Casali del Manco trionfa nella final-four

Spettacolo, fair-play e organizzazione impeccabile a Polistena

La tripletta di Fortino e le parate di Cuconato decisive per la vittoria del team di Marco De Marchi

POLISTENA C5 – CASALI DEL MANCO  3 – 4

L’esultanza del Casali del Manco

Il risultato che non ti aspetti matura nella finale con l’inattesa ma, meritata vittoria del Casali del Manco sulla squadra di casa del PC5. I meriti vanno divisi tra un gruppo di amici che giocano insieme da anni guidato da un mister di elevato spessore tecnico.

Ed è proprio mister Marco De Marchi l’arma in più di una squadra compatta e disciplinata, capace di dare una indelebile impronta di giuoco credendo fermamente nei suoi ragazzi al punto di sovvertire i pronostici. Un plauso anche al Polistena per una gara all’insegna del fair-play e per una impeccabile organizzazione davanti ad una straripante pubblico. Inizio a spron battuto dei padroni di casa da subito in pressing sui portatori palla avversari. Immediata la replica del Casali del Manco che, accetta il duello ravvicinato. A questa iniziale fase seguono delle giocate più ragionate non degne di nota. Il primo acuto offensivo è del Polistena con Giovinazzo che impegna Cuconato. Lo stesso Giovinazzo riprova al 9’ trovando ancora in Cuconato una pronta respinta in angolo. Il Casali del Manco non resta a guardare e con un pressing alto mette Fortino nelle condizioni di tirare verso l’altrui porta spedendo la sfera in alto. Questa tattica, così come accaduto in semifinale con il Mirto, genera i suoi frutti quando Rovito, raccogliendo la respinta di Mazzei su tiro di Fortino, concretizza la rete del vantaggio. Il Polistena non si scompone più di tanto e proseguendo nel forcing al termine di una azione manovrata, pareggia il conto con un preciso diagonale dell’iperattivo Giovinazzo. Il Casali del manco accusa il colpo ed un minuto dopo rischia di subire il sorpasso ad opera del subentrato Politanò il cui tiro si stampa sulla traversa. Alle menzionate emozioni  segue una fase di stallo caratterizzata da virili contrasti e diverse interruzioni per punizioni varie.

PC5

Nel finale di tempo è ancora il Polistena a rendersi pericoloso con due conclusioni di Cosoleto entrambe annullate dall’ottimo Cuconato che si conferma portiere di categoria superiore. Schioppettante l’avvio di ripresa con Insana che calcia di poco a lato e su immediata replica Potesito induce Mazzei alla deviazione in angolo. Dagli sviluppi del corner Fortino è il più lesto e sorprendendo il portiere locale riporta avanti il Casali del Manco. Il Polistena disorientato non capisce la lezione e quasi in fotocopia subisce la terza rete nuovamente da Fortino. I cosentini provano a sfruttare il momento favorevole ed al 36’ si vedono negare la rete della sicurezza da Napoli. A questo punto il Polistena si riorganizza ed inizia a prendere di mira la porta difesa dall’insuperabile Cuconato che, tiene indenne la propria porta dai tiri (in ordine) Politanò, Napoli, Giovinazzo.

Il match-winner Cristian Fortino con la Coppa

I padroni di casa raccolgo i frutti della costate pressione al 53’ quando Insana riesce a superare Cuconato riaprendo la contesa. I ragazzi di mister Spanò, commettono l’errore di alzare troppo il baricentro e dopo pochi secondi di rimessa, vengono nuovamente castigati da Fortino. Il Polistena deve ricominciare daccapo ma, con minore tempo. Al 55’ Ferraro trova nel solito portiere un muro mentre, al 59’ un tiro dalla distanza di Napoli rimette in corsa i locali tra le vibranti proteste degli avversari per una presunta deviazione di mano di Politanò. Nel concitato forcing finale nell’ultimo minuto di recupero capitan Insana ha suoi piedi la palla dei supplementari ma, la poca lucidità gli fa calciare il pallone fuori. Il match finisce qui tra gli applausi di uno sportivissimo pubblico ed i complimenti degli avversari concludendo una manifestazione dove a vincere è stato lo sport. GRAZIE ALLA CITTA’ DI POLISTENA

POLISTENA: Mazzei, Spanò, Insana, Borgese, Condina, Cosoleto, Giovinazzo, Politanò, Ferraro, Galizzi, Napoli, Vomera.  Allenatore: Spanò

CASALI DEL MANCO: Cuconato, Salatino, Rovito, Milano, Gervasi, De Rose, Potesito, M. Fiore , Fortino, Perri, E. Fiore, Principe.  Allenatore: De Marchi

Arbitro 1: Cartisano Alessandro Alfredo di Reggio Calabria– Arbitro 2: Gatto Luca di Lamezia – Arbitro 3: Suriano Giuseppe di Vibo

Marcatori: 13’ Rovito (CM), 16’ Giovinazzo (PO), 32’ e 34’ Fortino (CM), 53’ Insana (PO), 53’ Fortino (CM), 59’ Napoli (PO)