Il Città di Fuscaldo da il primo dispiacere alla Five Soccer CZ

La Five soccer cade a Fuscaldo

Spread the love

 

Condino FuscaldoS’interrompe a Fuscaldo la striscia di 14 vittorie consecutive della capolista Five Soccer piegata da una indomita e determinata squadra. Il Rogit consolida il secondo posto superando nettamente i diretti avversari della Xerox Chianello. I menzionati due risultati fanno da sfondo alla riscossa delle squadre posizionate nelle retrovie accorciando la classifica rendendo esiguo il distacco tra zona playout e playoff. A conferma di quanto premesso c’è da segnalare la sorprendente affermazione casalinga del Telesio ai danni della più quotata MM Club. Anche il Traforo risponde presente liquidando la pratica Re Artù. L’altra squadra di Crotone il futsal raddrizza in extremis una partita che sembrava compromessa sul campo del Surdo strappando un positivo pareggio. Divisione della posta anche a Cirò con i padroni di casa sempre costretti ad inseguire la tenace Real Luzzese. Acuto del Costa del Lione che, batte la Roglianese agganciandola in classifica.  

CITTA’ DI FUSCALDO – FIVE SOCCER CZ 4 – 3

Marcatori: 15’ A. Leta (CF), 23’ Melissari (FS), 25’ Zurlo (FS), 26’ A. Leta (CF), 36’ Zurlo (FS), 37’ Condino (CF), 56’ Formosa (CF)

Zurlo Emanuele 91 FSCZMalgrado le opposte posizioni di classifica potessero fare presagire all’ennesima vittoria della capolista catanzarese le previsioni della vigilia indicavano questo match altamente insidioso in virtù del momento positivo dei tirrenici reduci da due convincenti affermazioni. Il campo ha confermato queste sensazioni premiando i padroni di casa di contro punendo i catanzaresi che, invece di accontentarsi del pari hanno cercato di ottenere il bottino pieno restando a mani vuote. Il match ha da subito visto in campo due quintetti ben disposti di pari forza. Dopo l’iniziale braccio di ferro, espulsione del portiere ospite destabilizza la Five Soccer che al 15’ subisce la rete dello svantaggio ad opera di A. Leta autore di una strepitosa rovesciata. I catanzaresi impiegano qualche minuto a prendere le misure ma poi al 23’ pareggiano il conto con Melissari. Sulle ali dell’entusiasmo Zurlo 2’ dopo mette la freccia del sorpasso ma, pochi secondi dopo arriva la replica del Città di Fuscaldo che, su calcio di rigore calciato da A. Leta, realizza il 2 a 2 con il quale si chiude il primo tempo. Equilibrio anche nelle fasi iniziali della ripresa contraddistinte dal botta e risposta tra Zurlo e Condino per il 3 a 3. A questo punto il pari potrebbe anche accontentare le due squadre ma, la Five Soccer vuole i tre punti e lo dimostra schierandosi con il portiere di movimento. I tirrenici non si fanno sorprendere chiudendo tutti i varchi ed al 56’ con Formosa direttamente dalla propria meta campo, realizzano la rete che fa esplodere di gioia i supporter locali lasciando esterrefatti gli avversari.

REAL ROGIT – XEROX CHIANELLO 5 – 1

Marcatori: 10’ Labonia, 12’ I. Mantuano (XC), 27’ Sapia, 29’, 44’ e 50’ Amodeo

Amodeo RogitNella sfida per il posto d’onore il Real Rogit la spunta sulla Xerox distanziandola in classifica. Primo tempo di sostanziale equilibrio nel quale i due portieri la fanno da protagonista limitando il passivo per oltre 25’ sul punteggio di 1 a 1. Prima del riposo il forcing dei rossanesi ha la meglio sul reparto difensivo degli ospiti che cedono di schianto incassando due reti da Sapia ed Amodeo. In avvio di ripresa ci si attende la replica dei tirrenici invece, sono i padroni di casa a gestire il doppio vantaggio con sicurezza. Con il passare dei minuti la Xerox alza il baricentro favorendo l’ispirato Amodeo il quale con una doppietta completa la propria giornata di gloria incamerando tre punti preziosi per la squadra.

HELLAS CIRO’ M. – REAL LUZZESE 5 – 5

Marcartori:Mummolo (4) e Sinopoli per Hellas Cirò marina. Lopetrone (3), Lirangi e P. Giorno per la Real Luzzese

Non riesce al Cirò il compito di battere la Real Luzzese che, con estrema praticità anticipa le giocate avversarie conducendo sempre avanti nel risultato. Tutta la partita è stata, caratterizzata dal vantaggio degli ospiti e dalle costanti repliche dei locali incapaci di trovare il bandolo della matassa. Per entrambe le squadre si è trattato di un pareggio che, mantiene indenne le aspettative di playoff anche se a pagare maggiormente dazio sono due giocatori della Real Luzzese costretti alle cure mediche ospedaliere per rimediare ad alcuni scontri di giuoco. Senza menzionarne i nomi facciamo loro i più calorosi auguri di pronta guarigione.

TELESIO – MM CLUB SPORT 6 – 3

Marcatori: 3’ Reda (T), 10’ Cerenzia (MM), 14’ Foglia (T), 22’ e 24’ Cerenzia (MM), 38’ F. Bernaudo (T), 41’ e 45’ Foglia (T), 58’ L. Gallo (T)

TELESIODimostrando di non meritare l’ultimo posto in classifica il Telesio doma la più quotata MM Club rilanciando le proprie speranze di salvezza. L’innesto di Foglia sommata alla consueta verve offensiva di Bernaudo hanno cambiato in meglio il quintetto del presidente Rizzo che, per avere concrete speranze di salvezza, deve confermare il proprio rendimento anche lontano da casa. I coriglianesi hanno probabilmente sottovalutato i padroni di casa soprattutto nella seconda frazione nella quale, sono stati sovrastati dall’altrui supremazia. Il match entra da subito nel vino con la rete del vantaggio siglata da Reda. La MM Club replica, 7’ dopo con Cerenzia. Il Telesio giustifica il leggere predominio territoriale ripassando avanti con Foglia ma, nel finale di tempo l’estroso Cerenzia con una doppietta, ribalta l’esito facendo presagire ad una trionfale vittoria. L’intervallo, però, modifica i valori proponendo un Telesio più agguerrito e determinato. La squadra di mister Scarpelli domina la seconda frazione concedendo poco agli avversari i quali, palesando una sterile gestione di palla si ritrovano sul groppone quattro reti incassando una inattesa sconfitta.

SURDO – FUTSAL KROTON 5 – 5

Marcatori: Potrone (FK), Thomas (S), Gervasi (S), Milano (S), Martino (S), L. Perri (FK), Figliuzzi (S), Stasi (FK), Potrone (FK), Stasi (FK)

Stasi AntonioSembrava fatta per il Surdo che conduceva per 5 reti a 2 a quattro minuti dalla fine, ma un finale assurdo ha regalato ai crotonesi un rocambolesco pareggio. Gli ospiti vanno in vantaggio quasi subito con una precisa ripartenza dopo un errore offensivo degli avversari.  La reazione dei padroni di casa è rapida, Tomasz pareggia su punizione e Gerbasi  firma il raddoppio. Nella ripresa il Surdo continua a spingere e trova altre due reti con Milano e Martino. Il Kroton accorcia le distanza ma poco dopo Figliuzzi con un gran gol riporta sul +3 il Surdo.  Nel finale però accade l’impensabile, i padroni di casa vanno nel panico e il Kroton, rischiando il tutto per tutto con il portiere di movimento, riacciuffa all’ultimo secondo un insperato pareggio. A.S.

TRAFORO – RE ARTU’ 5 – 2

Marcatori: 4’ Belfiore (RA), 20’ Buffone (T), 24’ Cosentino (T), 39’ G. Campana (T), 45’ Cosentino (T), 54’ Pelentir (T), 57’ De Cicco (T)

Cosentino TraforoTorna alla vittoria il Traforo superando nettamente il Re Artù. La squadra di Rossano ha finalmente concretizzato quanto di buono fatto nelle precedenti sfortunate prestazioni concedendo poco agli avversari che, malgrado tutto, sono passati per primi in vantaggio con Belfiore. Il Traforo per nulla demoralizzato prende in mano le redini del giuoco sprecando molteplici occasioni per pareggiare soprattutto con Buffone. Lo stesso attaccante si fa perdonare al 20’ quando fa centro siglando 1 a 1. Ritrovata la via del goal Cosentino 3’ dopo lo segue portando avanti i propri compagni. Nella seconda frazione il predominio degli arancio/blu emerge ancora più nettamente e Campana prima e Cosentino dopo blindano i tre punti. La quinta rete è siglata dal migliore in campo Pelentir mentre, l’ultimo acuto è del pitagorico De Cicco.

COSTA DEL LIONE – ROGLIANESE 4 – 2

Marcatori: Zumpano (R), Stumpo (R), El Madì, Della Sanità, El Madì, Corea

Corea PaoloUna Costa del Lione superlativa, batte col perentorio risultato di 4-2 la Roglianese, in una gara valida per la quindicesima giornata del campionato di serie C2/A. Una doppietta di Mustapha El Madi, ed i gol di un ritrovato Della Sanità e del nuovo arrivato Corea hanno dato il la alla vittoria dei falernesi che portano a tre i risultati utili consecutivi. La vittoria dei biancorossi assume un significato particolare perchè ottenuta con una straordinaria rimonta che riconcilia il tifoso col gioco del calcio a 5. Alle reti della Roglianese 0-2 dopo appena 15 minuti di gioco realizzati da Zumpano e Stumpo, arriva subito la risposta del più esperto Paolo Corea su punizione 1-2. I primi 10′ del primo tempo, sono decisivi per la Costa del Lione e Filippo Romano. Infatti la squadra falernese ha sciorinato giocate di alte classe che hanno letteralmente annichilito la retroguardia rossonera, con un estremo difensore che nulla ha potuto fare, se non raccogliere per quattro volte il pallone in fondo alla rete. Riccardo Floro in appena 5′ fa segnare Della Sanità e regala la palla d’oro a El Madi che realizza da fuori area il 3-2. Poi è l’esperienza che la fa da padrona, Corea e Matarazzo danno la giusta tranquillità alla squadra ed a 10′ della fine, una stupenda azione di Matarazzo viene finalizzata da El Madi siglando forse la rete più importante, quella della tranquillità. A.S. Bruno Caterina