Il Rogit sbanca Cefalù ed è terzo, torna a vincere l’Odissea

Si è giocata la 18a giornata della Serie B/G

 REAL CEFALU’ – REAL ROGIT 7 – 8
Marcatori: Pereira (C), Pereira (C), Piazza (C), Dipinto (R), Cofone (R), Caminero (R), Cofone (R), Pereira (C), Dipinto (R), Amodeo (R), Piazza (C), Vitrano (C), Cascino (C), Ferraro (R), Urio (R)

Urio Marcello RogitVittoria al cardiopalma per il Real Rogit, che si impone per 7 – 8 grazie ad una strepitosa rimonta maturata nel minuto finale sul campo del Real Cefalù e conquista così definitivamente la terza posizione in classifica, respingendo l’attacco finale dei cugini dell’Odissea 2000.
Gara intensa sin dai primi minuti, con il Real Cefalù che di mostra di non voler regalare nulla, nonostante il matematico secondo posto in classifica. L’avvio dei siciliani è folgorante ed il Rogit non riesce ad opporsi alla forza d’urto dei padroni di casa, che vanno in rete per ben tre volte. Sotto 3 – 0, mister Tuoto chiama time-out e striglia i suoi per l’avvio troppo molle. La squadra recepisce il messaggio forte e chiaro ed al rientro dal break è tutto un altro Rogit, che ribalta il risultato prima del rientro negli spogliatoi grazie alle reti di Dipinto, Caminero ed alla doppietta di Cofone.
In avvio di ripresa i padroni di casa non ci stanno e si rifanno subito sotto con la rete del 4 – 4 di Pereira, ma Dipinto ed Amodeo provano a mettere le cose in chiaro, portando il parziale sul 4 – 6. Il Real Cefalù ancora una volta non si scompone e continua a dare battaglia, sorprendendo i rossanesi e portando il parziale sul 6 – 6. Conscio che il pari non garantirebbe il terzo posto a due minuti e mezzo dal termine Tuoto prova la carta del portiere di movimento; la mossa sembra inizialmente disastrosa, con i siciliani che si portano addirittura in vantaggio. Il Real Rogit però non si dà per vinto e nel giro di settanta secondi prima pareggia con Ferraro e a 10” dalla sirena trova il goal del 7 – 8 che vale il terzo posto con Urio.
Nel post-partita mister Tuoto, autentico artefice di questo straordinario campionato da parte dei rossanesi, ci ha tenuto a ringraziare i suoi ragazzi: “Complimenti ai miei ragazzi, che sono cresciuti nell’arco del campionato e sono riusciti a portare a casa questo grande risultato“.

ODISSEA 2000 – SANT’ISIDORO 6 – 3
Marcatori: p.t.: 3’40” Segovia (O), 4’00” Dudù (O), 7’13” Milito (O), 15’18” Puleo (I), 16’46” Pizetta (O); s.t.: 1’15” Casacchia (O), 4’07” Giordano M. (I), 6’30” Puleo (I), 19’59” Casacchia  (I)

ODISSEA 2000 2015 2016L’Odissea 2000 chiude la regular season con la vittoria per 6 a 3 sul Sant’Isidoro. La squadra rossanese, in virtù del quarto posto in classifica, ai play off affronterà l’altra squadra cittadina, il Real Rogit, che vincendo a Cefalù si è classificata terza.

Al Palasport di Mirto Crosia è stata partita vera, con le due formazioni che si sono date battaglia dal primo all’ultimo secondo di gioco. Parte meglio la formazione di casa che nel giro di quattro minuti si porta sul doppio vantaggio grazie alle reti di Segovia e Dudù. I gialloblù giocano bene e nel corso dell’ottavo minuto triplicano con Milito. Il Sant’Isidoro, da parte sua, sia prima che dopo le reti dei locali, hanno un paio di buone occasioni per segnare, che vengono sventate da Dudù (che salva sulla linea di porta) e da Gervasi. I siciliani riescono, comunque, ad accorciare le distanze al 15’18’’ con un tiro da fuori area di Puleo. E’ una gioia momentanea quella della squadra di mister Mineo che, dopo poco più di un minuto, si deve arrendere ad un diagonale di Pizetta. Nel finale di tempo occasioni per Segovia che colpisce il palo, per Losanno che impegna Gervasi e per Russo che si vede respingere un tiro ravvicinato da Lo Piparo.
Anche l’inizio della ripresa è di marca calabrese, i gialloblù, infatti, trovano la quinta rete con Casacchia dopo appena 75 secondi di gioco. La gara sembra chiusa, l’Odissea 2000 tira i remi in barca, mister Sapinho saggiamente fa ruotare tutti i suoi effettivi a disposizione in vista del prossimo impegno di Coppa Italia, e i siciliani ne approfittano per tentare di rientrare in partita. I gol di Giordano e Puleo, segnati tra il quarto e il settimo minuto, danno ulteriore vigore agli ospiti che producono il massimo sforzo per riequilibrare l’incontro. La squadra rossanese, tuttavia, non sta a guardare e sfiora più volte il sesto gol con Russo, Pizetta, Scervino, Labonia e Morrone. Gol che arriva sul suono della sirena e porta la firma di Casacchia.

Ufficio Stampa Asd Odissea 2000 C5

VILLA PASSANISI – POLISPORTIVA FUTURA 5 – 4
Marcatori: Votano (F), Abate (V), Foppa (V), Gil (F), Spampinato (V), Ortisi (V), Labate (F), Passanisi (V), Plutino (F)

Votano Antonio 89 FuturaDopo la vittoria interna della scorsa settimana che le aveva garantito l’accesso ai play-off, la Polisportiva Futura non riesce a concedere il bis, uscendo sconfitta dal campo del Villa Passanisi con il punteggio di 5 – 4.
Buona prima frazione dei calabresi, che riescono a chiudere in vantaggio grazie alla rete del solito Andrea Votano, che con quella di oggi sale a quota 30 marcature in campionato, che gli consentono di conquistare il titolo di capocannoniere del campionato di Serie B.
Nella ripresa la partita si fa divertente, con il Villa Passanisi che dapprima ribalta il risultato con Abate e Foppa. La Futura prova a reagire con il goal di Gil, ma Spampinato e Ortisi allungano per i siciliani, che si portano sul 4 – 2. La Polisportiva Futura accorcia con Labate, ma Passanisi allunga nuovamente per i padroni di casa. I calabresi riescono ad accorciare con Plutino, ma il Villa Passanisi riesce a mantenere il goal di vantaggio fino al termine.

CATAFORIO – META 2 – 3
Marcatori: Petriglieri (M), Gregorace (C), Musumeci (M), Praticò (C), Musumeci (M)

Pratico PasqualeIl Cataforio gioca una buona partita e non demerita, ma deve arrendersi di fronte alla forza della squadra cannibale di questo girone G della Serie B, vale a dire i siciliani della Meta, che seppur avendo già conquistato la matematica promozione in A2 con una settimana di anticipo sono venuti in terra di Calabria per conquistare i tre punti, chiudendo grazie alla vittoria odierna a quota 45.
Partita subito in salita per i padroni di casa, che subiscono la rete dello 0 – 1 firmata da Petriglieri dopo appena quattro minuti di gioco. I siciliani gestiscono il vantaggio e provano a raddoppiare, ma il Cataforio regge fino alla pausa.
Nella ripresa i padroni di casa riescono a trovare il pareggio con Gregorace. La Meta riesce però a trovare nuovamente il vantaggio grazie al proprio capitano, Musumeci. La partita continua ad essere divertente ed il Cataforio riesce a pervenire nuovamente al pareggio con Praticò. Tuttavia i calabresi non riescono a mantenere il pari fino al termine, perché ancora Musumeci va in rete, siglando la sua rete numero 23 in campionato (che gli consente di salire sul podio al secondo posto, dietro allo strepitoso Votano) che vale altri tre punti per gli inarrestabili puntesi.
Nel post-gara, tramite la propria pagina Facebook ufficiale, la società siciliana ci ha tenuto a ringraziare il Cataforio per l’eccezionale accoglienza riservata quest’oggi.

KROTON – NISSA 6 – 4
Marcatori: 2 La Malfa (N), Marino (N), Mosca (N)

KROTON bisCon una rimonta nella ripresa il Kroton riesce a conquistare la seconda vittoria stagionale, superando per 6 – 4 il Nissa tra le mura amiche al termine di una partita molto tesa nonostante entrambe le squadre non avessero più nulla da chiedere al campionato.
Prima frazione che sembra letale per i pitagorici, incapaci di far fronte alle avanzate di La Malfa e compagni, che riescono a portarsi al riposo avanti di tre reti. Nella ripresa i calabresi hanno una reazione d’orgoglio e di grinta, che gli consente di ribaltare il punteggio e di aggiudicarsi i tre punti in classifica.
Dopo un’annata molto difficile, al Kroton rimane almeno la soddisfazione di poter salutare con una vittoria il campionato di Serie B.