C1 – Soverato buona la prima, il Cataforio stecca contro la Gym

Si è giocata la 1a giornata della Serie C1, in foto il Corigliano

Spread the love

Bovalino – Zefhir Mega Five 4 – 4
Marcatori: 2 G. Avarello (B), Fiorenza (B), Errigo (B), 2 Spanò (Z), Zappellini (Z), Santisi (Z)

Partita spettacolare in quel di Bovalino, dove i padroni di casa impattano 4 – 4 contro lo Zefhir Mega Five al termine di una gara intensa, che ha tenuto gli spettatori col fiato sospeso fino all’ultimo minuto, quando gli ospiti hanno trovato la rete del pari.
L’avvio di gara è favorevole al Bovalino, che spinge e trova con Giovanni Avarello la rete del vantaggio. La reazione degli ospiti però non tarda ad arrivare ed a cavallo tra il 10′ ed il 20′ lo Zefhir trova due reti che ribaltano la situazione grazie a Spanò e Zappellini, che mandano le squadre negli spogliatoi sul risultato di 1 – 2.
Al rientro in campo le squadre continuano a regalare spettacolo, con il Bovalino che, come in un remake della prima frazione, parte col piede sull’acceleratore e trova la via del goal per due volte nel giro di cinque minuti, prima con Fiorenza e poi con Errigo: situazione nuovamente ribaltata e padroni di casa avanti 3 – 2. Le squadre continuano a darsi battaglia, ma il vantaggio del Bovalino tiene fino al 20′, quando gli ospiti trovano il goal che riporta il risultato in parità grazie anche ad un errore del portiere locale. La squadra di casa però non si accontenta minimamente del pareggio e si getta a capofitto in avanti, trovando ancora con Giovanni Avarello la rete del 4 – 3. La squadra ospite non ci sta e torna all’attacco, giocando anche la carta del portiere di movimento, che risulta più che azzeccata, dato che proprio al 29′ lo Zefhir trova la rete che fissa il punteggio sul 4 – 4 finale.

Maestrelli – Sporting Club Corigliano 0 – 0

Strano ma vero, la sfida tra Maestrelli e Sporting Club Corigliano si conclude sul risultato di 0 – 0. Partita molto bloccata e parecchio tattica, che ha lasciato spazio a poche occasioni sulle quali, comunque, i due portieri si sono fatti trovare pronti. Il pareggio è il risultato che, in fin dei conti, rispecchia al meglio i valori visti in campo, dove gli ospiti hanno provato ad impensierire la Maestrelli, in particolar modo con una punizione che il numero uno locale ha sventato con un autentico miracolo. Padroni di casa che, dal canto loro, possono rammaricarsi per qualche ripartenza gestita male e per una buona occasione proprio all’ultimo respiro, quando Marando non è riuscito a raggiungere una palla sul secondo palo.

Futsal Enotria – Futsal Cosenza 3 – 1
Marcatori: Galera (E), Brandonisio (E), Scarfone (E), Lo Gullo (C)

Il Futsal Enotria parte bene, imponendosi per 3 – 1 sul Futsal Cosenza grazie alle reti di Galera, Brandonisio e Scarfone che consegnano i primi tre punti stagionali alla squadra di Brescia. I padroni di casa partono subito forte e dopo circa cinque minuti trovano la rete del vantaggio grazie a Galera. Dopo il goal l’Enotria continua a tenere il pallino del gioco in mano, ma la prima frazione non regala altre emozioni degne di nota e le squadre vanno al riposo sul risultato di 1 – 0.
Al rientro in campo i locali provano ad alzare i ritmi e trovano grazie a Brandonisio la rete del raddoppio che porta il parziale sul 2 – 0. La reazione del Futsal Cosenza questa volta non si fa attendere e dopo qualche minuto Lo Gullo mette dentro il 2 – 1, ridando speranza ai suoi e rimettendo in discussione il risultato. Il pressing degli ospiti però non porta i risultati sperati, perché l’Enotria chiude bene gli spazi e anche quando si apre uno spiraglio il numero uno locale è pronto a dire di no. A poco più di cinque minuti dal termine però il Futsal Enotria riesce a chiudere definitivamente i conti con un tiro di Scarfone che trova una fortuita deviazione che non lascia scampo al portiere ospite. Nel finale gli ospiti non riescono più a riaprire i giochi e la partita si chiude 3 – 1.

Futsal Pietrafitta – Tre Colli Futsal 3 – 1
Marcatori: Baldino (P), Cipolla (P), Stancati (P), Fazio (T)

Il Futsal Pietrafitta non sbaglia la prima casalinga imponendosi, in rimonta, per 3 – 1 sul Tre Colli Futsal. Partita che si sblocca dopo soli 6′ col vantaggio degli ospiti che legittimano un iniziale predominio territoriale grazie al classe ’90 Fazio. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere ed il pareggio arriva grazie alla rete di Baldino. Il Tre Colli non accusa il colpo e torna a premere, ma un po’ l’imprecisione e un po’ la grande giornata di Scrivano inchiodano il risultato sul pari. Tuttavia, proprio ad un minuto dal rientro negli spogliatoi Fabio Cipolla salta il suo diretto avversario e con un tiro di punta completa la rimonta per il Pietrafitta, che arriva alla pausa avanti 2 – 1.
Al rientro dagli spogliatoi gli ospiti non riescono a mettere in campo la stessa aggressività della prima frazione e vengono subito puniti dalla rete di Stancati, che porta il parziale sul 3 – 1. Sotto di due reti, il Tre Colli non riesce più a rientrare in partita, anche e soprattutto per merito dei locali, bravi ad abbassare i ritmi ed a chiudere bene ogni varco in difesa.

Città di Fiore – Amantea 2 – 1
Marcatori: Alessio (CdF), Cordua (CdF), Pagliaro (A)

Il Città di Fiore trova i primi tre punti stagionali imponendosi per 2 – 1 sull’Amantea al termine di una partita molto tattica, che ha visto le squadre equivalersi sul terreno di gioco e che è stata decisa da un rigore, contestato dal tecnico ospite Prati, trasformato da Cordua.
Come anticipato, partita molto tattica, che non regala grandi emozioni e che vede l’Amantea partire con un baricentro molto basso alla ricerca della ripartenza buona, che però non arriva. Il Città di Fiore, dal canto suo, non riesce a trovare il varco per spezzare la parità. Zero a zero che viene sbloccato da una punizione di Alessio, che vale l’1 – 0 in favore del Città di Fiore. Nonostante il goal subito l’Amantea non riesce ad organizzare una reazione degna di tale nome e le occasioni tardano ad arrivare. Prima del rientro negli spogliatoi però Pagliaro direttamente su calcio di punizione batte il portiere locale e sigla la rete che manda le squadre al riposo in parità. Nella ripresa il copione non cambia: poche occasioni da un lato e dall’altro, tanto possesso palla del Città di Fiore e Amantea alla ricerca della ripartenza vincente. L’equilibrio sembra poter essere sbloccato solo da un episodio ed è ciò che accade attorno alla metà della ripresa, quando l’arbitro Cozza decreta un calcio di rigore a favore dei padroni di casa (rigore sul quale il mister ospite Prati ha qualcosa da ridire a fine partita); dal dischetto si presenta Cordua, che non sbaglia e riporta i suoi in vantaggio. L’ultimo quarto d’ora è caratterizzato dallo sprint degli ospiti, che provano a riportare il punteggio in parità, ma trovano sempre pronto il portiere del Città di Fiore, che blinda il 2 – 1 con un vero e proprio miracolo nel finale, consentendo ai suoi di portare a casa i primi tre punti della stagione.

Cataforio – Gym Point 2 – 2
Marcatori: Gregorace (C), Lorenti (C), 2 Casile (G)

La sorpresa di giornata arriva dal campo del Cataforio, dove i padroni di casa impattano per 2 – 2 contro un‘ottima Gym Point, che acciuffa il pareggio proprio all’ultimo affondo con Casile e porta a casa un punto prezioso.
Avvio di gara più o meno equilibrato, che vede la Gym Point fare qualcosa in più, ma è la squadra di casa a sbloccare il punteggio grazie a Gregorace. Gli ospiti spingono, ma non riescono a trovare la rete del pareggio e squadre che dunque vanno al riposo sul risultato di 1 – 0.
Il buon gioco espresso nella prima frazione ripaga gli ospiti ad inizio ripresa, quando Casile trova la rete dell’1 – 1 che riequilibra il punteggio. Subito il pari il Cataforio si prende il campo ed inizia ad attaccare con convinzione; sforzo premiato dalla rete realizzata da Lorenti, che riporta i suoi avanti. Tornata in vantaggio, la squadra locale non abbassa il ritmo e continua a premere, trovando però prima il palo e poi uno straordinario Lo Gatto a dire di no per ben tre volte agli attaccanti di casa. A pochi minuti dal termine gli ospiti provano il tutto per tutto, giocando la carta del portiere di movimento. La mossa di D’Arrigo si rivela azzeccatissima, perché a pochissimi secondi dal termine Casile inventa un gran tiro che si insacca alle spalle del portiere locale e fissa il punteggio sul 2 – 2 finale.

Soverato – Lokron Sensation  6 – 3
Marcatori: 3 Celia (S), Tavano (S), C. Santise (S), Voci (S), 2 Mazzaferro (L), Longo (L)

Il Soverato rispetta il pronostico e si impone per 6 – 3 sul Lokron Sensation al termine di una partita che ha visto la squadra di casa rimontare l’iniziale svantaggio grazie soprattutto alla qualità dei suoi singoli.
Soverato che parte troppo morbido e trova invece di fronte una squadra che mette in campo grande aggressività e grinta e che trova a sorpresa la rete del vantaggio con Mazzaferro. Il gioco dei padroni di casa stenta a decollare e spetta a qualche giocata individuale dei “top player” sbrogliare la matassa e ribaltare il punteggio. Il Lokron Sensation prova a tenere botta, ma a fine primo tempo il parziale è di 4 – 2 in favore del Soverato.
Nella ripresa il copione è lo stesso, Soverato che tiene in mano il pallino del gioco e fa la partita, Lokron Sensation che tiene e prova a far male in ripartenza. Tuttavia, come nella prima frazione di gioco, la maggior qualità del Soverato alla lunga viene a galla. In questo modo i padroni di casa, trascinati da uno straordinario Celia (autore di una tripletta), chiudono i conti fissano il punteggio sul 6 – 3 finale.