La Pasta Pirro strapazza il Fuente.Impresa Odissea

La squadra coriglianese da una severa lezione ai pugliesi.L'Odissea sorprende tutti 

Esultanza dopo il gol capolavoro di BachegaPasta Pirro Corigliano – Fuente Foggia  5 – 1

Pasta Pirro Corigliano: Sapia, De Luca, Schiavelli, Ariati, Siviero, Dentini, Bachega, Viera, Caravetta, Martino, Marcelinho, Berardi. All. Ceppi

Fuente Lucera: Piccinno, De Cillis, Loparco, Lupoli, Laccetti, Gesualdi, Leandrinho, Monopoli, Rossa, Wagner, De Melo, Chiappinelli. All. Grassi

Marcatori: 2’30” pt Marcelinho (PP), 12’00 pt Vieira (PP), 12’40” pt Bachega (PP), 4’20” st Marcelinho (PP), 12’50” st Siviero (PP), 16’50” st Leandrinho (FU)

La Pasta Pirro Corigliano incassa altri tre punti dominando dal primo all’ultimo minuto contro il Fuente Foggia crollato già nella prima frazione sotto i colpi dei ragazzi terribili di Ceppi. Il Fuente, che in settimana si era mostrato forse un po presuntuoso, dichiarando che avrebbe conquistato i tre punti in Calabria, ha subito sin dall’inizio la pressione dei locali che non hanno praticamente mai concesso un tiro in porta agli ospiti. La squadra di casa parte a razzo e già dopo soli 2 minuti passa con Marcelinho. La squadra di Ceppi continua a spingere sull’acceleratore, sfiorando il raddoppio in almeno tre occasioni, ma un po d’imprecisione dei bianconeri grazia gli ospiti. A cavallo del 12’ uno-due micidiale dei coriglianesi che prima con Japa e poi con un gol da cineteca di Bachega, che si sinistro al volo mette all’incrocio, archiviano la prima frazione. Nella ripresa il copione non cambia, con i bianconeri sempre in pressione costante e sempre pronti a calciare verso la porta di De melo, che vede maglie bianconere spuntare da tutti gli angoli del campo. Dopo un palo di Schiavelli, arriva anche la quarta rete, siglata ancora da Marcelinho. La furia degli ausonici non si arresta e grazie a Siviero arriva anche la quinta marcatura. La Pasta Pirro potrebbe dilagare, ma un pizzico di normale leziosità evita la figuraccia al Fuente Lucere, apparso troppo dimesso al cospetto di avversari che invece  hanno sbagliato praticamente nulla. Nel finale il Fuente gioca la carta del portiere di movimento e trova la rete di Leandrinho. A fine gara Ceppi ha commentato così: “Abbiamo fatto una buona partita, attenti, concentrati e aggressivi in fase difensiva e propositivi in fase di possesso anche se non ancora quanto vorrei; in certe occasioni avremmo dovuto avere maggior coraggio e personalità nell’uscire dalla pressione avversaria palla al piede. Inoltre abbiamo sbagliato molte occasioni in fase di finalizzazione, il passivo poteva essere molto più pesante. Ma stiamo piano piano crescendo, il gruppo lavora sodo ed i risultati si vedono. Le dichiarazioni della Fuente durante la settimana mi hanno infastidito; dichiarare di venire in Calabria e tornare certamente con un risultato positivo, non è stato rispettoso verso di noi. Penso che Pasta Pirro Corigliano, abbia dimostrato che merita rispetto, anche se è all’esordio in categoria”

Rapidoo Latina – Odissea 2000   4 – 7

RAPIDOO LATINA: Chinchio, Natalizia, Rosati, Avellino, Donazzolo, Malandruccolo, Terenzi, Battistoni, Milani, Bacoli, Maina, Vernillo. All.: Giampaolo.

ODISSEA 2000 ROSSANO: Soso, Sapinho, Eric, Richichi, Miglioranza, Russo, Nelsinho, Arcidiacone, Pace, Visciglia, Rugna, Sicilia. All. Nelson-Labonia.

Arcidiacone, esordio bagnato con golMarcatori: 7’19’’ p.t. Arcidiacone (OD), 8’44’’ p.t. Terenzi (LT), 9’09’’ p.t. Richichi (OD), 19’55’’ p.t. Richichi (OD), 2’42’’ s.t. Soso (OD), 3’15’’ s.t. Sapinho (OD), 12’34’’ Maina (LT), 15’03’’ s.t. Battistoni (LT), 15’11’’ s.t. Nelsinho (OD), 15’30’’ Terenzi (LT), 16’24’’ s.t. Miglioranza (OD).
Una super Odissea 2000 Rossano sbanca il Pala Bianchini battendo la favoritissima del campionato, la Rapidoo Latina. I gialloblù hanno giocato quella che si usa definire “la partita perfetta”. I calcettisti di Nelsinho e Labonia hanno disputato un match tatticamente impeccabile, fatto di pressing, difesa arcigna, ripartenze micidiali, il tutto condito con il solito grande cuore che ha sempre contraddistinto questa squadra. Il Latina è rimasto quasi sbalordito nel trovarsi sotto sin da subito, prima per il gol di Arcidiacone che ha subito riequilibrato con Terenzi, e, poi, quando tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa si è dovuto inchinare alla doppietta di Richichi e alle reti di Soso e Sapinho. La reazione dei pontini è stata veemente, ma, proprio in quei frangenti l’Odissea 2000 Rossano ha mantenuto la lucidità chiudendo qualsiasi varco centrale e costringendo i giocatori nerazzurria concludere dai lati o dalla distanza. Solo a metà della ripresa il Latina è riuscito ad accorciare le distanze, giocando con Bacoli come portiere in movimento, grazie alle reti di Maina e Battistoni. Una breve illusione perché un’Odissea davvero ineccepibile ha rintuzzato colpo su colpo con Nelsinho e Miglioranza. Nel mezzo delle due segnature gialloblù è arrivato il quarto gol siglato da Terenzi.Con questa vittoria su un campo difficile come quello di Latina, dove nella passata stagione solo una squadra era riuscita a vincere, la formazione rossanese ha dimostrato di essere un roster valido tatticamente, tecnicamente e atleticamente. Un successo del gruppo arrivato, infatti, grazie alla fantastica prestazione di tutti i calcettisti gialloblù che hanno voluto così cancellare il ko interno subito nella prima giornata ad opera dell’Orte.Adesso bisogna continuare su questa strada a partire da sabato prossimo quando i bizantini sfideranno al PalaEventi il forte Salinis. Una partita nella quale c’è bisogno del grande sostegno del pubblico che invitiamo a gremire il palazzetto di Via Candiano.