoro con la prima e finalizzando alla perfezione quanto fatto da Matteo Brescia con la seconda, con la conquista del titolo regionale e l’approdo alla Final Eight Scudetto sfiorato dopo due gare al cardiopalma con la Mabbonath Palermo.

Oltre che per le sue capacità in panchina Mardente si è fatto notare per aver portato sin da subito entusiasmo ed essere riuscito a coinvolgere fino alla fine i ragazzi nonostante le delusioni con la prima squadra.

Ferraro Alessandro 82 RogitUn altro importante tassello è rappresentato dalla conferma di Matteo Calabrese, che tornerà ad essere il capitano del Catanzaro C5 nella prossima stagione, la sua settima in giallorosso. Grinta, senso di appartenenza e anche una buona dose di qualità, arricchita da due anni di esperienza in A2, al servizio di Mardente, che potrà inoltre avvalersi dei gol dell’AF9 del futsal calabrese, Alessandro Ferraro.

Il pivot cosentino, che non ha assolutamente bisogno di presentazioni, sarà dunque alla terza esperienza sui Tre Colli, dopo le precedenti due che in termini di rendimento sono state più che positive. Tre anni fa in giallorosso nel campionato di serie B ha siglato 34 reti, mentre nella scorsa stagione, tra le file della Real Rogit, ne ha messi a segno 18, proseguendo la sua striscia di campionati in doppia cifra.