II^ Trofeo Coppa della Regione serie D

Vibo marina teatro della seconda edizione

Prato San Marco Argentano Si svolgerà nel palasport Giancarlo Nasso di Vibo marina la seconda edizione della Coppa Regione, manifestazione riservata alle vincitrici dei quattro gironi della serie D. Dopo il positivo riscontro della prima edizione organizzata Locri, vinta ai calci di rigore dalla Pol. Icaro, il CRC sembra intenzionata ad istituzionalizzare questo torneo inserendolo nel calendario degli eventi dalla prossima stagione. Nel mentre conosciamo meglio con una breve presentazione le quattro neo promosse alla prossima C2 iniziando dal girone A vinto, appena due settimane fa, dal Prato San Marco Argentano. La squadra cosentina con una media di 7,86 reti è la più prolifica delle quattro partecipanti avvicinandosi alla media record di 8,3 detenuta dalla Fooball Five Paola (2008/2009). Lo score di campionato parla di 18 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte. Dal Girone B arriva il Crescendo (LM Blindate KR) squadra anch’essa votata al giuoco offensivo al punto di chiudere la stagione con una media reti di 7,83. Il rendimento stagionale decreta 16 vittorie, 0 pareggi e 2 sconfitte.Crescendo Identico percorso seppur con meno reti realizzate è quello del Rombiolo vincitrice del girone C. Nel gruppo più meridionale a spuntarla è stata la Città di Lazzaro squadra avente la migliore difesa delle quattro (48 reti media 2,66) ma, anche il peggiore attacco. Questo lo score: 13 vittorie, 4 pareggi ed una sconfitta. A dirigere le gare in programma saranno Brogna Giuseppe di Vibo e Michienzi Rosario di Lamezia. Di seguito un estratto del Comunicato Ufficiale.

ROMBIOLO Il quadrangolare si svolgerà DOMENICA 22 MAGGIO 2016, sul campo Palasport “Giancarlo Naso” di VIBO VALENTIA MARINA, sito in Viale delle Industrie, appositamente messo a disposizione dalla società A.S.D. Vibo Calcio a 5.

L’ organizzazione della manifestazione, è demandata alla società A.S.D. VIBO CALCIO A 5 in accordo con la Delegazione Provinciale FIGC LND di Vibo Valentia.

Citta di LazzaroLe gare, determinate a seguito di apposito sorteggio, avranno la durata di (30) trenta minuti ciascuna (due tempi da 15 minuti), il cui orario di inizio viene fissato come segue:

prima semifinale

CITTA DI LAZZARO – ROMBIOLO CALCIO A 5 ore 15.00

seconda semifinale

PRATO SAN MARCO ARGENTANO – CRESCENDO ore 15.45

finale 3° e 4° posto ore 17.00

finale 1° e 2° posto ore 18.00

REGOLAMENTO

Per ogni gara che termina in parità, al fine di stabilire la vincente, si procederà direttamente all’effettuazione dei calci di rigore secondo la Regola 7 delle “Regole del Giuoco” e successive modificazioni. Si precisa che le quattro società sono ritenute responsabili dell’ordine pubblico, debbono essere dotate di due parure di maglie di diverso colore e di due palloni regolamentari ciascuna.

DISCIPLINA SPORTIVA

Brogna e MichienziLa manifestazione non rientra nell’attività ufficiale prevista dall’art. 23 del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti. La disciplina della competizione è demandata al Giudice Sportivo Territoriale del Comitato Regionale Calabria – L.N.D. – Catanzaro. Trattandosi di competizione a rapido svolgimento, le decisioni di carattere tecnico che adotterà il Giudice Sportivo Territoriale in ordine ai risultati delle gare, saranno inappellabili. Per gli altri provvedimenti adottati dal Giudice Sportivo Territoriale nei confronti di Società e/o tesserati, se impugnabili, si potrà adire la Commissione Disciplinare Territoriale, nell’osservanza delle vigenti norme regolamentari. Avverso i risultati delle gare, per qualsiasi motivo, i reclami corredati della richiesta di addebito della prescritta tassa, dovranno essere proposti, unicamente, al Giudice Sportivo Territoriale del Comitato Regionale Calabria entro dieci minuti dal termine della gara. Il relativo preannuncio deve essere formulato direttamente all’arbitro a fine gara. Nel caso una Società rinunci, per qualsiasi motivo, alla disputa di una gara, o nei suoi confronti vengano applicate le sanzione previste dall’art. 17 del C.G.S. (gara persa con il punteggio di 0 – 6), la stessa verrà esclusa dal proseguimento della manifestazione. La rinuncia a gara comporterà l’esclusione dalla manifestazione e la sanzione dell’ammenda di €. 200,00. Trattandosi di Torneo le sanzioni di squalifica a carico di calciatori per una o più giornate residue al termine della stagione sportiva 2015/2016 non si ritengono scontate nella manifestazione Trofeo Coppa della Regione”. I tesserati colpiti da sanzione a tempo non potranno comunque partecipare alla manifestazione. Le eventuali sanzioni residue, irrogate nel corso del Trofeo, che non possono essere scontate nel corso della stessa manifestazione, si sconteranno dalla prima gara utile di campionato della s.s. 2016/2017. Per tutto quanto non disciplinato espressamente nel presente Regolamento, si applicano le norme contenute nel Codice di Giustizia Sportiva.