Cataforio sbanca Bovalino, deludono Gym e Soverato

Si è giocata l'ottava giornata della Serie C1 - in foto il Cataforio

Bovalino – Cataforio  1 – 3
Marcatori: Avarello G. (B), 2 Cilione (C), Marcianò (C)

CilioneImportante colpo del Cataforio, che si impone in rimonta per 1 – 3 sul campo del Bovalino e mette così a segno la terza vittoria consecutiva, che gli consente di staccare in graduatoria il Soverato e di avvicinarsi alla capolista Gym Point, oggi sconfitta ad Amantea.
Partita che nei primi minuti è molto equilibrata, con le due squadre che si temono e fanno attenzione a non scoprire il fianco. La parità viene però sbloccata al 10′ dalla sere del solito Giovanni Avarello, che porta così in vantaggio il Bovalino. Passato in svantaggio, il Cataforio inizia a macinare gioco e dopo soli cinque minuti trova la rete del pareggio grazie a Cilione. I padroni di casa provano a riportarsi in avanti, ma sprecano due buone occasioni, prima con Gnisci e poi con Avarello che non trovano il bersaglio. La mancanza di lucidità viene pagata dai locali, che al 27′ si ritrovano sotto, per effetto di un tiro di Marcianò che viene deviato da Errigo e si insacca alle spalle dell’incolpevole Benvenuto. Si va dunque al riposo sull’1 – 2.
Al rientro in campo il Bovalino vorrebbe fiondarsi subito alla ricerca del pari, ma il Cataforio sembra fare ottima guardia e riuscire a gestire bene il possesso palla. La prima grande occasione della ripresa capita sui piedi di Cilione, che con un potente collo sinistro coglie in pieno la traversa. Il conto dei legni viene pareggiato pochi minuti dopo da una magia di Giovanni Avarello, che ruba palla e riparte palla al piede, inventando un delizioso cucchiaio sull’uscita di Tamiro, aiutato però dalla traversa, che strozza in gola l’urlo del capitano del Bovalino. I padroni di casa continuano a portare pressione, ma il Cataforio continua a concedere pochi spazi e anche quando si apre uno spiraglio è bravo Tamiro a dire di no ed a congelare il risultato. La ricerca del pari porta il Bovalino a lasciare ampi spazi per le ripartenze del Cataforio, che non si fa pregare e con Cilione ad otto minuti dal termine mette una seria ipoteca sull’esito della partita, siglando l’1 – 3. Nel finale i padroni di casa provano la carta del portiere di movimento, ma gli ospiti reggono e portano a casa i tre punti.

Sporting Club Corigliano – Soverato  5 – 5
Marcatori: 2 Galiano (C), Guzzi (C), Marigliano (C), Busa (C), 2 Pastori (S), Lanciano (S), Castanò (S), Celia M. (S)

galianoStecca ancora il Soverato, che pareggia per la terza volta nelle ultime tre partite di campionato disputate, impattando per 5 – 5 sul campo dello Sporting Club Corigliano.
Partita vibrante e ricca di emozioni, che iniziano al 4′, quando Galiano porta in vantaggio i padroni di casa. La reazione del Soverato tarda ad arrivare e così è ancora lo Sporting ad andare in rete, questa volta con Guzzi, che porta il parziale sul 2 – 0. Gli ospiti provano a rientrare in partita con un tiro di Lanciano da fuori che, complice un rimbalzo sul terreno bagnato, beffa l’estremo difensore locale. Accorciate le distanze gli uomini di mister Mardente iniziano a macinare gioco, ma sono poco concreti in fase di finalizzazione. La poca precisione viene pagata dal Soverato, che si vede trafitto da un gran goal di Galiano, che riceve palla da De Marco, salta due uomini e supera con un delizioso tocco sotto Patruno per il 3 – 1 in favore dei coriglianesi. Prima della pausa gli ospiti accorciano ancora, questa volta con Pastori, che manda le squadre negli spogliatoi sul 3 – 2.
In avvio di ripresa il Soverato sembra rientrare in campo carico e deciso ad acciuffare il pari, ma ancora una volta sono i padroni di casa a mostrare cinismo ed a trafiggere per la quarta volta Patruno, che questa volta viene superato da Marigliano. Il Soverato stavolta accusa il colpo e, nonostante trovi il 4 – 3 grazie alla rete di Castanò, viene rispedito a debita distanza qualche minuto dopo dal goal di Busa, che porta il parziale sul 5 – 3. A una decina di minuti dal termine il Soverato prova il tutto per tutto e gioca la carta del portiere di movimento, ma i padroni di casa sembrano riuscire ad arginare le offensive della squadra di Mardente. La partita si riapre però al primo minuto di recupero, quando Marco Celia accorcia le distanze e dà nuovamente speranza ai suoi. Passa appena un altro minuto e nell’assalto finale il Soverato riesce a trovare con Pastori la rete che vale il 5 – 5 finale.

Amantea – Gym Point 3 – 2
Marcatori: Mammola (A), Pagliaro (A), Pellegrino (A), 2 Casile (G)

La sorpresa di giornata arriva dal campo dell’Amantea, dove i padroni di casa si impongono per 3 – 2 sulla capolista Gym Point al termine di una partita caratterizzata da un eccessivo nervosismo, soprattutto tra le fila degli ospiti, che lamentano nelle dichiarazioni post-partita un arbitraggio inadeguato: infatti la Gym Point recrimina per il rigore concesso all’Amantea dopo soli cinque minuti avvenuto, a loro dire, fuori area; nonché di un episodio accaduto poco dopo, quando Casile tutto solo davanti al portiere lo scarta e viene steso da quest’ultimo, ma l’arbitro anziché espellere l’estremo difensore locale, si limita ad ammonirlo.
Passando al resoconto del match, la partita si apre con un equilibrio che viene spezzato dal su menzionato rigore in favore dei padroni di casa dopo cinque minuti, che viene trasformato implacabilmente da Mammola, che porta i suoi sull’1 – 0. La reazione della capolista però non si fa attendere e dopo vari tentativi arriva il pareggio firmato dal solito Casile, che porta le squadre al riposo sull’1 – 1.
Nella ripresa i toni non si abbassano e la partita rimane nella sottile linea di confine tra “maschia” e “nervosa”. Nonostante i tentativi degli ospiti sono ancora i padroni di casa a trovare la via del vantaggio, questa volta con Pagliaro. La Gym Point riesce ancora una volta a raddrizzare la partita, trovando anche in questa occasione il pareggio con Casile, che sigla la sua doppietta personale e porta il punteggio sul 2 – 2. Gli ospiti però dimostrano di essere un pò troppo nervosi e non riescono a prendere in mano la partita, subendo nel finale la rete di Pellegrino, che batte Lo Gatto e fissa il punteggio sul 3 – 2 finale.

Maestrelli – Futsal Pietrafitta  4 – 1
Marcatori: 2 Postorino (M), Princi (M), Arcudi (M), Baldino (P)

princi giuseppe maestrelliLa Maestrelli interrompe la propria serie di due sconfitte consecutive imponendosi per 4 – 1 in rimonta contro il Futsal Pietrafitta e portando a casa tre punti che gli consentono di allontanarsi dalla zona rossa dei play out.
L’avvio di gara non è dei migliori per la Maestrelli, che dopo si trova sotto per effetto del goal di Baldino. La reazione dei padroni di casa arriva prontamente con la rete di Postorino, che porta il parziale sull’1 – 1. L’equilibrio continua a regnare sovrano fino al rientro delle squadre negli spogliatoi.
La ripresa inizia sulla falsa riga della prima frazione, con le due squadre che concedono poco e mantengono l’equilibrio. La scintilla che sblocca la gara arriva quando Postorino con una gran giocata smarca Princi, che a tu per tu col portiere prima colpisce il palo e successivamente insacca dopo aver fatto sbattere la palla sulla traversa per il 2 – 1 Maestrelli. Sotto di una rete e con poca rotazione di uomini a disposizione, il Futsal Pietrafitta cala ed i padroni di casa ne approfittano con una micidiale ripartenza finalizzata ancora da Postorino. Nel finale gli ospiti provano la carta del portiere di movimento, ma la mossa non sortisce gli effetti sperati ed è invece la Maestrelli a trovare ancora una volta la via della rete, con Arcudi che mette a segno il poker e fissa il punteggio sul 4 – 1 finale.

Zefhir Mega Five – Tre Colli Futsal  4 – 2
Marcatori: Zappellini (Z), Martino (Z), Dieni (Z), Stuppino (Z), Veraldi (T), Lacava (T)

ZappelliniDopo due sconfitte consecutive lo Zefhir Mega Five ritrova il sorriso, superando per 4 – 2 tra le mura amiche il Tre Colli Futsal. Ospiti che, al contrario, non sono riusciti a ripetere le prestazioni delle ultime settimane, in cui erano riusciti a collezionare due vittorie di fila in altrettanti scontri diretti.
Partita che si decide nella prima frazione, che vede i padroni di casa prendere sin da subito in mano il pallino del gioco e trovare dopo non molto la rete che sblocca il punteggio con Zappellini. Il Tre Colli non riesce a reggere la forza d’urto della squadra di mister Carella, che trova anche la via del raddoppio, con Martino che supera sperlì e porta il parziale sul 2 – 0. Prima della fine della frazione ci pensa poi Dieni ad arrotondare il punteggio, mandando le squadre negli spogliatoi sul 3 – 0.
Dopo un primo tempo da incubo, il Tre Colli prova a tornare in campo con più ordine nella ripresa, ma lo Zefhir gestisce bene il risultato e trova anche il poker con Stuppino. Gli ospiti a questo punto tirano fuori una reazione d’orgoglio e riescono a siglare due reti, prima con Veraldi e poi con Lacava, che non servono a riaprire i giochi ma solo a rendere meno largo il passivo.

Futsal Cosenza – Lokron  6 – 3
Marcatori: 2 Garofalo (C), 2 Perri (C), 2 Cariati (C), 2 Sergi (L), Gallo (L)

Perri MaikolIl Futsal Cosenza trova la prima vittoria stagionale superando sul proprio terreno di gioco il Lokron per 6 – 3, raggiungendo così gli stessi rivali odierni a quota tre punti in classifica.
L’equilibrio iniziale viene spezzato dalla rete di Garofalo, che porta in vantaggio i padroni di casa. La gioia dura però solo pochi minuti, perché Sergi mette dentro l’1 – 1, riportando il risultato in parità. I padroni di casa non ci stanno e sfoderano un quarto d’ora di fuoco che lascia di sasso gli ospiti che, incapaci di reagire, si trovano sotto all’intervallo addirittura 4 – 1. 
Nella ripresa i padroni di casa rientrano in campo forse un pò troppo convinti di aver chiuso la pratica ed il Lokron approfitta della situazione per riportarsi in partita con le reti di Sergi e Gallo, che portano il parziale sul 4 – 3. Il Futsal Cosenza sente odore di beffa e torna a macinare gioco, riprendendo in mano la partita e chiudendo i conti con altre due reti che fissano il punteggio sul 6 – 3 finale.

Futsal Enotria – Città di Fiore 3 – 2
Marcatori: 3 Amendola (E), Cordua (CdF), Guarascio (CdF)

Amendola Giuseppe EnotriaL’Enotria supera per 3 – 2 il Città di Fiore tra le mura amiche conquistando così la terza vittoria consecutiva, che consente alla squadra di mister Brescia di prendere la seconda posizione in classifica (seppur in coabitazione con il Cataforio) e di accorciare le distanze dalla capolista Gym Point.
Prima frazione sotto le aspettative per i padroni di casa che, subita la rete del vantaggio ospite ad opera di Cordua, non riescono a reagire e, anzi, rischiano più volte di subire il raddoppio degli uomini di mister Federico, che dimostrano di aver approcciato in maniera migliore la partita. Il Futsal Enotria riesce comunque a limitare i danni ed a tornare negli spogliatoi sotto 0 – 1.
Nella ripresa i locali entrano in campo molto più determinati e trovano dopo pochi minuti la rete del pari grazie ad Amendola. Lo stesso attaccante locale sfrutta poi una indecisione della difesa del Città di Fiore per siglare la doppietta personale, ma soprattutto per ribaltare il risultato. Subito l’uno-due, la squadra ospite prova a macinare gioco alla ricerca del pareggio, che arriva grazie a Guarascio a cinque minuti dal termine. Le emozioni però non sono ancora finite, perché a due minuti dal termine il mattatore di giornata Amendola trova ancora una volta la via del goal, infilando la rete del 3 – 2 che rimanda sotto gli ospiti. Negli ultimi minuti il Città di Fiore prova a giocare la carta del portiere di movimento, ma è l’Enotria ad avere l’occasione di chiudere la partita, con Brandonisio che però manda fuori di poco il tiro libero concesso dagli arbitri. Lo stesso Brandonisio qualche istante dopo prova ancora a chiuderla, ma questa volta il suo tiro viene respinto dall’incrocio dei pali. Ospiti che, in ogni caso, non riescono a trovare il varco giusto e devono rassegnarsi alla sconfitta nonostante il buon gioco espresso nella prima frazione.