C1 – Magic spietata, il Kroton tiene il quarto posto, colpo Tre Colli

Si è giocata l'ultima giornata del campionato di C1

Magic Games – Amantea 12 – 0
Marcatori: 4 Ferraro, 3 Riconosciuto, 2 De Mello, Salerno, Reda, Metallo

Ale Ferraro


La Magic, non sazia di un campionato che l’ha vista protagonista indiscussa dalla prima giornata fino ad oggi, dilaga per 12 – 0 contro un’Amantea che aveva comunque già festeggiato la salvezza matematica la scorsa settimana. Partita che aveva teoricamente poco da dire sulla carta, ma che ha visto comunque gli uomini di Abate, trascinati dal solito Ferraro (autore di un poker) mettere in campo la solita grinta e il solito predominio tattico. Padroni di casa che già al termine della prima frazione chiudevano ampiamente i conti con un tennistico 6 – 0. Nella ripresa le due squadre ruotano gli uomini ma il copione non cambia, con la Magic che infligge altre sei reti di passivo ai malcapitati ospiti, chiudendo avanti addirittura 12 – 0 al fischio finale ed annoverando tra i marcatori di giornata anche l’under Reda, che sigla la sua terza rete stagionale.

Brasil Roccella – Soverato 1 – 5
Marcatori: Lombardo V. (R), 3 Castanò (S), Lanciano (S), Politi (S)

Il Soverato espugna per 1 – 5 il campo del Brasil Roccella, chiudendo la stagione regolare a pari punti con il Kroton, ma piazzandosi alle spalle dei pitagorici in graduatoria in virtù degli scontri diretti (4 – 2 per il Soverato al “Palascoppa”; 5 – 2 per gli uomini di De Santis nella gara di ritorno). Gli uomini di Le Pera dovranno adesso vedersela nei play off contro l’Atletico Belvedere. Discorso opposto per il Brasil Roccella, che giungeva a questa partità già consapevole di avere la posizione più scomoda all’interno della griglia play out, che li vedrà affrontare il Tre Colli. I padroni di casa, forse proprio a causa della consapevolezza di non poter cambiare la propria classifica, oggi hanno giocato già con la testa allo spareggio, pensando più ad evitare infortuni e/o squalifiche che a conquistare tre punti che non sarebbero comunque serviti a sorpassare una Real Luzzese che, anche in caso di arrivo a pari punti, si sarebbe posizionata meglio in virtù degli scontri diretti.
Avvio di gara che vede il Roccella partire bene e trovare la via del goal con Vincenzo Lombardo, che sigla l’1 – 0. La reazione degli uomini di Le Pera non si fa attendere e prima Castanò trova il pareggio su schema d’angolo; successivamente ci pensa Lanciano direttamente su punizione a perfezionare la rimonta ed a portare gli ospiti sull’1 – 2. I padroni di casa provano a raddrizzare la partita ma ancora Castanò li punisce insaccando l’allungo che vale l’1 – 3. Sotto di due reti il Roccella inizia a non crederci più ed è ancora Castanò ad andare a segno, siglando la rete che vale l’1 – 4 e il titolo personale di capocannoniere della Serie C1 con 33 reti realizzate. I minuti della ripresa scivolano via, con Le Pera che si concede un’ampia rotazione che coinvolge anche gli under Mangiardo, Migliarese e Politi, autore quest’ultimo della rete che fissa il punteggio sull’1 – 5 finale al termine di una bella ripartenza.

Castanò bomber della C1

Lokron – Olimpia 2000 7 – 2
Marcatori: 3 Gnisci (L), Errigo, (L), Longo (L), Catalano (L), Cuzzocrea (L), 2 Laganà (O)

Il Lokron supera per 7 – 2 l’Olimpia nella più classica delle partite di fine stagione in cui entrambe le squadre non hanno più nulla da chiedere al campionato. I locresi, tuttavia, con la vittoria odierna si staccano in classifica dal Città di Paola, sconfitto sul campo del Cataforio, e si tolgono la soddisfazione di aggiudicarsi la sesta piazza finale in graduatoria.
Lokron che parte fortissimo e, trascinato da Gnisci (mattatore di giornata con una tripletta e due assist), chiude virtualmente i conti già nella prima frazione, che vede i padroni di casa portarsi al riposo avanti 5 – 0. Nella ripresa il Lokron concede spazio a tutta la rosa effettuando un’ampia rotazione, mentre i ragazzi dell’Olimpia provano a dar vita ad una partita più equilibrata, trovando delle buone trame e due reti, entrambe ad opera di Laganà, che portano il parziale sul 5 – 2. Nel finale però la squadra di mister Ferrara trova ancora per due volte la via del goal e fissa il punteggio sul 7 – 2 finale.

Atletico Belvedere – Real Luzzese 7 – 2
Marcatori: 3 Dalmas (B), 2 Grosso (B), Scigliano (B), Bartella (B), Lopetrone (RL), Giorno A. (RL)

Va all’Atletico Belvedere il derby cosentino testa-coda contro la Real Luzzese, che si arrende per 7 – 2 alla squadra di Cipolla. Squadre che arrivavano a questa partita con stati d’animo opposti: Atletico Belvedere già certo di essere la prima testa di serie dei play off, in attesa solo di sapere chi tra Soverato e Kroton fosse la futura avversaria (ed i risultati odierni hanno detto che sarà la squadra di Le Pera a sfidare l’Atletico); Real Luzzese che invece arrivava già consapevole di dover disputare i play out in posizione sfavorevole contro la quart’ultima in classifica, che si è rivelata essere la Gym Point.
Mister Cipolla decide quest’oggi di dare grande spazio ai giovani, schierando in campo per larghissimi tratti della partita  quintetti formati quasi interamente da under 21 e under 18, tra cui spiccano i nomi del classe ’96 Cataldo, del classe 93′ Bonocore e del classe ’94 Grosso, autore tra l’altro di una doppietta che gli permette di chiudere la sua stagione di esordio in C1 con un bottino complessivo di ben quattro reti. L’avvio di gara vede i padroni di casa prendere sin da subito il pallino del gioco in mano e concretizzare il proprio predominio con ben tre reti che portano il parziale sul 3 – 0. In chiusura di frazione la Real Luzzese riesce ad accorciare le distanze con Lopetrone, che sigla il suo 24° gol stagionale e manda le squadre al riposo sul 3 – 1. Nella ripresa la Real Luzzese, probabilmente con la testa già ai play out della prossima settimana, crolla sotto i colpi dell’Atletico che allunga fino al 7 – 1. Nel finale arriva la rete di Alex Giorno, che fissa il punteggio sul 7 – 2 finale.

Bebo Carrozza

Gym Point – Tre Colli Futsal 3 – 6
Marcatori: Latella (G), Modafferi (G), autorete, Galera (T), Di Miceli (T), autorete, autorete, Carrozza (T), Barillaro (T)

Il Tre Colli espugna il campo della Gym Point per 3 – 6 e consolida la sua posizione in cima alla graduatoria delle squadre che disputeranno i play out. La squadra di Carrozza se la vedrà con il Brasil Roccella nello spareggio della prossima settimana, mentre la Gym Point affronterà la Real Luzzese.
Match che inizia a ritmi blandi, con le squadre probabilmente condizionate, oltre che dalla delicatezza della partita, dal grande caldo presente oggi a Reggio Calabria. Le danze vengono aperte dai padroni di casa, che prima con Latella e poi con Modafferi trovano due reti che sembrano mettere in salita la partita per il Tre Colli. La squadra ospite però riesce a reagire prima della pausa ed a trovare il pareggio grazie alle reti di Galera e Di Miceli, che portano le squadre al riposo sul 2 – 2.
In apertura di ripresa il Tre Colli completa la sua rimonta grazie ad un’autorete nata da un’incomprensione tra il portiere ed un difensore della Gym. I locali accusano il colpo della rimonta subita e combinano un altro pasticcio difensivo, regalando un’altra autorete alla squadra di Carrozza. Il valzer delle autoreti non finisce, perché anche il Tre Colli butta sciaguratamente un pallone nella propria porta, riportando la Gym Point in partita sul risultato di 3 – 4. L’inerzia del match però non cambia, con gli ospiti che sembrano più pimpanti e che trovano la via del goal con Carrozza. Nel finale i padroni di casa si sbilanciano e vengono puniti ancora, questa volta in rete ci va il giovane Barillaro (classe 1994 e già convocato in questa stagione nella rappresentativa regionale) che fissa il punteggio sul 3 – 6 finale.

Cataforio – Città di Paola 9 – 5
Marcatori: 3 Praticò (C), 2 Marcianò (C), 2 Praticò (C), Scopelliti (C), Gregorace (C), 2 Città (P), Chiappetta (P), Scarnà (P), Del Popolo (P)

Il Cataforio si impone per 9 – 5 contro il Città di Paola tra le mura amiche e si prepara ai play off, che lo vedranno impegnato contro il Kroton, nel modo migliore.
Partita di fine stagione tra due squadre che avevano già conseguito i rispettivi obiettivi: Cataforio già ai play off, Città di Paola già fuori dalla zona play out; ne esce fuori una partita con poco agonismo, ma con tanto spettacolo ed una girandola di reti. Il match si anima dopo meno di 5′, quando la squadra di casa trova il vantaggio. La reazione del Città di Paola è veemente e la squadra di Lattuga riesce addirittura a ribaltare il risultato. I ribaltamenti di fronte non si attenuano ed il Cataforio trova la rete del 2 – 2. Prima del riposo la squadra di Tripepi riesce anche a portarsi in vantaggio, con Praticò che al 26′ trova la rete del 3 – 2 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.
Al rientro dall’intervallo è ancora Praticò a salire in cattedra, trovando al 12′ la rete del 4 – 2. Non passano nemmeno cinque minuti e Città accorcia le distanze per gli ospiti. Nonostante la rete gli ospiti sembrano calare alla distanza, complice la scarsa rotazione a disposizione di Lattuga, ed il Cataforio ne approfitta come meglio non potrebbe, chiudendo i conti con due reti a testa siglate da Porcino e Marcianò e con la segnatura di Gregorace che chiude i conti.

Kroton – Futsal Enotria 4 – 3
Marcatori: 2 Tricoli (K), 2 Vasapollo (K), Mirante G. (E), Borello (E), Rizzo (E)

Il Kroton supera per 4 – 3 il Futsal Enotria tra le mura amiche e riesce a mantenere il quarto posto in classifica in virtù degli scontri diretti favorevoli contro il Soverato. La squadra di De Santis se la vedrà negli spareggi play off contro il Cataforio. Futsal Enotria che nonostante la sconfitta può comunque compiarcersi per aver disputato un grandissimo girone di ritorno che gli è valso la salvezza con un paio di giornate di anticipo. La squadra di Brescia anche oggi ha espresso un buon futsal, non mollando nemmeno dopo la rete del vantaggio dei padroni di casa siglata da Tricoli, ribaltata prontamente dalle reti di Giuseppe Mirante (che chiude la sua stagione con 31 reti) e di Borello che mandano le squadre al riposo sull’1 – 2.
Nella ripresa il Kroton trova la reazione giusta e trova il pari con Tricoli dopo pochi minuti. L’inerzia del match cambia e la doppietta di Vasapollo ribalta definitivamente il risultato, portandolo sul 4 – 2. Gli ospiti, colpiti dal gran secondo tempo della squadra di De Santis, faticano a reagire, ma trovano comunque la rete del 4 – 3 con Rizzo, che riapre la partita e lancia il forcing finale dell’Enotria. La spinta però non produce risultati ed il risultato rimane immutato fino al fischio finale.