La Gym aggancia il Cataforio, altro pari per l’Enotria

Si è giocata la 16a giornata della Serie C1 - in foto la Gym Point

Spread the love

Gym Point – Lokron  5 – 0
Marcatori: 2 Modafferi, Casile, Cipriani F., Castaldo

Modafferi Antonino 95 Gym PointVittoria facile per la Gym Point, che rispetta il pronostico e supera per 5 – 0 tra le mura amiche il Lokron, agganciando così in vetta il Cataforio ed allungando sull’Enotria, bloccata oggi sul pari dal Bovalino.
Il copione sembra chiaro sin dalle prime battute, con i padroni di casa che tengono in mano il pallino del gioco e provano a buttare giù il muro costruito dagli ospiti a difesa del proprio portiere. La Gym Point sembra non riuscire a trovare la chiave che sblocchi la partita e durante la metà del primo tempo si rimane a reti bianche. La rete che sblocca il match arriva al 20′, con Modafferi che porta in vantaggio la squadra locale. Lo stesso giocatore di casa, prima del rientro negli spogliatoi, sigla anche il raddoppio, mandando i suoi al riposo avanti 2 – 0.
Dopo la doppietta di Modafferi in chiusura di primo tempo, le cose sono più semplici per la Gym Point, che sfrutta i maggiori spazi inevitabilmente concessi dal Lokron ed arrotonda il punteggio prima con Casile, e poi con Francesco Cipriani e Castaldo, chiudendo il match con una secca manita ai danni dell’ultima in classifica.

Bovalino – Futsal Enotria  1 – 1
Marcatori: Clemente (B), D’Elia (E)

D eliaPareggia ancora il Futsal Enotria, che non va oltre l’1 – 1 sul campo del Bovalino, allontanandosi dal duetto di testa formato da Cataforio e Gym Point, che ora distano cinque punti.
Parte subito forte la squadra di casa, che dopo appena due minuti di gioco trova la rete del vantaggio grazie al diciottenne Clemente, bravo ad insaccare da fuori area sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L’Enotria sembra stordita da questo avvio molto aggressivo del Bovalino e fatica a reagire, creando qualche sporadico pericolo alla porta locale. Prima della pausa però gli ospiti impattano con D’Elia, che pareggia i conti e manda le squadre negli spogliatoi sull’1 – 1.
Nella ripresa i ritmi della partita salgono, data l’importante posta in palio per entrambe le squadre. Il Bovalino continua a tenere maggiormente il possesso palla ed a fare la partita, ma l’Enotria sembra meno passiva rispetto alla prima frazione e con qualche ripartenza fa rabbridivire il pubblico di casa. Il Bovalino, dal canto suo, è sfortunato quando un tiro di Vitale si stampa contro il palo e nega il nuovo vantaggio. Il finale di gara è caratterizzato da una serie di ribaltamenti di fronte, che però non schiodano il punteggio dalla parità, che permane fino al triplice fischio.

Zefhir Mega Five – Maestrelli  6 – 2
Marcatori: 2 Spanò (Z), Zoccali (Z), Stuppino (Z), Santisi (Z), Martino (Z), 2 Arcudi (M)

SpanoNel match ad alta quota tra due delle rivelazioni di questo campionato la spunta lo Zefhir Mega Five, che si impone per 6 – 2 sul proprio terreno di gioco contro la Maestrelli, rafforzando così il proprio quarto posto in graduatoria e portandosi ad un solo punto di distanza dalla terza piazza, occupata dall’Enotria.
Padroni di casa che provano sin dai primi minuti a fare la partita, ma è la Maestrelli a portarsi in vantaggio grazie alla rete di Arcudi. Passato in svantaggio, lo Zefhir inizia a dare più incisività ai suoi attadcchi, mettendo in difficoltà una Maestrelli che dopo circa dieci minuti già tocca il bonus dei cinque falli. Questo fattore influenza negativamente la prova della squadra di mister Milici, che fatica ad arginare le offensive dei padroni di casa, bravi ad approfittare della situazione ed a ribaltare il punteggio, portandolo grazie alle reti di Stuppino e Spanò sul 3 – 1. Prima dell’intervallo la Maestrelli riesce comunque a rientrare in partita, grazie alla seconda rete di giornata di Arcudi, che manda le squadre al riposo sul 3 – 2.
Nella ripresa ci si aspetterebbe una Maestrelli più combattiva dopo il goal dei secondi finali della prima frazione, ed invece è ancora lo Zefhir a macinare gioco e ad allungare fino ad arrivare al 6 – 2 con cui si chiude la partita.

Tre Colli Futsal – Soverato  1 – 6
Marcatori: Barillaro (T), 2 Lanciano (S), 2 Pastori (S), 2 Celia (S)

Lanciano MarcelloIl Soverato fa suo il derby contro il Tre Colli, espguando il Palagallo con il punteggio di 1 – 6 e portando a casa altri tre punti importanti che gli consentono di insediarsi al quinto posto in coabitazione con il Pietrafitta.
Inizia nel peggiore dei modi la partita per i padroni di casa, che dopo qualche secondo vengono beffati da uno schema su calcio d’inizio perfettamente studiato e messo in pratica dalla squadra di mister Le Pera, che dunque sblocca subito il parziale con Lanciano. Il Tre Colli nonostante il brutto avvio prova a reagire, ma al contrario viene trafitto un’altra volta dagli ospiti. I padroni di casa non ci stanno e dopo aver sprecato qualche buona occasione, sono bravi ad approfittare di una palla persa dal Soverato per ripartire e trovare l’1 – 2 con il classe 1994 Barillaro.
La ripresa vede ancora le due squadre a darsi battaglia, ma è ancora il Soverato a trovare per primo la via del goal e ad allungare sull’1 – 3. A questo punto il Tre Colli prova nuovamente a reagire per rientrare in partita, ma la squadra di mister Carrozza non riesce ad essere concreta nemmeno quando viene giocata la carta del portiere di movimento. Il Soverato, dal canto suo, è bravo ad arginare le offensive dei padroni di casa ed a chiudere la partita con altre tre segnature che fissano il punteggio sull’1 – 6 finale.

Futsal Cosenza – Futsal Pietrafitta 1 – 5
Marcatori: Perri (C), 2 Riconosciuto (P), 2 Baldino (P), Galiano (P)

Baldino Francesco 81 PietrafittaBuona vittoria del Futsal Pietrafitta, che ottiene i tre punti sul campo del Futsal Cosenza imponendosi con il risultato di 1 – 5, soprattutto grazie ad un grande sprint effettuato nella ripresa.
L’avvio di gara è subito favorevole agli ospiti, che dopo pochi minuti riescono a portarsi in vantaggio grazie ad una bella giocata di Riconosciuto, che defilato sulla destra scaglia un gran tiro che si insacca nel sette per il vantaggio del Pietrafitta. La partita sembra in discesa, ma gli ospiti non riescono a sfondare il muro eretto dal Futsal Cosenza a protezione della propria porta e così il primo tempo finisce per non regalare ulteriori emozioni e si va al riposo sullo 0 – 1.
In avvio di ripres i padroni di casa provano a riequilibrare il punteggio, ma Scrivano è bravo a tenere i suoi in vantaggio. Il Futsal Pietrafitta alza il ritmo dei suoi attacchi e trova con Galiano la rete dello 0 – 2. La risposta dei cosentini è immediata, con Perri che accorcia le distanze. A questo punto i padroni di casa cercano il pari, ma lasciano inevitabilmente maggiori spazi ad un Pietrafitta che con un tremendo uno-due firmato Baldino chiude i conti e porta il parziale sull’1 – 4. Il punto esclamativo sul match lo mette poi Riconosciuto, che dunque apre e chiude le danze, fissando il punteggio sull’1 – 5 finale.

Vallone Quintino SCCSporting Club Corigliano – Città di Fiore  6 – 3
Marcatori: 3 Vallone (S), Busa (S), Berardi (S), Valente (S), 2 Simari (CdF), Oliverio (CdF)

Dopo il k.o. della settimana scorsa sul campo del Bovalino, lo Sporting Club Corigliano ritrova i tre punti, superando per 6 – 3 tra le mura amiche il Città di Fiore.
Prime fasi della partita in cui le due squadre si studiano e si pressano con grande intensità, impedendosi a vicenda di creare occasioni importanti. L’equilibrio viene spezzato dopo dieci minuti dallo Sporting Club, che con Busa si porta in vantaggio. Gli ospiti provano a reagire, mettendo in difficoltà lo Sporting, che dopo venti minuti si trova con cinque falli a carico, che sfociano qualche minuto dopo in un tiro libero per il Città di Fiore che, tuttavia, spreca la chance del pari. Nel finale di frazione è ancora il Città di Fiore ad andare vicino alla rete, ma il tentativo degli ospiti si infrange sul palo. 
Nella ripresa i padroni di casa rientrano in campo con più decisione e trovano in rapida successione la seconda e la terza rete grazie a due ripartenze veloci. Il Città di Fiore accorcia con Simari su una palla persa dai padroni di casa, ma lo Sporting è ancora bravo ad andare in rete ed a chiudere virtualmente la partita con un altro uno-due che porta il parziale sul 5 – 1. Gli ospiti accorciano nuovamente le distanze, ma ormai è tardi per pensare ad una rimonta contro uno Sporting che tiene bene il campo e porta a casa i tre punti, chiudendo la contesa avanti 6 – 3.

Amantea – Cataforio  2 – 2
Marcatori: Motolese (A), Pellegrino (A), Praticò P. (C), Cilione (C)

motolese egidio 85  amanteaIl Cataforio non va oltre il 2 – 2 sul difficile campo dell’Amantea e viene così raggiunto in vetta dalla Gym Point a quota 35 punti. I padroni di casa invece ripetono il risultato della scorsa settimana, impattando contro un’altra squadra di alta classifica e dimostrandosi squadra molto ostica.
Prima parte di frazione caratterizzata dall’equilibrio con le due squadre che si studiano e con il Cataforio che reclama per un intervento all’interno dell’area dei padroni di casa ai danni di Marcianò, ma per l’arbitro è tutto regolare (nell’occasione Marcianò esce per infortunio). La capolista non riesce a sfondare contro una buona Amantea, che trova addirittura il vantaggio con una ripartenza ben gestita in due contro due che porta alla rete di Motolese. La prima frazione non regala molte altre emozioni ed i padroni di casa riescono a tornare negli spogliatoi avanti 1 – 0. Al rientro in campo il Cataforio sembra molto più motivato a ribaltare il punteggio e prende sin da subito il pallino del gioco in mano. La pressione della squadra di mister Venanzi è premiata prima dalla rete del pari siglata da Pasquale Praticò e, successivamente, dal goal che ribalta la situazione firmato da Cilione. I toni agonistici della partita salgono ed a farne le spese è Porcino, espulso per doppia ammonizione. L’Amantea non si fa pregare e sfrutta la superiorità numerica, trovando il punto del 2 – 2 grazie a Pellegrino. Nelle battute finali il Cataforio prova a giocare la carta del portiere di movimento per portare a casa l’intera posta in palio, ma gli ospiti non riescono ad impensierire l’estremo difensore locale e la partita si chiude sul risultato di parità.