Pasta Pirro Campione d’inverno

Odissea 2000 corsara a Roma

Spread the love

giocatoriLa Pasta Pirro Corigliano è campione d’inverno, anche se a pari merito con la Rapidoo Latina. Questo il verdetto della prima parte della stagione, che ricordiamo ha già premiato gli ausonici con la partecipazione alle Finale Eight di coppa Italia. 10 vittorie, un pari ed una sola sconfitta, 48 i gol all’attivo e solo 28 le reti subite, uno score impressionante del team di Ceppi che è in testa alla classifica dalla prima giornata di campionato ed ha giocato 5 gare in casa e ben 7 fuori. E’ doveroso dare alcuni numeri per meglio spiegare quanto di buono fatto finora dai coriglianesi, che per quanto partiti da outsider, si sono ritrovati in fretta ad essere fregiati del titolo di favorita per la vittoria finale, e l’intero entourage della famiglia Santella-Olivieri non nasconde la volontà di tentare il grande passo, Orte e Latina permettendo. La gara di oggi però non è stata proprio una passeggiata, almeno per la prima frazione, in cui i siciliani hanno alzato un muro davanti al proprio portiere De Paula, difendendo in maniera esasperata ed impedendo al gioco della capolista di avere sbocchi. Addirittura l’occasione migliore capita proprio agli ospiti a metà tempo, quando un errore di Bachega da via libera a Castrogiovanni che a tu per tu con Martino non riesce a segnare grazie soprattutto ad uno straordinario intervento del portiere reggino. Parata che risulterà determinante, in quanto subito dopo un micidiale ripartenza permette a Caravetta di servire un assist al bacio a Siviero che non deve fare altro che depositare la palla in rete. Il gol sembra aver aperto le porte per la vittoria ai locali, che però sprecano alcune ghiotte occasioni che danno coraggio agli ospiti che spingono alla ricerca del pari che potrebbe arrivare a 40” dalla fine, ma Pizetta manda fuori un tiro libero. Nella ripresa non c’è praticamente partita, Urio dopo meno di 5’ sigla la sua seconda rete stagionale. La Pasta Pirro continua in maniera incessante a colpire la porta di De Paula che cede ancora dopo un solo minuto al tiro di Siviero. La capolista non è ovviamente paga e al 13’ arriva finalmente la tanto cercata rete di Vieira, insieme a Martino il migliore in campo. I bianconeri cercano la via della rete ad ogni occasione,  ma tre legni ne impediscono la buona riuscita. L’Acireale prova la carta del portiere di movimento, ma viene immediatamente castigata dal gol di bachega. Nel finale Ceppi fa girare tutti gli effettivi e trova anche la sesta rete con Vieira. A 9” dalla fine la rete della bandiera di Pennisi. Tanta la soddisfazione a fine gara e queste le dichiarazioni dei protagonisti. Ceppi: Sono ovviamente felice di come stanno andando le cose, frutto della grande disponibilità dei ragazzi a volersi sacrificare per migliorarsi di partita in partita. La cosa che mi gratifica di più è che i risultati stanno arrivando attraverso il gioco corale di un gruppo che lavora insieme da soli 5 mesi. Sappiamo che il ritorno sarà durissimo, a cominciare da sabato prossimo quando incontreremo un Catania rafforzato più che mai nel mercato di dicembre. Marcelinho: Sapevamo che l’Acireale era una squadra molto ostica da affrontare per cui siamo stati bravi ad avere pazienza e a colpirli al momento giusto, però il primo tempo è stato molto difficile. Nel secondo tempo dopo il gol di Urio tutto è stato più facile e abbiamo fatto tre punti importantissimi. Vieira: Oggi era fondamentale vincere per non perdere l’occasione di rimanere in testa. Nel primo tempo abbiamo sofferto molto la loro difesa molto bassa, però quando abbiamo trovato il compito è stato facilitato. Sapevamo di essere un ottima squadra e di poter ottenere risultati importanti, sinceramente però non pensavo che alla fine del girone di andata potevamo essere davanti a tutti. Ora però non dobbiamo mollare e continuare a lavorare a testa bassa, anche se tre giorni di vacanza ce li siamo guadagnati (Usd Fabrizio C5 Pasta Pirro Corigliano).

PASTA PIRRO CORIGLIANO-ACIREALE 6-1 (1-0 p.t.)  

PASTA PIRRO CORIGLIANO:Martino, Vieira, Schiavelli, Dentini, Caravetta, Marcelinho, Siviero, Urio, Molinaro, Bachega, Morrone, Sapia. All: Ceppi
ACIREALE:De Paula, Escobar, Finocchiaro, Castrogiovanni, Musumeci, Trovato, S. Tornatore, M. Tornatore, Pizetta, Merenda, Pennisi, Riolo. All. Pennisi
MARCATORI: 10’39’’ p.t. Siviero (PPC); 4’56’’ s.t. Urio (PPC), 5’39’’ Siviero (PPC), 13’37’’ Vieira (PPC), 15’34’’ Bachega (PPC), 17’46’’ Vieira (PPC), 19’51’’ Pennisi (A)
AMMONITI: Pizetta (A), Musumeci (A)ARBITRI: Rocco De Francesco (Bari), Salvatore Minichini (Ercolano) CRONO: Manuel Candeliere (Catanzaro)

Eric Vs pastapirroDopo quattro turni l’Odissea 2000 Rossano torna alla vittoria battendo la Roma Torrino. Un match che è stato sempre in mano alla formazione gialloblù più di quanto non dica il risultato finale. Oggi era di vitale importanza conquistare i tre punti per muovere in modo deciso la classifica e l’obiettivo è stato raggiunto.

La partenza dei calcettisti di Nelsinho è fulminante e sorprende la squadra di casa che dopo appena 31 secondi si ritrova già sotto per la rete firmata da Eric. I gol di distacco diventano due nel corso del secondo minuto grazie a capitan Russo. I volenterosi giocatori capitolini si rinsaviscono poco prima della metà del tempo quando riescono ad accorciare le distanze con Potrich. L’Odissea 2000 Rossano, però, ogni volta che affonda i colpi fa barcollare i laziali che capitolano per la terza volta per mano di Manzalli, che mette a segno il suo primo gol in maglia gialloblù.

Nella ripresa la squadra bizantina rallenta i ritmi di gioco, ma, una disattenzione difensiva consente ad Anzalone di dimezzare lo svantaggio. La compagine calabrese non si scompone più di tanto e sei minuti più tardi dilata il distacco con il gol di Russo. A questo punto l’Odissea 2000 Rossano, paga del risultato, tira i remi in barca gestendo la gara a suo piacimento, senza però avere la “cattiveria” di mettere ancora più al sicuro il risultato. Un errore perché la gara si riaccende improvvisamente nel finale quando Curcio, approfittando di un rimpallo favorevole, trova il modo di siglare il 3 a 4, alimentando le speranze di rimonta per la sua squadra. Il forcing della Roma Torrino, però, veniva arginato con personalità dai gialloblù che non davano mai la possibilità agli avversari di impensierire la porta di Soso. (Pierluigi Noce Addetto Stampa)

ROMA TORRINO – ODISSEA 2000 ROSSANO 3 – 4 (1 – 3 p.t.)
ROMA TORRINO: Galati, Vagner, Sordini, Anzalone, Potrich, Del Ferraro M., Mancini, Del Ferraro L, Curcio. All. Zaffiro.
ODISSEA 2000 ROSSANO: Soso, Sapinho, Eric, Miglioranza, Russo, Richichi, Manzalli, Arcidiacone, Librandi, Calarota, Visciglia, Calabretta A. All. Nelsinho.
ARBITRI: Pezzuto (Lecce) e Rutigliano (Bari). CRONO: Campi (Ciampino).
MARCATORI: 0’31’’ p.t. Eric, 2’43’’ p.t. Russo, 8’41’’ p.t. Potrich, 10’17’’ p.t. Manzalli, 2’16’’ s.t. Anzalone, 8’56’’ s.t. Russo, 18’23’’ s.t. Curcio.
AMMONITI: Galati, Anzalone, Sapinho, Miglioranza, Potrich.

                                                                                                     

Scritto da: Pasta Pirro Corigliano + Pierluigi Noce