Atletico dilaga nel derby, colpo Melito a Rutigliano

Si è giocata la 6a giornata della Serie B - in foto l'Atletico Belvedere

Spread the love

Fata Morgana – Atletico Belvedere  2 – 7
Marcatori: D’Agostino (F), Oliva (F), 3 Grumiche (B), autorete Polimeni, Adelmo (B), Iozzino (B), Metallo (B)

GrumicheL’Atletico Belvedere risponde con carattere alla sconfitta della scorsa settimana contro il Sammichele, aggiudicandosi l’unico derby calabrese di giornata con il netto risultato di 2 – 7, espugnando il campo della Fata Morgana e portandosi ad una sola lunghezza dal primato in classifica, conservato ancora dal Città di Villafranca nonostante il pari odierno. Reggini che, invece, restano ancorati all’ultimo posto in classifica ad un solo punto.
Atletico che sin dai primi minuti tiene in mano il pallino del gioco, costringendo i padroni di casa sulla difensiva. Gli ospiti riescono a sbloccare il risultato attorno al decimo minuto con Grumiche, che fa 0 – 1. La Fata Morgana accusa il colpo e qualche minuto dopo subisce anche il raddoppio del Belvedere. La reazione dei reggini non arriva e prima del rientro negli spogliatoi arriva anche la terza rete degli ospiti, che riescono dunque a portarsi al riposo sullo 0 – 3.
Dopo il pessimo primo tempo, i padroni di casa provano a rientrare in campo più convinti nella ripresa e dopo qualche minuto avrebbero l’occasione per accorciare le distanze, ma La Rocca è bravissimo a respingere il calcio di rigore tirato da Campolo ed a conservare il triplice vantaggio. L’errore di Campolo viene punito poco dopo dalla rete dello 0 – 4 da parte degli ospiti. Un timido sussulto d’orgoglio della Fata Morgana porta il parziale sull’1 – 4, ma l’Atletico ristabilisce ancora una volta le distanze. Successivamente è Oliva che prova a dare un pò di brio al match, siglando la rete del 2 – 4, ma l’Atletico è bravo a spingere subito gli avversari a debita distanza. Ancora sotto di tre lunghezze, la Fata Morgana prova a giocare la carta del portiere di movimento per tentare il tutto per tutto, ma l’Atletico non concede niente ai padroni di casa, che vengono infilati ancora due volte dalla squadra di mister Cipolla, che negli ultimi minuti controlla la partita e chiude la contesa sul risultato di 2 – 7.

Putignano – Catanzaro  2 – 1
Marcatori: Soares (P), Morgese (P), Lido Bruno (C)

Bruno LidoIl Catanzaro esce sconfitto dal campo del Putignano per 2 – 1, ma conserva tuttavia ancora il terzo posto in classifica in virtù dei risultati delle squadre ad esso adiacenti in graduatoria.
Prima frazione che, complice le grandi dimensioni del campo ed il tatticismo delle due squadre, non offre alcuno spunto di cronaca, con i due portieri praticamente inoperosi. Squadre che vanno dunque al riposo con un nulla di fatto sullo 0 – 0.
La ripresa sembra andare avanti sulla falsa riga del primo tempo, con il risultato che non sembra potersi sbloccare se non in seguito ad un episodio. Episodio che arriva al settimo minuto, quando i pugliesi usufruiscono di un calcio di rigore, che viene trasformato da Soares. La gioia del vantaggio dura poco per il Putignano, perché dopo solamente un minuto Lido Bruno impatta nuovamente il risultato, mettendo dentro la rete dell’1 – 1. Dopo questo botta e risposta tra le due squadre il tema della partita torna quello della prima frazione. Il Putignano però riesce a cinque minuti dal termine della partita a trovare la rete del 2 – 1, con Morgese che riesce a sbloccare nuovamente l’equilibrio. Gli ospiti non ci stanno e provano la carta del portiere di movimento, che porta a tre importanti occasioni che non vengono però sfruttate dai catanzaresi, che dunque tornano con una sconfitta da questa trasferta pugliese.

Virtus Rutigliano – Futsal Melito 3 – 5
Marcatori: Vavalle (R), Vera (R), José (R), 2 Labate (M), Oliveri (M), Barilla M. (M), Durante (M)

Labate Nino 2Dopo essersi sbloccato nel derby della settimana scorsa, il Futsal Melito trova la seconda vittoria consecutiva, espugnando il campo del Virtus Rutigliano per 3 – 5. Con i tre punti odierni la squadra di mister Franco prova a tirarsi fuori dalle ultime posizioni, superando il Kroton in graduatoria.
Inizia male la partita per i calabresi, che dopo cinque minuti si trovano già sotto per effetto della rete del solito Vavalle. La reazione del Melito arriva subito, con il pareggio firmato da Labate, che porta il parziale sull’1 – 1. Agguantato il pari la squadra ospite continua a premere e macinare gioco e prima del rientro negli spogliatoi riesce anche a compiere il sorpasso, per effetto della rete siglata da Oliveri, che manda le squadre al riposo sull’1 – 2.
In avvio di ripresa i padroni di casa provano a reagire, ma vengono spinti a due reti di distanza dalla grandissima puntata di Labate che si infila alle spalle dell’estremo difensore del Rutigliano per l’1 – 3 dei calabresi. La rete non scompone i pugliesi, che mettono in difficoltà il Melito, che si vede costretto a capitolare sotto i colpi di Vera e Josè, che portano il risultato nuovamente in parità. La squadra ospite non ci stà e torna a premere, trovando a cinque minuti dalla fine la rete del 3 – 4 con Marcello Barilla. Il Rutigliano prova a cercare la rete che riporterebbe il match in parità, ma viene colpito da una micidiale ripartenza dei calabresi, che con Durante chiudono la partita, fissando il punteggio sul 3 – 5 finale.

Mirto – Azzurri Conversano 5 – 9
Marcatori: 3 Scervino (M), 2 Cretella (M), 5 Corona (C), Fanelli (C), Renna (C), Sciannamblo (C), Genco (C)

ScervinoIl Mirto incassa il quinto k.o. consecutivo, uscendo sconfitto dalla sfida interna contro l’Azzurri Conversano, che si impone per 5 – 9 sul campo dei calabresi.
Il Mirto non parte malissimo sotto il piano del gioco, ma lo fa sul piano del risultato, che viene sbloccato dalla squadra ospite. Passano solo un paio di minuti e Cretella porta il risultato sull’1 – 1. La partita continua a scorrere in equilibrio, ma sono ancora i pugliesi a portarsi avanti, con una rete che però arriva in seguito ad un mancato fischio su un fallo subito da un giocatore di casa, con la palla recuperata dal Conversano che si porta sull’1 – 2. Gli ospiti riescono successivamente ad allungare, con una rete direttamente su punizione (molto criticata da mister Benenati, che verrà peraltro espulso per proteste nel corso della prima frazione). Il Mirto accorcia le distanze con Scervino, ma viene subito rispedito a debita distanza dal Conversano, che sfrutta al meglio una ripartenza. La girandola di goal di questa prima frazione non si ferma, e sono ancora i pugliesi a trovare la via della rete, portandosi sul 2 – 5. I padroni di casa reagiscono ancora una volta con Scervino, ma per l’ennesima volta vengono rispediti a tre goal di distanza. Prima della fine di questo scoppiettante primo tempo c’è ancora spazio per la rete di Scervino, che manda le squadre al riposo sul 4 -6.
Al rientro in campo il Mirto non sfoggia quella reazione che ci si aspetterebbe di fronte al proprio pubblico, e così sono ancora i pugliesi a trovare la via della rete, trascinati da uno scatenato Corona (autore di ben cinque reti). Il Mirto prova ancora una volta a rientrare in partita con il goal di Cretella, ma come accaduto più e più volte nel corso della partita si fa subito punire dal Conversano, che sfrutta il nervosismo tra le fila avversarie (ben 4 gli ammoniti del Mirto nel solo secondo tempo) per chiudere definitivamente la partita con due reti che fissano il punteggio sul 5 – 9 finale.

Kroton – Sant’Isidoro 5 – 8
Marcatori: 2 M. Martino (K), 2 Vasapollo (K), Gerace (K), 3 Cascino (S), 2 Di Salvo I. (S), 2 Pisciotta (S), Puleo (S)

Dopo due vittorie consecutive, il Kroton conosce nuovamente il sapore della sconfitta. Una brutta sconfitta tra le mura amiche contro una diretta concorrente che ha imposto il proprio gioco, proprio come fatto due settimane fa con la Fata Morgana. I pitagorici hanno giocato un’ottima gara, risultato bugiardo dettato dai tanti errori sotto porta e soprattutto maturata quando De Santis gioca la carta del portiere di movimento.

Città di Villafranca – Sammichele 3 – 3
Marcatori: 5′ pt Di Trapani, 1′ st Di Carlo, 9′ e 11′ st Zerbini, 12′ st  Orofino, 17′ st Ramos