Cade la capolista Pasta Pirro Corigliano

L'Odissea 2000 crolla sotto i colpi del Rapidoo Latina

 

 

Maina e Russo a centrocampo

 

Niente da fare per l’Odissea 2000 Rossano che non riesce a ripetere l’impresa della gara d’andata e viene sconfitta dalla Rapidoo Latina. La partita ha avuto poca storia, netta la differenza delle forze in campo, accresciute dall’assenza in casa rossanese di Miglioranza (squalificato) e di un Sapinho (acciaccato) che ha potuto giocare soltanto pochissimi minuti nel primo tempo. Onestamente, vista la forza degli avversari, anche al completo sarebbe stato difficile tenere testa alla corazzata nerazzurra. I calcettisti di Nelsinho, comunque, hanno lottato bene fino a metà della prima frazione di gioco, poi, in svantaggio, si sono disuniti e hanno dato spazio alle bocche di fuoco laziali che hanno chiuso i conti già nel primo tempo. Poche le emozioni nella ripresa, tra queste l’esordio assoluto del portierino di casa Benedetto Visciglia che si è disimpegnato benissimo nei minuti in cui ha difeso la propria porta e delle prestazioni delle due giovani promesse rossanesi Alessandro Calabretta e Giovambattista Librandi, che si sono tolti anche lo sfizio di segnare i gol che hanno reso meno pesante la sconfitta.   La partita – Come prevedibile è la Rapidoo Lattina ha fare la gara, i pontini devono assolutamente vincere per restare in vetta alla classifica. L’Odissea 2000 Rossano tiene strette le linee e rintuzza gli attacchi degli uomini di mister Giampaolo e quando può riparte in velocità. Al minuto 5 però Maina spezza l’equilibrio con un tiro di sinistro che fulmina Soso. La reazione dei gialloblù è immediata e vanno vicinissimi al pareggio con un tiro ravvicinato di Eric che impegna severamente Chinchio. Ma, è solo una illusione perché il Latina torna a premere a pieno organico e dopo aver sfiorato il raddoppio con Maina e Battistoni, segna, al 14’26’’ con Mocellin bravo a centrare la porta dalla propria tre quarti campo con Soso avanzato. Il doppio vantaggio manda in tilt la squadra di casa che dopo tre minuti subisce lo 0 a 3 ad opera di Terenzi lesto a corregge in rete un tiro di Maina. Prima della fine del tempo c’è da registrare una conclusione di Eric fuori di poco; un salvataggio sulla linea di porta dello stesso calcettista brasiliano con Soso fuori causa e un bolide del portiere gialloblù alto di poco. Con il risultato ampiamente nelle proprie mani il Latina nella seconda frazione di gioco si limita a controllare la gara senza disdegnare di portarsi in avanti come nell’occasione del quarto gol, segnato da Menini al minuto 2 o come nell’azione personale di Battistoni che porta a 5 le reti della sua squadra. La partita ha altro poco da dire e allora i due allenatori mettono in campo chi ha avuto poco spazio fino a quel momento. E, come dicevamo prima, nell’Odissea 2000 Rossano fa il debutto in serie A2 il portiere Visciglia che si fa trovare pronto a fermare i giocatori nerazzurri in tre occasioni. Ottime anche le prove di Calabretta e Librandi che mettono anche la firma sui due gol della loro squadra.        

ODISSEA 2000 ROSSANO – RAPIDOO LATINA  2 – 5  (0 – 3 p.t.)

 

ODISSEA 2000 ROSSANO: Soso, Sapinho, Eric, Russo, Nelsinho, Richichi, Manzalli, Librandi, Arcidiacone, Calabretta, Calarota, Visciglia. All. Nelsinho

RAPIDOO LATINA: Chinchio, Battistoni, Maina, Menini, Avellino, Cianci, Terenzi, Rosati, Mocellin, Donazzolo, Malandruccolo, Bernillo. All. Giampaolo.

 

ARBITRI: Brischetto (Acireale), Raffaelli (Terni). CRONO: Candeliere (Catanzaro).

MARCATORI: 5’38’’ p.t. Maina, 14’26’’ p.t. Mocellin, 17’43’’ p.t. Terenzi, 2’28’’ s.t. Menini, 11’44’’ s.t. Battistoni, 17’00’’ s.t. Calabretta, 19’49’’ s.t. Librandi

AMMONITI: Avellino, Sapinho, Nelsinho, Eric, Soso. 

Pierluigi Noce

Addetto Stampa

 

Tribune gremite a Lucera

Che il compito della Pasta Pirro Corigliano fosse difficile lo si sapeva  già dalla vigilia, però per quanto visto sul campo forse si poteva fare qualcosa di più, invece è arrivata la seconda sconfitta stagionale. La squadra di Ceppi subisce l’inizio brillante del Fuente che trova il vantaggio dopo 5’ con Sanna, che supera De Luca e trafigge Martino. I calabresi reagiscono immediatamente e prendono in mano il pallino del gioco, creando alcune interessanti occasioni da gol. Il pari arriva intorno al 12’ con Dentini ben Servito da Siviero. Cosa ha preso Martino!! Guinho serve con la punta del piede Sanna, colpo a botta sicura ma il portiere del Corigliano tocca quel poco che basta per mandare la palla in corner. I bianconeri proseguono il tam tam alla ricerca della rete del vantaggio, che arriva 4’ più tardi ad opera di Vieira, che supera il diretto avversario ed infila De Melo. Il Fuente abbozza una reazione ma gli ospiti controllano senza affanni sino alla conclusione della prima frazione di gioco. Nella ripresa il copione non cambia, con i locali protesi in avanti alla ricerca del pari e i bianconeri che gestiscono benissimo la gara sprecando però tre ghiotte occasioni per chiudere il match, clamorosa è quella di Siviero a tu per tu con il portiere foggiano. Al 6′ Corigliano vicino al terzo gol. De Luca si invola ma a tu per tu con De Melo manda alto. A metà tempo l’episodio che cambia le sorti della gara, infatti un rigore molto dubbio, diremmo inesistente, permette a Guinho di pareggiare il conto. A 9’ dalla fine doppio miracolo di De Melo che salva il risultato. I padroni di casa prendono coraggio e spingono alla ricerca del gol vittoria, ma i coriglianesi chiudono bene gli spazi anche se arretrano troppo consentendo al Fuente di poter trovare lo spazio giusto per Guinho che infila Martino per la rete del sorpasso, l’assist è di Sanna. Veemente la reazione della Pasta Pirro che sciupa il pari in almeno tre circostanze, clamorosa è la traversa colpita da Vieira. A 5’ dalla fine Ceppi gioca la carta del portiere di movimento che produce alcuni ottime chanche per pareggiare, sfortunata è quella di Dentini che da due passi spreca condendo la ripartenza ai blancos che costringono Ariati al fallo di mano che induce l’arbitro a fischiare il secondo rigore di giornata. Guinho chiude i conti. Una sconfitta che non deve deprimere più di tanto la capolista anche se ora non si può più sbagliare, in quanto Orte e Latina, quest’ultima ha già riposato, l’hanno agganciata in testa. 

FUENTE LUCERA–PASTA PIRRO CORIGLIANO 4-2 (1-2 p.t.)  

FUENTE LUCERA: De Melo, Sanna, Guinho, De Cillis,  Rossa, F. Monopoli,Ferreyra, Lopolito, M. Monopoli, Gesualdi, De Luca, Piccinno. All. Grassi 

PASTA PIRRO CORIGLIANO:Sapia, Siviero, Urio, Bachega, De Luca, Ariati, Vieira, Schiavelli, Morrone, Dentini, Caravetta, Martino. All: Ceppi 

MARCATORI: 5’54’’ Sanna (F), 12’15’’ Dentini (PPC), 16’11’’ Vieira (PPC); 9’56’’ s.t. rig. Guinho (F), 12’11’’ Guinho (F), 19’25’’ rig. Guinho (F)

AMMONITI: Rossa (F), Vieira (PPC), Ariati (PPC), Sanna (F), Urio (PPC)

ARBITRI: Andrea Giada (Mestre), Enrico De Poli (Mestre) CRONO: Raffaele Ricci (Foggia) 

Ufficio stampa

Fabrizio C5 Pasta Pirro Corigliano

Scritto da: redazione