Catanzaro-Mirto, volata a due per la B

PC5 e Casali del Manco fuori dai giochi?

Maestrelli, 3 punti di platino per la salvezza

La ventesima giornata di serie C1 regala l’ennesima conferma della capolista Catanzaro Futsal, che fa suo il derby con l’Enotria (giocato a Maida per l’indisponibilità del PalaGallo), ma anche la certezza che la sua rivale numero 1 per la B è il Mirto: il solito De Vincenti decide infatti il combattuto big-match di giornata con il Casali del Manco e consegna alla formazione di mister Russo la seconda piazza solitaria a -5 dai giallorossi. Dopo il mostruoso girone d’andata e il “titolo” di campione d’Inverno sembra aver mollato il PC5, che cade anche al “Mirabella” contro una maiuscola Maestrelli e scivola a -8 dalla vetta. Ultima chiamata per i rossoverdi la sfida casalinga di sabato prossimo col Mirto, anche se potrebbe essere troppo tardi. Squillo Kroton contro la Farmacia Centrale Paola, ma i play-off per gli Squali (e per le altre squadre che lottano per il quinto posto, tra cui Vibo e Soverato, oggi anch’esse vincenti) rischiano di saltare per la regola dei 10 punti. Sensation e Reggio FC muovono le loro rispettive classifiche con un punto a testa nello scontro salvezza.   

ENOTRIA CITTA’ DI CATANZARO – CATANZARO FUTSAL 1-3

Marcatori: 1’ Spagnolo (CZ), 40’ Calabrese (CZ), 55’ Chillà (E), 62’ F. Frustace (CZ)

L’Enotria Città di Catanzaro perde il derby contro il Catanzaro futsal col risultato finale di 1/3, senza tuttavia demeritare e giocando per larghi tratti della gara alla pari con i più quotati avversari. La differenza l’hanno fatta il gol del vantaggio ospite ad opera di Spagnolo dopo neanche un minuto di gioco, a seguito di un calcio d’angolo con palla deviata e disattenzione della retroguardia dei padroni di casa, ma soprattutto il portiere ospite Luca Scerbo, autore per l’ennesima volta di una prestazione superlativa e che ha parato praticamente tutto il possibile respingendo alla grande tutti i tentativi da parte della squadra di Mister Torneo. Il raddoppio del Catanzaro futsal è giunto dopo circa 10 minuti del secondo tempo grazie ad un diagonale di Calabrese da fuori area con il pallone che tocca il palo e poi si infila in rete. L’Enotria riapre la contessa a circa 6 minuti dalla fine con una bella azione manovrata e percussione centrale di Chillà che non lascia scampo all’insuperabile portiere avversario, ma non riesce poi a completare la rimonta e anzi proprio nei minuti di recupero il Catanzaro futsal sigla il gol del definitivo 1/3 con un tiro libero ben battuto da F. Frustace. La nota più dolente è il fatto che una bella gara come quella odierna, addirittura un derby stracittadino, si sia dovuto giocare in un palazzetto lontano chilometri da quello in cui si sarebbe dovuto realmente disputare, ovvero il Palagallo di Catanzaro, per via della indisponibilità dovuta ad altre manifestazioni programmate da una Amministrazione Comunale del tutto indifferente verso le necessità di una Società cittadina che disputa da tanti anni questo campionato regionale… (C.S. Enotria)

Il derby contro l’Enotria Città di Catanzaro si conclude con una grande vittoria per 3-1 al termine di una splendida prestazione fatta di tanto cuore, tanta grinta e tantissima voglia di portare a casa altri tre punti fondamentali.
Nonostante il terreno di gioco non proprio in ottime condizioni, nel primo tempo la nostra formazione parte subito forte andando in rete, dopo appena 40 secondi dal fischio d’inizio, con Spagnolo che appoggia in gol sul secondo palo uno splendido assist su calcio d’angolo di Calabrese. Il punteggio rimane invariato fino alla fine della prima frazione anche grazie all’imprecisione sotto porta delle due squadre e al clamoroso palo interno colpito dal solito Spagnolo.
Nel secondo tempo ci pensa Calabrese dopo dieci minuti a raddoppiare per i suoi, mentre, nel finale di gara, la rete di Chillà per l’Enotria e il preciso tiro libero messo a segno da Fabrizio Frustace nei minuti di recupero, fissano il punteggio sul 3-1 finale con tutto il clan giallorosso a fare festa per l’ennesima impresa stagionale.
Il vantaggio sulla seconda posizione, occupata adesso dal solo Mirto C5, rimane di 5 punti, mentre la sconfitta del Polistena C5 allontana ad otto punti di distacco i rossoverdi, che però sabato prossimo si ritroveranno di fronte in casa proprio i mirtesi, in uno scontro tra seconda e terza in classifica che conterà davvero tanto per la parte finale del Campionato. (Facebook ASD Catanzaro Futsal)

MAESTRELLI – POLISTENA C5 5-3

Marcatori: Arcudi (2), Gattuso (2), Labate (M), Giovinazzo, Cosoleto, Insana (P)

Bellissima partita quella disputata oggi al mirabella di vito tra la Maestrelli ed il Polistena sia dal punto di vista tecnico che agonistico. Maestrelli sempre avanti nel punteggio con la gara che a metà ripresa sembrava chiusa sul 4 a 1 per i locali. Ma l’orgoglio del Polistena veniva fuori e grazie al portiere di movimento i rossoverdi si portavano nel giro di un minuto sul 4 a 3. Sulle ali dell’entusiasmo gli ospiti hanno continuato ad attaccare a testa basta fino all’ultimo minuto quando Alessio Labate, migliore in campo insieme a Gattuso, sigla la rete del 5 a 3 che fissa il punteggio finale.( C.S. Maestrelli)

MIRTO – CASALI DEL MANCO 3-2

Marcatori: 12’ Rovito (C), 14’ Pace (M), 27’ Benenati (M), 32’ Milano (C), 47’ De Vincenti (M)

Gara intensa e tecnicamente valida quella vista nel palazzetto di Mirto. La squadra di casa ed i recenti vincitori della Coppa Italia si sono fronteggiati a viso aperto dando vita ad un match muscolare ad alti ritmi fatto di costante pressing su portatori di palla altresì, caratterizzati da diversi scontri di giuoco. L’incontro è stato preceduto dalla consegna di una targa ad Alfonso De Vincenti per avere superato le 100 reti con il Mirto. In un palazzetto gremito in ogni ordine di posto i due quintetti da subito fanno intendere le proprie intenzioni che sono quelle di prevalere l’una sull’altra. Il Mirto pur prendendo in mano le redini del giuoco non riesce a creare concrete azioni da goal. Di contro gli ospiti, con fare sornione sorprendono la retroguardia altrui sbloccando il risultato con capitan Rovito abile, nel superare il portiere Visciglia con un colpo di testa su palla proveniente dall’estremo difensore Cuconato. Immediata la reazioni dei padroni di casa che, non riuscendo a fare breccia su azione manovrata trovano la rete del pareggio dagli sviluppi di una punizione, con Pace. Segue una lunga fase di equilibrio con frequenti interruzioni di giuoco che, portano il Mirto a commettere il quinto fallo.

A spezzare l’equilibrio è il calcettista più esperto di quelli in campo ovvero Beneneati il quale, all’altezza del centrocampo con un potente tiro, sorprende il portiere ospite portando avanti la propria squadra. Negli ultimi 2’ di recupero il Mirto prova a gestire il minimo vantaggio e l’occasione è decisamente alla loro portata hanno a favore un calcio di punizione . L’opportunità viene gestita male e su rapida giocata di rimessa i locali commettono fallo concedendo il tiro libero al Casali del manco. Milanno non fallisce e siglando il 2-2 chiude la prima frazione. Nel secondo tempo Russo e compagni cercando di rimettere la freccia del sorpasso ma, gli ospiti tamponano con efficacia ogni loro iniziativa non disdegnando giocate di rimessa impegnando in qualche occasione Visciglia.

Le attente marcature avversarie non consentono al Mirto di effettuare il loro solito giuoco offensivo anche per colpa della sfortuna caratterizzata da un doppio palo colpito da De Vincenti con un tiro a sorpresa. Considerando l’aspetto tattico delle due squadre solo un colpo di genio può dare una svolta al match ed infatti al 47’ bomber De Vincenti riceve palla stoppandola e girandosi rapidamente sulla sua sinistra lascia partire un fendente di destro siglando il 3-2. Nel concitato e nervoso finale il Casali del manco pur schierandosi  con il giocatore di movimento non riesce a superare l’estremo difensore locale e dopo solo un minuto di recupero (parso poco), l’arbitro Ranieri sancisce la fine della gara facendo esultare tifosi e giocatori proiettando il Mirto come unica avversaria del Catanzaro capolista.

KROTON – FARMACIA CENTRALE PAOLA 8-2

Marcatori: Gerace (4), Tricoli (2), Cimino, L. Martino, P. Martino (K), Chianello, Bonocore (P)

SOCCER MONTALTO – B. SOVERATO 4-5

Marcatori: Arlotta, Giorno, Lopetrone, Galiano (M) Celia (3), Santise, Parafati (BS)

VIBO C5 – CRESCENDO 9-5

Marcatori: 7′ Briga (V), 9′ Franzè (V), 19′ Marchio (V), 29′ Vasapollo (C), 31′ Galea (C), 39′ Briga (V), 40′ Galea (C), 42′ Ioppoli (C), 49′ Briga (V), 52′ Franzè (V), 54′ Martino (C), 58′ Cordì (V), 60′ 62′ Taverna (V)

Un’altra vittoria per Vibo, un’altra partita sofferta. Tre punti fondamentali conquistati contro un Crescendo comunque determinato, seppur rimaneggiato. Nel primo tempo è un assedio rossoblù. Tre reti in pochi minuti, dopo altrettante occasioni sprecate. Già dal 15′ gli ospiti giocano la carta del quinto uomo, strategia portata avanti fino alla fine della gara. Allo scadere della prima frazione arriva il 3-1 del Crescendo. Un gol che dà così il giusto sprint per ripartire nella ripresa ed a soli pochi secondi infatti va a segno nuovamente il Crescendo. Un gol che prende alla sprovvista Vibo. Ma si riparte tra botta e risposta, con una Vibo imprecisa e a tratti confusa, che tanto concede al Crescendo. Nei minuti di recupero Franzè e Taverna mettono al sicuro il risultato portando a casa una vittoria fondamentale in vista soprattutto del prossimo trittico di gare. Onore al Crescendo che nonostante le difficoltà è riuscito a tenere testa, giocandosela fino alla fine. (C.S. Vibo)

SENSATION PROFUMERIE C5 – ZEFHIR/REGGIO FC 3-3

Marcatori: Giovenale, Longo rig., Ameduri (SP); Polimeni, Laurenti, Presini (Z)

Altra bella prestazione oggi per i ragazzi di Mister Piscioneri contro Reggio FC: nel primo tempo sblocca il risultato Giovenale che va a segno su assist di Longo, rimette il risultato sul pari Polimeno per i reggini e all’11 minuto, un fallo su Giovenale in area consente ai biancorossi di portarsi in vantaggio grazie al rigore messo a segno Longo. Nel secondo tempo il Reggio FC alza i ritmi e dopo 5 minuti con Laurenti trova il 2-2 che dura finché Ameduri riporta in vantaggio la squadra di casa. I reggini non mollano e durante il portiere di movimento spiazzano la difesa gioiosana trovando il pareggio con Presini. Un match bello ed entusiasmante che termina 3-3, risultato che sta un po’ stretto ad una Sensation che costruisce tanto e bene ma si rivela più volte poco incisiva sotto porta, anche merito della bravura del portiere reggino. (C.S. ASD Sensation Profumerie C5)