Offerta Imperdibile     

Catanzaro col batticuore, ma vince ed è in testa da solo! Ecosistem olè!

Ahi Mirto, altro ko

Nel recupero della 7^ giornata (che la Futura aveva già giocato a dicembre) pazzo Catanzaro Futsal! Il team di Mardente va avanti 2-0 a Canicattì, si fa rimontare dagli avversari (2-3) in superiorità numerica e poi dilaga fino al 5-3. Inutile il quarto gol dei siciliani a 9” dal termine, grazie anche a un Rotella che a 1” dalla sirena mura la conclusione a botta sicura di La Rosa. Giallorossi, ora in vetta da soli al girone H, che continuano la loro incredibile striscia d’imbattibilità.
Prosegue anche la serie positiva dell’Ecosistem Lamezia Soccer, che al PalaSparti contro la Pro Nissa chiude con un convincente 6-3, mandando a segno sei giocatori diversi.
Nel girone G ancora un ko per il Mirto, ad un passo dalla rimonta nell’ultimo minuto, ma a vincere è il “fanalino di coda” Barletta per 4-3.

GIRONE G

BARLETTA – MIRTO 4-3
Marcatori: Capacchione, Di Vincenzo (2), Gonzales (B); De Luca (2), Benenati (M)

Al Paladisfida di Barletta è maturata le terza sconfitta consecutiva per la nostra squadra contro il fanalino di coda del girone. Partita frizzante, combattuta e anche sfortunata per il Mirto con molte occasioni non sfruttate. Il tabellone finale dice: BARLETTA 4 – MIRTO 3. Non è un buon momento ma ci sono le qualità umane e tecniche per rifarsi. (Pagina Facebook ASD Mirto Calcio a 5)


GIRONE H

CANICATTI’ – CATANZARO FUTSAL 4-5
Marcatori: 1t. 4’53” Capicotto; 2t. 18’36” Monterosso, 16’26” Sirone (F), 15’07” Furno (F), 13’51” La Rosa (F), 13’21” Iozzino, 10’13” Capicotto, 5’24” Monterosso, 0’09” Furno (F).

Un’altra pazza vittoria dei giallorossi che, ampiamente rimeneggiati per le assenze degli squalificati Ecelestini e Spagnolo e con Rotella, Capicotto e Amendola a mezzo servizio, espugnano il difficile campo del Futsal Canicattì e si issano solitari in testa alla classifica. Dopo il primo tempo chiuso in vantaggio per 1-0, nella seconda frazione succede davvero di tutto perche’ il Canicattì prima accorcia le distanze, e, dopo il rosso a Marino, riesce addirittura a ribaltare il risultato in inferiorità numerica. A questo punto mister Mardente rischia tutto con la mossa del portiere di movimento e prima Iozzino e poi Capicotto ribaltano ancora il risultato, mentre a cinque minuti dal termine è Monterosso a siglare la rete del 5-3 che chiude virtualmente il match, infatti il gol a 9 secondi dalla fine di Furno non sposta nulla riguardo alla vittoria finale. Insomma un’altra grandissima vittoria di una squadra che non molla mai e che non smette mai di stupire per lo spirito di sacrificio che riesce a mettere in campo pur tra mille difficoltà. Complimenti ragazzi, anche oggi siete stati grandissimi!! (Pagina Facebook ASD Catanzaro Futsal)

CATANZARO FUTSAL: Rotella, Calabrese, Iozzino, Monterosso, Patamia, Capicotto, Amendola, Ciccarello, Chillà, Borrello Critelli. All. Mardente


ECOSISTEM LAMEZIA SOCCER – PRO NISSA 6-3
Marcatori: 1T 00’42” Scervino 08’16” Caffarelli 09’14” Lo Bongiorno 11’22” Spampinato 12’41” Montesanti 14’01” Pereira 2T 06ì’532 Deodato 10’53” De Masi 16’14” Toledo
ECOSISTEM: Sperlì, Montesanti, Mantuano, Scervino, Pereira, Caffarelli, Deodato, Morelli, Mastellone, De Masi, Gatto, D’Agostino. Allenatore: Bebo Carrozza
PRO NISSA: Di Proietto, Mosca, Costa, Cinici, Toledo, Biasco, Lo Bongiorno, Colore, Spampinato, Moncada, Piazza. Allenatore: Rizza
ARBITRI: Giuseppe Cundò di Soverato e Andrea De Luca di Paola. Cronometrista: Lucy Molinaro.

Ecosistem Lamezia Soccer

Convincente ritorno alla vittoria dell’Ecosistem lameziasoccer che rimanda battuta la formazione della pro Nissa con il risultato di 6-3.Il successo tra le mura amiche mancava da troppo tempo e la Pantera Orange aveva gli occhi infuocati alla ricerca dei tre punti per dare anche continuità ai risultati con la serie positiva che si allunga. Mister Carrozza manda subito in campo Sperlì in porta con Montesanti, Mantuano, Scervino e Pereira al suo esordio al Palasparti. Dall’altra parte mister Rizza piazza Di Proietto in porta con Mosca, Costa Cinici e Toledo di movimento. Inizio al fulmicotone per gli orange che passano subito in vantaggio con Scervino. Bellissimo gol con una botta al volo su palla scodellata da Pereira sulla battuta di un corner. Gesto tecnico da cineteca per il goleador della squadra. Gara dunque subito in discesa per i lametini che devono rintuzzare la reazione degli ospiti con gara che è interessante e giocata con intensità. Dopo 8’ l’Ecosistem raddoppia con Caffarelli che parte dalla propria area di rigore e sfrutta un lungo lancio di Scervino con un tocco delizioso a scavalcare il portiere in uscita.Sul doppio vantaggio lametini che sentono la partita in pugno ma il Nissa non si arrende e accorcia subito le distanze con Lo Bongiorno che sfrutta un colpo di tacco di Spampinato che superare Sperlì. Due minuti dopo è lo stesso Spampinato che sorprende l’estremo lametino e porta le squadre in parità. Tutto da rifare per i padroni di casa che non ci mettono molto a riportarsi avanti: poco più di un minuto e Montesanti appostato sul secondo palo di tacco devia in rete un tiro di Pereira che aveva ricevuto dalla battuta di un tiro d’angolo. Gara piacevole ed intensa che i lametini mettono in giaccio dopo meno di tre minuti con Pereira che fa vedere tutte le sue doti; azione sulla sinistra, cambio piede destro-sinistro che mette out il diretto avversario e diagonale imprendibile per l’estremo ospite. Manca ancora tanto alla fine ma l’Ecosistem controlla abbastanza bene; le occasioni comunque non mancano da una parte e dall’altra ma si va al riposo sul 4-2.Nella ripresa gli ospiti cercano di assediare la porta lametina; Sperlì fa buona guardia ed al 7’ arriva la quinta marcatura ad opera di Deodato che imposta l’azione, chiede il triangolo a Morelli e batte l’estremo ospite. Azione da manuale. Orange che giocano sul velluto ed a metà del tempo vanno ancora in rete con il giovane De Masi. Il numero sette lametino ferma Colore nella sua area di rigore ed imposta la ripartenza servendo Deodato che si presenta davanti al portiere ospite, colpo di tacco per il compagno che arrivava a rimorchio, cambio piede per evitare un avversario in chiusura e palla nel sacco. Con quattro gol da recuperare a mister Rizza non rimane che tentare il quinto di movimento con Mosca. La difesa lametina chiude bene sul giropalla ospite e lascia poche giocate ai siciliani che trovano un solo gol con Toledo su un errore della difesa lametina. Vittoria salutare ed ora testa alla trasferta di sabato a Mascalucia. (ASD Ecosistem Lamezia Soccer)

 
SCARPE FUTSAL