Impresa Ecosistem a Palermo: l’avventura play-off continua

Le Pantere Orange ribaltano il fattore campo e lo svantaggio di avere un solo risultato a disposizione rispetto agli avversari grazie alle reti di D’Amato e Nuno Barbosa

CITTA’ DI PALERMO-ECOSISTEM LAMEZIASOCCER –1-2
Reti:
1T 00’45” Regner 13’54” Barbosa 15’19” Montevago
CITTA’ DI PALERMO: Immesi, D’Orio, Montevago, Rizzo, Lo Nigro, Torcivia, Restivo, Al. Sposito, Perdichizzi, Napoli, Accetta, Aragona. Allenatore: Marco Cappello
ECOSISTEM LAMEZIASOCCER: Pardal, Regner, D’Amato, Barbosa, Patamia, Zerbo, Mantuano, De Masi, Deodato, Caffarelli, Lo Scavo, Gagliardi. Allenatore: Bebo Carrozza
Arbitri: Davide Fardelli di Cassino e Ivo Colangeli di Aprilia Cronometro: Andrea Salvatore Calì di Caltanissetta

Grande impresa dell’Ecosistem Lameziasoccer che per la seconda volta in questa stagione sbanca il PalaOreto di Palermo e prosegue la sua corsa nei play-off nazionali per la promozione in serie A2.
Una prestazione maiuscola dei ragazzi di Bebo Carrozza che hanno messo il cuore oltre l’ostacolo ribaltando un pronostico favorevole ai padroni di casa che avevano a disposizione due risultati su tre.
Una prestazione al di sopra delle righe senza timori riverenziali, giocando pallone su pallone senza risparmiarsi, sapendo che dall’altra parte c’era una squadra forte sostenuta dal proprio pubblico ed una “normale” performance non sarebbe stata sufficiente..
Carrozza manda in campo il quintetto iniziale delle ultime partite con Pardal tra i pali e Regner, Barbosa, D’Amato e Patamia di movimento. Lametini che si fanno subito vedere in avanti con una buona occasione per D’Amato a cui risponde subito dopo il Palermo prima con Montevago e poi con Torcivia che colpisce il palo. La azioni si susseguono e non c’è un attimo di tregua. Al 13’ Patamia sul secondo palo ha l’occasione buona ma manda alto da pochi passi.
Risponde Montevago con un tiro che dà l’illusione del gol.
A meno di un minuto dal riposo occasionissima per Barbosa che non riesce a sfruttare un errore di Immesi che non trattiene palla. Il tempo si chiude con una ripartenza di Deodato con tiro di poco fuori.
L’inizio della ripresa è decisivo. Fallo laterale dalla sinistra battuto da Barbosa che pesca dall’altra parte D’Amato, esce incontro Immesi ma l’argentino mette in mezzo per il connazionale Regner che buca la porta per il vantaggio dopo 49 secondi. Passano pochi secondi è c’è possibilità del raddoppio ma l’occasione viene sprecata. Rispondono i rosanero con D’Orio che su punizione colpisce il palo. Le occasioni si susseguono con Pardal che chiude da una parte ed Immesi dall’altra su una grande giocata corale dei lametini.
Dopo 13’50” il raddoppio con Barbosa che in difesa chiude una diagonale, conquista palla avanza poco oltre la metà campo e lascia partire una saetta che coglie di sorpresa Immesi che deve raccogliere la sfera in fondo al sacco.
Doppio vantaggio che dura poco. Mister cappello a questo punto si gioca la carta del quinto di movimento. Al 15’20” padroni di casa che accorciano con Montevago che chiude il giro-palla dalla sinistra con un diagonale su cui Pardal non può fare nulla. Palermo che si butta a capofitto in avanti ed Ecosistem a difesa del risultato. Rosanero che costruiscono una sola grande occasione con Rizzo a 02’56” con palla che attraversa lo specchio della porta ed esce per il resto lametini che si chiudono bene e portano a casa il risultato. (ASD Ecosistem Lamezia Soccer)

P