Offerta Imperdibile     

Catanzaro e Futura sempre a braccetto. Casali ko, rimontona Ecosistem

Le due calabresi continuano ad inanellare successi, ma occhio al Megara Augusta, che espugna Casole Bruzio. Pantere Orange dall’1-4 al 4-4 a Canicattì

RISULTATI 14^ TURNO E CLASSIFICA

REAL AUGUSTA – POLISPORTIVA FUTURA 3-6
Marcatori Futura: Cividini (4), Quattrone, Giardiniere

Seppur priva di 3 pedine importanti la futura supera il Real Augusta e si conferma in testa alla classifica insieme al CatanzaroReal Augusta che va subito in vantaggio con il giovanissimo Palumbo, uno dei migliori della sua squadra. Time out immediato di Mister Fiorenza che si fa sentire e la Futura torna in campo concentrata. Ci pensa King Cividini a realizzare una tripletta rimettendo subito le cose a postoIl quarto gol è di Giardiniere che entra in campo proprio per eseguire uno schema su calcio di punizione con la palla che finisce in fondo alla reteQuinto gol di un ottimo Quattrone che su servizio di Cividini, si inserisce centralmente e mette alle spalle del portiereNel frattempo su calcio di rigore il Real aveva portato a due le retiPrimo tempo che finisce quindi sul 5 a 2 per i ragazzi di Mister FiorenzaRipresa combattuta con occasioni da gol da una parte e dall’altra con Tornatore chiamato in causa che sventa alcune occasioni pericolose al pari del suo collega avversarioC’è tempo per il poker di Cividini che segna al volo su servizio da calcio d’angolo di Andrea FalconeA pochi secondi dalla fine il Real fissa il risultato finale sul 6 a 3Buono l’arbitraggio. I dirigenti della Futura ringraziano il Real Augusta per la splendida accoglienza. (Pagina Facebook ASD Polisportiva Futura Calcio a 5)


CATANZARO FUTSAL – ARCOBALENO ISPICA 5-3

Il primo gol in B di Andrea Capicotto

Un’altra meravigliosa vittoria dei giallorossi che superano nel big match di giornata l’Arcobaleno Ispica con il punteggio di 5-3 e rimangono in testa alla classifica appaiati alla Polisportiva Futura, che però ha una partita disputata in più. Il primo tempo si conclude sul 4-2 per i padroni di casa grazie alla tripletta di Spagnolo e alla rete di Capicotto, nel secondo tempo il gol immediato dell’Ispica sembrava aver riaperto la sfida, ma il solito Spagnolo dopo 6 minuti sigla la quinta rete permettendo ai compagni di gestire il risultato fino alla fine nonostante il prolungato tentativo degli avversari di recuperare la partita utilizzando la carta del portiere di movimento. Anche oggi superlativa la prova del nostro bomber Alberto Spagnolo autore di un poker di reti, supportato alla grande dai suoi compagni tra i quali vanno citati il portiere Rotella, autore di grandi interventi, e Andrea Capicotto che, dopo il lungo infortunio che lo ha tormentato fino ad ora, è tornato in campo siglando anche una rete decisiva su calcio di punizione. Adesso ci godiamo la vittoria, ma da lunedì torneremo a lavorare per preparare al meglio l’attesissimo scontro diretto di sabato prossimo in casa della Polisportiva Futura, un match imperdibile che promette tanto spettacolo ed emozioni. Grandissimi ragazzi!! (Pagina Facebook ASD Catanzaro Futsal)

Tabellino: Rotella, Calabrese, Ecelestini, Iozzino, Monterosso, Spagnolo, Patamia, Capicotto, Amendola, Chillà, Ciccarello, Critelli. All. Mardente.
Marcatori: 1t. 16’39” Spagnolo, 15’14” Costamanha (A), 15’00” Spagnolo, 7’00” Capicotto, 4’44” Di Benedetto (A), 3’39” Spagnolo; 2t. 18’56” Di Benedetto (A), 14’11” Spagnolo.


CASALI DEL MANCO – MEGARA AUGUSTA 0-3

Ci fermiamo purtroppo in casa, dopo 2 vittorie consecutive. Il Megara Augusta ci batte per 3-0 dopo una gara molto combattuta, primo tempo che ha visto la squadra ospite chiudere sul 2-0, nella ripresa abbiamo cercato in tutti i modi di riprendere la partita ma la grande mole di gioco e le numerose azioni offensive non hanno prodotto gol, nei minuti finali mister De Marchi ha schierato il portiere di movimento, il Megara è riuscito a contenere e all’ultimo secondo, a porta sguarnita, ha realizzato la terza rete chiudendo i giochi. Complimenti comunque ai ragazzi che ci hanno messo il cuore, ci rialzeremo presto! (Pagina Facebook Casali del Manco Futsal)


CANICATTI’ – ECOSISTEM LAMEZIA SOCCER 4-4
Marcatori: pt Mantuano (E); st Lucchese (3) (C), La Rosa (C), Pereira (E), D’Agostino (E), Scervino t.l. (E)

Gara incredibile al Pala Saetta-Livatino di Canicattì che finisce con la spartizione dei punti tra i locali ed Ecosistem Lameziasoccer. Un risultato impronosticabile a 150 secondi dal termine ma, le gare finiscono solo quando suona la sirena (o se volete quando fischia l’arbitro di boskoviana memoria).Prima della sirena era stata la formazione lametina a suonare la carica rimontando nel giro di 72 secondi ben tre reti per poi sbagliare il colpo del ko.La cosa migliore della serata è stata sicuramente questa forza di reazione della formazione orange che nel giro di poco più di tre minuti era andata sotto di tre reti, dopo essere stata raggiunta nei primi minuti della ripresa. Era stato il giovane Mantuano, schierato nel quintetto iniziale, a portare avanti la Pantera Orange. Nei primi minuti della ripresa il pareggio dei padroni di casa in una gara che fino ad oltre metà del secondo tempo era stata equilibrata e “giocata” dalle due squadre poi, il gol del vantaggio di Larosa a 14’03”, faceva saltare il banco. I lametini andavano in barca mentre i padroni di casa si esaltavano e mettevano una seria ipoteca sulla gara con una doppietta di lucchese. Entusiasmo a mille nel clan siciliano che già pregustava i tre punti. Punti nell’orgoglio gli orange trovavano forza e lucidità per rimontare un parziale pesantissimo. Pereira suonava la carica infilando dall’altezza del tiro libero il gol del 2-4 che metteva in crisi Isgrò e compagni. Poco dopo era D’Agostino che sfruttava un assist di Pereira da sinistra a destra anticipando il portiere in uscita. Con un solo gol di vantaggio i padroni di casa andavano in affanno ed erano costretti al fallo. D’Agostino anticipava Marino che era costretto al fallo da dietro. Sesto fallo e tiro libero per gli Orange che il solito Scervino trasformava (terza consecutiva) con freddezza.A questo punto i lametini sentivano nelle gambe la possibilità del colpo del KO e ci tentavano; Pereira anticipava Lucchese, portiere messo a sedere a terra, destro-sinistro e conclusione a porta vuota ma palla che esce di poco con l’orange che non trovava l’appoggio giusto per indirizzare bene il pallone.Mister Carrozza a fine gara: “Abbiamo affrontato una buona squadra contro cui, dopo l’opaca prestazione infrasettimanale, avevamo necessità di fare risultato. Campo molto stretto ed appena ci siamo un pò scoperti e abbiamo subito gol la gara è partita. Qualche disattenzione ci aveva portato ad un punteggio che onestamente non meritavamo però, con il solito nostro cuore siamo riusciti a recuperare la partita e rischiato di vincerla.”

 
SCARPE FUTSAL