Gym e Cataforio impattano, ma l’Enotria non ne approfitta

Si è giocata la 14a giornata della Serie C1 - in foto il Cataforio 

Gym Point – Cataforio  2 – 2
Marcatori: autorete Pellicanò, Nelo (G), Gregorace (C), Lorenti (C)

LorentiFinisce in parità il big match di giornata tra Gym Point e Cataforio, che danno vita ad una partita molto equilibrata, che vede i due portieri, Lo Gatto e Tamiro, assoluti protagonisti. Da segnalare, soprattutto dopo i fatti dell’andata, la grande correttezza che ha caratterizzato l’incontro sia dentro che fuori dal campo.
La partita si infiamma dopo solamente due minuti, quando Lo Gatto rinvia lungo e dall’altro lato del campo Tamiro e Pellicanò non si capiscono procurando la più sciagurata delle autoreti che manda in vantaggio i padroni di casa. Il Cataforio non si scompone e prova ad imporre il proprio gioco, trovando però una retroguardia locale sempre molto attenta. Anche quando la squadra di mister Venanzi sembra aver trovato la chiave per aprire la difesa della Gym, trova di fronte un ultimo insormontabile ostacolo in Lo Gatto, perfetto come al solito. Dall’altro lato del campo, il suo dirimpettaio Tamiro, non è da meno, sventando le minacce che i padroni di casa provano a portare per raggiungere il raddoppio. Prima frazione che dunque si conclude 1 – 0, ma con tante occasioni ed un legno per parte.
Al rientro dagli spogliatoi il Cataforio prova ancora a fare la partita e dopo cinque minuti trova il pareggio con Gregorace, bravo ad insaccare dai dieci metri. La Gym non accusa il colpo e torna a rialzare il baricentro, mettendo pressione sul Cataforio che, in occasione di un uscita da pressing, perde palla consentendo a Nelo di insaccare e portare nuovamente avanti i suoi. La gioia per la Gym Point però non dura molto, perché dopo qualche minuto il Cataforio riacciuffa il pari con Lorenti. L’ultimo quarto d’ora è un succedersi di ribaltamenti di fronte, che vedono ancora i due portieri molto attenti. Al termine della partita il risultato è dunque di 2 – 2, con le due squadre che grazie al punto odierno possono allungare sull’Enotria, sconfitta a sorpresa sul campo del Futsal Cosenza.

Futsal Cosenza – Futsal Enotria  4 – 2
Marcatori: 2 Perri (C), Praticò (C), Gervasi (C), Scarfone (E), Carnuccio (E)

Perri Maikol

La sorpresa di giornata arriva dal campo del Futsal Cosenza, dove il Futsal Enotria non approfitta dello scontro tra Gym Point e Cataforio e crolla per 4 – 2. Eppure, la partita sembra iniziare bene per gli ospiti, che riescono a sbloccare la partita grazie alla rete di Scarfone. Da qui in poi, però, l’Enotria di fatto inizia a giocare male, pensando forse di aver già chiuso i conto contro un avversario ultimo (prima di questa partita) in classifica e con vari problemi societari. Il Futsal Cosenza, dal canto suo, dirige bene la sua partita, difendendosi dallo sterile possesso palla tenuto dall’Enotria e ripartendo quando c’è la possibilità. Il sacrificio dei padroni di casa viene premiato dalla rete dell’1 – 1, che manda le squadre al riposo sul risultato di parità.
Al rientro in campo il copione non cambia e sembrano ancora i locali ad averne di più; ed infatti puntuale arriva la rete del 2 – 1 che ribalta a sorpresa il risultato. Gli ospiti vanno nel pallone e la testimonianza arriva dalla terza rete del Cosenza, che arriva su uno svarione difensivo. Caiazzo (che oggi sostituiva l’indisponibile mister Brescia) decide di giocare la carta del portiere di movimento per gli ultimi dieci minuti. La mossa sembra dare ragione, perché dopo poco arriva il goal del 3 – 2 firmato da Carnuccio. I padroni di casa però non si scompongono e dimostrano ancora una volta di avere più fame di punti rispetto ai diretti avversari odierni, trovando a tre minuti dal termine la rete che fissa il punteggio sul 4 – 2 finale e che li schioda dall’ultimo posto in graduatoria.

Lokron – Soverato 2 – 3
Marcatori: 2 Castanò (S), Lanciano (S)

Lanciano MarcelloIl Soverato torna alla vittoria espugnando con il risultato di 2 – 3 il campo del fanalino del Lokron.
Inizia subito forte la squadra di mister Le Pera che tiene sotto costante pressione la retroguardia locale, che però sembra reggere bene l’urto grazie soprattutto al suo estremo difensore, decisivo in più di una circostanza. Il predominio territoriale del Soverato viene concretizzato da Lanciano. Gli ospiti però, nonostante le numerose occasioni da rete non allungano e rischiano nel finale di tempo di subire il pari, ma il numero uno del Soverato è attento e manda i suoi al riposo avanti 0 – 1.
Nella ripresa il Lokron entra in campo con molta più aggressività e mette in difficoltà gli ospiti, che vengono raggiunti sull’1 – 1 dopo pochi minuti. A questo punto però sale in cattedra Castanò, che con un micidiale uno-due porta il risultato sull’1 – 3 in favore del Soverato. Gli ospiti a questo punto provano a gestire il risultato ed avrebbero anche l’occasione per chiudere definitivamente i conti, con Celia che si vede però neutralizzare per ben due volte il tiro libero dall’estremo difensore del Lokron. I padroni di casa trovano nel recupero la rete del 2 – 3, ma ormai è troppo tardi per una rimonta ed i tre punti vanno al Soverato.

Sporting Club Corigliano – Maestrelli  2 – 1
Marcatori: Lifrieri (C), Berardi (C), Marando (M)

Berardi Antonio SCCLo Sporting Club Corigliano supera la Maestrelli per 2 – 1 continuando a risalire e portandosi al centro della classifica. La Maestrelli invece viene staccata dallo Zefhir in ottica play off, ma può rammaricarsi relativamente, dato che anche oggi la squadra di mister Milici ha offerto una buona prestazione.
L’avvio di gara è favorevole al Corigliano, che già dopo cinque minuti fa rabbrividire l’estremo difensore ospite De Stefano, salvato però sul tiro di Marigliano dal palo. Nulla può però il portiere della Maestrelli quando al 15′ Lifrieri finalizza al meglio una ripartenza e porta in vantaggio i suoi. Subita la rete e la sfuriata iniziale dei padroni di casa, la Maestrelli prova a prendere in mano le redini del gioco e prima del rientro negli spogliatoi pareggia meritatamente i conti con Marando, che manda le squadre al riposo sull’1 – 1.
In avvio di ripresa, sulle ali dell’entusiasmo, gli ospiti provano a ribaltare il punteggio, ma sono troppo imprecisi sotto porta e non puniscono i varchi lasciati liberi dai padroni di casa. Gli errori in fase di finalizzazione vengono pagati al 6′, quando Berardi mette dentro la palla del 2 – 1 che manda nuovamente avanti lo Sporting Club. Nuovamente sotto nel punteggio, la Maestrelli alza il pressing alla ricerca del pari, ma i locali sembrano difendersi ottimamente. Nell’assalto finale degli ospiti, che giocano anche la carta del portiere di movimento negli ultimi cinque minuti, è poi decisivo Sparvieri, che con due interventi decisivi congela il risultato e consente ai suoi di portare a casa l’intera posta in palio.

Zefhir Mega Five – Bovalino  8 – 3
Marcatori: 3 Zoccali (Z), 2 Stuppino (Z), 2 Battaglia (Z), Presini (Z), 2 Federico B. (B), Avarello G. (B)

ZoccaliLo Zefhir Mega Five mette a segno la terza vittoria consecutiva schiantando per 8 – 3 tra le mura amiche il Bovalino, prendendosi la quarta posizione solitaria a quota 26 punti, a due sole lunghezze dal terzo posto occupato dall’Enotria.
Il super attacco dei padroni di casa (migliore del campionato con ben 62 reti segnate) è un’arma micidiale, che non lascia scampo ad un Bovalino che dopo soli venti minuti già si trova sotto 4 – 0. Partita che sembra dunque virtualmente chiusa, ma un sussulto d’orgoglio dei padroni di casa porta alle due reti di Bruno Federico, che accorcia le distanze e manda le squadre negli spogliatoi sul 4 – 2.
Nella seconda frazione il copione non cambia, con il Bovalino che non sfrutta le due reti del finale di tempo per rientrare partita. Al contrario, è lo Zefhir che, annusato il possibile pericolo, allunga nuovamente al 42′ con Zoccali e, successivamente con Battaglia. Gli ospiti crollano definitivamente e anche la carta del portiere di movimento si rivela una mossa inutile. I padroni di casa infatti allungano ancora fino all’8 – 2. Nel finale il Bovalino, dopo aver accorciato con Giovanni Avarello sull’8 – 3, usufruisce di due tiri liberi, entrambi respinti dall’estremo difensore locale.

Amantea – Città di Fiore  3 – 4
Marcatori: Mammola (A), Furano (A), Forte (A), 2 Oliverio (CdF), Cordua (CdF), Alessio (CdF)

Oliverio calcia Citt FioreIl Città di Fiore espugna il campo dell’Amantea con il risultato di 3 – 4 al termine di una partita dai due volti: meglio l’Amantea nella prima frazione; mentre la ripresa è stata appannaggio degli ospiti.
Come anticipato, la prima frazione vede un predominio dell’Amantea, che trova il vantaggio grazie ad un calcio di punizione di Mammola. La pressione degli uomini di mister Prati non si placa, ma i padroni di casa sono troppo imprecisi nell’ultimo tocco e così il Città di Fiore resta in partita. La scarsa precisione viene pagata dai padroni di casa, che prima del rientro negli spogliatoi subiscono la doccia fredda per effetto della rete di Cordua, che fa 1 – 1 proprio nel momento più difficile per il Città di Fiore.
Nella ripresa è tutta un’altra storia, con il Città di Fiore, galvanizzato dal pareggio trovato nel finale del primo tempo, che spinge alla ricerca della rete che completi la rimonta. Paradossalmente però è l’Amantea a trovare il goal proprio nel momento migliore degli ospiti. La reazione degli uomini di mister Federico è veemente, ed il 2 – 2 arriva grazie ad Oliverio, che qualche minuto dopo completa l’opera siglando anche la rete del vantaggio. L’Amantea è nel pallone e qualche minuto dopo capitola ancora, questa volta per mano di Alessio. Nel finale i padroni di casa accorciano le distanze su tiro libero, ma ormai è troppo tardi per riacciuffare il pari e gli ospiti possono così portare a casa tre punti che solidificano la loro posizione medio-alta in classifica.

Tre Colli Futsal – Futsal Pietrafitta 2 – 4
Marcatori: 2 Riconosciuto (P), 2 De Luca (P), De Santis, Restelli

RiconosciutoIl Futsal Pietrafitta passa sul campo del Tre Colli con il risultato di 2 – 4, allungando a quattro la serie di risultati utili consecutivi e prendendosi, grazie ai tre punti odierni, la quinta posizione solitaria in classifica ai danni della Maestrelli.
Prima frazione molto equilibrata, che vede il Tre Colli profondere il massimo sforzo per sbloccare il risultato e portare a casa tre punti che servono come il pane per la classifica. La rete che sblocca la parità arriva dai padroni di casa a cinque minuti dal termine della prima frazione. Si va dunque negli spogliatoi sull’1 – 0.
Nella ripresa il Pietrafitta entra in campo con tutto un altro piglio e prova a far valere il suo maggior tasso tecnico; ed infatti sono proprio due giocatori di alta classe come Riconosciuto e De Luca che prendono per mano la squadra e ribaltano il risultato. Il primo, con una doppietta, porta il risultato sull’1 – 2, mentre il secondo con un altrettanto micidiale uno-due mette una serissima ipoteca sulla partita. La carta del portiere di movimento giocata dai padroni di casa negli ultimi dieci minuti porta solo alla rete del 2 – 4, ma è troppo tardi per pensare ad una rimonta e così il Tre Colli deve arrendersi al Pietrafitta ed ora vede avvicinarsi in classifica il Futsal Cosenza.