ColpacC1o Città di Rende a Corigliano-Rossano! Futsal Morelli, è salvezza

Gli Arcieri di mister Carnuccio ribaltano il fattore campo e lo svantaggio della peggiore classifica e conquistano la promozione. Poker salvezza della Futsal Morelli alla Roglianese

FINALE PLAY-OFF

NUOVA FABRIZIO – CITTA’ DI RENDE 1-3
Marcatori: Mosciaro (R), Bianco (NF), Pugliese (R), Arlotta (R)

ColpacC1o del Città di Rende C5 che espugna Corigliano con il risultato di 1-3 sul Nuova Fabrizio e vola diritto in serie C1!

Una finale tesissima, giocata sul filo del rasoio da entrambe le squadre, ognuna motivata a portare a casa la promozione. Il caldo rovente ha richiesto ai ragazzi delle due compagini uno sforzo fisico non indifferente, attutito soltanto dalla voglia di premiare gli sforzi di tutto l’anno e dalla gratitudine ai loro tifosi.
Il Rende sceglie palla e inizia ad impostare il gioco, subito disturbato dal pressing altissimo dei padroni di casa, atteggiamento mantenuto per quasi tutti i 60 minuti.
Punizione in favore del Nuova Fabrizio, bello schema, ma Giovinazzo interviene e sventa il pericolo. In questa prima frazione di gioco il Rende fatica ad oltrepassare la propria metà campo e deve pensarci ancora Giovinazzo, con uno, due, tre interventi provvidenziali che tengono il parziale fermo sullo 0-0. Il numero 1 rendese scuote i suoi compagni che, dopo i primi cinque minuti di sofferenza, riescono a costruire una buona azione in fase d’attacco. Ancora Rende con Lopetrone che recupera e serve un buon pallone a Caligiuri che, però, perde l’attimo e poi palla, i padroni di casa giocano col fiato sul collo senza dare tempo per pensare. Sulla ripartenza del Nuova Fabrizio, Giovinazzo e Gallo sbarrano l’ingresso della loro porta, una sinergia che è il fattore vincente di questa squadra! Occasionissima Rende al 17° che, in un’ammucchiata sotto porta, prova a metterla dentro ma la palla non vuole entrare. Al 27° i biancorossi vanno ancora vicini al goal: un in formissima Lopetrone intercetta palla sulla linea di difesa, chiama il Rende alla ripartenza, nel frattempo fa tutto solo, si accentra e salta l’uomo, poi si defila e ne salta altri due, carica un potente destro in direzione secondo palo ma il suo siluro è impossibile da deviare in rete per Pugliese, seppur pronto in quella zona dell’area avversaria. Si chiude con un incredibile 0-0 il primo tempo, che vede la squadra di casa fare un gioco maggiormente fisico e aggressivo già sul portiere, miglior modo per tenere i rendesi più lontano possibile dalla porta. Il Città di Rende soffre ma resiste e attacca col sacrificio di tutta la squadra e con la qualità che ha sempre contraddistinto gli arcieri. Secondo tempo rocambolesco, l’esatto opposto dei primi trenta minuti. Il Rende rientra in campo con l’atteggiamento di chi è consapevole che può assolutamente farcela, che tutti, uno per uno, meritano questa soddisfazione, che le beffe e le sfortune di questa stagione devono per forza essere sopraffatte da qualcosa di importante! E così, solo quando si diventa consapevoli della propria forza, si materializza il sogno. Al 4° i biancorossi guadagnano calcio d’angolo, in area una bolgia di maglie nere e biancorosse, lo stacco di testa di un ottimo Mosciaro e la palla finisce in rete e fa esplodere la curva, la panchina, il campo, ma sappiamo che è presto per la festa. Infatti, qualcuno ancora esultava che Bianco fa l’1-1. La palla viaggia da una parte e dall’altra del campo, pochi pericoli ma nel mezzo si combatte con le unghia e con i denti. Al 12° il Rende gioca col quinto uomo, Nuova Fabrizio strappa palla, Giovinazzo è fuori dai pali, tiro in porta ma nessun timore: Arlotta sostituisce il suo numero 1 e, sulla linea di porta, spazza via palla con freddezza e sicurezza. Fiato sospeso fuori dal campo, animi infuocati dentro al campo, tutta la tensione di una finalissima playoff! Giovinazzo è una garanzia, portiere di alti ed altri livelli, concentrato e agguerrito dall’inizio alla fine. Al 21° ancora Arlotta autore di una bella giocata, stavolta in fase di costruzione, quando recupera palla, se ne va bene e riesce a servire Vallone dal lato opposto, il capitano aggancia bene e prova il tiro che finisce di poco sopra la traversa. Il tempo sta scadendo e si temono i supplementari, sotto il caldo rovente si fatica e si affanna, lo sa bene Lopetrone che oggi gioca tutta la partita e lo fa benissimo, cercando di dosare le energie per aiutare al meglio la sua squadra. Mancano solo tre minuti al fischio finale ma Pugliese decide che bisogna inventare qualcosa e inventa qualcosa di estremamente lucido ed efficace nonostante la stanchezza: riceve palla per le vie centrali, la gestisce bene, fa una giocata ai danni dell’avversario e calcia forte, tiro che il portiere di casa cerca inutilmente di respingere e si va sull’1-2, la insacca Pugliese a meno tre alla fine! Scade il trentesimo ed il fischietto concede due di recupero. Nuova Fabrizio all’attacco, Città di Rende che difende in tutti i modi il vantaggio, ogni schema è saltato, si gioca per la gloria, si gioca per la C1! All’ultimo assalto dei padroni di casa che giocano col quinto di movimento, risponde un grande Arlotta che mura l’avversario e sul rimpallo aggredisce palla, fa qualche passo in solitaria e punta diritto la porta: traiettoria perfetta, il rasoterra di Arlotta è seguito col fiato sospeso da tutti, ci mette un po’, ma quando oltrepassa quella linea bianca della porta è un’esplosione! Nel giorno del suo compleanno, Arlotta mette il sigillo sul vantaggio del Città di Rende, festeggiano i giocatori, esultano i tifosi. I biancorossi calano il sipario su una stagione incredibile, folle, che ha visto il Città di Rende a capo della classifica, poi in sofferenza lottare per giocarsi i playoff e, infine, superare lo scoglio semifinale fino a conquistare questa meritatissima C1!!!
Grazie ragazzi per questa incredibile avventura, C1 avete creduto e C1 avete trascinato con voi. C1 avete messo il tempo, le gambe e il cuore. La società, col duo Bruni-Vallone, ha puntato su questo progetto che si è rivelato vincente, il ds Serra si è dedicato con dedizione a questi colori, mister Carnuccio ha trovato terreno fertile sul quale lavorare con serietà. Il vostro capitano, come ama dire, vi ha scelti, voluti, rincuorati ma, soprattutto, vi ha voluto un gran bene. Una squadra vincente è composta da persone vincenti e, le persone vincenti non sono altro che Uomini che amano ciò che fanno e si rispettano l’uno con l’altro. Complimenti a voi ragazzi, complimenti a tutti! (Federica Giovinco)

PROMOSSA IN SERIE C1: Città di Rende


FINALE PLAY-OUT

FUTSAL MORELLI – ROGLIANESE 4-1
Marcatori: Dimizio (2), Fuoco, Martino (M) – Pascuzzo (R)

Roglianese

Partita interpretata bene dai nostri ragazzi che iniziano subito in vantaggio, a senso unico nel primo tempo. Nel secondo tempo 2 goal ci portano in vantaggio per 3 a 0, avversari che accorciano le distanze ma inutilmente perché i nostri chiudono la partita con l’ultimo goal del 4 a 1. Finale di stagione molto entusiasmante, adesso testa alla prossima stagione. Grazie a tutti gli sponsor, ai tifosi per averci sostenuto ma soprattutto un grazie a tutti i componenti della rosa, al Presidente, ai dirigenti e al nostro mister. (ASD Futsal Morelli 2015)

GRAZIE A TUTTI !! Non è andata come avevamo sperato, non siamo riusciti a sfruttare la possibilità che il destino ci aveva concesso, ma GRAZIE per averci provato lo stesso, mettendo il massimo impegno di quello che attualmente era nelle possibilità di ognuno. Con un’annata un pò così… di quelle che fai fatica a crederci quando a raccontarle sono stati gli altri… nonostante niente sia girato per il verso giusto, ho apprezzato la voglia di provarci lo stesso, fino alla fine, sperando magari in un colpo di coda della fortuna… ma quando è tutto nero la “luce” fa fatica ad entrare. È stato bello lo stesso, siamo rimasti SQUADRA, GRUPPO, AMICI fino alla fine, quando magari era più facile mollare la presa e farci da parte, e questo è la nostra magra consolazione. (ASD Roglianese)

RETROCESSA IN SERIE D: Roglianese

P