La Magic Games scalda i motori

La Magic Games Cosenza scalda i motori e da il via ufficialmente alla stagione sportiva 2013/2014 che la vedrà schierata ai nastri di partenza del Campionato Nazionale di Serie B per la prima volta nella sua storia.

Spread the love

 

Dunque inizia questa nuova avventura per una società che ha saputo nell’ultimo biennio catalizzare l’attenzione intorno a se e non solo per i risultati conseguiti (dalla D alla B in soli 24 mesi) ma per l’oculatezza delle scelte e delle risorse impiegate nell’ottenimento ed il raggiungimento degli obiettivi prefissati. DAgni e RedaLa Magic Games si è presa una breve pausa di riflessione organizzativa all’indomani del mancato accordo per la fusione con Calabria Ora naufragato sulla dirittura di arrivo per il ritiro dalle trattative della società che fa capo al presidente Citrigno. Ancor più si intende, attraverso questa nota, taggare come infondate le pretestuose voci che si fanno circolare circa la decisione di non iscriversi al Campionato di Serie B, non esistendo, al momento, i presupposti per una decisione così drastica e definitiva. “La Magic Games Cosenza – ha dichiarato il presidente Reda – consapevole delle difficoltà economiche e di sviluppo che attraversa il Paese che inevitabilmente si riflettono anche sullo Sport con Enti Pubblici latitanti e Sponsors sempre più rari, intende proseguire sulla propria linea fatta di oculatezza e sclte finalizzate nel rispetto delle disponibilità di Bilancio. Questo tipo di politica – ha proseguito Reda – ci ha permesso non solo di avere giocatori di categoria superiore a compensi ragionevoli, non solo ci ha permesso di ottenere risultati importantissimi come due promozioni consecutive, ma ci ha permesso soprattutto di chiudere in pareggio l’Esercizio Finanziario Corrente. E’ una scelta di campo – ha detto ancora Reda – fortemente voluta da me e dal Direttore Generale Paolo Barbarossa e siamo certi che come ci ha premiato sino ad oggi è una scelta che ci premierà maggiormente in futuro. Siamo, tra l’altro – ha concluso Reda – aperti ad ogni proposta di coinvolgimento di nuovi dirigenti e di altre realtà sportive operanti nel territorio cosentino convinti ancora oggi più che mai che si possa con un po’ di buona volontà e lungimiranza da parte di tutti costruire un unico grande soggetto sportivo”. Nei prossimi giorni il duo Barbarossa-Reda inizierà da prima ad incontrare il gruppo di calciatori che hanno dato vita alla magica promozione in B nel tentativo di riconfermarli poi ci si sposterà sul mercato per allestire comunque una squadra che possa garantire, per il primo anno, una salvezza tranquilla ed un campionato dignitoso. Poi come si dice, nel rispetto delle risorse economiche, l’appetito vien mangiando.