C2/A – Five S.CZ, F. Kroton, inedita coppia

Quattro i successi esterni

Terremoto in testa alla classifica dove a comandare c’è la Five Soccer Catanzaro insieme alla sorpresa Futsal Kroton. Mentre, la squadra catanzarese conferma la leader-ship sbancando il campo del Cirò Marina i pitagorici trovano la cima in virtù del successo sul campo avverso del Telesio ma, soprattutto grazie ai 3 punti assegnanti dal G.S. in merito alla gara d’esordio stagionale sul campo del Città di Fuscaldo. In una giornata contraddistinta da quattro vittorie esterne i colpi grossi, li centrano Surdo ed MM Club Sport che, sui propri campi, rimandano battute le ex coocapoliste Real Rogit e Re Artù. Super Lopetrone è il principale artefice del successo esterno della Real Luzzese sul campo del Costa del Lione. Risorge la Xerox Chianello che, nel derby del tirreno prevale di misura sul campo del Città di Fuscaldo. Il quadro delle sette partite è chiuso dalla netta affermazione casalinga del Traforo.

Posella FSCZHellas Cirò Marina – Five Soccer CZ 1 – 4
Marcatori: Galeota (FS), Tomaino (HC), Posella (FS), Molinaro (FS), Chiaravalloti (FS)
La Five Soccer dimostra di non essere capolista per caso andando a sbancare il difficile camppo di Cirò Marina. La primatista soprattutto nel primo tempo, malgrado l’iniziale vantaggio, rischia sotto l’incidere dei padroni di casa che, in più riprese, impegnano il portiere ospite riuscendo ad ottenere il meritato pareggio con Tomaino. Nella ripresa la superiorità del quintetto catanzarese lentamente ha il predominio. Posella prima e Molinaro dopo spengono l’ardore dei padroni di siglando il doppio vantaggio. La prevedibile reazione dei locali non porta a nulla di concreto e nel finale subiscono una punizione troppo pesante incassando la quarta rete da Chiaravalloti.

Telesio – Futsal Kroton 2 – 3
Marcatori: 26′ Basile (FK), 31′ Arcuri (FK), 40′ Veltri (T), 55′ Zanda (FK), 61′ Muzzillo (T)
Amara sconfitta casalinga del Telesio che, per l’impegno e le occasioni create avrebbe quabnto meno meritato il pareggio. La squadra del presidente Rizzo contrariamente alle prime due uscite di campionato disputa una generosa e buona prestazione andando però a sbattere contro il muro difensivo dei pitagorici eretto soprattutto del portiere Vitellaro. Con fare sornione gli ospiti, per quasi un tempo si limitano ad arginare gli altrui assalti aspettando il momento opportuno per colpire di rimessa. Cosa che accade negli ultimi 5′ quando Basile su tiro libero ed Arcuri di rimessa realizzano la micidiale doppietta con la quale si archivia la prima frazione. Nel secondo tempo rabbioso reazione del Telesio che, dapprima accorcia le distanze con Veltri e successivamente con un tiro libero di Bernaudo stampatosi sul palo sfiora il meritato pari. Il Kroton resta chiuso a riccio proponendosi in contropiede. Questa tattica diventa vincente tant’è che al 55′ Zanda segna la terza rete. La gara è virtualmente chiusa anche se con orgoglio il Telesio non molla riuscendo a realizzare l’inutile secondo goal a tempo scaduto.

Futsal Kroton 04-10-13MM Club Sport – Re Artù 3 – 1
Marcatori: 15′ Cerenzia (MM), 25′ Madeo (MM), 40′ Lerose (RA), 59′ Orefice (MM)
Pesante affermazione casalinga dei coriglianesi ai danni della quotata squadra pitagorica. Il quintetto di casa grazie ad una collettiva impeccabile prestazione ridimensiona il Re Artù agganciandolo in classifica. I padroni di casa con efficaci marcature ed una ottima disposizione tattica dominano la prima frazione realizzando due reti la prima al 15′ ad opera dell’ottimo Cerenzia la seconda al 25′ con Madeo su tiro libero. Nella ripresa il Re Artù torna in campo con maggiore piglio aggressivo ed al 40′ dimezzano il divario con Lerose. Alla vana ricerca del pareggio il Re Artù, si schiera con il portiere di movimento ma, l’ordinata retroguardia locale ne argina le intenzioni fino a quando al 59′ Orefice di rimessa realizza la rete che chiude la contesa.

Surdo Real Rogit Surdo – Real Rogit 8 – 5
Marcatori: Loria (RR), Milano (S), Sapia (RR), G. Ritacca 3 (S), Brunetto (RR), Milano (S), Loria (RR), Lombisanio (RR), Gerbasi 2 (S)
Dopo il passo falso di Crotone il Surdo ricomincia a correre e lo fa forse un pò a sorpresa, contro una delle squadre più quotate del campionato. Il palazzetto del Cus di Arcavacata si conferma però un fortino inespugnabile per i ragazzi di Mister Ritacca che, fra le mura amiche non fanno sconti praticamente a nessuno, ormai da più di un anno. Il Real Rogit, che nel proprio organico vanta sicuramente elementi di categoria superiore, ci ha provato con coraggio, ma oggi contro questo Surdo c’era davvero poco da fare. La partita tarda a sbloccarsi, nei primi 20′ infatti, i portieri, Ciola e Riente hanno facilmente la meglio sugli attaccanti avversari ma il finale di tempo è incandescente ed i due sono costretti a raccogliere la palla dal fondo della rete per ben sei volte prima di guadagnarsi il desiderato riposo. La prima marcatura è di Loria, ma il Surdo riacciuffa subito il pareggio con Milano. Il Real Rogit ci prova ancora con Sapia ma questa volta la replica del Surdo è veemente. Prima si scatena Ritacca, che con due azioni personali ribalta il risultato, poi Gerbasi fissa il risultato sul 4 a 2 che conclude il primo tempo. L’inizio del secondo tempo è ancora di marca locale, Ritacca oggi scintillante nel ruolo di pivot segna la sua terza rete, la quinta del Surdo. Brunetto accorcia le distanze, ma poco dopo Milano raccoglie un preciso assist di Amoruso e riporta il Surdo sul più tre. La partita è però lontana dal potersi considerare conclusa, il Real Rogit infatti in pochi minuti e con qualche decisione arbitrale contestabile, va a segno con Loria e Lombisani. A questo punto gli ospiti rischiano il tutto per tutto ma Gerbasi con due chirurgiche ripartenze firma la sua tripletta e mette definitivamente k.o. il Rogit condannandolo alla sua prima sconfitta stagionale.

Lopetrone Real LuzzeseCosta del Lione – Real Luzzese 5 – 6
Marcatori: 3′ Della Sanità (CL), 4′, 7′, 17′, 31′, 44′, 50′ Lopetrone (RL), 15′ Scarfò, 18′ Villella, 29′ e 55′ El Katabbi,
A Falerna è andato in scena il Lopetrone day. Il giovane cannoniere ospite, infatti, è stato il protagonista assoluto di una sfida giocata a viso aperto condita da ben 11 reti. Il valzer del goal inizia preso tant’è che dopo appena 7′ si è già sul 1 a 2. In un alternarsi di marcature i Della Sanità, Scarfò, Villella ed El Katabbi, provano a fare decollare il Costa del Lione ma, l’attaccante delle Real Luzzese vola ancora più in alto contribuendo a chiudere il primo tempo sul 4 a 3. In avvio di ripresa Lopetrone diventa imprendibile per i difensori ed il portiere locale il quale, raccoglie ulteriori tre palloni dalla propria rete nell’arco di 20′. L’arrembante finale del Costa del Lione produce solo un goal insufficiente a colmare i due di scarto maturati.

Città di Fuscaldo – Xerox Chianello 3 – 4
Marcatori: 6′ Ramundo (CF), 12′ I. Mantuano (XC), 27′ e 34′ Cinnanti (CF), 38′ Lascala (XC), 53′ Signorelli (XC), 59′ I. Mantuano
Alcune ingenuità difensive condannano alla sconfitta interna il volenteroso Città di Fuscaldo. La squadra di casa opposta agli esperti cugini, inizia il match nel migliore dei modi portandosi subito in vantaggio. Bomber Mantuano ripristina dopo 6′ l’equilibrio che resta tale fino a pochi minuti dal riposo quando Cinnanti riporta in vantaggio i locali ridando loro smalto. In avvio di ripresa Cinnati concretizza la terza marcatura che sembra indirizzare la sfida su binari favorevoli. La Xerox, però è viva e con la rete di Lascala riprende vigore. Per lunghi minuti il Città di Fuscaldo tiene a bada gli avversari sino a quando uno svarione difensivo consente a Signorelli di impattare il match. Il pari a questo punto, sembra essere il risultato più giusto ma, il veterano Mantuano trova la zampata giusta ed al 59′ insacca la rete del primo successo stagionale.

Campana D e G TraforoL.S. Traforo – Roglianese 5 – 1
Marcatori: Campana, Buffone, Campana, Meringolo, Buffone, Marsico (R)
Dopo essersi sbloccata in Coppa Italia il Traforo si scioglie anche in campionato conquistando la prima vittoria stagionale contro la Roglianese. La partita viene da subito incanalata a proprio favore dal quintetto del presidente Santoro grazie alle reti di Campana e Buffone. Le repliche della Roglianese sbattono contro l’ordinata retroguardia locale che, prima del riposo, segna il terzo goal con Meringolo. Nei secondi 30’il tema della sfida non muta. Il Traforo gestisce l’incontro a proprio piacimento esaltando le doti realizzative della coppia Campana, Buffone firmando il 5 a 0. Al Traforo non rimane che la rete della bandiera realizzata dal veterano Marsico.

P