Atletico sul velluto, prima vittoria per la Fata Morgana

Si è giocata la 14a giornata della Serie B - in foto la Fata Morgana 

Spread the love

Sammichele – Catanzaro  3 – 2
Marcatori: 2 Zerbini (S), Heredia (S), 2 Ferraro (C)

Ferraro AlessandroIl Catanzaro non riesce a mettere un’ipoteca sul discorso play off ed esce sconfitto dalla sfida sul campo del Sammichele per 3 – 2.
Pronti via ed i calabresi vengono folgorati dopo appena due minuti dalla partenza aggressiva dei padroni di casa, che vanno in rete con Zerbini bravo a sfruttare l’appoggio di Urgesi. Quattro minuti dopo lo stesso Zerbini si mette in proprio, con un’azione personale che si conclude con un tiro che subisce una deviazione e si insacca alle spalle dell’estremo difensore ospite. Dopo lo shock iniziale gli ospiti provano a reagire ed a rientrare in partita, trovando al 13′ direttamente su calcio di punizione la rete del 2 – 1 con il capocannoniere del torneo, Ferraro. I pugliesi sono però ancora una volta bravi ad allungare al 17′ con il goal di Heredia che sfrutta l’assist dell’onnipresente Zerbini e manda le squadre al riposo sul 3 – 1.
Nella ripresa il Catanzaro prova a rientrare in partita, aggredendo maggiormente la squadra locale, che però si difende bene e quando può prova a far male, ma nonostante i ripetuti attacchi dei calabresi il parziale resta invariato per buona parte della ripresa. Al 16′ ancora Ferraro riapre i giochi, siglando la sua venticinquesima rete stagionale, che porta il parziale sul 3 – 2. Gli ospiti provano a giocare la carta del portiere di movimento, ma il Sammichele è bravo a difendere con le unghie e con i denti il vantaggio ed a portare a casa i tre punti.

Putignano – Futsal Melito  5 – 5
Marcatori: 3 Gigante (P), Morgese (P), Schiavone (P), 2 Labate (M), Martino (M), Barilla (M), Minicuci (M)

LabateIl Futsal Melito impatta per 5 – 5 nella trasferta di Putignano, ma si mangia le mani per aver gettato alle ortiche una ottima occasione per inserirsi a pieno titolo nella corsa all’ultimo posto utile per i play off, dato che a circa cinque minuti dal termine la squadra di mister Franco conduceva di ben tre reti, rimontate dai pugliesi proprio all’ultimo respiro. Da segnalare la ripetuta interruzione della partita  a causa dell’umidità che bagnava il terreno di gioco, rendendolo scivoloso.
Prima frazione in cui le due squadre si danno, battaglia ma è la compagine calabrese che sembra riuscire a tener meglio il campo ed a mettere in difficoltà i padroni di casa, che riescono comunque a reggere il confronto ed a portarsi alla pausa sull’1 – 1.
Nella ripresa il Futsal Melito continua ad essere più aggressivo, ma stavolta il predominio territoriale viene concretizzato dagli uomini di mister Franco, che prendono il largo e sembrano chiudere la partita portando il risultato sul 2 – 5. Il Putignano prova a giocare la carta del portiere di movimento e la mossa è a dir poco azzeccata, perché negli ultimi cinque minuti trascinati da Gigante (autore di una tripletta) i pugliesi riescono ad acciuffare clamorosamente il pari.

Atletico Belvedere – Sant’Isidoro  7 – 2

La società dell’Atletico Belvedere ci comunica per mezzo del suo allenatore, Cipolla, che non intende comunicare con la nostra redazione.

Kroton – Virtus Rutigliano 3 – 3
Marcatori: 2 Cimino (K), Macrillò (K), 2 Rotondo (V), Rutigliani (V)

Cimino Kroton 3Il Kroton viene acciuffato all’ultimo minito dal Virtus Rutigliano, che riesce a strappare il 3 – 3 proprio in extremis sul campo dei pitagorici.
I padroni di casa vengono colpiti a freddo dalla rete di Rotondo, che porta in vantaggio il Rutigliano. La reazione degli uomini di De Santis porta i suoi frutti sul finale di tempo, quando Cimino riesce a mettere in rete la palla dell’1 – 1 con cui si va al riposo.
In avvio di ripresa, sulle ali dell’entusiasmo, i calabresi riescono anche a completare la rimonta, con Macrillò che batte il portiere pugliese e porta i suoi avanti 2 – 1. Le emozioni però sono appena cominciate, perché il Rutigliano risponde prontamente ancora con Rotundo. Il Kroton torna ad attaccare e trova a dieci minuti dal termine la rete del 3 – 2 con Cimino, che realizza la sua doppietta personale. A questo punto il match si infiamma, con gli spazi che si allargano e le occasioni che fioccano, ma i due portieri sono strepitosi nel mantenere il risultato immutato. La Virtus Rutigliano decide di giocare la carta del portiere di movimento ed a 40 secondi dal termine raccoglie i frutti, trovando con Rutigliani la rete del 3 – 3.

Città di Villafranca – Mirto  3 – 2
Marcatori: 2 Salomao (V), Di Carlo (V), 2 Biasi (M)

Dopo le ultime due vittorie consecutive delle scorse giornate, il Mirto deve arrendersi alla capolista Città di Villafranca, che si imponer con il risultato di 3 – 2 e continua a mantenere il suo +3 sulla direttae inseguitrice, l’Atletico Belvedere.
Parte con il piede sull’acceleratore la squadra padrona di casa, che mette alle corde un Mirto che prova a difendersi con le unghie e con i denti, ma che deve arrendersi e capitolare due volte sotto i colpi di Salomao. Il pressing ed il possesso palla del Città di Villafranca è asfissiante, ma il parziale non viene ampliato dai locali fino al termine della prima frazione.
In avvio di ripresa il Mirto riesce ad accorciare le distanze con Biasi. Non c’è però nemmeno il tempo di gioire per aver accorciato le distanze, che subito Di Carlo riporta sopra di due reti i suoi. Il Mirto continua a difendersi bene e non consente al Villafranca di chiudere la partita. La beffa per i padroni di casa rischia di materializzarsi quando a pochi minuti dal termine ancora Biasi accorcia le distanze per i calabresi. Gli ultimi minuti di speranza per il Mirto non portano alla rete del pari, ma consentono comunque ai calabresi di uscire a testa alta dal campo della prima della classe.
Nelle dichiarazioni del post-partita il presidente del Mirto, sig. Salvino, ci tiene a ringraziare la società del Città di Villafranca per l’ottima accoglienza ed ospitalità mostrata.

Fata Morgana – Azzurri Conversano  5 – 3
Marcatori: 2 D’Agostino (F), Laurendi (F), Oliva (F), Martino F. (F)

Laurendi NinoLa Fata Morgana trova finalmente i primi tre punti stagionali, superando sul proprio terreno di gioco l’Azzurri Conversano per 5 – 3, grazie ad una grandissima rimonta effettuata nella seconda frazione di gioco.
L’avvio di partita sembra favorevole ai calabresi, che si portano in vantaggio con Laurendi. Il Conversano reagisce prontamente e la partita si fa sempre più divertente con occasioni da un lato e dall’altro, ma sono i pugliesi ad essere più concreti in zona d’attacco ed a ribaltare il risultato, portandolo sull’1 – 3 al termine del primo tempo.
Nella seconda frazione è tutta un’altra Fata Morgana, che non subisce il contraccolpo della rimonta subita nel primo tempo e che aggredisce gli ospiti, trafitti dalla rete di Oliva. A questo punto sale in cattedra D’Agostino, che sfrutta il momento favorevole ai reggini e ribalta il risultato con una doppietta che porta il parziale sul 4 – 3. Negli ultimi quattro minuti di gioco il Conversano prova a giocare la carta del portiere di movimento, ma Francesco Martino recupera palla e deposita in rete, chiudendo i conti e fissando il punteggio sul 5 – 3 finale.