La Pirossigeno Città di Cosenza mette il sigillo sul campionato

La Futura sbanca Lamezia. Pari interno per il Bovalino

Il Cosenza abbatte l’ultimo baluardo rimasto e chiude praticamente la pratica campionato. Una gara molto ben disputata dai lupi, che hanno comunque dovuto combattere per avere la meglio sul Pro Nissa. Occasione sprecata per il Bovalino, che si è fatto impattare in casa dal Arcobaleno Ispica. Derby calabrese alla Futura, che sbanca il Palasparti, grazie ad un super Rotella.

PIROSSIGENO CITTA’ DI COSENZA – PRO NISSA 5-2

Spettacolo per gli occhi, ieri al Palaferraro! Due formazioni che si sono affrontate a viso aperto dal primo secondo di gioco, senza paura, senza troppi tatticismi, con solo la voglia di vincere e di sovrastare l’avversario! L’ha avuta vinta la Pirossigeno, questo big match di ritorno, allungando a +9 il divario proprio sulla Pro Nissa diretta inseguitrice e venuta a Cosenza con tutta la rabbia agonistica, di portare a casa i 3 punti e cercare di avvicinarsi alla vetta. Non è stato cosi purtroppo per i siciliani che trovano i Lupi ancora più affamati dopo questa sosta invernale e decisi più che mai, a cercare di mettere in cassaforte la testa della classifica. Il match è stato puro divertimento, occasioni da una parte e dall’altra, sano agonismo in campo e sulle panchine. I rossoblù cercano subito di mettere in campo le tattiche di mr Chiappetta, e proprio lui apre il tabellino marcatori. La Pro Nissa spinge, crea qualche pensiero alla difesa rossoblù, ma è il solito Marchio che porta a due le reti di vantaggio. Neanche il tempo di esultare, che Tubau accorcia le distanze. Finisce cosi il primo tempo. La ripresa inizia con una Pro Nissa più cattiva e votata di più all’attacco. Crea molte occasioni da gol, ma Del Ferraro e la difesa, controllano molto bene gli attacchi siciliani. Fino al 16′ quando su tiro libero, Piromallo scaglia un bolide imprendibile per il portiere avversario. 3-1 ma la Nissa non ci sta ed un minuto dopo, approfitta di una distrazione rossoblù e accorcia con Torres. Ma a due minuti dalla fine, sono di nuovo Piromallo su tiro libero e Zafra in contropiede, a sigillare il 5-2 finale e a far iniziare seriamente i rossoblù, a sognare in grande!
La società ci tiene a ringraziare la Pro Nissa per la grande educazione e correttezza che dimostra. Valori molto importanti oggi nel futsal e spera in un loro ottimo prosieguo di campionato. (Facebook Pirossigeno Città di Cosenza)

BOVALINO – ISPICA 5-5

LAMEZIA-FUTURA 4-7


ECOSISTEM: Sperlì, Iozzino, Gerbasi, Monterosso, Montesanti, Morelli, Mastellone, Brandonisio, D’Agostino, De Masi, Deodato, Scalese. Allenatore: Bebo Carrozza
POL. FUTURA: Amaddeo, Rotella, Labate, Pannuti, Aquilino, Scappatura, Modafferi, Everton, Pronestì, Fascì, Falcone, Laganà. Allenatore: Giuseppe Alfarano

Marcatori: pt 10’20” De Masi, 11’08” Everton, 15’09” Rotella 16’03” Rotella. st 00’12” Sperlì (Aut), 02’54” Iozzino, 04’37” Iozzino 11’39” Pannuti, 12’55” Iozzino, 19’44” Rotella, 19’59” Rotella.Arbitri: Michelangelo Arminio e Emilio Romano di Nola
Cronometrista: Cozza Fabio di Cosenza

Va agli ospiti il derby calabro del campionato di serie B giocato al Palasparti tra Ecosistem Lameziasoccer e Polisportiva Futura. Una giornata no per la formazione di Bebo Carrozza che ha visto infrangersi le sue giocate sul muro eretto dalla formazione di Alfarano davanti al proprio portiere che da parte sua ci ha messo tanto ed è stato fortunato quando sono stati i legni a dire no alle conclusioni lametine.
Dall’altra parte invece i legni sono stati più magnanimi visto che una conclusione di Labate centrava in pieno il legno e carambolava sulla schiena di Sperlì disteso in tuffo per poi depositarsi in rete. 
Una partita ricca di emozioni ed accesa da alcune decisioni arbitrali non proprio fortunate. Come ad esempio nel secondo tempo, quando i lametini erano protesi alle ricerca del pareggio, dopo una tripletta di Iozzino, il Sig. Arminio invertiva una netta spinta in area su Deodato fischiando allo stesso un tocco di mano mentre cadeva a terra sulla spinta dell’avversario, con relativo tiro libero. Decisione che ha lasciato sbigottiti tutti in tribuna anche, probabilmente, l’osservatore arbitrale se dopo tanti, ma proprio tanti, giri di lancetta era ancora chiuso nello spogliatoio con la terna.
In ogni caso gli orange devono fare un bagno di umiltà perché nelle ultime tre gare non sono riusciti ad essere concreti come in precedenza sbagliando tantissimo. Evidentemente, dopo aver raggiunto quella che è considerata una quota quasi vicina alla salvezza, la squadra si è rilassata un pò troppo. Solo nel secondo tempo è stata finalmente più aggressiva e determinata con Iozzino autentico trascinatore con una tripletta che rimetteva tutto in gioco.
Il forcing finale alla ricerca del pareggio con il quinto uomo in campo non sortiva gli effetti sperati anzi, era Rotella ad approfittarne con due reti a porta vuota negli ultimi sedici secondi.
Una sconfitta che, unita agli ultimi due pareggi, vanifica quanto di buono era stato fatto in precedenza. Dilapidato il vantaggio accumulato sulla sesta in classifica e bagarre dietro il Cosenza (che vincendo lo scontro diretto con il Nissa è ormai imprendibile) con cinque squadre racchiuse in tre punti, una delle quali dovrà dire addio ai play-off,(le altre sono troppo staccate) ma la strada è ancora lunga. (C.S. Ecosistem Lamezia Soccer)

Selfie vittoria Futura

La Futura supera una diretta concorrente per i play-off
Una partita sofferta e lottata fino a pochi secondi dalla fine contro un Lamezia mai domo.
Lamezia che va in vantaggio dopo pochi minuti ma ci pensa Everton dopo poco a riportare il risultato sull’1 a 1 con un gran tiro da fuori che sorprende il portiere avversario.
Ci pensa Rotella a concludere in rete due azioni spettacolari della Futura con altrettante conclusioni imparabili da parte del bomber paraguaiano.
Primo tempo che si conclude sul tre a uno.
Ad inizio ripresa è subito Labate con uno schema da calcio d’angolo a mettere alle spalle del portiere a portare la futura sul 4 a 1
A questo punto c è la reazione nel Lamezia che alza i ritmi e accorcia fino ad arrivare sul 4 a 3.
A nove dalla fine comunque la squadra di casa è già a cinque falli.
La Futura nonostante la pressione ospite però mantiene la calma e su una partenza Rotella serve il giovane Lagana che offre a Pannuti sul secondo palo la palla del 5 a 3 ed il capitano non sbaglia
Lamezia non molla si riporta a una lunghezza con un bellissimo gol di Iozzino.
La Partita e diventa al cardiopalma.
La Futura a questo punto con una doppietta di Rotella chiude i giochi mentre la squadra di casa cercava di pareggiare con il portiere di movimento.
Grande esultanza dei ragazzi della squadra del comune di Motta San Giovanni che conquista tre punti importantissimi nella corsa per i play-off. (Facebook ASD Polisportiva Futura)