Nei playoff, fattore campo determinante

Vibo sbanca Filadelfia

Filadelfia Vibo Contrariamente a quanto accaduto negli altri due gironi di serie C le squadre di casa, si sono fatte rispettare soprattutto per quel che riguarda la zona promozione. Con risultati non certo definitivi Siderno e Reggio hanno messo in riga le due damigelle d’onore del campionato superandole con una rete di scarto la FF Siderno e con due la Reggio FC rendendo pepati i match di ritorno. Nella zona playout il Vibo imponendosi con tre reti di scarto a Filadelfia mette una seria ipoteca sulla propria permanenza in C2. Da decidere, invece, la squadra candidata alla retrocessione tra Gallico e Sensation in virtù del pirotecnico pareggio di 5-5.

F.F. TOP SIDERNO – LUDOS V.M.  3 – 2

Marcatori: 13’ Lombardo (FS), 39’ Dascola (L), 44’ Cajal (FS), 45’ Lud., 48’ Romeo (FS)

Lombardo FF SidernoVa alla Fantastic la semifinale di andata contro la Ludos al termine di una partita equilibrata. Match corretto condizionato dal caldo. Nel primo tempo è la squadra di casa a fare la partita contro una Ludos mi vista cosi bassa a difendere in queste annate. La percentuale di possesso palla è netta per i padroni di casa, ma gli ospiti si difendono bene per poi tentare di ripartire. A sbloccare al 13’ è Lombardo con un tiro da fuori. Ci si aspetta la reazione della Ludos ma evidentemente la partita d Iracà è stata preparata così ed la squadra continua a difendersi bassa. I ragazzi sidernesi non trovano spazi e la prima frazione termina con il vantaggio di misura dei padroni di casa. Nella ripresa la Ludos si ricorda di essere arrivata seconda e comincia a giocare anche offensivamente e la partita diventa gradevole anche se la pressione per entrambe le squadre è alta. Arriva al nono della ripresa il pareggio di D’Ascola a gelare il circolo Tennis, ma la Fantastic non ci sta ed si riporta avanti grazie ad Cajal che sfrutta al meglio un assist di Fiorenza. L’inerzia sembrerebbe dalla parte dei padroni di casa ma gli ospiti colpiscono ancora per la rete del pareggio a metà ripresa. La reazione dei padroni di casa è veemente ed dopo tre minuti è ancora Romeo a siglare il 3a2 per i sidernesi con il quale si chiude la gara con un risultato che tutto sommato sta bene ad entrambe lasciando alla partita di ritorno l’attesa della finalista. Ottima la direzione del duo catanzarese Lamanna/Trapasso. (A.S. F.F. Siderno)

REGGIO FC – FUTSAL POLISTENA  5 – 3

Marcatori: Mamone (FP), Casile (RE), Laurendi (RE), Guerrisi (FP), Casile (RE), Minniti (RE), Mamone (FP), Casile (RE)

Reggio Non c’è due senza tre! La Reggio Fc, dopo avere vinto i due incontri di campionato, si aggiudica la partita di andata per cinque a tre. Ma sarà la quarta partita, quella più importante, a decretare chi fra queste due magnifiche squadre potrà coltivare il sogno di conquistare la finale. Per quello che si è visto oggi e nei due incontri precedenti lo meriterebbero entrambe, ma solo una sabato uscirà vincitrice. Davanti ad un pubblico che per correttezza e calore meriterebbe ben altri palcoscenici, le squadre in campo si affrontano senza paura cercando di fare propria l’importante posta in palio. Partono forte gli ospiti che si portano in vantaggio su calcio di punizione dal limite, con una rasoiata di mammone che lascia di stucco il numero uno di casa, non esente da colpe. colpiti a freddo, i padroni di casa guadagnano campo e prima con Casile e poi con un immenso Laurendi, sceso in campo in non perfette condizioni, ribaltano il risultato. Da un calcio d’angolo e con la complicità della difesa, distrattamente mal posizionata, gli ospiti pervengono al pareggio con Guerrisi che si fa trovare solo soletto sul secondo palo dove spingere la palla in rete è uno scherzo da ragazzi. Il primo tempo si chiude in parità con un Polistena più in palla ed una Reggio Fc un poco distratta. L’inizio del secondo tempo vede i primi minuti trascorrere con le squadre in fase di studio fino a quando Casile approfitta di una ripartenza per portare avanti i suoi. ReggioA questo punto mister Branca decide di cambiare gioco ed inserisce un pivot puro come Mazzei che fa veramente ammettire la difesa ospite con la sua possenza nei movimenti, ma prima il palo e poi il portiere ospite, vero protagonista in più fasi della partita, gli negano il gol che, invece, trova Minniti portando avanti i suoi di due lunghezze. I padroni di casa potrebbero approfittare di un calo fisico degli avversari ma mammone con un bolide da fuori area accorcia le distanze. Quando la partita sembra volgere al termine, ancora lui, l’eroe della partita in casa con il Siderno, Casile, porta nuovamente avanti i suoi di due a pochi secondi dal fischio finale. A centro campo le due squadre vengono salutate da un lunghissimo applauso che pone fine ad una bellissima giornata di sport. Sabato prossimo si torna in campo per la partita di ritorno e crediamo che ancora una volta queste due grandi squadre regaleranno un nuovo spettacolo. (A.S. Reggio)

SEMIFINALE PLAYOUT (andata)

F.C. FILADELFIA – VIBO C5  2 – 5

Marcatori: 4’ Cimato (V), 12’ Carchedi (FF), 13’ Cimato (V), 24’ Mandarano (V), 42’ Mazzeo (V), 43’ Mandarano (V), 54’ D. Carchedi (FF)

Filadelfia ViboServirà un miracolo alla Futsal per restare in C2. Di fronte ad un rumoroso pubblico parte meglio la squadra di casa subito aggressiva. Ci provano subito Panzarella e Carchedi. Ma é la squadra ospite che passa in vantaggio sfruttando l errore di Ventrici.Cerca di reagire la Futsal ma non riesce ad impensierire il portiere avversario. A questo punto arriva la sorprendente decisione di Mr Rondinelli di rischiare fin da subito il quinto uomo. Scelta che si rivela azzeccata in quanto la squadra di casa trova il pari con Carchedi.Pareggio che però dura poco visto che un altro errore di Ventrici spiana la strada alla squadra ospite. Tutto da rifare per i biancoblu che ci riprovano col quinto uomo ma sbattono contro il muro avversario e si espongono al rischio di subire il terzo gol. Terzo gol che arriva grazie ad un tiro angolatissimo di Mandarano che beffa Ventrici. Futsal non demorde continua ad attaccare ma non riesce a sfondare e finisce cosi la prima frazione. Secondo tempo sulla falsa riga del primo ma stavolta il quinto uomo si rivela arma a doppio taglio e ospiti che ne approfittano segnando due gol di cui uno col portiere tirando da lontano a porta sguarnita. Brutto colpo per i biancoblu che riescono a segnare di nuovo con Carchedi. Si rianima un pò la squadra di Mr Rondinelli e sfiora il gol più volte, uno clamoroso con F. Carchedi. Non c ê più tempo finisce la partita. Ora testa al ritorno in casa del Vibo C.5. (A.S. Francesco Gugliotta)

GALLICO – SENSATION PROFUMERIE  5 – 5

Gallico Sensation centrocampoMarcatori: Crucitti 2, Fiore, Caristi, Crisalli (Ga) – Cremona 2, Totino, Parrinello, Origlia (SP)

Finisce 5-5 la gara di andata dei play-out tra Gallico e Sensation Profumerie. Nella prima frazione di gioco entrambe le squadre si affrontano a ritmo blando, prediligendo per lo più il possesso palla e le ripartenze. Il match lo sbloccano i padroni di casa del Gallico su schema da calcio d’angolo con Crucitti. In precedenza, Cremona per la Sensation Profumerie sbaglia una doppia occasione. Il pari arriva a 10′ dal termine su assist di Cremona per Totino che di scivolata trova il tempo giusto per metterla dentro. Poco dopo, su errore da disimpegno, i padroni di casa bianco-rosso vestiti trovano la rete del vantaggio con Fiore, portandosi sullo 2-1, risultato con il quale si chiude il primo tempo. Nella ripresa, è tutto un altro match, dettato all’attacco da entrambe le compagini. I padroni di casa approfittano di alcuni errori commessi dagli ospiti e si portano sul 4-1 prima con il goal da fuori di Crisalli e successivamente da Caristi. Gallico Sensation La Sensation Profumerie non ci sta e con Parrinello che la piazza da posizione defilata accorcia le distanze. Successivamente, entrambe le squadre sbagliano due occasioni in ripartenza. Poco dopo, Origlia servito da Cremona, trova il goal del 4-3, ma il Gallico non demorde e con Crucitti trova la rete che ristabilisce i due goal di scarto. La Sensation Profumerie si rifà sotto e con Cremona riaccorcia le distanze. Sul finale, ecco che arriva, su schema di calcio d’angolo, il goal del pari, ancora con Cremona. Finale infuocato nel terzo di recupero: fallo a favore del Gallico non fischiato dai due direttori di gara presenti oggi, l’azione continua con un due vs uno per la Sensation Profumerie che attacca in avanti, ma l’arbitro, incredibilmente, fischia la fine. (A.S. Max Power)