C1 – Gym e Pietrafitta restano al comando, tonfo Cataforio

Si è giocata la 5a giornata della Serie C1 - in foto lo Zefhir

Spread the love

Gym Point – Tre Colli Futsal 4 – 2
Marcatori: 2 Casile (G), Nelo (G), Modafferi (G), Carrozza (T), De Santis (T)

La Gym Point mette a segno la terza vittoria consecutiva, superando sul proprio terreno di gioco il Tre Colli Futsal per 4 – 2 e mantenendo così la testa della classifica insieme al Futsal Pietrafitta.Nelo
Partita che, condizionata dall’alta temperatura registratasi a Reggio quest’oggi, inizia a ritmi molto bassi, con la Gym Point che prova a fare la partita, ma al suo possesso palla manca sempre la scintilla vincente. Lo zero a zero viene spezzato da un buono schema su punizione, che consente a Nelo di battere l’estremo difensore ospite e di portare i suoi in vantaggio. La risposta del Tre Colli arriva sempre su calcio piazzato, con Carrozza che fa partire un tiro, che subisce una deviazione e si insacca alle spalle di Lo Gatto. Tutto da rifare per i padroni di casa, che però trovano ancora la via del vantaggio, ancora una volta su punizione: stavolta è Casile a far partire un bolide che porta il parziale sul 2 – 1. Prima del termine della frazione la squadra di casa riesce ancora a trovare la via del goal, sfruttando un errore difensivo del Tre Colli, che va in tilt sul pressing della Gym e subisce il 3 – 1 ad opera di Modafferi.
Nella ripresa i ritmi del match non accennano ad alzarsi e ci vuole un’invenzione del solito Casile, che di tacco batte per la quarta volta il portiere ospite ed arrotonda il punteggio per i suoi. Ancora una volta il Tre Colli trova la forza di reagire e con una bella triangolazione, gli uomini di Carrozza mettono De Santis a tu per tu con Lo Gatto, che viene battuto per il 4 – 2. Gli ospiti provano a crederci e provano la carta del portiere di movimento, ma la Gym Point gestisce bene il risultato e porta a casa i tre punti.

Futsal Enotria – Zefhir Mega Five 0 – 4
Marcatori: Stuppino, Battaglia, Castello, Cuzzocrea

Colpo grosso dello Zefhir Mega Five, che espugna il campo di un Futsal Enotria che, nonostante lo 0 – 4, ha messo sotto per larghi tratti della partita gli ospiti, che hanno tuttavia saputo difendersi alla grande (grazie soprattutto ad una giornata stratosferica di Castello, autore, tra l’altro, anche di una rete) ed usare le ripartenze come arma micidiale.Castello
Match che inizia subito ad alti ritmi, con il Futsal Enotria che prova a fare la partita, ma trova di fronte a sé uno Zefhir molto ben organizzato, che riesce ad arginare perfettamente gli attachi della squadra locale e addirittura a ripartire con grande cinismo e portarsi in vantaggio, grazie a Stuppino, che porta il parziale sullo 0 – 1. L’Enotria non ci sta e continua a premere, ma anche sembra aver trovato la chiave giusta per aprire la difesa ospite, sbatte contro un Castello versione saracinesca, che congela il risultato fino alla pausa.
Al rientro in campo è ancora la squadra di casa che prova a fare la partita, ma lo Zefhir con un eurogoal di Battaglia, che dalla fascia incrocia perfettamente nel sette opposto, raddoppia, tagliando le gambe alle velleità di rimonta dell’Enotria. I padroni di casa provano il tutto per tutto ed a poco più di dieci minuti dal termine provano la carta del portiere di movimento, ma la mossa non sortisce gli effetti sperati, perché Castello, autentico protagonista della partita, prende palla e direttamente dalla sua area trova un goal che chiude virtualmente la partita e vale lo 0 – 3 per i suoi. Il Futsal Enotria prova ancora ad andare in avanti, alla ricerca del goal che possa riaprire i conti, ma ancora una volta viene punito da un tiro dalla lunghissima distanza di Cuzzocrea, che fissa il punteggio sullo 0 – 4 finale.

Futsal Pietrafitta – Bovalino  2 – 1
Marcatori: Stancati (P), Cipolla (P), Avarello G. (B)

Il Futsal Pietrafitta non molla un centimetro e resta al primo posto, conquistando altri tre punti grazie alla vittoria per 2 – 1 contro il Bovalino al termine di una gara che, soprattutto nel finale, ha vissuto qualche momento di nervosismo, causato forse anche da qualche discutibile decisione arbitrale a danno di entrambe le squadre.
Partita molto tattica nella prima frazione, che non offre grandi spunti di cronaca, se non qualche sporadica folata del Pietrafitta, che però non riesce a sbloccare il risultato; reti bianche che permangono anche quando a qualche minuto dal termine della frazione i padroni di casa usufruiscono di un tiro libero, che viene però neutralizzato dall’estremo difensore del Bovalino. Si va dunque al riposo sullo 0 – 0.
In avvio di ripresa scatta subito la scintilla che accende il match, con il solito Giovanni Avarello che trova dopo pochi minuti la rete del vantaggio a favore del Bovalino. Il Pietrafitta sembra accusare il colpo e qualche istante dopo gli ospiti sfiorano il raddoppio colpendo un palo. I padroni di casa recepiscono il messaggio e provano a prendere in mano le redini del gioco, ma ci vuole la classe di Cipolla, che inventa uno scavetto direttamente su calcio di punizione, per riequilibrare il punteggio. Trovata la rete della parità il Pietrafitta esprime il massimo sforzo per portare a casa i tre punti e riesce a trovare la rete della vittoria grazie a mister Stancati, che con un gran rasoterra dai dieci metri buca il portiere ospite, portando il parziale sul 2 – 1. Dopo aver assaporato l’idea del colpo da tre punti, il Bovalino non ci stà a tornare a casa a mani vuote e si fionda in avanti, ma, inevitabilmente, nel cercare il pari gli ospiti si sbilanciano offrendo praterie al Pietrafitta, tanto che, in occasione di una ripartenza, ci vuole un intervento di Francesco Avarello (espulso in tale occasione per seconda ammonizione) per evitare il peggio. Parziale che comunque non cambia fino al termine e Futsal Pietrafitta che mantiene il primato a braccetto con la Gym Point a quota tredici punti.

Lokron – Amantea 1 – 3
Marcatori: autorete, Pagliaro (A), Motolese (A), Mammola (A)

Dopo un filotto di risultati negativi l’Amantea ritrova i tre punti, imponendosi sul campo del Lokron per 1 – 3. Padroni di casa a cui non è bastato un ottimo secondo tempo per raddrizzare la situazione e che restano fermi all’ultimo posto in classifica.
Parte meglio la squadra ospite, che dopo qualche minuto concretizza la pressione esercitata con la rete di Pagliaro, bravo ad avventarsi su una corta respinta dell’estremo difensore locale ed a mettere dentro lo 0 – 1. Il Lokron prova a reagire, ma sbaglia qualche pallone di troppo in ripartenza e viene punito ancora una volta dalla squadra di mister Prati, che trova ancora la via della rete, con Motolese, che con un tiro da fuori mette a segno lo 0 – 2 con cui si va al riposo.
Nella ripresa è tutto un altro Lokron, molto più ordinato e grintoso, e che prova subito a mettere in difficoltà la squadra ospite, che però trova nel proprio portiere l’elemento che consente di mantenere inalterato il risultato. La pressione dei padroni di casa viene premiata da una sfortunata deviazione di un difensore ospite, che mette la palla alle spalle del proprio portiere e porta il parziale sull’1 – 2. Con i padroni di casa riavvicinatisi nel punteggio, l’Amantea prova a gestire meglio la palla e trova, a circa cinque minuti dal termine, un calcio di rigore trasformato da Mammola per l’1 – 3. Nel finale i padroni di casa provano la carta del portiere di movimento, ma la mossa si rivela inefficace, perché l’Amantea è brava a tenere il punteggio inalterato fino al termine ed a portare a casa i tre punti.

Città di Fiore – Maestrelli 2 – 3
Marcatori: 2 Alessio (CdF), Postorino (M), Arcudi (M), Chiaia (M)

Alessio, la sua doppietta non basta al C. di FioreColpo esterno della Maestrelli, che mette a segno la seconda vittoria stagionale, imponendosi sul campo del Città di Fiore per 2 – 3. Padroni di casa che, invece, con questa prima sconfitta in campionato si staccano dal terzetto di testa e restano fermi a dieci punti. Inizia subito fortissimo la squadra di mister Federico, che già dopo un minuto di gioco trova la rete del vantaggio, scaturita da una palla recuperata in zona offensiva, che mette gli avanti di casa in superiorità numerica, sfruttata alla perfezione con l’assist per Alessio, che non fallisce e fa 1 – 0. Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa provano a trovare subito la rete del raddoppio, ma un pò l’ottima opposizione dell’estremo difensore ospite, un pò l’imprecisione lasciano il risultato invariato. I troppi errori in fase offensiva vengono pagati dal Città di Fiore a pochi minuti dal termine della prima frazione, quando Postorino con un tiro da fuori riequilibra il punteggio e manda dunque le squadre al riposo sull’1 – 1.
L’avvio di ripresa sembra una fotocopia della prima frazione, con il Città di Fiore che nuovamente dopo pochi minuti trova la via del 2 – 1, ancora con lo stesso Alessio, bravo ad insaccare sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La reazione della Maestrelli arriva dopo appena un paio di minuti, con una punizione di Arcudi che supera l’estremo difensore locale. La partita adesso è aperta a qualunque risultato e proprio a dieci minuti dal termine su uno schema da calcio d’angolo la Maestrelli trova con Chiaia la rete che ribalta il punteggio e porta il parziale sul 2 – 3. Il Città di Fiore non manda giù la rimonta e decide di giocare la carta del portiere di movimento per l’assalto finale, ma ancora l’estremo difensore ospite si oppone alla grande, congelando il risultato e consentendo ai suoi di portare a casa tre punti importanti per la classifica.

Cataforio – Sporting Club Corigliano 2 – 3
Marcatori: Praticò (C), Caterini (C), Valente (S), Guzzi (S), Lifrieri (S)

Lo Sporting Club Corigliano fa il colpo di giornata, ottenendo la prima vittoria stagionale per 2 – 3 sul campo di un Cataforio che resta fermo a nove punti in graduatoria e vede allontanarsi le prime della classe a quattro punti di distacco.
La partita inizia con gli osLifrieripiti che cercano subito di pressare in maniera asfissiante la squadra di casa, che viene ben imbrigliata dagli ospiti e fa fatica a ragionare e ad impostare le proprie azioni offensive. Gli ospiti avrebbero poi l’occasione di portarsi in vantaggio, ma Tamiro è bravissimo a respingere il calcio di rigore battuto da Galiano ed a mantenere il risultato a reti bianche. Dopo il rigore sbagliato i coriglianesi pagano dazio, subendo la rete dell’1 – 0, siglata da Praticò. Prima del rientro negli spogliatoi la squadra ospite riesce però a trovare la rete del meritato pari grazie ad un tiro libero di Valente, che questa volta batte inesorabilmente Tamiro.
Nella ripresa lo Sporting Club Corigliano dà la sensazione di aver preso le misure ad un Cataforio che continua ad arrancare. Ed è così che dopo aver difeso in maniera egregia, la squadra ospite trova addirittura il goal che ribalta il risultato e porta il parziale sull’1 – 2, grazie a Guzzi. Il Cataforio accusa il colpo e qualche minuto dopo capitola per l’ennesima volta: in questa occasione è Lifrieri a battere il numero uno di casa ed a portare i suoi sull’1 – 3. I padroni di casa per gli ultimi dieci minuti provano la carta del portiere di movimento e trovano la rete che accorcia le distanze. Gli assalti finali del Cataforio non portano però alcun frutto e così lo Sporting Club Corigliano porta a casa tre punti che lo aiutano a tirarsi fuori dalle posizioni basse di classifica.

Soverato – Futsal Cosenza 9 – 5
Marcatori: 3 M. Celia (S), 2 Gioffrè (S), 2 Pastori (S), S. Celia (S), C. Santise (S), 2 Garofalo (C), Porco (C), Lupinacci (C), Perri (C)

Celia MarcoDopo la sconfitta in quel di Reggio contro la Gym Point, il Soverato riprende la sua marcia imponendosi a suon di goal, per 9 – 5, contro il Futsal Cosenza, lasciando gli ospiti ancora fermi a zero punti in graduatoria.
Avvio di gara che vede il Soverato approcciare male alla partita, lasciando qualche spazio di troppo al Futsal Cosenza, che a sorpresa passa in vantaggio. Dopo qualche minuto di rodaggio, la squadra di mister Mardente ha una reazione devastante, da grande squadra, che nel giro di una decina di minuti gli consente di portarsi addirittura sul 6 – 1, trascinato da Marco Celia, anche oggi autentico mattatore con tre reti che lo mandano sempre più in solitaria nella classifica dei bomber. Nel finale di tempo gli ospiti trovano un sussulto d’orgoglio e realizzano due reti che ridimensionano il passivo e mandano le squadre al riposo sul 6 – 3.
Nella ripresa gli ospiti, complice anche uno scarso numero di giocatori a disposizione in panchina, sembrano non riuscire a proseguire la rimonta iniziata nel finale di prima frazione. Il Soverato si può così limitare a gestire il parziale e ad effettuare un’ampia rotazione, chiudendo la partita sul risultato di 9 – 5, che gli consegna i tre punti e gli consente di piazzarsi in solitaria al terzo posto in classifica, ad un solo punto dalla coppia Pietrafitta-Gym Point.