Five Soccer sull’ottovolante

La Futsal Kroton si aggiudica il derby pitagorico

 

rete Parisella Telesio 0 - 1La Five soccer cannibalizza anche la Real Luzzese inanellando l’ottavo successo. Dietro la battistrada Real Rogit e Futsal Kroton fanno il proprio dovere di inseguitrici imponendosi contro avversarie comunque ostiche. Torna alla vittoria la Xerox Chianello consolidandosi alle soglie del podio. Dalle retrovie risalgono il Surdo giustiziere del Città di Fuscaldo e la MM Club Sport che strappa un punto sul campo della Roglianese. Ottimo colpo esterno del Traforo contro il Costa del Lione.

REAL LUZZESE – F.S. CATANZARO 5 – 6

Marcatori: Lopetrone (4) e Cameriere per la Real Luzzese. Zurlo (3), A. Capicotto, Galeota, Melissani per il Five Soccer

Capicotto Andrea Five CZNenache la Real Luzzese non riesce a rallentare la corsa della capolista subendo la quarta sconfitta consecutiva. Malgrado le defezioni che, continuano a tormentarne il campionato i padroni di casa mettono in seria difficoltà la primatista che, grazie ad una maggiore esperienza e tanta incisività infila l’ottavo successo consecutivo. Tutta la gara è vissuta sul filo dell’equilibrio anche se gli ospiti hanno palesato una grande personalità derivante dalla consapevolezza di essere un gruppo solido e competitivo in ogni reparto. Nella prima frazione la giovane squadra di casa argina le iniziative degli avversari riuscendo a chiudere i primi 30’ avanti di 2 a 1. Dirompente l’avvio di ripresa dei catanzaresi che, costruiscono l’ottava vittoria ribaltando il risultato a proprio favore portandosi sul 2 a 4. La Real Luzzese non molla e con generosità prova a riequilibrare i conti ma, alle successive reti tre reti dei padroni di casa fanno sempre seguito quelle degli ospiti che, gestiscono il minimo vantaggio fino al triplice fischio consapevoli di essersi aggiudicati probabilmente, la vittoria più difficile di quelle finora maturate.

F. KROTON – RE ARTU’ 7 – 4

Marcatori: 11’ Stasi (FK), 12’ De Cicco (RA), 15’ e 19’ Arcuri (FK), 28’ e 29’ Basile (FK), 30’ e 32’ Potrone (RA), 31’ st Graziani (RA), 58’ Arcuri (FK), 60’ Stasi (FK)

Stasi AntonioChe spettacolo nel derby di Crotone! La meno quotata (alla vigilia del campionato) Futsal Kroton supera i cugini del Re Artù rimarcando le gerarchie pitagoriche. Dopo le iniziali fasi di studio che producono una rete per parte la squadra di mister Pullo, prende in mano il comando della partita bucando come il burro la retroguardia altrui al punto di segnare ben quattro reti in 15’ con la coppia Arcuri-Basile. Solo nei minuti di recupero del primo tempo con il risultato di 5 a 1 il Re Artù si desta dal torpore e con Potrone realizza una doppietta che ridà loro fiducia. In avvio di ripresa, infatti, Graziani rimette in corsa il Re Artù siglando il 5 a 4. L’incontro diventa intenso ed equilibrato con le compagini impegnate molto di più nella fase difensiva. A pochi minuti dal termine il Re Artù alza il baricentro ma, il Kroton resta vigile e con una impeccabile manovra realizza con il solito Arcuri, la rete del 6 a 4. Inutile il forcing finale degli “ospiti” che, vengono ulteriormente castigati dalla giocata di rimessa di Stasi.

REAL ROGIT – TELESIO 7 – 3

Marcatori: 16’ Parisella (T), 19’ Graziano (RR), 25’ Apprezzo (RR), 42’ Amodeo (RR), 44’ e 46’ F. Bernaudo (T), 47’ Graziano (RR), 56’ Apprezzo (RR), 60’ Amodeo (RR), 61’ Campana (RR)

Graziano Rogit Il Rogit conquista il bottino pieno ma, quanta fatica. Il quintetto di mister Cruceli inizialmente soffre le incursioni degli avversari tant’è che, dopo una fase di studio, sbloccano il risultato con una micidiale ripartenza di Parisella. La rete subita scuote i rossanesi che, alzano i ritmi riuscendo a pareggiare con Graziano. Sulle ali dell’entusiasmo i locali insistono nel forcing e prima del riposo operano il sorpasso con Apprezzo. Le fasi iniziali della seconda frazione sono contraddistinti da un sostanziale equilibrio interrotto dalla rete del 3 a 1 firmata da Amodeo. Il Telesio, però, è sempre vivo ed in 2’ sorprende gli avversari con una perentoria doppietta di F. Bernaudo. Neanche il tempo di assestare la squadra che la compagine ionica ritorna avanti ancora con Graziano. Gli uomini di mister Scarpelli prova a replicare ma, il Rogit chiude bene tutti gli spazi e nel finale di tempo, approfittando dei varchi concessi assesta una tripletta di reti che, condannano il Telesio in maniera troppo pesante alla settima sconfitta stagionale.

XEROX CHIANELLO – HELLAS CIRO’ M. 7 – 3

Marcatori: 1’ I. Mantuano (XC), 12’ Lascala (XC), 18’ I. Mantuano (XC), 19’ Chiarelli (HC), 31’ F. Signorelli (XC), 35’ Lascala (XC), 37’ Vincenti (XC), 40’ aut. Perrotta (HC), 57’ Malena (HC), 61’ D. Mantuano (XC)

Mantuano Danilo e  Signorelli D XeroxNetto successo casalingo della Xerox che, supera in maniera parsa eccessiva un buon Cirò marina. I padroni di casa hanno avuto il merito di iniziare la gara a spron battuto sbloccando da subito il risultato con I. Mantuano. La reazione dei crotonesi non tarda ad arrivare costruendo diverse occasioni da goal vanificate dal palo e dalle determinati parate di D. Signorelli. Come spesso accade agli errori commessi seguono le conclusioni vincenti altrui infatti, Lascala raddoppia il risultato al termine di una pregevole triangolazione e poi I. Mantuano triplica il vantaggio stordendo la compagine ospite che, comunque non si deprime riuscendo a segnare una rete con la quale le squadre vanno al riposo. Come in un dejavù la Xerox replica in avvio di ripresa quanto effettuato nelle fasi iniziali della prima frazione irretendo gli ospiti che, subiscono tre reti da Signorelli, Lascala e Vincenti. I tre punti sono virtualmente blindati tant’è che neanche l’autorete di Perrotta ed il goal di Malena impensieriscono più di tanto i paolani i quali, approfittando degli spazi concessi da ospiti schieratesi con il portiere di movimento in pieno recupero, chiudono il conto con D. Mantuano.

COSTA DEL LIONE – L.S. TRAFORO 4 – 5

Marcatori: Cosentino (T), Floro (CL), El Maddi (CL), Buffone 3 (T), G. Campana (T), Matarazzo (CL), Masi (CL)

Campana Gennaro TraforoColpo gobbo del Traforo corsaro sul campo del Costa del Lione. Sconfitta a parte quello che più angustia il team locale è stato il preoccupante infortunio capitato a bomber Floro verso la fine del primo tempo giocatore indispensabile nonchè estremamente corretto al quale, vanno i nostri più sinceri auguri. Per quel che riguarda la gara la squadra ospite si approccia con grande concentrazione al punto di sbloccare il risultato con Cosentino. Immediata la replica dei padroni di casa che, prendono in mano le redini del giuoco ribaltando il punteggio con El Maddì e Floro. Prima del riposo i rossanesi tornano in auge pareggiando il conto con Buffone. Imperioso l’avvio di ripresa degli ospiti che, complice anche il momento di sbandamento dei padroni di casa per l’infortunio di Floro, concretizzano una micidiale tripletta di reti. Il Costa del Lione impiega più del previsto per riorganizzarsi tuttavia riesce a realizzare due goal comunque insufficienti per evitare la sesta sconfitta stagionale.

ROGLIANESE – MM CLUB SPORT 1 – 1

Marcatori: 48’ Molinari (MM), 49’ Stumpo (R)

Stumpo RoglianeseDivisione della posta tra due squadre preoccupate più a non prenderle che darle. E’ stata una partita tattica che, ha esaltato le qualità difensive di entrambe le compagini. La Roglianese ha avuto in mano il pallino del giuoco per buona parte della gara mentre, gli ospiti, si sono affidati alle rapide ripartenze al fine di impensierire il portiere Alessio. La prima frazione si chiude a reti bainche con i padroni di casa che, recriminano per una clamorosa occasione fallita da Zumpano il quale, invece di servire lo smarcato Sacco tenta una improbabile conclusione da posizione defilata esaltando il piazzamento del portiere ospite. La ripresa riprende sulla falsariga dei primi 30’. A spezzare l’equilibrio ci prova mister Sicilia su schema di punizione ma, la sfera si stampa sull’incrocio. L’inerzia della partita non cambia fino a quando su calcio piazzato per i padroni di casa in virtù di un errato posizionamento gli ospiti, approfittano dell’errore e sfruttando una rapida ripartenza passano in vantaggio con Molinari. La MM non fa in tempo a gioire che Stumpo replica la rete ristabilendo la parità che, resta immutata fino al triplice fischio. A.S.

SURDO – CITTA’ DI FUSCALDO 6 – 3

Marcatori: Gerbasi, Cinnanti 3 (F), Martino, G. Ritacca, Gerbasi 3                                           Surdo - Città FuscaldoUn dinamico ma a tratti sbadato Surdo, trascinato da un incontenibile Gerbasi, prevale nettamente su un Città di Fuscaldo energico e abile a sfruttare le disattenzioni avversarie nel primo tempo ma spento nella ripresa. Il match inizia sotto il segno dei padroni di casa, che si rendono pericolosi con le giocate di Gerbasi e Milano sulle fasce e di Ritacca nel ruolo di pivot. Da una di queste incursioni nasce al 10’ il gol del vantaggio firmato Gerbasi. Gli ospiti reagiscono e sfruttando una disattenzione difensiva trovano il pareggio con Cinnanti. L’errore difensivo non è isolato, il Surdo infatti, continua a sbagliare, e gli ospiti con coraggio ne approfittano segnando altre due volte, portandosi cosi al riposo in vantaggio di due reti. Nella ripresa i padroni di casa cambiano volto, si riversano in avanti e prudentemente cercano di non concedere ripartenze agli ospiti. Martino, dopo dieci minuti, dimezza lo svantaggio con un bolide calciato di punta che si infila sotto l’incrocio dei pali, Ritacca, poco più tardi, pareggia i conti dagli sviluppi di un  calcio di punizione dal limite dell’area. Gli ospiti travolti, non trovano la forza di reagire e allora Gerbasi, con un gol di pregevole fattura, porta i suoi in vantaggio. Il meglio però, deve ancora venire, perché al 25’, ancora Gerbasi palla al piede, porta a spasso mezza retroguardia avversaria prima di depositare in rete il gol del più 2, e poco più tardi completa l’opera firmando il suo poker personale e fissando il risultato sul 6-3 finale. A.S.