C2/B – Bottino pieno per le quattro di testa

La Ludos si riscopre grande

 

Bulldog Barcollando inizioSi muovono compatte le prime quattro della classifica mentre, è ancora una giornata nera per le squadre di Vibo. La Pol. Futura travolge La Cascina inanellando la decima vittoria consecutiva. Dietro la capolista si conferma il Barcollando che, ottiene il bottino pieno sul campo di una buona Bulldog. Sorride anche l’Olimpia implacabile in quel di Cinquefrondi seguita ad un punto dalla sorprendente Bova Marina giustiziera di misura del Città di Vibo. Il Polistena vince l’appassionante derby contro l’Elettromega, rinasce la Ludos V.M. espugnando il campo del Vibo C5.

POL. FUTURA – LA CASCINA 11 – 1

Marcatori: 5’ Votano, 8’ Origlia (LC), 9’ Votano, 22’ Rappocciolo, 31’ e 32’ Gil, 33’ e 37’ Votano, 41’ Ecelestini, 46’ Logiudice, 52’ Plutino, 53’ Votano

Pol Futura esultaLa Futura vince nettamente contro il Rocella. Si vede da subito il divario tra le due squadre, i padroni di casa rullo compressore che macina il gioco e sbaglia qualche gol di contro La Cascina oltre al pareggio non preoccupa più di tanto il portiere di casa. La Futura per la prima volta in questo campionato in doppia cifra. Qualche minuto pure per il portiere Mallamaci che dopo l’esordio della settimana prima acquisisce esperienza. La Futura passa in vantaggio al 5’ con Votano dopo una bella azione con Rappocciolo. Passano 3’ e gli ospiti pareggiano con Origlia dopo una azione solitaria mettendo alle spalle del portiere di casa. Subito dopo i locali si riportano in vantaggio con il solito Votano che mette in rete il passaggio di Gil. La Futura mantiene il vantaggio senza problemi ed al 22’porta atre le reti con Rappocciolo su passaggio di Votano, archiviando il primo tempo. Nella ripresa la Futura segna tre gol in tre minuti. Gil realizza il due uno su punizione e uno su angolo, l’altro gol lo segna Votano portando il risultato sul 6 a 1. Al 37’ Votano segna il settimo gol su passaggio di Rappocciolo. Al 41’ Ecelestini segna l’ottavo gol dopo aver rubato palla a centrocampo. Al 45’Logiudice porta a nove le reti. Al 51’ Plutino sigla il decimo goal mentre, l’ultima rete della serata la concretizza Votano su passaggio di Chilà. A.S. Roberto Spanò

BULLDOG – BARCOLLANDO 1 – 3

Marcatori: 17’ Tallarigo (BA), 48’ Vasile (BA), 58’ Tallarico (BA), 60’ Simari (BU)

BARCOLLANDO Non riesce alla Bulldog il compito di fermare il Barcollando che si conferma la migliore squadra del campionato delle… altre. Nonostante il passo falso i padroni di casa, sono comunque soddisfatti della gara svolta consapevoli di essersi arresi solo al cospetto di una squadra più forte. Il match intenso ma, corretto è stato contraddistinto da una prima frazione molto tattica nella quale, il Barcollando, in virtù di una ottima fase difensiva, concede molto poco. Questa fase di equilibrio viene spezzata dalla rete del catanzarese Tallarigo intorno alla metà del primo tempo. Anche le fasi iniziali della ripresa confermano la buona organizzazione delle due compagini impegnate più a non prenderle che darle. Tutto ciò fino al 48’ quando Vasile sfrutta un errore difensivo dei locali per raddoppiare il conto. I vibonesi non demordono e provano a rientrare in partita schierandosi con il quinto uomo ma, di rimessa subiscono la rete del k.o. ad opera di Tallarico. Con il risultato compromesso la Bulldog, chiude la sfida realizzando la rete della bandiera con Simari.

VIRTUS – OLIMPIA 2000 2 – 6

Marcatori: 11’ Ferrato, 35’ Vitale, 38’ Morabito (V), 41’ Sterrantino (V), 49’ Zamuner, 52’ Spanò, 60’ Vitale, 61’ Cervasio

Cervasio Francesco OlimpiaSenza i fratelli Cannizzaro, senza il bomber D. Fazzari e senza l’esperienza di G. Fazzari tutti infortunati la Virtus, non può competere contro le squadre candidate alla zona playoff. La cosa è parsa lampante sin dalle battute iniziali quando Ferrato sblocca il risultato a favore dell’Olimpia. Tuttavia, malgrado il gap la Virtus non si arrende giocando alla pari chiudendo il primo tempo sul punteggio maturato. In avvio di ripresa la rete di Vitale, sembra incanalare la partita verso gli ospiti ma, con orgoglio la Virtus raccoglie le forze ed in 3’ segna due goal ristabilendo la parità. La fase di stallo prosegue per diversi minuti fino a quando Zamuner trova lo spiraglio giusto per riportare avanti la propria squadra. La Virtus si disunisce e Spanò la castiga nuovamente siglando il 2 a 4. Nel finale i locali, si giocano la carta del portiere di movimento ma, questa mossa si rivela deleteria al punto che, prima Vitale e poi il portiere Cervasio mettono a segno le reti del definitivo 2 a 6.

BOVA MARINA – CITTA’ DI VIBO 2 – 1

Marcatori: 12’ Patea (BM), 20’ Paternò (CV), 26’ A. Zirilli (BM)

Bova MarinaConfermandosi in zona playoff la squadra di casa continua a stupire superando i più quotati avversari del Città di Vibo obbiettivamente, in credito con la fortuna. Senza sminuire i meriti della matricola bovese che, ha gettato il cuore oltre l’ostacolo centrando una prestigiosa affermazione occorre altresì affermare che, la compagine ospite ha sprecato di tutto e di più colpendo cinque legni sprecando anche un calcio di rigore. Il risultato del match si decide tutto nei primi 30’. Dopo una iniziale fase di equilibrio a sbloccare il risultato è un calcio di rigore realizzato da Patea al 12’. La reazione dei vibonesi non tarda ad arrivare ed al 20’ è Paternò a ristabilire la parità. Questo risultato sembra accompagnare le squadre al riposo ma, una invenzione di capitan Zirilli sposta l’ago della bilancia verso il quintetto di casa concretizzando il 2 a 1. Nella seconda frazione il Città di Vibo si riversa in avanti creando diverse occasioni da goal alcune delle quali, negate dal sicuro portiere Tribuna. L’Estremo difensore di casa si guadagna la palma di migliore in campo quando a 10’ dal termine, para il penalty calciato da Briga. Il città di Vibo intuisce che, non è giornata ed al triplice fischio il Bova Marina esulta portando a + 4 il distacco in classifica dagli avversari.

ARDORE – STEFANACONI 9 – 2

Marcatori: nel 1^ tempoG. Cremona, S. Rinarello, Cataldo, Fiarè (S), Campisi. Nel 2^ tempo S. Rinarello, G. Cremona, Pondaco (S), Morabito, Plaumbo (2)

Ardore Stefanaconi Pomeriggio gelido alla Magna Grecia, dove andrà in scena la 11^ giornata della serie c2/b tra Futsal Ardore e Stefanaconi. I giocatori del presidente Teotino dovevano vincere per continuare la rincorsa al secondo posto, così è stato. I padroni di casa, vincono e convincono battendo gli ospiti per 9 – 2. Apre il tabellino dei marcatori Cremona Gabriele con un diagonale imprendibile per il portiere avversario. Proprio il portiere avversario, Franzè, su un tiro di Rinarello si fa sfuggire la palla permettendo ai locali di casa ad andare subito sul 2-0. La terza rete è realizzata dal solito Cataldo che con la sua indiscussa classe porta i suoi sul 3-0 con un bel tiro beffa il portiere ospite. I vibonesi non vogliono essere la vittima sacrificale del giorno infatti con una bella azione riesce con Fiarè a trafiggere il numero uno Ardorese, probabilmente ingannato anche da una deviazione di Campisi. Grande prestazione anche per il giovane Campisi, quest’oggi  scatenato che,  mette in rete la palla del 4 – 1 sancendo la fine del primo tempo. Da sottolineare che nonostante le numerose assenze vedi: Zappavigna, Rocca, Spanò, Cremona D. e Caligiuri, gli uomini chiamati in causa da mister Crescimbini non hanno deluso anzi ottime le prestazioni di Rinarello e Napoli S. sono state da Applausi. Ardore Stefanaconi All’inizio del secondo tempo ancora lui Rinarello porta il punteggio sul 5-1. Passano meno di 2’ che Cremona realizza la sesta rete. Lo Stefanaconi non si arrende e su punizione accorcia le distanze con Pondaco che sfrutta il buco lasciato dalla barriera 6-2. Alla fine subentra dalla panchina Palumbo che con due azioni di contropiede fulminanti riesce a siglare una doppietta chiudendo definitivamente la partita! Grande merito anche a Morabito per il gol, molto attento e concentrato in fase difensiva e offensiva. Uno dei migliori è sicuramente Rinarello autore di una doppietta, merito non solo per i gol, ma anche per la grande voglia che mette in campo! Per non parlare di Panuzzo, senza dubbio uno dei migliori, para l’impossibile e da carica ai compagni! Per gli ospiti si mettono in evidenza il solito Mandarano bandiera dello Stefanaconi e Pondaco che oltre alla rete si fa rispettare in campo.  Alla fine possiamo dire che i tre punti danno continuità di risultato all’Ardore che si mantiene nelle zone alte della classifica mentre lo Stefanaconi per raggiungere la salvezza deve fare molto di più. (Olivieri Alfonso)

POLISTENA C5 – ELETTROMEGA POL. 3 – 2

Marcatori: nel 1^ tempo Pettè (2) e Camillò per il Polistena. Nel 2^ tempo aut. Vomera, Taverna per Elettromega

CamillòTrascinata dai suoi caldi tifosi il Polistena prevale di misura nel derby distanziando di quattro punti i cugini dalla classifica. Il quintetto del Presidente Spanò inizia la gara a spron battuto annichilendo gli avversari che incapaci di trovare adeguate contro si ritrovano al termine del primo tempo, sotto di tre reti realizzate, due dal solito Pettè ed una dal ritrovato Camillò. In avvio di ripresa l’Elettromega alza il baricentro ma, trova la solida opposizione dei padroni di casa che, di rimessa sfiorano la quarta marcatura. Al 38’, però, l’espulsione parsa eccessiva e fiscale di Pettè, modifica gli equilibri in campo tant’è che, con l’uomo in meno il Polistena, cede alla pressione dei rivali subendo una sfortunata rete ad opera del proprio portiere Vomera. Ristabilita la parità numerica l’Elettromega, prova a rientrare in partita ma, il Polistena si difende con ordine ed anzi al 54’ ha l’opportunità di chiudere il conto ma, Galati si fa parare il tiro libero concesso. Al 58’ è il turno del giocatore ospite Varamo a fallire il tiro libero lasciando tutto immutato fino al minuto di recupero quando questa volta dal dischetto Taverna non sbaglia il tiro libero realizzando la seconda ed inutile rete.

VIBO C5 – LUDOS V.M. 1 – 5

Marcatori: rete Vibo, Minniti (2), D. Vadalà (2), R. Vadalà

Doveva essere la partita della svolta per il Vibo invece, è stata quella della rinascita per la Ludos. La squadra ospite, recuperati tutti gli acciaccati torna ad essere la squadra accreditata, alla vigilia del campionato, della zona playoff. Ai locali, non è rimasto che prendere atto della superiorità degli avversari perdendo nettamente. Eppure il match inizialmente, sembra mettersi bene per il Vibo che, sblocca il risultato. Neanche il tempo di gioire che, la Ludos pareggia subito il conto e continuando a macinare giuoco, chiude la prima frazione avanti di 3 a 1. Nella ripresa gli ospiti gestiscono la palla lasciando sfogare i locali per poi assestare con Minniti e D. Vadalà i colpi del definitivo k.o.