Menu
Editore e Direttore Responsabile: Giuseppe Praticò
Reg. Tribunale di Rc n.5/2014 del 18/06/14

Capolavoro Enotria Five CZ, la coppa Italia è tua

  • Scritto da Santo Gallo

Enotria Five CZ CoppaEnotria Five CZ CoppaL’Enotria Five Soccer Catanzaro firma un altro capolavoro e batte anche il favorito Futsal Polistena, conquistando così con merito la XXV edizione della Coppa Italia Comitato Regionale Calabria. Ha vinto la squadra che ha corso di più, che ha avuto più fame e che ha saputo interpretare nella maniera migliore questa due giorni sotto tutti i punti di vista. Grande soddisfazione per la società giallorossa, per mister Andrea Lombardo, per il suo staff e per tutti i giocatori, tra cui Chiaravalloti, Loprieno e Castanò, che si sono riconfermati campioni dopo aver trionfato l’anno scorso con la Futura Energia Soverato. Delusione per il Futsal Polistena, che invece è apparso un po’ sottotono e che ha così visto sfumare il primo obiettivo stagionale, anche se ovviamente rimane in corsa per quello più importante, ossia la promozione in serie B, verso la quale l’assalto ricomincerà a partire da sabato prossimo, nel big match interno contro la capolista LM Mirto. 
Nell'altrettanto combattutissima finale Femminile ci sono voluti i calci di rigore per decretare chi tra Eagles Catanzaro e Sangiovannese ha potuto alzare al cielo la Coppa. I tempi regolamentari si sono conclusi per 2-2, con le giallorosse raggiunte due volte dalle silane, così come nel supplementare le ragazze di mister Audia hanno riacciuffato all'ultimo respiro il pari dopo il nuovo vantaggio delle ragazze di Caracciolo. Ai tiri dal dischetto decisiva Gualtieri con le sue due parate: vittoria per le giallorosse. 
Chiudiamo ringraziando la società GLS Kroton con in testa Gianni Macrillò e il consorzio sportivo "Momenti di Gloria" (che gestisce il PalaMilone) con a capo Giuseppe Trocino per l’ospitalità ricevuta e complimentandoci con essi per l’ottima organizzazione dell’evento. Un ulteriore ringraziamento va infine a tutte le società che hanno fattivamente collaborato affinché si potesse effettuare la diretta streaming di questa Final Four che, dati alla mano ed escluso qualche problema tecnico nella prima semifinale, ha riscosso davvero un grande seguito. 

ENOTRIA FIVE CZ – FUTSAL POLISTENA 2-1 
ENOTRIA-FIVE CZ: Loprieno, Giampà, Chiaravalloti, Bianco, Carnuccio, Fasolino, Castanò, Levato, Lombardo C., Monterosso, Brandonisio, Capicotto. All.: Sig. Lombardo A.
FUTSAL POLISTENA: Pellicanò, Varamo, De Marzo, Creaco, Scopelliti, Wellington, Gomes, Calabrese, Ecelestini, Galatà, Pratticò, Sinopoli. All.: Sig. Molluso
Arbitri: Sig. Cosimo Di Benedetto (Sez. di Lamezia Terme) Sig. Moreno Longo (Sez. di Paola) Terzo Uomo: Sig. Ferdinando Tino (Sez. di Vibo Valentia)
Marcatori: 2’st Brandonisio (E), 15’st Chiaravalloti (E), 29’st Creaco (FP)
Ammoniti: Creaco, Scopelliti e Calabrese (FP)
Note: al 30’st Espulso Creaco (FP) per doppia ammonizione

Enotria Five e Futsal Polistena a centrocampoEnotria Five e Futsal Polistena a centrocampoUn’Enotria Five Soccer titolare di una prestazione praticamente perfetta ha la meglio sul Futsal Polistena per 2-1 e conquista l’ambito trofeo in palio al PalaMilone. La formazione di mister Lombardo si difende in maniera ineccepibile sin dai primi minuti, con il Futsal Polistena che dal canto suo non riesce a pungere, rischiando all’11’ quando un diagonale sulla sinistra di Giampà costringe Galatà ad un difficile intervento e sul tap-in in posizione defilatissima Monterosso non riesce ad inquadrare la porta. Al 15’ lo stesso Galatà se la cava di piede su una conclusione velenosa ancora di Monterosso. Al 21’ Capicotto ruba palla ma spara alto dal limite, al 25’ azione fotocopia con Giampà al tiro che ha la stessa sorte. Passa un minuto e arriva la prima vera grande occasione per il Futsal Polistena, ma Levato si supera due volte nel giro di pochi secondi sui tiri di Wellington (che nel frattempo aveva fatto il suo ingresso in campo e contemporaneamente esordio in rossoverde) e Scopelliti. Al 30’ Brandonisio e Capicotto duettano alla grande, con il numero undici giallorosso che arriva alla conclusione a botta sicura trovando sulla sua strada un superlativo Galatà. Pochi secondi dopo Levato è altrettanto determinante: deviazione lieve ma decisiva sul palo sulla “puntata” dell’“illusionista” Creaco. 

Futsal Polistena finalistaFutsal Polistena finalistaNella ripresa subito vantaggio Enotria Five. Al 32’ Brandonisio a tu per tu con Galatà con grande freddezza e con tutta la sua esperienza supera di sinistro l’estremo difensore rossoverde per l’1-0. 2’ dopo su un’azione simile dall’altra parte del campo Calabrese non inquadra la porta. Al 40’ schema Enotria Five su punizione: Capicotto tocca per Brandonisio che colpisce in pieno la traversa e vede la palla ritornare in campo. Al 44’ micidiale ripartenza di Chiaravalloti e diagonale che s’infila sotto le gambe di Galatà per il 2-0. Molluso chiama immediatamente il time-out e ordina il portiere di movimento (Calabrese). La pressione del Futsal Polistena non sortisce effetti concreti: da registrare al 52’ l'intervento di Levato su Creaco a pochi passi dalla porta, ma in posizione defilata. Solo al 29’ il numero 7 rossoverde in mischia riapre il match regalando 3’ minuti finali palpitanti, ma in pieno recupero, già ammonito, spalle alla porta cade a terra affrontato da Levato. Per i due arbitri è simulazione e conseguente secondo giallo. La partita finisce praticamente qui. È trionfo per l’Enotria Five Soccer.

SANGIOVANNESE – EAGLES CZ   5 - 6 d.c.r. 
SANGIOVANNESE: De Marco, Pullano, Audia M., Audia A., Leone, Gerace, Leto, Grotteria, Scalise, Belcastro. All.: Sig. Audia
EAGLES CZ: Anania, Moniaci, Puleo, Caiazza, Procopio, Riccelli, Bianco, Viola, Mauro, Talarico, Mallamace, Gualtieri. All.: Sig. Caracciolo
Arbitri: Sig. Mario Sicilia (Sez. di Cosenza) Sig.ra Rosy Sansostri (Sez. di Paola) Terzo Uomo: Sig. Giuseppe Suriano (Sez. di Vibo Valentia)
Marcatori: al 19’pt Caiazza (E), al 25’pt, al 10’st e al 5’2ts De Marco (CS), al 2’st e al 2’1ts Procopio (E)
Sequenza rigori: De Marco (CS) gol, Procopio (E) parato, Leto (CS) parato, Mallamace (E) gol, Audia (CS) gol, Bianco (E) gol, Grotteria (CS) parato, Riccelli (E) gol

Eagles vincitrici CoppaEagles vincitrici CoppaDavanti ad una buona cornice di pubblico, è andata in scena la finale femminile che vedeva opposte la Sangiovannese e le Eagles Catanzaro. Partita divertentissima nella quale le due compagini non si sono risparmiate giocando ad alti ritmi tutti i 70 minuti, vissuti su un continuo alternarsi di emozioni. Dopo un tentativo iniziale della De Marco (migliore della sua squadra), è la Procopio che va vicinissima al gol del vantaggio per le catanzaresi. Al decimo minuto, però, inizia lo show del portiere Gualtieri che compie un grande intervento su Grotteria, Antonella Audia calcia, poi, fuori sulla successiva respinta. Due minuti più tardi la stessa Gualtieri commette infrazione dei quattro secondi, ma il susseguente calcio di punizione non viene sfruttato a dovere da M.P. Audia e De Marco. Le stesse giocatrici silane, a metà primo tempo, falliscono clamorosamente una ripartenza che le aveva viste presentarsi a tu per tu con la Gualtieri. Dopo un calcio di rigore reclamato dalla Mallamace, sugli sviluppi dell'azione, la Caiazza porta in vantaggio le Eagles, con una puntata che, deviata, non lascia scampo alla Gerace. A cinque dalla fine, è la Sangiovannese a reclamare un calcio di rigore su tiro della De Marco, sul calcio d'angolo successivo lo stesso capitano con il numero 7 sigla la rete che vale il pari e che manda le due squadre al riposo. Ancora più emozionante la ripresa, le Eagles trovano immediatamente il nuovo vantaggio: Gerace para su Procopio, sugli sviluppi la stessa giocatrice mette in rete.Sangiovannese finalistaSangiovannese finalista Nella fase centrale protagonisti i due estremi difensori, al quarantesimo la Sangiovannese, però, trova il pari ancora con la De Marco che, lanciata da Grotteria, di punta anticipa la Gualtieri e fa 2-2. Nel finale, Gualtieri si esalta in spaccata su De Marco, Gerace risponde su un tiro da fuori della Bianco. Al sessantesimo, infine, clamoroso palo di Antonella Audia al termine di una ripartenza veloce. Si va, quindi, ai tempi supplmentari. Nel primo tempo, al secondo minuto, la terza rete delle catanzaresi, Procopio ruba palla a Gerace e segna con un fantastico pallonetto; un minuto più tardi Gualtieri di piede strepitosa su tiro insidioso della scatenata A. Audia. Nel secondo supplementare, è ancora la Gualtieri ad abbassare la saracinesca, esibendosi in un doppio intervento miracoloso. E, mentre le Eagles pregustano la vittoria, la straordinaria De Marco toglie dal cilindro un grandissimo tiro che s'infila in rete nel tripudio dei sostenitori sangiovannesi. Finisce 3-3, rigori decisivi. Dal dischetto sbagliano Procopio e Leto, ma è la Gualtieri a parare il rigore di Grotteria. La trasformazione seguente della Riccelli regala la Coppa Italia Femminile alle Eagles Catanzaro.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy