La Five Soccer torna a ruggire. Crisi Xerox

Primo successo esterno per la MM Club

 

 Abate Angelo mister MM ClubQuasi a volere chiudere immediatamente la parentesi della sconfitta di Fuscaldo la capolista, torna alla vittoria aggiudicandosi l’intenso braccio di ferro contro i tenaci avversari del Cirò Marina. Il Rogit consolida il posto d’onore liquidando senza problemi la pratica Surdo. Seconda sconfitta consecutiva per la Xerox che, perde in casa il derby contro i cugini del Fuscaldo scivolando fuori dal podio. Podio, riconquistato dal F. Kroton che, torna a centrare i tre punti dopo due mesi di astinenza. La grande ammucchiata nella zona playoff è completata dalla Real Luzzese, travolgente contro il Costa del Lione e dalla MM Club sport che, sul campo del Re Artù ottiene il primo storico successo esterno. Colpo grosso in chiave playout del Traforo capace di imporsi con un tennistico 6-3 sul campo della Roglianese.

FIVE SOCCER CZ – HELLAS CIRO’ M 4 – 2

Marcatori: 7’ Zurlo, 8’ A. Capicotto, 15’ Maietta (HC), 17’ Melissari, 29’ Sinopoli (HC), 43’ Galeota

Galeota FSCZPer mettere a tacere eventuali scricchiolii nei propri meccanismi la capolista, dimostrando di godere ottima salute al termine di una gara combattuta, piega la resistenza della Hellas Cirò marina riprendendo il feeling con i tre punti. Gli ospiti, dimostrando quanto di buono stanno facendo in questo campionato, senza alcun timore reverenziale se la sono giocata alla pari riuscendo a tenere in apprensione la capolista che, alla fine la spunta anche in virtù di una maggiore esperienza. La voglia di rivalsa degli uomini di mister Longo esplode sin dai primi minuti quando Zurlo ed A. Capicotto realizzando una rete a testa lasciano da subito capire quali siano le loro intenzioni. Il Cirò non si fa soggiogare facendosi immediatamente capire di che pasta riuscendo con Maietta a dimezzare il divario. Passano appena 2’ e Melissari ristabilisce le distanze senza tuttavia intimidire gli avversari che, prima del riposo con Sinopoli, riducono nuovamente il divario. Nella seconda frazione la Five dimostrando maggiore personalità prende in mano le redini del giuoco riuscendo a realizzare la quarta segnatura. Il Cirò nel tentativo di recuperare cede il fianco ai padroni di casa i quali, anche per eccessivo egoismo falliscono la quinta segnatura senza tuttavia mettere in discussione i tre punti.

REAL ROGIT – SURDO 5 – 2

Marcatori: 9’ Sapia, 21’ e 28’ Brunetto, 29’ Labonia, 32’ Apprezzo, 49’ Thomas (S), 56’ Gerbasi (S)

Cruceli Giuseppe mister RogitIl Real Rogit impiega appena un tempo per blindare i tre punti rendono di routine la seconda frazione. Dopo le iniziali fasi di studio i rossanesi, sbloccano il risultato al 9’ con Sapia. Il Surdo cerca di raddrizzare il punteggio ma, non ha la forza necessaria per scardinare l’attenta retroguardia. La fase di stallo dura circa 10’ ovvero il tempo che intercorre per vedere concretizzarsi la seconda rete ad opera di Brunetto. A pochi minuti dal termine il Surdo prova almeno a segnare un goal ma accade l’opposto ovvero ovvero Brunetto prima e Labonia dopo porta a quattro le segnature ipotecando i tre punti. In avvio di ripresa Apprezzo sigla la cinquina che, chiude virtualmente il match. Mister Cruceli, ruota tutti gli effettivi gestendo il rassicurante vantaggio mentre, il Surdo si consola realizzando le reti della bandiera.

F. KROTON – TELESIO 7 – 1

Marcatori: 2’ e 8’ Stasi, 10’ Arcuri, 26’ Lerose, 30’+2’ Potrone, 49’ Muzzillo (T), 55’ F. Perri, 60’ Stasi

Potrone Luigi F KrotonEra dal 23 novembre che il Futsal Kroton non vinceva una partita e per evitare di aprire una crisi al buio ci si attendeva una forte risposta. Il responso è stato inequivocabile sancendo la netta vittoria di una squadra che, quasi in forma liberatoria, ha dilagato contro il Telesio ritrovando le zone nobili della classifica. Micidiale l’approccio alla gara dei pitagorici che, dopo soli 10’ si trovano in bisaccia tre reti. Il rassicurante vantaggio è una ulteriore inietta maggiore fiducia nelle fila dei locali che, viaggiando sulle ali dell’entusiasmo chiudono il primo tempo realizzando altre due reti. Nella ripresa calano i ritmi ed il Telesio prova a dare un senso alla trasferta cercando di rendersi pericoloso. La rete di Muzzillo a circa 10’ dal termine è l’unico lampo degli ospiti mentre, i padroni di casa completano l’opera con le reti del sempre verde F. Perri e del solito Stasi.

REAL LUZZESE – COSTA DEL LIONE 7 – 3

Marcatori: 3’, 7’, 10’ Lopetrone, 18’ Floro (CL), 38’ El Madì (CL), 39’ Lopetrone, 50’ Greco, 55’ P. Giorno, 57’ Lopetrone, 58’ Floro (CL)

Lopetrone Real LuzzeseLa freschezza e gioventù, prevalgono sull’esperienza. Questo è il verdetto emesso dalla sfida di Luzzi dove la squadra di casa, piega gli ospiti grazie alle rapide giocate di Lopetrone e compagni. I terribili ragazzi di mister Sena aggrediscono da subito gli ospiti rifilando con bomber Lopetrone, una micidiale tripletta in 10’. Storditi da tanta frenesia il Costa del Lione stenta a trovare il bandolo del giuoco riuscendo comunque a realizzare una rete con Floro. In avvio di ripresa gli ospiti, producono il massimo sforzo e grazie alla marcatura di El Madì tornano in partita. L’illusione dura poco infatti, il solito Lopetrone rimette in chiaro i rapporti di forza allungando sul 4 a 2. Il Costa del Lione alza il baricentro ma, non altro che concedere spazi ai rapidi giocatori di casa che vanno a nozze concretizzando ulteriori tre segnature anche se, l’ultima parola spetta agli ospiti con Floro.

XEROX CHIANELLO – CITTA’ DI FUSCALDO 2 – 3

Marcatori: 22’ Formosa (CF), 26’ Signorelli (XC), 37’ Condino (CF), 45’ A. Leta (CF), 61’ Garofalo (XC)

Leta Carmine mister FuscaldoCrisi profonda in casa della Xerox che, in quella che doveva essere la partita della riscossa incassa la seconda sconfitta di fila dai terribili cugini di Fuscaldo. Al contrario dei rivali la Xerox, ha evidenziato preoccupanti cali di tensione finendo con l’essere sopraffatta dai più concentrati ospiti abili ne capitalizzare le occasioni create palesando anche una grande attenzione nella fase difensiva. L’incontro, particolarmente nel primo tempo, è stato ben giocato da entrambe le squadre che, senza lesinare impegno, hanno cercato di prevalere l’una sull’altra finendo con l’annullarsi almeno nei primi 20’. Comunque a conferma di quanto detto il primo tempo si chiude sul botta e risposta firmato Formosa e Signorelli. Nel secondo tempo la Xerox torna in campo un antino appannata al contrario degli ospiti che, dimostrandosi sempre più grintosi riescono a superare per due volte il portiere D. Signorelli. Le menzionate sberle destano il tardivo orgoglio dei padroni di casa che, prendono in mano il giuoco costruendo diverse opportunità da goal annullate dall’attento portiere A. Mazzei. Solo in pieno recupero Garofalo riesce a riaprire l’incontro ma, è troppo tardi ed il Città di Fuscaldo festeggia la quarta vittoria consecutiva.

RE ARTU’ – MM CLUB SPORT 3 – 4

Marcartori: De Cicco (2) e Curcuglioniti per il Re Artù. Falco e De Marco (3), per la MM Club

Falco Francesco MMLa cura di mister Abate inizia a dare i primi segnali con la MM Club che, ottiene la prima vittoria esterna violando il campo del Re Artù. I padroni di casa hanno poco da rimproverarsi considerando che, non hanno lesinato giocate offensive di contro evidenziando errori di mira sotto porta anche per merito degli interventi del giovane portiere Durante. I coriglianesi sono stati più cinici capitalizzando al meglio le occasioni create raccogliendo più di quanto seminato. Su tali basi la MM con astuzia e freddezza chiude i primi 30’ avanti di 1 a 3 con il determinante contribuito di De Marco. In avvio di ripresa De Marco, allunga il divario portandolo a + 3. Il Re Artù, non avendo nulla da perdere alza il baricentro assediando gli avversari che stoicamente resistono concedendo due reti però, insufficienti a colmare il gap.

ROGLIANESE – L.S. TRAFORO 3 – 6

Marcatori: 2’ Scalise (T), 8’ G. Campana (T), 29’ Pelentir (T), 37’ Marsico (R), 42’ Scalise (T), 45’ Fuoco (R), 51’ Zumpano (R), 58’ Scalise (T), 60’ Buffone (T)

cao pelentirPronti, via e due clamorose disattenzioni difensive della Roglianese permettono agli ospiti di portarsi sul doppio vantaggio senza bisogno di spingere sull’acceleratore. I rossoneri impiegano 12’ per portare il primo pericolo alla porta da Bianco: il palo ferma la conclusione di Stumpo. Altre due parate dell’estremo difensore rossanese frenano le velleità di rimonta locali, mentre, dall’altra parte, il duo Buffone-Pelentir imperversa nell’area difesa dall’ottimo Alessio. Il primo tempo si chiude con una magia di Pelentir che inventa un pallonetto di alta classe: non si guarda il colore della maglia, APPLAUSI !!! Negli spogliatoi della Roglianese succede qualcosa perchè la squadra si ripresenta in campo più determinata, con la novità Sacco. Il folletto di casa gioca una buonissima partita, impensierendo, non poco, la retroguardia rossanese che è costretta a capitolare con Marsico. Il gol dà coraggio, ma uno sfortunato “infortunio” capitato ad Alessio serve su un piatto d’argento la quarta segnatura a Scalise. Mister Sicilia allora tenta la carta della disperazione, alzando il pressing fino al limite dell’area avversaria e la mossa sembra dare i suoi frutti, con le reti di Fuoco e Zumpano. La Roglianese tenta il tutto per tutto riversandosi con forza nella metà campo avversaria, esponendosi però alle letali ripartenze del Traforo con Scalise e Buffone che blindano il risultato con altre due segnature. A.S.