C2/B – Città di Vibo e Pol. Futura a punteggio pieno

Spettacolare pari tra Bulldog e Virtus

In attesa del posticipo di martedì tra Bulldog vs. Virtus solo Città di Vibo e Pol. Futura confermano le vittorie della gara d’esordio guidando la classifica. Dietro le due battistrada l’inedita coppia Olimpia, Bova Marina entrambe vincenti a suon di goal. Netta affermazione casalinga della Ludos vecchia miniera ai danni dell’Ardore, ottima risposta allo smacco del match d’esordio del Vibo che, batte la più quotata Elettromega Polistena.

BRIGA Daniele Città di ViboBova Marina – Stefanaconi 10 – 6
Marcatori: A. Zrilli 3, Panagia 2, G. Marino, Cuppari, Patea 2, C. Marino 89 del Bova Marina. Arcella e Mandarano 5 per lo Stefanaconi
Il Bova Marina brinda all’esordio casalingo in C2 dilagando contro un volenteroso Stefanaconi. Il quintetto di casa ha dominato la gara sin dalle battute iniziali evidenziando frenetiche azioni offensive in questo condivise dagli avversari che, accettando il confronto a viso aperto hanno cercato di replicare. A conferma di quanto detto ci sono le nove marcature realizzate nei primi 30′ che va in archivio sul punteggio di 6 a 3. In avvio di ripresa trascinata dal solito Mandarano lo Stefanaconi si produce nel massimo sforzo riuscendo a pareggiare il match. A questo punto viene fuori la forza dei singoli giocatori del Bova i quali con ritrovata vigore imprimono alla sfida una decisiva svolta chiudendo la contesa sul 10 a 6. Pacato e nello stesso tempo soddisfatto il d.s. Fortungo il quale afferma: oggi abbiamo compiuto un primo significante passo verso quello che rimane il nostro principale obiettivo, la salvezza.
La Cascina – Città di Vibo 2 – 4
Marcatori: D. Briga 2 (CV), Femia (LC), Franzè (CV), D. Briga (CV), Femia (LC)
Inizio primo tempo prudente da entrambe le squadre tant’è che, i primi 10′ scorrono senza particolari sussulti. Al 12′ è D. Briga per gli ospiti a sbloccare il risultato. La Cascina cerca di rimediare ma i meccanismi della neo promossa non funzionano alla perfezione e dalle parti del portiere ospite arrivano pochi pericoli. Al 23′ tiro libero per i padroni di casa fallito dal Femia e su rimessa arriva il raddoppio degli ospiti ancora con Briga D. andando al riposo 0-2. Ripresa più scoppiettante con i padroni di casa che cercano di rimediare allo svantaggio ed al 38′ è Femia a trovare il gol che accorcia le distanze. Non passa molto e su un errore difensivo è Franzè D. a beffare l’ottimo portiere locale, Marzano. La Cascina non ci sta e tenta in tutti i modi di riportarsi sotto ma, è ancora la Città di Vibo a trovare la rete con la tripletta personale di D. Briga. I padroni di casa riescono ancora una volta ad accorciare le distanza ancora con Femia sul 2-4 di contro il Città di Vibo tiene bene gestendo con ordine il vantaggio aggiudicandosi con merito l’incontro
Presidente Pol Futura Ludos Vecchia Miniera – Ardore 6 – 2
Marcatori: 5′ Cataldo (A), 12′ e 15 Minniti (LVM), 20′ Politi (LVM), 25′ Cremona (A), 33′ e 40′ Assumma (LVM), 50′ D. Vadalà (LVM)
Nella seconda giornata di campionato della serie C2 girone B di calcio a 5, splendida vittoria della Ludos Vecchia Miniera sul Futsal Ardore, formazione tra le favorite alla vittoria finale del campionato. I neroarancio vincono per 6-2 e conquistano i primi tre punti in campionato, dopo lo stop immeritato della prima giornata. Vittoria che nell’arco dell’intera partita non è stata mai messa in discussione nonostante il momentaneo vantaggio degli ospiti, arrivato tra l’altro su calcio piazzato e dopo una sfortunata deviazione di Daniele Vadalà che ha spiazzato il proprio compagno in porta. Dura però solo 2 minuti la gioia del quintetto di Mister Mallamo, dopo che lo stesso Vadalà pareggia i conti, finalizzando un appoggio di Assumma. All’ 8′ è la Ludos ribalta il risultato portandosi in vantaggio, a conclusione di un bel fraseggio Vadalà R. – Politi – Vadalà R. e finalizzazione sotto porta di Assumma. E’ un buon momento per i neroarancio e dopo aver sfiorato il gol al 11′, tre minuti più tardi siglano il 3-1 con Politi. I canarini dell’Ardore non ci stanno e dietro la spinta del loro Mister che dagli spalti ha provato a scuotere la squadra per tutti i 50 minuti, accorciano le distanze ad opera dell’ultimo arrivo Cremona. Il primo tempo prosegue su ritmi alti con i neroarancio a tenere il pallino del gioco, ma con la squadra Ardorese a rendersi pericolosa in un paio di occasioni abilmente respinte da un Parisi in grande spolvero quest’oggi. Dall’altra parte, un errore di Minniti ed un paio di parate del portiere canarino negano il quarto gol a Rositani e compagni. Nel secondo tempo la Ludos prova sin da subito a chiudere il match. Al 4′ minuto, Vadalà R. recupera palla in area, e dopo una fulminea ripartenza tenta un tiro che viene rimpallato e si trasforma in assist per Minniti che con una esecuzione da vero bomber esegue una rovesciata in area insaccando la palla all’incrocio dei pali. L’ardore non ci sta e prova a rialzare la china ma non aveva fatto i conti con un Parisi in giornata di grazia che almeno in tre occasioni nega la gioia del gol agli ospiti. Dalla parte opposta è ancora Minniti che , nonostante la bella volée, non riesce a capitalizzare e chiudere il match. Match che viene però concretamente chiuso tra il 15′ ed il 17′ allorquando, prima Minniti e poi Assumma con un bel tiro da fuori, siglano la quinta e sesta rete che sanciscono il 6-2 finale. Al di la del risultato finale, b ella dunque la prestazione dei neroarancio, condita da un’ottima prova di carattere, che rispecchia molto il credo calcistico di Mister Romeo. <>. Rositani e compagni, quest’oggi, sono stati sempre in partita mantenendo il pallino del gioco per gran parte della gara e dimostrando personalità nel possesso e giro palla. Ottime infatti le rotazioni offensive di Vadalà , Politi, Assumma e Minniti che, al termine di azioni corali con scambi rapidi che hanno mandato in bambola la difesa avversaria e fatto trafiggere per ben sei volte il portiere Panuzzo. Il lavoro svolto in settimana dai ragazzi del presidente Minniti comincia ad elargire i primi frutti, partita mai in discussione e sul finale spazio anche al promettente giovane Pietro Passaro classe 96′ che esordisce in campionato.
Pol. Futura – Barcollando 5 – 1
Marcatori: 13′ Rappocciolo, 38′ Plutino, 41′ Tallarigo (B), 45′ De Salvo, 50′ Ecelestini, 63′ Votano
Il risultato finale non deve trarre in inganno per la Pol. Futura, non è stato per nulla semplice piegare la resistenza di un valido Barcollando. La squadra ospite, soprattutto nel primo tempo, ha tenuto a bada i più quotati avversari i quali, grazie a Rappocciolo, sbloccano il risultato chiudendo avanti il primo tempo. Nella seconda frazione il Barcollando prova a reagire ma, il raddoppio di Plutino ne svilisce le intenzioni. Tuttavia gli ospiti non mollano e grazie alla marcatura di Tallarico tornano a sperare. La squadra di casa alza i ritmi e con De Salvo prima ed Ecelestini dopo chiude sotto doppia mandata i tre punti cesellati dalla rete nei minuti di recupero di Votano.
Ceraso ViboC5Polistena C5 – Olimpia 3 – 7
Marcatori: Galati 2 e Burzomì per il Polistena. Zamuner 4, Polimeni 2 e Scopelliti per l’Olimpia
Netto successo esterno per l’Olimpia che sovrasta il quintetto di casa rifilando loro un pesante passivo. La superiorità degli ospiti si palesa sin dalle battute iniziali rendendo vani i timidi tentativi dei locali che vanno al riposo sotto di 1 a 4. Nella seconda frazione il tema della gara non muta e l’Olimpia continua a dominare la scena archiviando la sfida con il punteggio si 3 a 7
Vibo – Elettromega Polistena  4 – 1
Marcatori: Ceraso 2, Cozza e De Fazio per il Vibo.
Dopo la sconfitta con il Barcollando, la Vibo calcio a 5 del Presidente Liotti ci teneva a dare un segnale positivo fra le mura casalinghe. I bianco-azzurri hanno giocato al Palapace di Vibo Valentia, omologato la settimana scorsa. La Vibo Calcio a 5 si è imposta per 4 reti ad 1 sull’Elettromega Polistena, squadra che dispone di un bel organico, con giocatori di esperienza. Le quattro reti per i locali sono state messe a segno 2 da Marco Ceraso, autore di una partita brillante, 1 da Renato Cozza ed 1 da Salvo De Fazio, quest’ultimo acquistato dalla società bianco-azzurra dieci giorni fa, per ultimare l’organico. Partita bellissima sotto tutti i punti di vista, ricca di emozioni, anche perchè i locali avevano di fronte una squadra già rodata in questa categoria. La Vibo Calcio a 5 in settimana ha preparato la partita per presentarsi al top, è così è stato, la squadra di casa ha saputo mantenere la calma rimanendo sempre in vantaggio, ma soffrendo gli attacchi continui degli ospiti. Oltre Ceraso tra le fila casalinghe vi è la prestazione pregevole del portiere, Nicola Cannatelli, un muro, ha fatto la “partita perfetta”, riuscendo a neutralizzare i vari attacchi degli avversari. Per la Vibo Calcio a 5 è stata una vittoria importante, contro una squadra ben organizzata, che è servita per risollevare il morale dopo la brutta sconfitta subita al Palagallo.

Bulldog Vibo – Virtus 3 – 3
Marcatori: 5′ D. Fazzari (V), 38′ Cimato aut, 45′ Cimato (B), 51′ Russo (B), 54′ Muscaglione (B), 59′ Sterrantino (V)                                                                          Muscaglione AndreaLa Bulldog, anche contro la Virtus Cinquefrondi, conferma quanto di buono fatto ad Ardore e sfiore il bis. I neroarancio, infatti, vangono acciuffati nel finale di gara dopo aver ribaltato il punteggio da 0-2 a 3-2 e accarezzato il sogno del primato in classifica. Alla fine finisce 3-3 una gara bella, avvincente e ricca di colpi di scena. Va bene cosi, onore alla Virtus, squadra esperta e capace di punire l’avversario ad ogni minima disattenzione, onore alla Bulldog per l’ennesima prova di carattere e soprattutto per il bel calcio a 5 espresso soprattutto nella seconda frazione di gioco. Possono essere soddisfatti i ragazzi vibonesi del pareggio nonostante avessero accarezzato il sogno di portare a casa altri tre punti. Le due squadre, con questo pareggio, si attestano in seconda posizione a quattro punti. Passando alla cronaca parte subito forte la Bulldog che chiude gli avversari nella propria meta campo chiamando piu volte in causa l’ottimo Borgese. Gli ospiti si affidano alla classe del mai domo Domenico Fazzari che al 10′ supera due avversari si presenta in area e viene anticipato da Covello. Per l’arbitro pero e fallo del portiere vibonese e assegna il rigore alla Virtus. Dal dischetto calcia Fazzari e porta avanti i suoi. Gli ospiti, in vantaggio, serrano di piu le fila per contenere le sfuriate dei locali. Bilotta, Cimato, Russo, Muscaglione e Simari ci provano in tutti i modi ma il risultato non cambia. Runco AntonioAl riposo si va con la Virtus avanti per 1-0. Nella ripresa la Bulldog alza ancora di piu i ritmi. Il pareggio sembra nell’area ma, su un passaggio di Fazzari la sfera carambola sulla schiena di Cimato che mette fuori casa il proprio portiere. siamo al 4′ e la Virtus si porta sul 2-0. La Bulldog, pero, non crolla e dimostra di essere una squadra di grande carattere. I neroarancio riprendono in mano la gara, alzano i ritmi e iniziano ad assediare la porta avversaria. Al 9′ Cimato accorcia le distanze. La Bulldog vuole il pari ma presta il fianco all’avversario. Fazzari per due volte si trova da solo davanti a Covello che si supera tenendo a galla i suoi. Le parate del portiere caricano di piu i vibonesi che al 12′ pervengono al pareggio con un chirurgico tiro da fuori di Russo. La Virtus accusa il colpo mentre la Bulldog ora crede nel sorpasso. Le due squadre non si accontentano e provano a vincere. Al 27′ la Bulldog mette la freccia. Azione in velocita sull’asse Bilotta-Russo-Muscaglione con quest’ultimo che mette la palla in rete per il sorpasso. 3-2 per la Bulldog. I neroarancio provano a contenere la reazione ospite ma, al 29′, commettono un’ingenuita che consente a Sferrottino di siglare la rete del 3-3. C’e ancora il tempo per la Bulldog per riportarsi in vantaggio ma la conclusione di Russo si infrange sulla difesa ospite. Finisce 3-3 e alla fine le due squadre possono essere comunque contente di aver fatto un passo avanti in classifica.