C1 – La Gym fa suo il big match: è prima con Pietrafitta e C. di Fiore

Si è giocata la 4a giornata della Serie C1 - in foto la Gym Point

 

Gym Point – Soverato 3 – 2
Marcatori: 3 Casile (G), Lanciano (S), Santise C. (S)

La Gym Point si aggiudica il big match di giornata, superando tra le mura amiche il Soverato per 3 – 2, scavalcando così in graduatoria gli stesCasile regala il primato alla Gym con una triplettasi avversari odierni e prendendosi la testa della classifica ai loro danni.
Neanche il tempo di accomodarsi sugli spalti, che Casile, decisamente il migliore in campo, fa tremare la traversa della porta ospite. L’avvio aggressivo dei padroni di casa intimidisce il Soverato, che al 5′ va sotto per effetto di un pregevole tacco di Casile, che gira in rete il cross di un compagno e fa 1 – 0. Gli ospiti provano ad imbastire una reazione, ma vengono puniti in occasione di una ripartenza finalizzata ancora da Casile, che piazza la palla alla sinistra del portiere. La Gym Point avrebbe ancora l’occasione di arrotondare il risultato, ma trova il palo a dire di no ed a congelare il 2 – 0 fino agli spogliatoi.
Dopo il primo tempo da incubo, la squadra di Mardente torna in campo più aggressiva e decisa a rimettere la partita in bilico. Il forcing degli ospiti porta alla rete di Lanciano, che accorcia le distanze. Subita la rete, i padroni di casa non si scompongono e provano a tornare a macinare gioco, colpendo anche una traversa con il solito Casile. A circa sei minuti dal termine, con la situazione che non si sblocca, Mardente decide di giocare la carta del portiere di movimento, mossa azzeccata, perché proprio qualche minuto dopo Christian Santise riesce a trovare la rete del 2 – 2 che rimette il risultato in parità. Le emozioni però non sono finite, perché le squadre non si accontentano minimamente del pareggio ed allora il Soverato prova a sfruttare la rinnovata inerzia della partita, ma Celia si divora la palla della rimonta e, come il detto vuole, sul ribaltamento di fronte è ancora uno strepitoso Casile in ripartenza a mettere dentro il 3 – 2, riportando i suoi avanti nel punteggio e regalandogli i tre punti ed il primato.

Bovalino – Maestrelli 5 – 5
Marcatori: 3 Avarello G. (B), Federico (B), Avarello F. (B), D’Ascola (M), Marando (M), Iracà (M), Chiaia (M), Postorino (M)

Avarello Giovannni 88 BovalinoFinisce in un giusto pari l’emozionante sfida tra Bovalino e Maestrelli, che impattano per 5 – 5 al termine di una partita che ha regalato un’altalena di gol.
Partono meglio i padroni di casa, che grazie a Giovanni Avarello ed a Federico trovano per due volte la via della rete, mandando sotto 2 – 0 la compagine ospite. La Maestrelli però non si scompone e prima della fine del tempo riesce non solo a reagire, con la rete di D’Ascola, ma anche a ristabilire la parità con Marando. Si va dunque al riposo sul 2 – 2.
Le emozioni continuano anche al rientro dagli spogliatoi, con il Bovalino che torna subito in vantaggio grazie alla rete di Francesco Avarello. La risposta degli ospiti è però immediata, con Iracà che impatta di nuovo il risultato. La gioia per la Maestrelli dura poco, perché ancora Giovanni Avarello trova la via del goal riportando i suoi avanti. Messi un’altra volta sotto nel punteggio, gli uomini di Milici non si perdono d’animo e si lanciano all’attacco, trovando un’importante rimonta, prima con la rete di Chiaia, e poi con quella di Postorino, che mette dentro il 4 – 5 che ribalta il risultato. Il Bovalino però non ci sta e gioca la carta del portiere di movimento, che frutta la rete del 5 – 5 firmata da Giovanni Avarello, che sigla così la sua tripletta personale e, cosa più importante per i suoi, riequilibra il risultato. Le emozioni però non sono ancora del tutto finite, perché nel finale le squadre non vogliono accontentarsi del pari e si registrano ancora un paio di occasioni per i padroni di casa, ed un autentico miracolo di Benvenuto che proprio allo scadere salva il Bovalino dalla beffa e congela il 5 – 5.

Futsal Cosenza – Città di Fiore 3 – 4
Marcatori: 2 Lupinacci (C), Perri (C), 2 Cordua (CdF), Romano (CdF), Alessio (CdF)

cordua valerio  citta di fioreIl Città di Fiore espugna il campo del Futsal Cosenza per 3 – 4 al termine di una partita dura, caratterizzata dal nervosismo soprattutto nella squadra di casa, che ha chiuso l’incontro con addirittura quattro espulsioni. Il Città di Fiore, dal canto suo, con i tre punti conquistati oggi si piazza al comando della classifica insieme a Gym Point e Futsal Pietrafitta a quota 10 punti.
Inizia male la partita per gli uomini di Federico, che partono un pò sotto tono e subiscono la rete dell’1 – 0 siglata da Lupinacci. Sotto nel punteggio, gli ospiti si svegliano ed iniziano a macinare gioco, trovando il pareggio grazie alla rete di Romano. La partita inizia ad innervosirsi, infatti il Futsal Cosenza già parecchi minuti prima della fine del tempo si ritrova con il bonus dei falli esaurito e concede l’occasione agli ospiti di sfruttare un tiro libero, che viene trasformato da Cordua, che completa la rimonta e porta il parziale sull’1 – 2. Prima del rientro negli spogliatoi è ancora Cordua, ancora su tiro libero, ad arrotondare il punteggio, mandando i suoi al riposo avanti 1 – 3.
In avvio di ripresa è ancora il Città di Fiore a fare la partita, mentre il Futsal Cosenza accumula solo nervosismo che sfocia nella prima di una lunga serie di espulsioni (a tal proposito, il Futsal Cosenza nel post-partita parlerà per mezzo di suoi dirigenti di “arbitraggio scandaloso”). Gli ospiti sfruttano a pieno la superiorità numerica e con Alessio mettono a segno anche la quarta rete. Pur nel nervosismo generale i padroni di casa provano a reagire, trovando due reti, con Perri e Lupinacci, che portano il parziale sul 3 – 4, ma la squadra di Federico è brava a gestire il risultato ed a mandare in porto la vittoria, conquistando tre punti che la portano al comando della classifica.

Sporting Club Corigliano – Futsal Enotria 0 – 1
Marcatori: Scarfone

Il Futsal Enotria continua la sua marcia verso la testa della classifica, espugnando il campo dello Sporting Club Corigliano con il risultato di 0 – 1 ed agganciando a quota nove punti il Soverato. Partita molto tattica tra le due formazioni, che sembrano non riuscire a sbloccare l’equilibrio. La zampata vincente ce la mette però Scarfone, che al decimo minuto di gioco porta avanti i suoi. Lo Sporting Club Corigliano prova a reagire, ma l’Enotria si difende bene e gestisce il risultato di 0 – 1 fino al rientro negli spogliatoi.
Nella ripresa i padroni di casa entrano in campo più decisi e creano qualche affanno in più alla difesa ospite, che però trova in Scerbo una solida sicurezza che consente di mantenere inalterato il punteggio. Il Futsal Enotria ha, dal canto suo, l’occasione per raddoppiare, ma Galera al termine di una ripartenza non riesce a finalizzare e vede il suo urlo strozzato in gola dal palo. Parziale che dunque non cambia fino al termine della partita, 0 – 1, decide la rete di Scarfone al 10′, che consente agli uomini di Brescia di portare a casa la seconda vittoria consecutiva.

Zefhir Mega Five – Lokron 8 – 6
Marcatori: 6 Stuppino (Z), Spanò (Z), Zoccali (Z), 2 Novembre (L), 2 Sergi (L), Mazzone (L), Longo (L)

Lo Zefhir Mega Five inanella la seconda vittoria consecutiva, imponendosi per 8 – 6 contro un Lokron che, malgrado stazioni anche dopo questa giornata a zero punti in graduatoria in compagnia del Futsal Cosenza, oggi ha sicuramente mostrato dei notevoli progressi rispetto alle ultime uscite, nonostante gli acciaccati Longo e Sergi, e le assenze di Gallo e Cremona.
Come detto in apertura, non è stata una passeggiata per lo Zefhir, che, in ogni caso, trascinato dalla grande giornata di Stuppino (autentico mattatore di giornata con sei reti) è riuscito a chiudere la prima frazione in vantaggio per 4 – 3. In avvio di ripresa lo Zefhir sembra fare lo scatto decisivo per portare a casa la partita, con due reti che portano il parziale sul 6 -3. Il Lokron però non è affatto morto e lo dimostra con una grandissima reazione che porta il risultato in parità sul 6 – 6. Subita la rimonta, i padroni di casa giocano la carta del portiere di movimento per portare a casa i tre punti e la mossa paga, perché proprio ad un paio di minuti dal termine lo Zefhir trova la rete del nuovo vantaggio. Allo scadere, poi, la squadra di casa chiude i conti, fissando il punteggio sull’8 – 6 finale.

Amantea – Futsal Pietrafitta  0 – 5
Marcatori: Stancati, Baldino, De Luca, Bisciglia, Pellegrini

Il Futsal Pietrafitta travolge l’Amantea con un secco 0 – 5 che le consente di prendersi la testa della classifica, seppur in coabitazione con Gym Point e Città di Fiore.
Partita che, a dispetto del risultato finale, è invece molto equilibrata, con le due squadre che si danno battaglia nel primo tempo ma sembrano non riuscire a sbloccare il match. La scintilla che accende l’incontro è quella che fa partire Stancati, che con un magistrale calcio di punizione porta in vantaggio il Pietrafitta. La reazione dei padroni di casa non tarda ad arrivare, ma Scrivano si dimostra una sicurezza e dice di no, in più di un’occasione, agli avanti locali. Si va così al riposo sul risultato di 0 – 1.
Nella ripresa l’Amantea entra in campo aggressiva e decisa per ristabilire la parità, ma, forse, proprio l’eccesso di foga nel pressing porta i padroni di casa a scoprirsi, concedendo il fianco alle ripartenze del Futsal Pietrafitta, che nel giro di circa venti minuti archivia la pratica portando il parziale sullo 0 – 5 grazie alle reti di Baldino, De Luca, Bisciglia e Pellegrini. Nel finale l’Amantea conferma che questa è proprio una giornata no, sbagliando anche un calcio di rigore. Partita che si chiude dunque senza troppi patemi per il Pietrafitta che porta a casa questi tre punti.
Nelle dichiarazioni del post-partita la dirigenza del Futsal Pietrafitta ci tiene a ringraziare la dirigenza dell’Amantea per l’ospitalità e l’accoglienza.

Tre Colli Futsal – Cataforio 3 – 4
Marcatori: 2 Carrozza (T), Fazio (T), 3 Lorenti (C), Pellicanò (C)

LorentiIl Cataforio passa col brivido sul campo del Tre Colli Futsal, imponendosi per 3 – 4 al termine di una partita che, soprattutto nei minuti finali, ha regalato grandi emozioni.
Buona partenza degli uomini di mister Venanzi, che trovano con Pellicanò la rete che porta il risultato parziale sullo 0 – 1. Nonostante il vantaggio gli ospiti continuano a premere alla ricerca del raddoppio, ma trovano sulla loro strada il solito super Sperlì a dire di no; risultato che dunque non muta fino all’intervallo.
Al rientro dagli spogliatoi il copione sembra non cambiare troppo, ma a sorpresa è il Tre colli a trovare la rete del pareggio con Fazio. La gioia del pari dura però poco, perché dopo qualche minuto sugli sviluppi di un calcio d’angolo Lorenti riporta avanti il Cataforio. I padroni di casa accusano il colpo e su una palla persa banalmente in difesa nasce un fallo da rigore, che consente a Lorenti di presentarsi dal dischetto e di portare il Cataforio avanti 1 – 3. L’uno-due degli ospiti sembra mettere un punto esclamativo sulla partita, ma il mister/giocatore Carrozza prova a dare animo ai suoi, siglando la rete del 2 – 3 che riapre i giochi. Qualche minuto dopo il Tre Colli avrebbe l’occasione del pareggio, ma fallisce un tiro libero. L’appuntamento col pareggio è però solamente rimandato, perché ancora Carrozza, con l’aiuto di una fortuita deviazione di un difensore ospite, trova a meno di un minuto dal termine la rete del 3 – 3. I festeggiamenti della squadra di casa però vengono subito spezzati dal Cataforio, che gioca la carta del portiere di movimento e trova, ancora con Lorenti, la via del goal, mettendo dentro il 3 – 4. Dopodiché non c’è più tempo: arriva il triplice fischio dell’arbitro.