Traforo e Cittanova si annullano. Città di Fiore e Melito retrocedono in C2

Arrivederci a Città di Fiore e Melito

Traforo Cittanova terzo tempo

Risultato più unico che raro nel match d’andata della finale playoff. Al termine di una gara sin troppo agonistica Traforo e Cittanova, chiudono in parità il primo round demandando la vittoria finale alla decisiva sfida sul campo avverso. Nessuna sorpresa nei due incontri playout che, hanno sancito la mesta retrocessione delle blasonate Città di Fiore e Melito al termine di gare comunque combattute ed incerte.

FINALE PLAYOFF (andata)

L.S. TRAFORO – EDILFERR CITTANOVA 0 – 0

Tiro libero Foti paratoBrutta gara questa tra le due finaliste playoff. L’alta posta in palio e gli organici rimaneggiati non bastano a giustificare una sfida povera di contenuti tecnici e fin troppo combattiva. Gli ospiti presentatesi con diversi juniores in distinta hanno fatto di necessità virtù offrendo una prestazione muscolare irretendo i padroni di casa incapaci di imbastire costruttive azioni da goal spesso venendo sopraffatti dalle tempestive chiusure di Cosoleto e compagni. Soffermandoci sulle occasioni da goal la squadra che, ne ha creato di più è stata il Cittanova le cui iniziative sono finite preda dell’attento portiere Barbera. Poco sollecitato, invece, il più noto Lo Gatto distintosi nel respingere un tiro libero nel finale di gara su incursione di Berardi. Da tali premesse si desume la pochezza di una sfida che, nelle previsioni della vigilia si preveda qualitativamente migliore. tiro libero Buffone paratoDecisamente da dimenticare la prima frazione nella quale tra duri contrasti ed interruzioni varie il tempo effettivo di giuoco si è ridotto a meno di 15’. A conferma di quanto descritto il fatto di avere raggiunto il quinto fallo, da parte del Traforo, dopo soli 10’ di contro, invece, espulso al 16’ per doppia ammonizione Lucas Ribeiro. Malgrado ciò il primo tiro libero viene assegnato al 22’ agli ospiti banalmente calciato da Foti tra le braccia di Barbera. Al 29’ è stato il turno del Traforo ricevere il tiro libero ma, Buffone, imitando il collega avversario calcia forte ma centrale e per Lo Gatto è un giuoco bloccare la sfera. Un tantino migliore la seconda parte di gara che, ha visto uno sterile predominio del Traforo mentre, di rimessa Cosoleto e Canfora hanno sfiorato il vantaggio. I padroni di casa, creano la più concreta azione offensiva nei minuti di recupero con lo sgusciante Berardi il cui tiro, trova la pronta risposta di Lo Gatto.

SEMIFINALE PLAYOUT (ritorno)

MAESTRELLI – CITTA’ DI FIORE 1 – 2 (and. 3 – 2)

Marcatori: 38’ Chiaia (M), 56’ Simari (CF), 65’ Madia (CF)

Chiaia Maestrelli Gara molto tattica questa tra due quintetti inizialmente molto prudenti. Nei primi 30’, infatti, nessuna delle due squadre osa alzare il baricentro più dell’altra finendo con l’annullarsi. Nella ripresa una accelerata improvvisa di Bagnato consente all’accorrente Chiaia di insaccare la palla del provvidenziale vantaggio. Il Città di Fiore non demorde e negli ultimi 15’ si schiera con il portiere di movimento. L’attento portiere Longo, si erge a protagonista respingendo gli assalti fino a quando al 56’ i silani, trovano il pertugio vincente pareggiando il conto con Simari che, nell’impeto della marcatura sbatte contro il palo infortunandosi al punto di uscire dal campo. Forte del vantaggio maturato nel campo avverso i reggini, allentano la morsa e nell’ultimo dei 5’ di recupero, subiscono da Madia la rete della sconfitta indolore.

 

BOVALINO – MELITO 4 – 2 (and. 2 – 2)

Marcatori: 25’ Pipicelli (B), 45’ Olivieri (M), 50’ G. Avarello (B), 52’ F. Avarello (B), 58’ Toscano (M), 60’ G. Avarello (B)

Giovanni Avarello BovalinoPartita molto equilibrata. I primi minuti gli ospiti fanno buona pressione sugli amaranto, impensierendo Errante che in un’occasione si supera sul tiro di Barilla. Dopo un inizio sofferente viene fuori, guidata da capitan Pipicelli, nettamente il migliore dei suoi, che impensierisce Manti. Piu tardi sono sempre i locali a farsi pericolosi con Avarello Giovanni che prende il palo ed Clemente che arriva tardi sul secondo palo per deviare l’assist di Federico. La svolta del primo tempo è nel finale, quando una serpentina di Pipicelli si conclude con un tiro potente sotto la traversa. Nella ripresa regna l’equilibrio fino al pari melitese al 15′ che rimette tutto in gioco. Qualche minuto di sofferenza dei padroni di casa seguente al gol subito termina quando un prorompente Clemente si libera di tre avversari ma trova un super Spanti, che però non può nulla sulla ribattuta di Giovanni Avarello. Il Melito subisce il colpo e prende il terzo gol. Francesco Avarello deve solo appoggiare l’assist di capitan Pipicelli. Con dieci minuti alla fine, mister Franco chiama il timeout per inserire il quinto giocatore di movimento. Ne segue un lungo possesso palla, ma il Bovalino difende bene, finchè a due minuti dal termine subisce il secondo gol. Il Futsal Melito continua con la pressione, ma una palla rubata e finalizzata da Giovanni Avarello fa esplodere un Pala La Cava gremito. E dopo un minuto di recupero, il fischio finale del duo Lamonica – (arbitro 2) fa iniziare la festa bovalinese per una salvezza ottenuta in una stagione tribolata. A.S. Filippo Macrì)

Retrocedono in serie C2: CITTA’ DI FIORE – MELITO