Gym ok in rimonta, Cataforio risponde ‘presente’

Si è giocata la 9a giornata della Serie C1

Spread the love

Gym Point – Bovalino 4 – 2
Marcatori: Modafferi (G), Fiorenza (G), Casile (G), D’Amico (G), Avarello G. (B), Frammartino (B)

LoGattoLa Gym Point torna al successo, superando in rimonta per 4 – 2 tra le mura amiche il Bovalino, grazie soprattutto ad uno strepitoso secondo tempo, in cui la squadra di mister D’Arrigo è riuscita prima a ribaltare e poi a chiudere il match. Gli ospiti, freschi di cambio allenatore, hanno retto bene per tutta la prima frazione, ma sono crollati sotto i colpi di Casile e compagni nella prima metà della ripresa.
Ci si aspetterebbe un avvio di fuoco da parte dei padroni di casa, volenterosi di riscattare il passo falso di Amantea, ma nei primi minuti la Gym non riesce a creare particolari pericoli alla porta di Benvenuto. E’ invece la squadra ospite a trovare la rete del vantaggio attorno al 10′ grazie al solito Giovanni Avarello, che porta il parziale sullo 0 – 1. Nonostante la rete subita i padroni di casa faticano ad aumentare il ritmo della pressione ed il prolungato possesso palla risulta molto sterile, mentre i minuti scorrono ed il risultato resta invariato. Ancora una volta è invece il Bovalino ad avere l’occasionissima, grazie ad un tiro libero concesso proprio all’ultimo minuto di recupero; dai dieci metri si presenta Errigo, che però vede il suo tiro respinto da Lo Gatto, che minimizza il passivo per i suoi, mandandoli al riposo sotto solamente di una rete.
Il salvataggio di Lo Gatto cambia, di fatto, la storia della partita, che vede nella ripresa la Gym Point entrare in campo più agguerrita che mai, decisa a riprendere in mano la partita. Ed infatti nel giro di soli dieci minuti i padroni di casa mettono il turbo, siglando ben tre reti, firmate rispettivamente da Modafferi, Fiorenza e Casile, che portano il parziale sul 3 – 1. Gli ospiti sono in bambola e si trovano anche in inferiorità numerica a causa di una doppia ammonizione. La Gym Point non si fa pregare troppo e coglie la palla al balzo, mettendo dentro anche la rete del 4 – 1 con D’Amico. Il quarto d’ora da incubo taglia le gambe al Bovalino, che non riesce più a creare grattacapi a Lo Gatto, se non con Frammartino, che a tre minuti dal termine accorcia le distanze. Tuttavia è troppo tardi per pensare ad una clamorosa rimonta, anche perché ancora Lo Gatto nel finale dice di no a Frammartino, inchiodando il risultato sul 4 – 2 finale.

Futsal Pietrafitta – Zefhir Mega Five

Partita rinviata per impraticabilità di campo

Tre Colli Futsal – Sporting Club Corigliano 4 – 7
Marcatori: 2 Iozzo (T), Fazio (T), Carrozza (T), 3 Galiano (S), 2 Marigliano (S), Busa (S), Vallone (S)

Marigliano toscano GalianoImportante vittoria dello Sporting Club Corigliano, che si impone sul campo del Tre Colli per 4 – 7 nello scontro salvezza di giornata, superando contestualmente gli stessi avversari odierni ed il Bovalino in graduatoria.
Partita ricca di goal e di emozioni, che cominciano dopo pochi minuti, quando il Tre Colli sblocca il risultato grazie ad un calcio di rigore trasformato da Fazio. Gli ospiti reagiscono immediatamente alzando il pressing e trovando la rete dell’1 – 1 con Busa. Lo Sporting riesce qualche minuto dopo addirittura a ribaltare il punteggio, con Galiano che mette dentro l’1 – 2. Non c’è un attimo di respiro nella partita e su una palla persa dagli ospiti Iozzo ne approfitta scagliando un gran tiro all’incrocio che supera l’estremo difensore coriglianese. Prima del rientro negli spogliatoi lo Sporting riesce però a passare ancora una volta in vantaggio, con una bella giocata di Galiano, che manda le squadre negli spogliatoi sul 2 – 3.
L’avvio di ripresa ricalca il ritmo della prima frazione, con il Tre Colli che prova subito a rimettere il risultato in parità, ma l’urlo di gioia dei padroni di casa viene strozzato dal palo. La beffa per i padroni di casa arriva due minuti più tardi, quando Vallone in occasione di una ripartenza mette dentro la rete che vale il doppio vantaggio per i suoi. La rete ospite innesca un altro botta e risposta, che vede dapprima la rete di Carrozza su calcio di punizione, e, successivamente, il nuovo allungo dello Sporting Club siglato da Galiano, che sigla così la sua tripletta personale. Il Tre Colli però non si dà per vinto e riesce ancora una volta a rientrare in partita, rubando palla sulla trequarti avversaria e mettendo dentro il 4 – 5 con Iozzo. Gli sforzi dei padroni di casa vengono però resi ancora una volta vani da Marigliano, che riceve palla lungo linea e scarica un gran tiro all’incrocio su cui Sperlì non può fare nulla. Negli ultimi sette minuti di gioco i locali provano a giocare la carta del portiere di movimento, ma la mossa non sortisce gli effetti sperati, perché lo Sporting ruba palla a centrocampo e ancora una volta con Marigliano trova la via della rete, fissando il punteggio sul 4 – 7 finale.

Lokron – Maestrelli 2 – 5
Marcatori: 2 Mazzaferro (L), 2 Chiaia (M), Nigero (M), Princi (M), Postorino (M)

princi giuseppe maestrelliLa Maestrelli inanella la seconda vittoria consecutiva, imponendosi per 2 – 5 sul campo del Lokron e portandosi dunque nella zona medio-alta della classifica a quota 14 punti. Sul risultato finale pesa soprattutto il disastroso primo tempo della squadra locale, che nella ripresa ha provato a riprendersi, ma è stata sempre tenuta a debita distanza dagli uomini di mister Milici.
Prima frazione che vede una partenza sprint della Maestrelli, che dopo pochi minuti sblocca la partita. I padroni di casa accusano il colpo e non riescono a rispondere al predominio degli ospiti, che tengono il pallino del gioco in mano e siglano agevolmente altre tre reti, che gli consentono di portarsi al riposo sullo 0 – 4.
Nella seconda frazione il Lokron entra in campo più grintoso, per provare quantomeno a rendere meno pesante il passivo. Arriva infatti dopo un pò di gioco macinato la rete di Mazzaferro che accorcia le distanze. La Maestrelli però spezza ogni velleità di rimonta da parte del Lokron, andando ancora una volta in rete e rispedendo gli avversari sotto di quattro reti. A 7′ dal termine il Lokron realizza un’altra segnatura, ancora grazie a Mazzaferro, che su calcio di rigore sigla la sua doppietta personale, che però non influisce sul risultato finale del match che è di 2 – 5.

Amantea – Futsal Cosenza  5 – 3
Marcatori: 2 Furano (A), 2 Pellegrino (A), Delizia (A), 3 Perri (C)

furano fazio 80  amanteaL’Amantea, dopo la vittoria interna contro la capolista Gym Point della scorsa settimana, si ripete, superando per 5 – 3 in rimonta il Futsal Cosenza tra le mura amiche, al termine di una partita che gli uomini di mister Prati sono riusciti a raddrizzare solamente nella seconda parte della ripresa, complice anche un’ottima prestazione di un Futsal Cosenza che, probabilmente, non avrebbe meritato di uscire a mani vuote dal campo quest’oggi.
Inizia sotto tono la squadra di casa, che fatica ad impostare il gioco e viene punita dalla rete di Perri, che mette dentro lo 0 – 1 in favore degli ospiti. La reazione dell’Amantea porta alla rete del pari siglata da Furano, ma è un fuoco di paglia perché prima del rientro negli spogliatoi è ancora il Futsal Cosenza a portarsi in vantaggio, questa volta è Carbonaro ad andare in rete ed a mandare le squadre al riposo sull’1 – 2.
Al rientro in campo la musica non cambia, con l’Amantea che prova, senza successo, a trovare il varco giusto per riequilibrare il punteggio ed il Futsal Cosenza che, invece, continua a difendersi bene e riesce addirittura a trovare la rete dell’1 – 3 grazie a Lupinacci. In doppio svantaggio l’Amantea inizia a svegliarsi e riesce ad accorciare le distanze ancora con Furano, che rianima i suoi. Passa ancora qualche minuto e stavolta è Pellegrino a trovare la via del goal che vale il 3 – 3. Il Futsal Cosenza inizia ad essere timoroso e l’inerzia della partita è totalmente cambiata. Tanto è vero che, nel finale, l’Amantea rimane in inferiorità numerica, causa espulsione per doppia ammonizione di Grandinetti, ma gli ospiti non solo non riescono ad approfittare della situazione, ma subiscono addirittura la pesantissima rete del 4 – 3 ad opera di Delizia. Negli ultimi minuti ci pensa poi Pellegrino a mettere dentro la rete che gli vale la doppietta personale, ma che soprattutto fissa il punteggio sul 5 – 3 e consegna i tre punti alla squadra di casa.

Cataforio – Città di Fiore  5 – 4
Marcatori: 3 Marcianò (C), Gregorace (C), Lorenti (C), 3 Simari (CdF), Romano (CdF)

MarcianoIl Cataforio risponde colpo su colpo alla Gym Point, mantenendosi ad un solo punto di distacco dopo aver superato per 5 – 4 il Città di Fiore tra le mura amiche. Vittoria sofferta per la squadra di mister Venanzi, che ha saputo ribaltare l’iniziale svantaggio e rispondere alle avanzate degli ospiti che, dal canto loro, non hanno demeritato.
L’avvio di gara vede un Cataforio molto deciso, che si lancia all’attacco alla ricerca della rete che sblocchi subito il risultato, ma i padroni di casa sono troppo imprecisi in fase finalizzativa. La poca lucidità sotto porta viene pagata dai locali, che vengono puniti da una ripartenza di Simari, che porta in vantaggio gli ospiti ed accende la partita. Lo svantaggio sembra essere accusato dal Cataforio, che qualche minuto dopo viene colpito ancora una volta da una ripartenza ed ancora una volta da Simari, che porta a due le reti di vantaggio in favore del Città di Fiore. E’ a questo punto che arriva la reazione della grande squadra, che nel giro di quattro minuti, dal 24′ al 28′, lascia di sasso gli ospiti, che si vedono trafitti in rapida sequenza da Gregorace, Lorenti e Marcianò, e si trovano incredibilmente sotto 3 – 2 all’intervallo.
In avvio di ripresa il Cataforio, sull’onda dell’entusiasmo della rimonta nel finale di primo tempo, trova anche la rete del 4 – 2 con Marcianò, che successivamente si ripete e porta a tre sia il conto delle reti di vantaggio che di quelle siglate in giornata. Dopo aver subito la sfuriata della squadra locale, il Città di Fiore parte alla carica per rimettere in discussione il risultato e trova il goal del 5 – 3 con Romano. La pressione degli ospiti sale di ritmo, ma è il Cataforio ad avere l’occasionissima per chiudere la partita, con Praticò che però sbaglia clamorosamente la rete che chiuderebe di fatto il match. “Goal sbagliato, goal subito”, recita l’antico adagio, ed è proprio ciò che succede sul successivo capovolgimento di fronte, quando Simari supera Tamiro, mettendo dentro il 5 – 4 che riapre i giochi e fa vivere al Cataforio un finale di fuoco. La clamorosa occasione per agguantare il pareggio arriva al 25′, quando l’arbitro concede un calcio di rigore, che viene però neutralizzato da Tamiro, reo tuttavia nella circostanza di aver fatto qualche passo avanti rispetto alla linea di porta (episodio che avrebbe portato alla ripetizione della massima punizione stessa). Gli ospiti provano a giocare negli ultimi cinque minuti la carta del portiere di movimento, ma la retroguardia locale, di concerto con Tamiro, riescono a congelare il risultato ed a portare a casa tre punti che consentono di proseguire la rincorsa alla vetta.

Soverato – Futsal Enotria  2 – 4
Marcatori: Santise C. (S), Pastori (S), 2 Galera (E), Brandonisio (E), Amerato (E)

Galera RobertoIl Futsal Enotria vince il big match di giornata, imponendosi per 2 – 4 al Palascoppa di Soverato, distaccando ulteriormente gli avversari odierni in classifica e tenendo il passo di Cataforio e Gym Point nella lotta a tre per il primato.
Parte un pò contratto il Soverato, che non riesce nei primi minuti ad imporre il proprio gioco come vorrebbe e viene, invece, trafitto dalla rete di Brandonisio, che mette dentro lo 0 – 1 e porta in vantaggio gli ospiti. Andati sotto, i padroni di casa iniziano a macinare gioco e trovano con Christian Santise la rete del meritato pareggio. La partita va avanti con continui capovolgimenti di fronte e con le due squadre entrambe decise a portare a casa il bottino pieno, ma il risultato resta in equilibrio, grazie soprattutto a Patruno e Scerbo, entrambi superlativi ogni volta che vengono chiamati in causa dagli attacchi avversari. Prima del rientro negli spogliatoi l’equilibrio viene però rotto dalla rete di Pastori, che porta il parziale sul 2 – 1. La reazione dell’Enotria non si fa attendere, ma la traversa dice di no a Brandonisio ed il Soverato riesce così a portarsi al riposo in vantaggio.
Al rientro dagli spogliatoi la squadra ospite alza il baricentro alla ricerca della rete del pari e dopo pochi minuti ha una grandissima occasione, dovuta ad un tocco di mano nella propria area da parte di Christian Santise, che concede all’Enotria la chance del tiro dal dischetto; dai sei metri si presenta Galera, che non fallisce e ristabilisce la parità. A questo punto il Soverato esprime il massimo sforzo per trovare nuovamente la via del vantaggio, ma trova di fronte a sé uno Scerbo in forma strepitosa a dire di no per ben quattro volte ed a tenere in parità il risultato. Il goal dei padroni di casa sembra nell’aria, ma a cinque minuti dal termine arriva la doccia fredda per il Soverato, trafitto dalla rete di Amerato, che porta il parziale sul 2 – 3. La squadra di mister Mardente si lancia in avanti e gioca il tutto per tutto con la carta del portiere di movimento. Intanto, il Futsal Enotria si vede ridotto in quattro uomini, a causa della seconda ammonizione ricevuta da capitan Scarfone a causa di un tocco di mano in occasione di una ripartenza del Soverato. La squadra di casa, forte anche della superiorità numerica, preme, ma la difesa ospite è impenetrabile e tiene botta. Proprio all’ultimo minuto Tavano si fa rubare palla da Galera, che da centrocampo insacca a porta sguarnita la rete del 2 – 4 che chiude definitivamente i conti e permette all’Enotria di mettere a segno la quarta vittoria consecutiva.