La Sportiva Cariatese, la vittoria del gruppo

Speciale sulla squadra che si è aggiudicata il girone A

Alla vigilia di questo campionato, in pochi avrebbero scommesso sulla vittoria finale della L.S. Cariatese. Nonostante la denominazione ricordi la storica società di calcio a 11 questo nuovo sodalizio, guidato dal veterano ex presidente (C11) Giuseppe Matera, insieme ad altri nuovi dirigenti, hanno intrapreso con tanto entusiasmo la nuova avventura di futsal avendo come obiettivo quello di ben figurare. Composta da diversi “maturi” calcettisti  insieme ad interessanti giovani il sodalizio ionico ha bruciato tutte le tappe e tra grandi exploit, cadute rovinose e colpi di scena, in virtù di una grande coesione e determinazione ha tagliato il traguardo finale avendo la meglio su due validissime ed anche più quotate avversarie  come il Real Krimisa e la Folgore Cariati. Ripercorriamo in sintesi il cammino delle tre principali protagoniste. Sin dalle gare iniziali si intuisce che, il discorso promozione è circoscritto alle tre menzionate squadre tant’è che, dopo le prime otto gare la Cariatese veleggia a punteggio pieno seguita a cinque lunghezze dal Krimisa e sette dalla Folgore. Il quintetto del presidente Matera sembra inarrestabile ma, a cavallo tra la fine del girone d’andata e l’inizio del ritorno incappa in due sconfitte consecutive (Parenti e Mongrassano) consentendo alle due avversarie di riportarsi sotto in classifica rispettivamente a -1 (Krimisa) e -3 (Folgore) anche in virtù del pareggio in extremis agguantato dai cugini della Folgore contro i calcettisti di Cirò. Evitato il sorpasso la Cariatese continua a guidare la graduatoria fino alla 13^ giornata. Nel turno successivo uno scatenato Real Krimisa passa d’autorità sul campo della capolista scavalcandola in classifica venendo altresì agguantata al secondo posto dalla Folgore. I sogni di vittoria dei cosentini sembrano svanire ma, nel turno successivo Real Krimisa e Folgore Cariati compiono un harakiri interno, la prima facendosi battere di misura da Futsal Acri mentre, la Folgore si divide la posta con il Mongrassano. La Cariatese non si lascia sfuggire la ghiotta occasione ed espugnando il campo del Cetraro torna leader della classifica. Il sedicesimo turno di campionato è quello della verità per Amodeo e compagni i quali vincendo contro i cugini della Folgore blinderebbero il primato. La realtà del campo dice tutt’altro con una Folgore strepitosa che s’impone con un netto 3-7. A questa sconfitta interna segue il successo del Real Krimisa che, ritorna in vetta con un punto sulla Folgore e due sulla Cariatese. A due turni dal termine i giochi sembrano fatti ma, a cambiare le carte in tavola è l’esclusione dal campionato del Parenti con conseguente cancellazione dei punti conquistati. Il ribaltone è servito! La Cariatese torna leader della classifica legittimando il primato nell’ultimo turno esterno sul campo della Coscarello, distanziando di un punto il Real Krimisa e 5 dalla Folgore Cariati. Onore e merito, dunque, ad un gruppo che malgrado qualche tensione, non si è mai disunito. Un particolare elogio va fatto al “giovane” portiere sessantenne Vittorio Malara punto di riferimento del gruppo nonché mentore del più giovane titolare tra i pali Simone Torchia. Il veterano numero uno in virtù di un eccezionale passione ha tutta l’intenzione di proseguire a difendere i pali della L.S. Cariatese anche nella prossima stagione di C2.

Vittorio Malara

Prima di vedere i voti assegnati ai suoi giocatori dal mister Antonio Pirillo occorre esaltare le doti di un uomo, prima che tecnico nel guidare un mix di calcettisti esperti e giovani miscelandoli sapientemente nelle singole gare affrontate. Sicuramente a mister Pirillo va dato un grande merito nella gestione gare alcune vinte in extremis ed a conti fatti, rivelatesi determinati.

VOTI CALCETTISTI

S. Torchia e Malara

Torchia Simone voto 9: Chiamato in causa dopo parecchi anni ha dimostrato di essere ancora tra i numeri uno l’anno prossimo arriverà al top della forma.

Malara Vittorio voto 7: Grande motivatore e grande preparatore dei portieri. Complimenti anche quando è stato chiamato in causa facendosi trovare pronto. Futuro preparatore portieri.

Trento Edoardo voto 6: Ragazzo educato,  si è calato nel gruppo senza mai dire una parola sbagliata ha esordito in serie D con ottimi colpi.

Martino Raffaele voto 7: Primo anno per il 16 enne che ha esordito con i grandi palesando ottime prospettive al punto di essere migliorato tantissimo da inizio stagione.

Montesanto Gigi voto 7 : Le volte che è sceso in campo ha dato una grande mano per la vittoria

Torchia Daniele voto 7: Al primo anno di futsal ha faticato un po’ all’inizio ma poi ha iniziato a capire ciò che gli chiedeva il mister distinguendosi per l’impegno profuso.

Sicignano Gerardo voto 7: Ad inizio campionato ha dato una grossa mano per incanalare le prime vittoria della Cariatese. Di seguito, tra infortuni ed altre problematiche ha giocato meno. Tuttavia  essendo al primo anno di futsal ha dato il suo determinante contributo.

Forciniti Marco voto 8: Primo anno di futsal ed anche per lui ottime potenzialità. Dotato di un grande tiro, ottima velocità è migliorato in fase difensiva. Con i consigli giusti diventerà un ottimo calcettista.

Mangone Pasquale voto 8: Ragazzo di grande prospettiva con ottime qualità primo anno nel futsal diventerà un ottimo calcettista.

Russo Luciano voto 9: Un vero gladiatore. Da grande capitano ha dato cuore ed anima per la squadra. In questo suo primo anno di futsal ha seguito i consigli in modo perfetto rivelandosi l’arma in più della squadra.

Montesanto Luigi voto 6: Ha esordito sia in campionato che in coppa offrendo delle valide prestazioni. Ottimo ragazzo determinante per il gruppo.

Amodeo Luigi voto 10: Ottimo calcettista dotato di tecnica sopraffina maturata nelle categorie superiori dalla C alla B. Con i suoi tanti gol ha contribuito in modo eccelso alla vittoria del campionato.

Luigi Amodeo durante la premiazione di Filadelfia

Pirillo Giovanni voto 10: Classe sacrificio e tattica per un calcettista di categorie superiori. Mettendosi a disposizione della squadra rivestendone tutti ruoli, ha contribuito in maniera decisa al salto di categoria.

Martino Antonio s.v. Appena due partite di alto livello (determinanti ai fini del successo finale) per un grande talento ex Crescendo (C1).

Il DS Massimo Martino: “La Sportiva Cariatese ha grandi progetti nel calcio a 5”

Di seguito il bilancio e i propositi futuri del ds Massimo Martino. “Si è concluso il campionato di calcio a 5 serie D girone A con la vittoria della L.S. CARIATESE , premiata dagli alti vertici della federazione nel palasport di Filadelfia (VV), in seguito ad un triangolare regionale dove si sono affrontati le tre vincenti dei rispettivi gironi calabresi. Il triangolare ha visto la Cariatese battere lo Sporting Melicucco per poi perdere contro l’Atletico sportivo Squillace che si aggiudicata la SUPERCOPPA REGIONALE.

LS Cariatese premiata a Filadelfia dal Delegato regionale Della Torre con la Coppa per la vittoria del girone A

Questo è stato il primo anno assoluto per la Cariatese nel partecipare ad un campionato di Futsal, tra l’altro con giocatori in rosa che non  avevano mai praticato il calcio a 5. Il tutto nasce per gioco, in un incontro tra il grande calcettista (Antonio Pirillo) ed il dirigente della Cariatese (C11) Massimo Martino quali, propongono al Presidente Peppuccio Matera ed a gli altri dirigenti, di costruire una squadra di calcio a 5, cercando di fare un campionato dignitoso con ambizioni future.

Martino, Matera, mister Pirillo e Montesanto

All’inizio non è stato semplice per Mister Pirillo amalgamare la squadra ma, grazie all’impegno ed i sacrifici di tutti i componenti della squadra, si è inanellata una serie di 8 vittorie consecutive scavando un solco tra le dirette inseguitrici. Sembrava troppo facile, ma per via di qualche infortunio di troppo, c’è stato un piccolo calo che ha consentito le inseguitrici di recuperare, infuocando la volata finale. Il campionato purtroppo è stato “falsato” dal Parenti, causa la mancata presentazione in alcune trasferte. In virtù di quanto premesso alla seconda gara, il Giudice sportivo applicando il regolamento, ha  escluso la squadra dal campionato azzerando i punti conquistati dalle altre squadre. Alla fine sono sedici le gare disputate dai ragazzi di mister Pirillo, con ben 13 vittorie e solo 3 sconfitte, portandosi cosi a 39 punti sul campo, ad un solo punto di distanza dal Real Krimisa di Cirò e 5 dai cugini della Folgore Gelateria Fortino. Dopo questo grande trionfo, la dirigenza è intenzionata a puntare forte sul Futsal per cui,  si cercherà di costruire un settore giovanile cercando di dare un futuro alternativo e pieno di soddisfazioni a tutti i tifosi, sempre pronti a sostenerci”.

P