Gym senza sosta, Enotria e Cataforio seguono a ruota

Si è giocata l'undicesima giornata della Serie C1 - in foto la Gym Point 

Spread the love

Gym Point – Maestrelli  4 – 2
Marcatori: 2 Casile (G), Nelo (G), Fiorenza (G), Princi (M), Chiaia (M)

Casile NinoDopo la settimana di sosta causa maltempo torna la Serie C1 e torna a vincere la Gym Point, che si impone per 4 – 2 tra le mura amiche contro la Maestrelli e mantiene dunque il primato in classifica.
Avvio di gara che vede i padroni di casa partire col piede sull’acceleratore, ma gli uomini di mister D’Arrigo sono sempre ben murati dal numero uno ospite De Stefano. La Maestrelli però non resta a guardare ed a metà frazione trova addirittura la rete del vantaggio, messa a segna da Princi, che porta il parziale sullo 0 – 1. Passata in svantaggio, la squadra locale torna a mettere pressione alla retroguardia avversaria ed i frutti arrivano ad un paio di minuti dal rientro negli spogliatoi, quando Nelo riesce a mettere dentro il goal che riequilibra il punteggio. Allo scadere la Gym Point ha l’occasione per completare la rimonta quando la Maestrelli raggiunge il bonus dei falli e concede a Fiorenza la chance del tiro libero, che non viene fallita: 2 – 1 e squadre che tornano negli spogliatoi.
Al rientro in campo la Maestrelli reagisce subito al tremendo uno-due subito nel finale della prima frazione, trovando dopo pochissimi minuti il 2 – 2 con Chiaia. La gioia per gli ospiti dura però poco, perché dopo pochi minuti sale in cattedra Casile che, tanto per cambiare, timbra il cartellino e riporta i suoi in vantaggio. La Maestrelli prova a prendere in mano il pallino del gioco per ritrovare la parità e gioca anche la carta del portiere di movimento a una decina di minuti dalla fine, ma la mossa non sortisce gli effetti sperati, perché ancora Casile ruba palla a centrocampo e lascia partire un tiro che si insacca nella porta sguarnita per il 4 – 2 della Gym Point. Padroni di casa che nei restanti minuti si limitano a controllare il vantaggio e portano a casa tre punti che gli consentono di mantenere la vetta della classifica.

Lokron – Futsal Enotria  1 – 4
Marcatori: 2 Amerato (E), Galera (E), Rizzo (E)

Amerato Danilo EnotriaIl Futsal Enotria conferma il suo invidiabile stato di forma imponendosi in scioltezza per 1 – 4 sul campo del Lokron e portando a casa la quinta vittoria consecutiva, che consente agli uomini di mister Brescia di confermare la propria seconda posizione in graduatoria e di mantenere inalterato il distacco dalla capolista Gym Point.
Prima frazione che vede gli ospiti prendere il pallino del gioco in mano sin dai primi minuti. La supremazia territoriale del Futsal Enotria viene coronata al minuto dieci dalla rete di Galera, che sblocca il risultato e mette la partita in discesa. Il Lokron prova una timida reazione, ma Scerbo è bravissimo a dire di no ed a tenere inalterato il parziale. Al 20′ arriva poi il raddoppio degli ospiti, che questa volta vanno in rete con Rizzo.
Nella seconda frazione il Lokron prova ancora a rientrare in partita, ma al 12′ i giochi vengono virtualmente chiusi dalla rete di Amerato, che mette dentro lo 0 – 3. Gli ospiti gestiscono il risultato, rintuzzando ogni tentativo di rientrare in partita da parte dei padroni di casa, che capitolano ancora al 28′, è ancora Amerato ad andare in rete ed a firmare il Poker dell’Enotria. Nei minuti finali arriva il goal della bandiera per i padroni di casa, che trasformano un tiro libero che fissa il punteggio sull’1 – 4 finale.

Futsal Cosenza – Zefhir Mega Five  5 – 5
Marcatori: 2 Carbonaro (C), 2 Perri (C), Lupinacci (C), 2 Stuppino (Z), Dieni (Z), Spanò (Z), Zoccali (Z)

Perri MaikolFinisce in parità la sfida tra Futsal Cosenza e Zefhir Mega Five, che impattano 5 – 5 al termine di una partita rocambolesca, che sembrava già ampiamente archiviata al termine della prima frazione per gli ospiti, che invece sono stati clamorosamente raggiunti nella ripresa grazie ad una grande prova d’orgoglio dei cosentini.
Come anticipato, nella prima frazione è notte fonda per il Futsal Cosenza, che resta in balia degli avversari e sembra crollare sotto i colpi di Stuppino, Dieni, Spanò e Zoccali. La prima frazione si chiude con un 1 – 5 che sembra chiudere virtualmente i giochi.
Nella ripresa però accade che lo Zefhir, probabilmente troppo convinto di aver già portato a casa il risultato, si ammorbidisce un pò troppo e subisce il ritorno dei padroni di casa, bravi a tirare fuori il carattere ed a riportarsi dapprima in partita e poi a riagguantare il pareggio, trascinata dalle reti di Carbonaro e Perri (autori entrambi di una doppietta). La partita dunque si chiude su un risultato di parità che rispecchia la supremazia alternata delle due formazioni nelle due frazioni, ma che lascia sicuramente molto amaro in bocca allo Zefhir che nella ripresa ha gettato alle ortiche due punti.

Amantea – Sporting Club Corigliano  6 – 4
Marcatori: 3 Pellegrino (A), Furano (A), Motolese (A), De Luca (A), Busa (S), Galiano (S), Valente (S), Marigliano (S)

pellegrino riccardo 94  citt rendeL’Amantea supera per 6 – 4 lo Sporting Club Corigliano sul proprio terreno di gioco, dimostrandosi una delle sorprese di questa stagione e mettendo a segno la terza vittoria consecutiva, che consente agli uomini di mister Prati di portarsi a quota sedici in classifica, decisamente al di sopra della zona rossa dei play out, in cui invece si vede trascinata più che mai la compagine ospite, ferma a nove punti in graduatoria.
Sembra partire bene lo Sporting Club, che nei primi dieci minuti mette in difficoltà l’Amantea e riesce anche a trovare la rete del vantaggio grazie a Busa. La reazione dei padroni di casa arriva però in maniera veemente, complice un black out degli ospiti, che nel giro di un quarto d’ora vengono trafitti per ben quattro volte, prima dalla tripletta dello scatenato Pellegrino e poi da Furano. Prima del rientro negli spogliatoi gli ospiti hanno un sussulto d’orgoglio e riescono a mettere dentro il 4 – 2 con Galiano.
La rete trovata nel finale della prima frazione carica il Corigliano, che entra in campo con tutto un altro piglio e mette alle corde l’Amantea, che vede il suo vantaggio dapprima ridursi, per effetto della rete di Valente, e poi annullarsi del tutto quando Marigliano firma la rete del 4 – 4. I padroni di casa sembrano storditi dall’aggressività dei coriglianesi, ma con un tiro da fuori di Motolese, deviato da un difensore proprio all’incrocio dei pali, riescono a trovare il jolly che li riporta avanti nel punteggio a meno di cinque minuti dal termine. Lo Sporting non ci stà e prova a giocare la carta del portiere di movimenti e ad un minuto dal termine ha la grandissima occasione per pareggiare, ma l’estremo difensore locale è bravissimo a dire di no e sul successivo contropiede arriva la rete di De Luca, che fissa il punteggio sul 6 – 4 finale.

Cataforio – Futsal Pietrafitta  3 – 2
Marcatori: autorete, Cilione (C), Pellicanò (C), Bartella (P), Vigna (P)

Tamiro PeppeIl Cataforio tiene il passo delle altre due squadre di testa e si impone con qualche brivido per 3 – 2 contro il Futsal Pietrafitta tra le mura amiche, portando a cinque la serie di vittorie consecutive in campionato.
Cataforio che come al solito prende sin dalle prime battute il pallino del gioco in mano e mostra una supremazia territoriale che porta i suoi frutti dapprima con una sfortunata autorete di un difensore ospite e, successivamente, con una punizione di Cilione, che porta il parziale sul 2 – 0. Propriol all’ultimo affondo della prima frazione i giochi si riaprono, perché il Pietrafitta riesce a sfruttare uno svarione difensivo dei padroni di casa e  trova la rete del 2 – 1 con cui si va al riposo.
Al rientro dagli spogliatoi è sempre il Cataforio a fare la partita, ma gli uomini di mister Venanzi sprecano troppo e non riescono a chiudere i conti. Gli ospiti, dal canto loro, non stanno a guardare e provano a pungere in contropiede, trovano comunque Tamiro sempre presente. I padroni di casa riescono poi a trovare la via della rete grazie a Pellicanò, che porta il parziale sul 3 – 1. Gli ospiti provano ad alzare il baricentro e, complice un altro clamoroso svarione della retroguardia del Cataforio, rientrano in partita, mettendo dentro il 3 – 2 che dà vita ad un finale di fuoco. Visti gli avversari nuovamente ad un solo goal di distacco i padroni di casa premono sull’acceleratore per chiudere i conti, ma Scrivano è monumentale nel neutralizzare tutto ciò che passa dalle sue parti. Il Cataforio non chiude i conti e così proprio all’ultimo secondo rischia la beffa, ma Tamiro sfodera un’eccezionale parata con la punta del piede che, a tutti gli effetti, vale due punti in più in classifica.

Soverato – Città di Fiore  4 – 3
Marcatori: Lanciano (S), Castanò (S), Celia M. (S), Pastori (S), autorete Pastori, Cordua (CdF), Oliviero (CdF)

Pastori SamueleTrae giovamento il Soverato dal cambio di guida tecnica, superando in rimonta per 4 – 3 un Città di Fiore che ci ha messo cuore e grinta, ma non è riuscito a mantenere il vantaggio maturato nella prima frazione di gioco.
Il copione della partita sembra chiaro sin dalle prime battute, con il Soverato che fa la partita ed il Città di Fiore rintanato a difesa della propria porta che prova a colpire in occasione di qualche ripartenza. Il predominio territoriale degli uomini di Le Pera non trova tuttavia finalizzazione ed arriva invece il vantaggio a sorpresa degli ospiti, che sfruttano una sfortunata deviazione di Pastori, che manda la sfera alle spalle del proprio portiere. Passata in svantaggio, la squadra di casa si scopre alla ricerca del pari ed è qui che gli ospiti provano a far pendere il match dalla propria parte, con due ripartenze che portano il parziale sullo 0 – 3. In chiusura di tempo il Soverato trova una meritata rete, siglata da Lanciano, che manda le squadre negli spogliatoi sull’1 – 3.
Il goal siglato nel finale della prima frazione sembra sbloccare psicologicamente i padroni di casa, che nella ripresa continuano il loro monologo trovando subito la rete del 2 – 3 con Castanò. La pressione non si placa ed è così che arriva il meritato pareggio per il Soverato, che va in rete con Marco Celia, ristabilendo dunque la parità dopo una lunghissima rincorsa. Il Città di Fiore è alle corde e Le Pera decide a dieci minuti dal termine di giocare la carta del portiere di movimento. La mossa è di quelle da tre punti, perchè proprio con l’uomo in più il Soverato riesce a ribaltare il punteggio ed a portarlo sul 4 – 3, proprio con colui che aveva aperto le marcature (ma nella porta sbagliata), vale a dire Pastori, che consegna i tre punti ai suoi provando a rilanciarli nella rincorsa al terzetto di testa.
Il tecnico del Città di Fiore, Federico, si è rifiutato di rilasciare dichiarazioni in merito alla gara, promuovendo il silenzio stampa della sua società.

Tre Colli Futsal – Bovalino 0 – 3
Marcatori: Avarello G., Vitale, Gnisci

Avarello Giovannni 88 BovalinoIl Bovalino si impone sul campo del Tre Colli Futsal per 0 – 3, portando a casa tre punti che gli consentono di iniziare una risalita per uscire dalla zona play out.
Gli uomini del neo-tecnico Alia provano sin da subito a prendere il pallino del gioco in mano, ma il Tre Colli è molto ordinato lungo tutta la prima frazione e concede pochi spazi. Anche quando il Bovalino riesce a trovare qualche varco in più, manca tuttavia la precisione e si va al riposo a reti inviolate.
Nella ripresa la musica non cambia, con il Bovalino che fa la partita ed i padroni di casa che provano a contenere e ripartire. La svolta della partita arriva a metà secondo tempo, quando il solito Giovanni Avarello trova la rete che sblocca il risultato in favore del Bovalino. Da lì in poi gli ospiti vedono la propria strada in discesa e riescono tra il 54′ e il 56′ a chiudere i conti definitivamente, grazie alle reti di Vitale e di Gnisci, che fissano il punteggio sullo 0 – 3 finale.