Upim PC5, tuo lo scontro diretto con la Farmacia Arturi. La Blingink Soverato continua a volare

Non disputata Cataforio-Futsal Kroton. Vince la Gallinese, pari a San Giovanni in Fiore. La Real Arangea si allontana dalla zona rossa, in cui ora staziona la Reggio S.C.

8^ GIORNATA SERIE C1

UPIM PC5 – FARMACIA ARTURI DOMENICO SPORT 3-2
Marcatori: Politanò (2), Oliva (PC5); R. Chiappetta, A. Chiappetta (FA)


REGGIO S.C. – BLINGINK SOVERATO 1-3
Marcatori: pt Cannizzaro (R); st L. Martino, M. Capicotto, C. Santise (S)


CATAFORIO – FUTSAL KROTON

Non disputata per la mancata presentazione del Futsal Kroton


FANTASTIC FIVE SIDERNO – GALLINESE 3-5
Marcatori: Cremona, Dattilo (2) (S); Ferraro, Vazzana, Cutrupi S., Paviglianiti, Vazzana (G)


CITTA’ DI FIORE – SENSATION PROFUMERIE 4-4
Marcatori: Mannella (2), Simari (2) (CDF); Loccisano, S. Alì, Martino, Clemente (SP)


REAL ARANGEA – MAESTRELLI 4-2
Marcatori: Cantarella (2), Letizia, Calafiore (RA); Bagnato, Palumbo (M)

Quintetto Maestrelli
Real Arangea

Una sfida stracittadina dalle molteplici motivazioni, due squadre che puntano agli stessi obiettivi stagionali, un primo round che finisce a favore dei giallo neri con un match vivace, divertente, intenso, che le due formazioni hanno saputo disputare appassionando il numeroso pubblico presente al Palacsi di Gallina. Mister Carella, coadiuvato da mister Pedà, ha dato spazio a tutta la propria compagine, un vorticoso turnover che ha lasciato un segno importante: quando chiamati in causa, anche per pochi minuti, tutti hanno dato il massimo e contribuito al raggiungimento dell’ambita meta, era importante vincere e il gruppo giallo nero ha dato prova che insieme era possibile. Una squadra insidiosa, quella costruita da mister Iracà, ottime individualità e disposizioni tattiche imprevedibili. Un match che inizia in modo equilibrato, una fase di studio che dopo i primi dieci minuti vede i giallo neri prendere in mano il pallino dell’incontro, la vivacità dei quintetti messi in campo da Carella producono limpide occasioni per passare in vantaggio: prima Cantarella, poi Calafiore e anche il nuovo arrivato Giuseppe Sarica, subito a suo agio con i nuovi compagni di squadra. Ma, come premesso, la Maestrelli è una squadra insidiosa, mister Iracà mette in campo il portiere di movimento, rischia ma, a 4 minuti dalla termine del primo tempo, trova la combinazione perfetta per il momentaneo vantaggio. Il Real prova subito a reagire sfiorando il pareggio impedito solo dall’ottimo portiere bluroyal, e dalla traversa, la prima fase di gioco finisce con lo 0 a 1 della squadra ospite. Nella ripresa la Maestrelli continua ancora, con coraggio, la tattica del portiere di movimento e va vicina al raddoppio sventato in due occasioni dallo strepitoso Castello. Il Real Arangea reagisce e al decimo minuto trova il pareggio con Cantarella e dopo due minuti il vantaggio con Letizia. Una fase centrale del secondo tempo che i padroni di casa controllano portandosi spesso vicini alla segnatura, ma è ancora un guizzo degli ospiti a siglare il 2 a 2 a soli dieci minuti dalla fine del match. Le emozioni in questo incontro sembrano non finire mai, il Real Arangea ci crede, e quella convinzione porta il sempre verde Calafiore e il recidivo Cantarella a firmare i due gol del conclusivo 4-2 che sigla la fine della partita. Una vittoria che ha un gusto particolare quando si confrontano due squadre della stessa città, ma la vittoria è una pietanza fatta con ingredienti preziosi, umiltà, spirito di gruppo, coraggio, impegno, sono ingredienti rari, mai scontati e che vanno oltre, molto oltre la tecnica. (Ufficio stampa Real Arangea)

P