C2/A – Tre primatiste per tre province

Solo il Real Rogit vince in trasferta

Confermando i pronostici di inizio stagione Five Soccer CZ, Real Rogit e Re Artù guidano la testa della classifica a punteggio pieno di un girone nel quale il pareggio è pura utopia. In questo secondo turno sono quattro le squadre che riscattano il passo falso della prima giornata centrando il bottino pieno. Stiamo parlando di Real Luzzese, MM Club Sport, F. Kroton e Roglianese. Restano a bocca asciutta, Xerox, Traforo e Telesio.

Molinaro FSCZFive S. Catanzaro – Città di Fuscaldo 7 – 2
Marcatori: 2′ Molinaro, 17′ A. Leta (CF), 18′ e 31′ M. Capicotto, 40′ Molinaro, 49′ e 54′ Zurlo, 58′ Carioti, 59′ Vilardo (CF)
La Five Soccer non concede sconti e nella sfida tra contro la coinquilina del primato rifila loro un pesante passivo imponendo la legge del più forte. In verità i tirrenici hanno provato a contenere la superiorità dei padroni di casa e per un tempo sono riusciti nel compito andando al riposo sotto di 2 a 1. L’intervallo ricarica le batterie dei catanzaresi che tornano in campo decisi e scatenati iniziano a bersagliare di tiri la porta degli ospiti i quali, non riuscendo a contenerne l’estro finiscono con il subire una netta sconfitta.
Futsal Kroton – Surdo 7 – 3
Marcatori: 8’Basile (FK), 9′ Gerbasi (S), 16′ aut. Gaudino (S), 29′ Basile (FK), 30′ e 36′ Zanda (FK), 39′ Gerbasi (S), 43′ Zanda (FK), 47′ Arcuri (FK), 59′ Chiappetta (S)
Vittoria di forza, è proprio il caso di dire, quella ottenuta dai ragazzi del F. Kroton; 7a3. Un risultato che, oltre a dare la giusta dimensione ad un match mai stato in discussione, mette in risalto tutta la potenzialità tecnica e tattica dei ragazzi di mister Pullo, archiviando così il passo falso di sette giorni fa. Futsal Kroton Pronti via e i cosentini si chiudono cercando di arginare le folate di Stasi e Basile; in vantaggio i pitagorici con una punizione bomba di Basile, e dopo l’illusorio pareggio di Martino, Marullo serve un assist d’oro a Stasi, ma lo stesso viene anticipato dal difensore ospite che non può far altro che farsi gol da solo. Dopo qualche istante arriva la prima delle tre reti di Zanda, ed è il 3a1 per i pitagorici, con il quale si chiude la prima parte della partita. Secondo tempo sotto un martellante assedio del F. Kroton che grazie alle reti Zanda e Arcuri ( 2 ) chiudono il match; squisito pallonetto del primo, che beffa il portiere ospite, e stop a volo con tiro a rete per il secondo grazie al lunghissimo lancio di Sotero. Per la cronaca raccontiamo un gol di Arcuri che, sempre su lancio dalla porta di Sotero, tira al volo mettendo dentro un pallone incredibile che tutto il Palamilone ha gridato al gol, ma l’unico a non averlo visto è stato l’arbitro il quale non concede. Chiude il tabellino marcatori Basile, che realizza il tiro libero e, solo per la cronaca, nel finale annotiamo le due reti ospiti che chiudono il risultato facendolo meno pesante. Il Kroton visto oggi, totalmente diverso da quello visto nella prima gara di campionato, lascia ben sperare per il proseguo del campionato. (a.d. Antonio Stasi)
Gelsomino MM ClubMm Club Sport – Telesio 4 – 1
Marcatori: Cerenzia, Orefice, Ventre, Gelsomino, Muzzillo (T)
I ragazzi della MM dopo la sconfitta della prima giornata si trovano già a dover dare delle risposte, la tensione è alta e la squadra ospite, appare più carica che mai. Mister Costantino schiera la MM nel seguente modo: 1 Colucci Vittorio 5 Ventre Pasquale V.C. 8 Cofone Francesco 18 Molinari Mario C. 28 Orefice Fabio. Gli ospiti si rendono da subito pericolosi guadagnando un calcio di punizione parato da Colucci. Passano i minuti, con i padroni di casa che sembrano contratti. Il Telesio prova a portarsi in vantaggio ma questa volta in soccorso di Colucci arriva Ventre che spazza la palla fuori dall’area di rigore. All’8′ mister Costantino effettua il primo cambio, esce il Cofone, entra Cerenzia. Passa soltanto qualche minuto e grazie a una splendida azione che vede coinvolti Molinari e Ventre i locali sbloccano il risultato grazie a Cerenzia. Nonostante il vantaggio sembra che gli avversari abbiano una marcia in più. Cerenzia non riesce ad aumentare il passo, chiama il cambio, lo rileva Falco Francesco. Mister Costantino coglie il momento di difficoltà e chiama il time out. Il gioco riprende ma la squadra non riesce ad allungare il passo, il tecnico di casa schiera Gelsomino Stefano, classe 96, proveniente dagli allievi, ma l’emozione è tanta e il ragazzo non riesce a dimostrare il proprio valore. E’ appena iniziato il secondo tempo, Ventre usa le maniere forti per fermare gli avversari, ammonito. La partita va avanti 36′, punizione dal limite per la MM, Cerenzia calcia e segna, l’arbitro annulla e fa ribattere la punizione. Orefice calcia e ribadisce in rete. Gli ospiti non mollano e trovano il 2-1 al 48′ con Muzzillo. La situazione sembra sfuggire di mano ai locali. Mister Costantino stupisce tutti, buttando nella mischia nuovamente Gelsomino. Passano pochi minuti ed il giovane calcettista ripaga la fiducia siglando uno splendido gol. Questa volta gli ospiti non hanno la forza di reagire ed a chiudere definitivamente la pratica è Ventre, veterano della MM con un anticipo secco, cavalcata sulla fascia, e rete del 4-1. La partita finisce tra gli abbracci del mister e dei suoi giocatori. L’addetto stampa P.P.
Lirangi Real LuzzeseRe Artù – L.S. Traforo 3 – 2
Marcatori: De Cicco 2 (RA), Amodeo (T), De Cicco (RA), Scalise (T)
Nel posticipo serale di Crotone il Re Artù supera l’ostico Traforo confermandosi in vetta alla classifica. I rossanesi non hanno demeritato giocando alla pari con i padroni di casa sfiorando il più che meritato pareggio. I pitagorici trascinati dall’ispirato De Cicco con rapide manovre offensive si portano sul doppio vantaggio prima di subire da Amodeo la marcatura con al quale si archivia la prima frazione. Nella ripresa l’equilibrio tra la due squadre viene riconfermato ma, il fattore campo di conseguenza la maggiore voglia di ben figurare consente al Re Artù di realizzare la terza rete per poi gestire il ritorno degli avversari ai quali come per la gara d’esordio pagano lo scotto di essersi misurate con due delle principali candidate alla vittoria finale.
Real Luzzese – Hellas Cirò Marina 9 – 3
Marcatori: Lirangi 4, Greco, P. Giorno, Donnis 2., Talarico, Mummolo 2 (HC), aut.
Convincente affermazione casalinga della Real Luzzese che, domina contro la neo promossa Cirò, riscattando il passo falso di sabato scorso. La compagine di mister Sena con una partenza sprint sorprende da subito gli avversari che, incapaci di operare una efficace fase difensiva incassano una micidiale cinquina dai vari Lirangi, Greco e Donnis. Nel finale di tempo reazione dei crotonesi che chiudono i primi 30′ concretizzando due reti con Mummolo. Nella seconda frazione i locali gestiscono con parsimonia il rassicurante vantaggio ampliandolo ulteriormente con giocate di rimessa.
Campana RogitRoglianese – Costa del Lione 5 – 2
Marcatori: 9′ Stumpo (R), 13′ e 22′ El Madi (CL), 25′ Marsico 26′ (R), Scaglione (R), 29′ Garofalo (CL), 39′ Zumpano (R).
Una grande Roglianese riscatta la sconfitta del match d’esordio con una prova convincete che frutta i primi 3 storici punti in C2. Sin dalle battute iniziali i locali, prendono in mano il comando del giuoco andando il rete con Stumpo. Una distrazione difensiva consente al Costa del Lione di pareggiare il conto con El Madi. I padroni di casa accusano il colpo ed al 22′ subiscono il sorpasso ancora da El Madi. I rossoneri non hanno voglia di alzare bandiera bianca e con orgoglio pigiano sull’acceleratore ribaltando il risultato con un imperioso finale archiviando i primi 30′ sul 4 a 2. Nella ripresa la rete di Zumpano al 39′ consente ai locali di gestire il match con intelligenza tattica centrando tre importanti punti.
Xerox Chianello – Real Rogit 2 – 3
Marcatori: 19′ Brunetto (RR), 20′ I Mantuano (XC), 29′ Loria (RR), 44′ Garofalo (XC), 55′ Campana (RR)
Sconfitta interna immeritata per una Xerox imprecisa e distratta. La Real Rogit facendo forza sull’esperienza dei vari Loria e Campana ottiene la seconda vittoria consecutiva confermando quanto di buono preventivato ad inizio stagione. La gara di grande intensità è stata ben giocata da entrambe le compagini che, chiudendo tutti gli spazi rendono equilibrato il match. Intorno al 20′ il botta e risposta tra i due team lascia presagire al pareggio ma, nell’ultimo minuto Loria con una micidiale punizione porta in vantaggio i rossanesi. Nella seconda frazione la Xerox si proietta in attacco e dopo essersi vista respingere dall’estremo difensore Ciola diverse occasioni da goal al 44′ centra il meritato pari con Garofalo. La divisione della posta sembra accompagnare le squadre al fischio finale ma, il rossanese Campana pesca il jolly ed a 5′ dal termine sigla la rete della vittoria.

P