Under 19 regionale, il commento della quinta giornata

Le Pantere Nere Catanzaro consolidano la vetta nel girone C

Archiviata un’altra giornata, l’ultima del girone d’andata, si iniziano a delineare gli scenari nei 5 gironi del campionato di juniores regionale

Nel Girone A, procedono a braccetto Farmacia Vincenzo Arturi e Rossano Centro Storico vittoriose, rispettivamente, sulla Roglianese per 11-0 (3 gol di Minervino, 2 di Mandaliti, Mandarini e Sansostri e uno per Martello e Mantuano) e sul Guardia per 7-6 (trascinatore Bauleo con 4 gol, poi Calabrò, Rizzo e Marino). Rimane invece ultimo in graduatoria il Città di Rende, che cade ancora una volta tra le mura amiche contro il Sinco Bisignano, vittorioso per 11-5 (5 gol per Maiuri, 3 per Marsico, 2 per Verta, 1 per Lento nel tabellino dei biancoverdi).

Nello scontro di vertice del Girone B, Boscolandia e Futsal Kroton si dividono la posta in palio, 6-6 con reti dei padroni di casa realizzate da Mosciaro(X3), Bevilacqua(X2) e Serra. Il match tra ultime della classe viene invece vinto dal Futsal Morelli, 9-6 il finale sul campo del Giove con Campanaro (X3), Reda (X2), Calabrese (X2), Coscarella e Mastroianni a segno per i rossoblu.

Futsal Morelli

Successo in larga misura delle Pantere Nere, che, per quanto concerne il girone C, espugnano il campo del Tre Colli con un 13-2 senza appelli. Sugli scudi Iozzi e Primerano (3 gol a testa), che consolidano la leadership in classifica dei catanzaresi.

Pantere Nere Catanzaro

Spostandoci di qualche kilometro verso sud, continuano a correre 365 Roccella e Natural Futsal nel girone D. I primi vincitori a Siderno per 11-2 (4 Zakarya Osman, 2 Ilyas Osman, Frascà, Campa e 1 Zappavigna per gli ospiti, Figliomeni e Belcastro per i padroni di casa), i secondi giustizieri del Futsal Seles con il punteggio di 8-5 (3 Albanese, 2 Lucantonio Malivindi, 1 Romeo, Ammendola e Luca Malivindi per il Natural; Iervasi, Panetta, Natì, Russo e Marando per il Seles). Ad inseguirli è la Sensation, che ottiene 3 punti importantissimi contro il Cittanova vincendo 7-5.

Chiudiamo con il Girone E, nel quale si giocherà la settimana prossima Cataforio-Soccer Academy mentre Gallinese e Olimpia continuano nella loro marcia vincente. La capolista si sbarazza del Real Arangea con un pesantissimo 14-1 (poker Ferraro, doppiette di Spinella, Iaria E. e Nucara e una rete a testa per Prestopino, Iaria G., Cantarella e Marino), l’inseguitrice risponde battendo 10-5 la Xenium in trasferta.

Ora ci sarà la sosta natalizia, ma poi, ovviamente, tutti in campo per continuare la marcia verso la fase successiva. Tutta la redazione di Calabria Futsal ne approfitta per farvi i più sentiti auguri di Buon Natale. (Christian De Nicolò)

Real Arangea

Gallinese – Real Arangea 14 – 1

LA SCONFITTA NON È LA COSA PEGGIORE, NON AVERE IL CORAGGIO DI AFFRONTARLA È IL PEGGIOR FALLIMENTO.

Viviamo in un’epoca in cui la vittoria sembra essere l’unico metro per misurare il successo o l’insuccesso. Ma esiste un valore importante dietro le sconfitte, dietro questa sconfitta. Contro la prima della classe indiscussa, formazione, la Gallinese, di grande qualità che si presenta al meglio del proprio roster, per un equivoco sul calendario i ragazzi giallo neri si ritrovano solo in 6, assenze importanti, che obbligano i mister Tarsilia e Malara, a schierare addirittura uno dei portieri come giocatore di movimento. Contro un avversario così forte, in queste condizioni, serviva coraggio e grande carattere per andare incontro ad una sconfitta annunciata e pesante. Nello sport e nella vita spaventa perdere una partita, spaventa il non vincere una gara, spaventa non passare un esame, spaventa perdere un amico, spaventa affrontare una delusione, spaventa pensare al futuro incerto.
Ma i nostri ragazzi, hanno voluto dimostrare che la sconfitta non li spaventava, che la sconfitta non è qualcosa di degradante e non è qualcosa di cui vergognarsi. Con lo sport si può imparare ad essere migliori anche nella vita, loro lo hanno capito e ci hanno dimostrato che spesso la parte migliore della vita si svolge dentro una sconfitta dove si possono giocare le partite migliore, quelle affrontate con più coraggio, con più entusiasmo, di sicuro con più lealtà e sentimento per la propria squadra, per la propria maglia e senza paura ma a fronte alta.
Tutto il Real Arangea vuole ringraziare e abbracciare i ragazzi che ci hanno dato questa lezione di vita: Antonino Fanti, Andrea Laganà, Gabriele Genio, Damiano Puntillo, Karol Morello, Mario Marra. Siete stati la parte migliore di noi.
Ufficio Stampa Real Arangea.

P