Offerta Imperdibile     

Panzarella trascina una grande Futsal Club Filadelfia nel big match

… ma la Città di Rende c’è

5^ GIORNATA SERIE C2/A

FUTSAL CLUB FILADELFIA – GIOVE 6-4
Marcatori: st 3′ Occhiuto aut. (F), 8′ F. Panzarella (F), 10′ Chiappetta (G), 12′ F. Panzarella (F), 30’+1′ Chiappetta (G); st 1′ Chiappetta (G), 14′, 16′, 21′ F. Panzarella (F), 30’+1′ Galiano (G)

Prima frazione a ritmi altissimi con due squadre che giocano a viso aperto cercando l’affondo sin da subito; a sbloccare il risultato ci pensano i padroni di casa al quarto minuto con un beffardo autogol nato da un cross di Procopio. Il vantaggio carica i Leoni che dopo 5 minuti raddoppiano con Bomber Panzarella F. che devia in maniera vincente un diagonale di De cario. 2-0 e partita sui binari giusti per la Futsal Club Filadelfia, se non fosse per Chiappetta A. che dopo 2 minuti di destro dimezza lo svantaggio. Partita riaperta ma sempre Capitan Panzarella aumenta le segnature per i locali, portando il risultato sul 3 a 1.Risultato che resiste fino al gong finale del primo tempo quando sempre Chiappetta A. sigla il secondo gol ospite dalla distanza. Ripresa che parte con gli ospiti che pareggiano grazie ad una disattenzione difensiva locale; 3 a 3 ma da questo momento ha inizio il “ Panzarella Saturday Show “ , infatti il capitano sigla altri 3 gol per i locali portando a 5 le marcature personali, congelando così la partita. Prima su rigore, poi su ripartenza e per concludere finalizza al meglio un cross di Panzarella D., portando il risultato sul 6 a 3, tutto nel giro di 15 minuti. Inutile sul finale il gol di Galiano per l’ASD Giove, partita che termina 6 a 4 per i Leoni. (Futsal Club Filadelfia)


CITTA’ DI RENDE – AMANTEA FUTSAL 4-3
Marcatori: Lopetrone (2), Gallo, Giorno (R); Maradei, Palermo, Fera (A)

Dopo appena tre giorni dalla conquista dei quarti di Coppa Italia, il Città di Rende Futsal continua la corsa in campionato, prima della classe, vincendo 4 a 3 contro l’Amantea Futsal. Differenza reti che sicuramente non rende giustizia alla squadra rendese, al suo stra dominio nel primo tempo e ad una porta che sembrava stregata nel secondo. Si inizia senza colpi di scena, Rende schierato stabilmente nella metà campo avversaria e Amantea a difendere. Gli ospiti provano più volte a prendere palla ma non riescono a tenerla oltre pochissimi secondi. I ragazzi di mister Carnuccio non concedono niente, nonostante lo sforzo fisico e mentale di due gare in tre giorni. L’Amantea trova un’unica soluzione per superare la propria metà campo, palle lunghe a cercare il pivot, ma resta innocua ed il Rende fa il suo gioco. Senza fretta ma senza sosta è il motto, e il solito Lopetrone va alla realizzazione, gonfia la rete e si va sull’1-0 per gli arcieri. Nulla cambia, l’Amantea è lento nel giro palla e non riesce a trovare inserimenti pericolosi per Giovinazzo, che comunque ha il suo da fare sui contropiedi e sugli angoli, dove gli avversari provano più volte a sorprenderlo fallendo ogni tentativo: Giovinazzo vola su ogni pallone! Continua il giro palla del Rende sempre all’offensiva, poi bomber Lopetrone decide che è tempo di raddoppiare e la butta nell’angolino alto dove Capanna non può arrivare. Parziale 2-0. L’Amantea non trova soluzioni utili, fino all’idea di Maradei che trova impreparato il quintetto rendese e segna la rete del 2-1. Sullo scadere, Gallo mette il timbro sul dominio indiscusso del Città di Rende, firmando il 3 a 1 per la squadra di casa. La ripresa non segna nessun cambio di passo dell’Amantea, tutto come prima. Ma nella seconda parte del secondo tempo, il Rende concede di più, seppur mantenendo la lucidità di sempre, mentre l’Amantea sembra essere più sfrontato e inizia a far vedere un gioco più offensivo. Arriva il secondo goal degli ospiti siglato Palermo e da qui, l’Amantea riacquista fiducia e non ha paura di osare. Il Rende soffre un po’ sulle palle lunghe degli avversari che ne approfittano e riportano il parziale in parità per una sfortunata autorete della squadra di casa. 3 a 3. Risultato che non rispecchia affatto la gara, il gioco di squadra del Città di Rende e la qualità soprattutto difensiva oggi di Vallone e di Bisignano. Buona prova di Gallo che, oltre al goal, ha aiutato molto la squadra. Mancano cinque minuti alla fine della partita, gli arcieri la vogliono portare a casa, mister Carnuccio ha fiducia nei suoi e consiglia di mantenere la calma e pazientare, il goal arriverà. Deve arrivare. Proprio alle ultime battute, Giovinazzo dà una palla al bacio a Giorno che fa esultare tutti e fa tirare un sospiro di sollievo alla panchina della sua squadra, trova la stoccata vincente e porta il Rende avanti per 4 a 3. Si aspetta solo il doppio fischio dell’arbitro che finalmente arriva ed è festa in campo. Il Città di Rende ha fame e non molla di un centimetro, stanchi ma gli arcieri non si piegano.
Con l’occasione, ricordiamo il primo raduno per formare l’under 19, in programma martedì 9 novembre 2021 alle ore 15.00 presso il campetto di Via Porta Piana, sotto la supervisione di mister Giovinazzo. (Federica Giovinco)


BOSCOLANDIA – ROSSANO CENTRO STORICO 0-2
Marcatori: Morello, Certosino

Il Rossano Centro Storico dedica la vittoria ad Aurelia, nonna del calcettista Morello venuta a mancare nei giorni scorsi.


GUARDIA – NUOVA FABRIZIO 5-2
Marcatori: Midaglia (2), Bufanio A. (2004) (2), Maio (G); Berardi F., Agostinacchio (NF)

Guardia

Da evidenziare il grande gesto di fair play al 18′ del primo tempo sul risultato di 1 a 0 per gli ospiti. Il Guardia colpiva un palo, l’arbitro assegnava il goal ai padroni di casa avendo visto la palla che aveva varcato la linea bianca tra lo stupore degli avversari, ma l’atleta Grosso Ilio andava in aiuto dello stesso arbitro dicendogli che la palla non aveva superato la linea.


ROGLIANESE – FUTSAL MORELLI 2-7
Marcatori: Marsico (2) (R); Aiello, Fuoco, Fiore, Lio, Dimizio, Lupinacci, autogol (FM)

La resistenza della Roglianese dura un tempo, giusto quello in cui rimane in campo Marsico, autore delle due reti rossonere, costretto poi ad abbandonare la gara per un risentimento muscolare, l’ ennesimo stop di questa stagione maledetta. La svolta della partita all’ inizio del secondo tempo quando una grave incertezza di Cassano spalanca le porte agli ospiti che poi, preso coraggio, affondano nella fragile difesa dei padroni di casa. A nulla serve la presenza, per tutto il secondo tempo, del quinto di movimento, se non ad ampliare il punteggio a favore dei cosentini. Pessima la direzione arbitrale e non è una scusa, perchè pessima è soprattutto la squadra Roglianese, ma di certo pessima la gestione di gara dell’ arbitro, in alcune decisioni da entrambe le parti e soprattutto nella gestione “umana” e dei cartellini, 2 pesi e due misure che per poco non incattiviscono una partita che, visto il risultato, nulla aveva da dire. Casualmente oggi non era presente alcun osservatore arbitrale, ma se questo è il comportamento di questi “s”ignori beh………”troviamoci al più presto un altro passatempo” !!!!! (ASD Roglianese)


Riposa: SINCO BISIGNANO

 
SCARPE FUTSAL     
P