Il commiato del Presidente Piero Trotta

Club Scarcelli addio o meglio… arrivederci

 

Domani inizia il campionato di calcio a 5 serie D, non vi nascondo un po’ di nostalgia da parte mia perché per la prima volta quest’anno, ho deciso di non partecipare per cui mi preme ringraziare tutte quelle persone che mi sono state sempre vicine ed ultimamente mi hanno invogliato a continuare l’esperienza. Piero TrottaLa decisione  non vi nascondo  è stata sofferta ma purtroppo nella vita ci sono momenti in cui bisogna operare delle scelte anche se prese a malincuore. Le circostanze le rendono necessarie e nella vita ci sono momenti in cui uno deve scegliere le  priorità. Non tutto si può fare sempre e niente può durare in eterno. Per  anni mi sono prodigato, chiaramente per quanto potevo, per la pratica, l’organizzazione e la partecipazione a questo sport , anche  a manifestazioni nazionali  investendo risorse solo in prima persona.  In alcuni momenti  ho partecipato con la mia squadra a campionati  contemporaneamente figc ed amatoriali. Questo innanzitutto significa oltre a coinvolgere un certo numero di individui farsi carico anche  di non pochi problemi. In queste mie attività non so quante persone realmente hanno capito ed apprezzato il mio operato. Mi ritengo comunque soddisfatto per quello che ho fatto e per quanto ho cercato di trasmettere, di più era umanamente impossibile fare. Diverse volte in questi anni mi sono rimboccato le maniche partendo con idee diverse, cercando di ricostruire, impostare ed andare avanti senza perdermi d’animo di fronte alle difficoltà  naturali che di volta in volta si sono presentate ed una cosa è certa,  non trovi quasi nessuna disponibilità di aiuti soprattutto economici. Purtroppo proseguire , andare avanti e soprattutto volendo scalare le classifiche e le posizioni comporta  sempre più impegno che una persona da solo non può supportare, ne sono la prova alcune società che arrivate in  alto, di colpo non esistono più. Di certo non potrò dimenticare le persone conosciute in questa esperienza , nella vita non bisogna essere presuntuosi c’è da imparare sempre qualcosa  in questo non si finisce mai. Infine ringrazio tutti coloro che di volta in volta si sono succeduti  nella mia società, anche come solo comparse, permettendomi con la loro presenza di costruire una squadra. Le squadre si fanno insieme e con la collaborazione di tutti quando questa è positiva, così si raggiungono gli obbiettivi e traguardi, le soddisfazioni devono essere reciproche Il mio impegno sociale per quello che posso cercherò di portarlo avanti diversamente, per quanto mi riguarda non mi resta che augurare  BUON CAMPIONATO A TUTTI.      Piero Trotta